Pagina 3 di 3 PrimoPrimo 123
Mostra risultati da 21 a 22 di 22

Discussione: Bufera politica su Paranormal Activity. E 118 intasati

  1. #21
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Genova
    Messaggi
    325
    Grazie dati 
    88
    Grazie ricevuti 
    90
    Ringraziato in
    49 post

    Riferimento: Bufera politica su Paranormal Activity. E 118 intasati

    guardatevi i simpson che e' meglio fanno piu' ridere

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #22
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    3,307
    Grazie dati 
    1,368
    Grazie ricevuti 
    1,610
    Ringraziato in
    1,003 post

    Riferimento: Bufera politica su Paranormal Activity. E 118 intasati

    Sera

    Ho letto con interesse i vostri interventi, ma ho aspettato ad intervenire, perchè ho preferito prima vedere la pellicola, per poter lasciare un commento.

    Secondo me queste notizie di persone che son state male, 118 intasati e l'etichetta di "film che ha spaventato l'America" sono state gonfiate per portare curiosità nelle persone che leggevano i giornali, piuttosto che guardare il servizio in televisione. Infatti, in molti lo hanno visto proprio per vedere se faceva veramente cosi paura.

    Sono un'amante del genere horror e thriller ed adoro anche i film splatter. Detto questo, dico che secondo me questa è una buona pellicola, soprattutto in relazione ai soldi spesi ed a come lo si è realizzato: attualmente per alzare le quotazioni di un film horror si trascende nello splatter, quasi forse una moda. Invece il regista sfruttando solamente un'abitazione e due soli attori (tra l'altro anche bravi imho) e riprendendo idee di altre pellicole tra le quali il famoso Esorcista, è riuscito a costruire un film che ha fatto della tensione il suo elemento fondamentale ed ha costruito grazie a quello il suo successo. E credo che in alcune sequenze del film questa tensione si può tramutare anche in inquietudine, paura. Ma non tale da giustificare colati di vomito, ecc.

    Perchè secondo me una persona con un minimo senso di responsabilità, si fa un'esame di coscienza e valuta se è in grado o no di osservare la pellicola: se sai che sei un'individuo che ti spaventi per poco, non vai a vedere Paranormal Activity. Ma se ci vai non ti lamentare se poi stai male, perchè sarebbe una delle eventualità.

    Di certo non è una pellicola memorabile, non è un gran film, ma è nettamente migliore degli splatter attuali IMHO (ribadisco, detto da uno che adora lo splatter ) perchè è bastato poco per costruire una pellicola praticamente inquietante alla stessa maniera di uno dei 5 Saw ad esempio (che ho visto), senza ricorrere a braccia mozzate, esseri umani tritati, ecc. Anche i tratti di attesa hanno secondo me aiutato la pellicola a costruire il suo successo: cosa porta l'attesa di un'evento? Porta tensione, inquietudine, curiosità. Se poi i tempi si dilatano, questi 3 elementi aumentano esponenzialmente. E il regista ha lavorato semplicemente su queste 3 emozioni di una persona, di un'essere umano, per generare paura. E lo scopo dell'horror è proprio questo: quello di impressionare, far paura. E Paranormal activity c'è riuscito: senza braccia mozzate, senza motoseghe, senza niente di tutto questo.

    Secondo me cmq un divieto ai minori di 14 anni sarebbe stato opportuno: osservando il film ho cercato di immedesimarmi nella mente di un bambino che osservava il film e sono arrivato alla conclusione che potrebbe far paura. Però poi ritorniamo in maniera recursiva sul discorso della responsabilità che ho già espresso prima.

    Citazione Originariamente scritto da Mnemo
    se l'idea del divieto è genuina (vogliono imporlo per evitare problemi), avrà l'effetto contrario: stimolare la curiosità delle persone al di là dell'età anagrafica
    Credo che se fosse uscito in Italia con già il divieto per i minori di 14 anni e senza bisogno di far pubblicirà alla pellicola, non se ne sarebbe parlato. La curiosità è nata quando si è definito il film come "la pellicola che ha terrorizzato l'America": mettere o no il divieto non cambia niente, perchè ormai le persone sono state stimolate ad andare a vederlo.

    Ah per la cronaca, anche se non dovrei paragonare una paura di carattere psicologico con una di carattere fisico, secondo me fanno molto più schifo ed impressione due scene finali di Saw 5, di Paranormal Activity, nettamente. E vediamo se quando uscirà Saw 6 ques'anno in Italia (se non ricordo male verso giugno) se ne parlerà allo stesso modo.


Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie