Pagina 9 di 9 PrimoPrimo ... 789
Mostra risultati da 81 a 86 di 86

Discussione: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

  1. #81
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    233
    Grazie dati 
    278
    Grazie ricevuti 
    198
    Ringraziato in
    101 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Buondì

    Vedo che siamo in pieno delirio Tolkieniano...

    Citazione Originariamente scritto da Shiny
    Tolkien poi fu un furbissimo (e bravissimo) scopiazzatore...
    Beh come diceva Picasso “Bad artists copy…Good artists steal” …

    Citazione Originariamente scritto da Strider
    a parte me esiste qualche altro folle che è riuscito a leggerlo tutto fino in fondo ?
    Io l'ho letto addirittura due volte, ma in altri tempi.... ora non so se ci riuscirei ancora
    Tutto più di una volta…

    A dire il vero (e sperando di non farmi linciare per questo ) è la mia opera preferita di Tolkien…...Come si sarà fooooorse intuito sono un po’ fissata con le cosmogonie…

    Ricordo che la prima volta che lo lessi (avevo 15 anni) ero così presa dal deliro che mi ero pure messa a tracciarmi le genealogie degli elfi per ricordarmele…

    Ringrazio di avere inseguito acquistato abbastanza sanità mentale da dimenticarle…

    Citazione Originariamente scritto da Shiny
    all'ennesima versione della storia di Turin Turambar ho gettato la spugna!!
    All’epoca del mio delirio Tolkieniano quella di Niniel e di Turin era la mia storia preferita avrei letto qualunque versione…

    Comunque per quanto il Silmarillion possa essere “non molto digesto per tutti” (tanto per usare un eufemismo ) bisogna pur sempre ammettere che la sua lettura permette di cogliere meglio parecchie cose de Il signore degli anelli, rendendone la lettura ancora più “epica”…

    Comunque direi che se cercavi altri matti sei decisamente in buona compagnia Strider


    P.S.

    Citazione Originariamente scritto da Shiny
    Come avrai certamente capito non è mai mia intenzione criticare il gusto personale che, anzi, reputo sempre il primo motore di giudizio.
    Non l’avrei mai messo in dubbio…

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Messaggi
    molti
     
  3. #82
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,627
    Grazie dati 
    11,543
    Grazie ricevuti 
    13,952
    Ringraziato in
    7,447 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    ciao ARI

    vedo che anche tu sei tolkeniana doc

    certo che abbiamo davvero messo su una bella combriccola qui, eh ?

    Citazione Originariamente scritto da Persephone Vedi messaggio
    Beh come diceva Picasso “Bad artists copy…Good artists steal” …
    e lo dice anche... Tarantino

    Citazione Originariamente scritto da Persephone Vedi messaggio
    è la mia opera preferita di Tolkien…...Come si sarà fooooorse intuito sono un po’ fissata con le cosmogonie…
    beh, preferita no, per me ISDA è praticamente un "testo sacro"
    forse solo "1984" mi è piaciuto ad un livello simile

    però sicuramente è un'opera enorme e meravigliosa, frammentaria ma fondamentale. Dovrebbe essere il punto di partenza per affrontare il mondo mitologico di Tolkien

    invece, di solito, si comincia da "Lo Hobbit"

    Citazione Originariamente scritto da Persephone Vedi messaggio
    Ricordo che la prima volta che lo lessi (avevo 15 anni) ero così presa dal deliro che mi ero pure messa a tracciarmi le genealogie degli elfi per ricordarmele…
    una cosa del genere la facevo anche io con le appendici di ISDA e tutta la stirpe dei Re di Numenor e discendenze relative
    Non a caso mi chiamo Strider che è uno dei tanti nomi di Sire Aragorn

    Citazione Originariamente scritto da Persephone Vedi messaggio
    Comunque direi che se cercavi altri matti sei decisamente in buona compagnia Strider
    su questo non ho mai dubitato

    tornando per un attimo in tema, ho letto di altre presunte similitudini di AVATAR con un certo "Aida degli alberi" (link)

    ormai verrà fuori che Cameron ha copiato da tutto e da tutti, è proprio vero che sul carro dei "vincitori" vogliono salirci tutti

    Il film non è originale di certo e tantissime cose sanno di "già visto" ma, probabilmente, si sta un tantino esagerando in reazione al grande successo di pubblico. Ho sentito che anche il nostro Muccino (che Dio ce ne liberi!) ha avuto delle "belle parole" per Cameron ieri in una conferenza stampa, manco fosse Bergman o Kurosawa.....ma un po' di contegno dai.....

    Ultima modifica di Strider; 28-01-10 alle 22: 25.

  4. #83
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    3,307
    Grazie dati 
    1,368
    Grazie ricevuti 
    1,610
    Ringraziato in
    1,003 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    A proposito di Avatar..

    Al di la del fatto che può essere una Ottima/buona/sufficiente/scarsa pellicola, a seconda dei gusti, mi sembra sempre più che si stia trasformando in una "moda", una tendenza questo film. Si perde il vero valore del cinema in questo modo imho.

    Dico questo perchè è uscito il gioco ufficiale. click.

    Citazione Originariamente scritto da Prescy
    e toglici pure il "penso che sia interessante", deve esserlo per forza
    Ovvio.. Non ho ben capito perchè ho messo quel penso Su un film di Clint Eastwood..


  5. #84
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,627
    Grazie dati 
    11,543
    Grazie ricevuti 
    13,952
    Ringraziato in
    7,447 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Citazione Originariamente scritto da Lo Zio T Vedi messaggio
    mi sembra sempre più che si stia trasformando in una "moda", una tendenza questo film. Si perde il vero valore del cinema in questo modo imho.
    secondo me la parola adatta è "fenomeno"

    ma anche qui non mi sorprendo più di tanto, è già accaduto con altri film di successo, basti pensare a Star Wars (i cui fan sono dei vari fanatici ), Il Signore degli Anelli, Harry Potter, Titanic, etc etc

    vedrai che adesso faranno uscire n-mila versioni in DVD

    il disco singolo, il disco doppio, il disco doppio con il Na'vi in omaggio, il disco doppio con il commento di Cameron ubriaco , l'Edizione estesa, la Director's cut , ......

    ormai il cinema è un'industria a tutti gli effetti e queste sono le regole, purtroppo

    Citazione Originariamente scritto da Lo Zio T Vedi messaggio
    Ovvio.. Non ho ben capito perchè ho messo quel penso Su un film di Clint Eastwood..
    film attesissimo anche da me, ovviamente

    In USA ha avuto un'accoglienza freddina ed anche la critica è stata alquanto tiepida. Ma accadde, l'anno scorso, anche con "Changeling" che io invece ho adorato

    piuttosto un fattore di dubbio proviene dal fatto che, forse per la prima volta, Eastwood ha lavorato con un grosso budget, rispetto ai suoi standard....ma vediamo cosa ne viene fuori.
    Mi incuriosisce molto anche il progetto horror al quale sta lavorando, sempre con Matt Damon

    chissà che non riesca a regalarci qualcosa di originale anche in un genere ultra inflazionato (praticamente quasi morto) come l'horror


  6. #85
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    3,307
    Grazie dati 
    1,368
    Grazie ricevuti 
    1,610
    Ringraziato in
    1,003 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Citazione Originariamente scritto da Strider Vedi messaggio
    secondo me la parola adatta è "fenomeno"
    L'equivalente cinematografico di tendenza in questo caso

    il disco doppio con il commento di Cameron ubriaco
    Questo non me lo voglio perdere


    Volevo solo aggiungere una cosuccia su Invictus, che mi son dimenticato di scrivere prima.

    Se tutto va secondo i miei piani dovrei riuscire a vederlo in un cinema che sarà praticamente deserto. Nelle mie zone ci sono sostanzialmente 3 cinema, ma uno di essi è stato enormemente pubblicizzato durante la sua apertura (stile Avatar ) che raccoglie la quasi totalità delle persone che vanno a vedere un film.

    Gioca anche molto il fatto che si sono diverse sale da visione, è una struttura moderna, ecc. però è poco piacevole se vuoi passare una serata tranquilla, dato che per entrare c'è la calca.

    Invece c'è un'altro cinema che di solito è praticamente vuoto (meno di dieci persone a vedere un film, di media) che fa passare di solito i film "seri", come Milk, Welcome, il giardino dei limoni, Bastardi senza gloria, giusto per citare pellicole che sono andato a vedere l'anno scorso. Spero che trasmettano li anche Invictus (non è stato cosi per Gran Torino, che l'ho dovuto andare a vedere in mezzo al caos ), ma in ogni caso è da quando è uscito in america che ho deciso di andare a vedere perchè a dispetto delle critiche tiepide, penso che sarà un gran filmone.

    La storia è sicuramente interessante, come tutte quelle trattate da Eastwood e la presenza di Morgan Freeman (che ha fatto leggere il copione a Clint, il quale ha poi deciso di produrlo) e Matt Damon mi porta a pensare che il "silenzio" su questo film sia dovuto al fatto che è uscito praticamente contemporaneamente ad Avatar e sempre durante Natale.

    Inutile dire che bisogna andare a vederlo ovviamente


  7. #86
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Padova
    Messaggi
    1,201
    Grazie dati 
    1,534
    Grazie ricevuti 
    1,882
    Ringraziato in
    826 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron



    Ebbene si con qualche settimana di ritardo sono finito pure io a vedere Avatar anche se a dirla tutta proprio non ci sarei mai andato ma vabbè alla fine ho ceduto alle pressioni ...

    E diciamo pure che vederlo dopo aver letto, riletto e sentito una quantità enorme e variegata di commenti sul film forse non era la situazione ottimale per entrare in sala esente da preconcetti e pregiudizi sul film anche se tutto sommato ho cercato di giudicarlo a mente libera e sgombra da tutto ciò ...

    anche se penso di essere un attimino fuori luogo visto il tempo trascorso dalla sua uscita ed evitanto di ripetere cose già scritte da voi provo a fare qualche considerazione su questo film diventato a dismisura e in una maniera quasi illogica il fenomeno cinematografico che tutti conosciamo, ma tantè questo è successo e qualche riflessione in più rispetto a qualche altra pellicola decisamente migliore la merita ... meglio tardi che mai ...

    beh il primo e immediato commento che mi viene in mente riguardo ad Avatar, anzi il termine che a parer mio più gli si addice è di film assemblato, ovvero un unione di più parti, scene, pezzi di sceneggiature presi da diversi altri film di successo (quindi andando sul sicuro e non rischiando nulla) e di cui avete già ampiamente dibattuto voi nei diversi post che avete scritto

    però sinceramente io ne ho viste veramente troppe di somiglianze con altre pellicole in maniere diverse più o meno marcate, da Balla coi Lupi a Pocahontas, dal Signore degli Anelli a Matrix, da Aida degli Alberi a Stargate o scene che ricordano adirittura Jurassic Park e Point Break (quando jake impara a cavalcare l’uccellone) al punto tale da farmi pensare quasi ad uno Scary Movie in versione colossal, ma tutte abilmente unite ed assemblate dalla sapiente, furba e abile mente di James Cameron e condite con dei notevoli effetti speciali che in certi momenti lasciano indubbiamente con il fiato sospeso ...

    ma sappiamo bene che e in questo il regista statunitense rimane un genio indiscusso, non c’è che dire, sa cosa vuole la gente, anzi la massa degli spettatori, e sul come stabigliarli e di questo bisogna dargliene atto e riconoscerne il merito, anche se però molto aiutato da budget quasi illimitati e da campagne pubblicitarie e di marketing su scala mondiale
    poi su questo fatto della scopiazzatura o semi-plagio come alcuni sostengono non possiamo certo definirlo scandaloso visto che ormai questa sta diventando una prassi ormai consolidata nel cinema attuale, basti pensare agli ormai innumerevoli remake che si fanno e a registi (ora come ora mi viene in mente Tim Burton) che basano le proprie fortune esattamente su questo, però in Avatar a pensarci bene forse si è un attimino esagerato

    nel cinema di oggi d'altronde si inventa e c’è da inventare sempre di meno ed Avatar ne la più classica dimostrazione, anche se a molti potrebbe apparire rivoluzionario ma di nuovo sostanzialmente ha molto poco
    Cameron ha semplicemente messo in piedi una storia prendendo spunto da di qua a di la, rendendola semplicissima e anche troppo al limite dell’infantile direi, banale e scontata al tempo stesso, che dopo pochi minuti di visione del film capisci facilmente come evolverà togliendo parecchia curiosità ed emozione nella visione del film

    certo conoscendo Cameron non puoi certo andare a vedere un suo film sperando di assistere ad un opera con un sceneggiatura di rilievo con una storia originale, particolare e che abbia la capacità di farti pensare e riflettere, su questo non ci piove, non lo ha mai fatto e mai lo farà perché non è il suo tipo di cinema, il suo cinema sappiamo bene qual è e prevalentemente basato sui grandi effetti speciali, sta di fatto che non appena sono uscito dalla sala dentro di me praticamente non è rimasto nulla del film, non è certo la pellicola che ti entusiasma e che ti fa strappare gli applausi alla fine della proiezione anche a dispetto di altri suoi precedenti film come Terminator o Titanic che su questo piano sono notevolemente superiori ...
    quanto meno in quest’ultimo c’era una storia raccontata, una sceneggiatura, anche se ispirata a fatti veri, ma per lo meno è un film che ha una sua sostanza e alla fine molta genta qualche emozione la faceva trasparire (chi con le lacrime agli occhi ... ), ma dopo la proiezione di Avatar non mi pare di aver visto espressioni di stupore o di emozione, ma probabilmente era gente che era alla sua seconda o terza visione ...

    del resto non puoi chiedere di più quando tutta la forza del film sta solamente in questi famigerati effetti speciali, in questi mondi virtuali esaltati dalla tecnologia 3d ma non appena passata e svanita la curiosità e lo stupore iniziale il tutto scorre via quasi come routine e non facendoci neppure più tanto caso e anzi riflettendoci con più calma e a mente fredda ti accorgi che alla fine non è che sia inventato poi tutto questo granchè e questa enorme ammirazione la trovo quindi un pochetto esagerata

    personalmente preferisco enormemente vedere panorami e mondi reali a cose create con la CGI anche se ai massimi livelli, si per carità certi mondi virtuali sono affascinanti, ma la mia fantasia viene stimolata molto di più osservando e guardando panorami veri, ecco mi viene in mente come esempio la trilogia del Signore degli Anelli dove prediligevo di gran lunga le scene che mostravano posti reali come le stupende montagne della Nuova Zelanda a quelli immaginati e creati con la CGI seppure di notevole impatto visivo

    brevemente sulla colonna sonora, si a tratti anche piacevole e giusta per certe scene del film, ma anche qui si è andati sul sicuro ed Horner ha attinto da tutto il suo repertorio che poi alla fine gira e rigira è sempre quello e in certi pezzi ti sembra di sentire proprio la OST di Titanic e non solo ...
    altre similutidini le ho notate con Il Gladiatore, questo lo avevo già scritto in un mio post precedente, e una clamorosa somiglianza di un brano con il pezzo Adiemus proprio degli Adiemus, sentire per credere (che poi per chi non lo ricordasse è la canzone di sottofondo di quando madre natura scendeva le scale nella trasmissione Ciao Darwin)
    Insomma colonna sonora molto poco originale ma tutto sommato abbastanza godibile proprio per il fatto di essere molto simile a pezzi di enorme successo e già nelle orecchie dello spettatore

    per concludere alla fine Avatar rimane un film di puro intrattenimento, abbastanza godibile nella sua durata ma soltanto grazie al 3d e agli effetti speciali non certo grazie alla sua sostanza vera e propria, che in pratica non c’è, e alla sua storia, che come dicevo prima troppo banale e prevedibile, anche fin troppo buonista, e accentuata enormente dalla pochezza del cast di attori, alcuni pessimi e ridotti a pure macchiette, altri freddi, inespressivi e totalmente incolori ma su questo avete ormai già scritto ampiamente voi

    alla fine gli assegno come voto un 6.5/7 come media tra una valutazione della parte tecnica ed effetti speciali da 8/8.5 e una sceneggiatura, storia, e attori da 5.5/6 e tutto ciò non mi fa certo capire come qualcuno possa definirlo un capolavoro o al limite un gran bel film ...
    sono certo che tra qualche anno questo film verrà quasi completamente dimenticato diventando uno dei tanti che usciranno nei prossimi anni proseguendo su questo filone ma nulla di più

    signori miei se questo è un film che ha ricevuto ben 9 nomination agli oscar tra cui film e regista e con il serio rischio di fare quasi man bassa beh la cosa non fa altro che certificare la crisi qualitativa che sta vivendo il cinema d’oggi, purtroppo ...

    un film a cui al massimo puoi assegnare un paio di oscar in primis quello dei migliori effett speciali, ma non di certo per il miglior film oppure ancora peggio come miglior regista ad uno che non ha fatto altro che inventare e rischiare proprio nulla anzi scopiazzando le idee altrui e la cui fortuna va ricondotta prevalentemente nei meriti della società realizzatrice degli effetti speciali e nella enorme campagnia pubblicitaria e conseguente tam tam mediatico
    certo a Cameron va attribuito il merito di aver ideato e realizzato questo fenomeno facendolo diventare il film piu con piu incassi della storia del cinema e questo rimane un bel mistero, ma non poi cosi tanto e basterebbe una semplice analisi della società attuale per spiegare il tutto

    se lo stesso film non era cosi pubblicizzato e se il regista non si chiamava James Cameron, ma ad esempio un John Smith qualunque, sarebbe forse passato quasi inosservato di questo ne sono assolutamente convinto
    credo che la morale della favola alla fine sia proprio questa ...


    per finire voglio fare qualche considerazione su questo benedetto 3d e tutto quello che ne consegue

    premetto che l’effetto del tridimensionale è veramente di notevole impatto e in certi momenti ti lascia a bocca aperta, che ti fa vivere il film in un altra maniera e dimensione, specie all’inizio sfruttando anche l’effetto sorpresa, insomma una grande novità da questo punto di vista ...
    avevo in mente delle proiezione in 3d di molti anni fa, ma a carattere sperimentale e quasi amatoriale e il salto fatto al giorno d’oggi è veramente enorme e ormai penso che la strada che è stata aperta verrà presto intrapresa da quasi tutti i registi e case di produzione anche se dietro si trascinerà tutta una serie di incoveniente più o meno rilevanti

    prima cosa gli occhialini e la scomodità di indossarli per quasi 3 ore visto che tanto leggeri non sono senza contare lo sporco che c’era sulle lenti che se non pulite prima del film erano quasi inutilizzabili ...

    scomoda inoltre è la quasi necessità di tenere una posizione costante con la testa e ortogonale allo schermo pena effetti discorsivi nell’immagine, ora non so se erano soltanto i miei occhiali cosi oppure tutti hanno questa limitazione, sta di fatto che a volte mentre guardi un film tendi anche a posizionarti in maniera diversa e a rilassare certe parti del corpo ma con gli occhialini 3d questo non puoi farlo o quanto meno sei costretto a limitare di molto ...

    immagini che nei primi minuti appaiono molto scattanti fin tanto che l’occhio e il cervello non si abituino alla cosa e limitino l’incoveniente, fortunatamente poi la visione non mi ha creato nessun problema come pare a diversa gente è capitato

    e per finire secondo me o per lo meno per i miei gusti che in fatto di immagine sia tv che cinematografica sono molto delicati al limite della pignoleria e del maniacale quasi, l’aspetto peggiore della tecnologia 3d al giorno d’oggi è il problema della notevole riduzione di luminosità dell’immagine generata dall’utilizzo negli occhialini delle lenti polarizzate (vedi legge di Malus che purtroppo creano anche un’attenuazione dei colori oltre che della luce stessa e e che ti fanno apparire la visione quasi spenta e cupa (beh avrete provato senza occhialini no?)
    non so voi ma io la cosa l’ho avvertita molto e la trovo un pochino limitante, in un certo senso è come vedere la tv con gli occhiali da sole
    e il film l'ho visto in un multi-sala non certo arretrato tecnologicamente anzi tutt'altro

    si creano nel mondo dell’intrattenimento i marchi THX che certificano che l’immagine che tu vedi al cinema o nella tv di casa corrisponda esattamente a com’è stata concepita dal regista ma poi al lato pratico viene totalmente distorta e compromessa da questo benedetto 3d, e tutto questo io lo considero proprio un bel paradosso, ma probabilmente sono io che sotto sotto son troppo esigente sotto questo profilo
    le lenti polarizzate andranno pure bene in ambito fotografico e per andare a pesca ma ancora no per il cinema a meno che non verrano distribuiti prossimamente occhialini con altra tecnologia come ad esempio quelli ad otturatore a cristalli liquidi dove non viene effettuato alcun filtraggio e la luminosità e la qualità dell'immagine rimane inalterata al pari di un normalissimo film in 2d
    ma però i costi sono ancora elevati e non possono farti certo spendere 20 euro per andare a vedere un film quindi le cose non cambieranno a breve, sta di fatto che tra una proiezione in 3d e una in 2d ora come ora quasi sceglierei la seconda

    questo è tutto anche se non si finirebbe mai di scrivere su questo film e questa è proprio una cosa buffa

    buon Oscar a tutti sperando in qualche belle e piacevole sorpresa e non mi spiacerebbe affatto che la ex moglie facesse lo sgambetto al suo ex marito oppure qualche insperato colpo di coda dei bastardi che per me rimane il miglior film ...

    Ultima modifica di prescy; 07-03-10 alle 20: 44.

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie