Pagina 4 di 9 PrimoPrimo ... 23456 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 31 a 40 di 86

Discussione: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

  1. #31
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    233
    Grazie dati 
    278
    Grazie ricevuti 
    198
    Ringraziato in
    101 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Buondì a tutti…

    Ho visto Avatar…e credo che dovrò aaaaampiamente rimangiarmi queste ingenue parole:

    Citazione Originariamente scritto da Myself
    …sono pronta al peggio…quindi non potrà deludermi…
    e che dovrò anche contraddire l’ottimismo di Strider () quando ha detto:

    Citazione Originariamente scritto da Strider
    guardala dal lato buono: se proprio ti dovesse fare ribrezzo avrai almeno contribuito a fargli superare l'incasso di TITANIC, visto che lo odi tanto
    avrei preferito rivedere 4 volte Titanic…

    Vista la premessa, credo immaginiate ciò che seguirà…

    Mi scuso in anticipo, perché ho intenzione di sparare a zero su questo film che non mi ha lasciato assolutamente nulla di positivo.
    Non mi spiego come un film del genere sia riuscito a conquistarsi (per la maggior parte) il favore della critica e comincio addirittura a chiedermi se “mi sono persa” qualcosa io, visto quanto l’ho trovato insulso.
    Quindi, premesso come sempre che i gusti son gusti e che questa è solo la mia personalissima opinione , passo a esporvi il mio punto di vista su Avatar.

    Prima di tutto ero andata al cinema preparata.
    Sapevo che avrei visto un film con una trama scontata, personaggi stereotipati, tematiche banali e semi-inesistenti.
    Mi aspettavo però che queste lacune sarebbero state compensante (almeno in parte) dalle nuove tecnologie, dagli effetti speciali e soprattutto da questo “mondo” (Pandora) di cui avevo sentito tessere le lodi (sia da amici che leggendo recensioni varie).
    Pensavo quindi che sarei andata a vedere un film di per sé privo di sostanza ma che, se non altro, mi avrebbe permesso di immergermi nell’incanto di un mondo fantastico per 3 ore.

    Ora…comincerò col dire, che nonostante fossi pronta all’impatto con una trama insulsa, trita e scopiazzata dai vari film “indigeni buoni VS avidi invasori cattivi”…non mi sarei mai aspettata di ritrovarmi davanti alla copia conforme del cartone Disney di Pocahontas…la quale Pocahontas, forse per confermarci che nell’universo tutto è connesso, si deve essere recentemente reincarnata nel corpo della Na’vi Neytiri .

    Ero a conoscenza della polemica sulle somiglianze tra Pocahontas e Avatar, ma pensavo che quest’ultimo si limitasse a riprenderne i punti salienti e la sequenza narrativa (che segue più o meno sempre le stesse “tappe” in questo genere di film). Di certo non mi aspettavo di ritrovarmi davanti alle stesse scene semplicemente ambientate in un luogo diverso. La scena dell’incontro tra Jake e Neytiri è praticamente identica a quella dell’incontro tra John Smith e Pocahontas, semplicemente hanno invertito i ruoli (e di esempi di scene semi-identiche ce ne sarebbero a bizzeffe).

    Nel 1995 (data di uscita del Pocahontas della Disney) avevo 11 anni, ed ero all’inizio della mia fase pre-adolescenziale romantica. Per cui vidi e ri-vidi Pocahontas fino alla nausea (cercando di non dare troppo nell’occhio ovviamente, perché il mio babbo mi faceva vedere film tipo 2001 Odissea nello spazio, Alien, Gli intoccabili ecc., e io non volevo ammettere che mi piaceva Pocahontas…).
    Comunque insomma, proprio perché Pocahontas è ormai impresso in modo indelebile nella mia memoria…è stato veramente, ma veramente difficile per me non ritrovarlo, scena dopo scena, in Avatar, con pochi dettagli di differenza.
    Ci sono addirittura gli stessi “piumini fluttuanti” (solo che in Avatar hanno una forma diversa) che già in Pocahontas stavano a rappresentare la sacra forza della natura (volutamente assimilata a quella dell’amore), e si arriva fino ad alcune assurdità, talmente incredibili, che mi sono addirittura chiesta se non fosse voluto: tanto per dirne una, Tsu’Tey (guerriero a cui è destinata Neytiri) ha addirittura la stessa pettinatura di Kocoum (promesso sposo di Pocahontas).

    Voluto o non voluto…non ne ho idea. In ogni caso, di certo questo non mi ha aiutata ad apprezzare Avatar considerando che mi aspettavo che da un momento all’altro la casa-albero si mettesse a parlare, come Nonna Salice in Pocahontas (ma quello l’hanno poi sostituito con l’albero delle voci…), oppure che tutti i personaggi si mettessero a cantare le canzoni del cartone Disney .

    Per concludere il capitolo Pocahontas (e poi giuro che non ne parlo più ), vorrei solo sottolineare che a me non avrebbe poi neanche dato fastidio vedere un remake fantascientifico di Pocahontas.
    Il cartone della Disney (nei limiti di un cartone della Disney) ha infatti una storia solida (per quanto banale e stra-famosa) e dei personaggi ultra-stereotipati che riescono, nonostante questo, a intenerire, coinvolgere, e dare l’idea di avere una psicologia quantomeno bidimensionale.

    Ora…a me piacerebbe taaaanto capire, come ha fatto Mr. Cameron, con tutti i soldi, le tecnologie, i mezzi che aveva a disposizione e nonostante il suo talento di narratore, a prendere una storia pre-esistente e “solida” nella sua banalità, ficcarla in un universo fantastico comunque ben costruito e riuscire, impoverendone all’assurdo i (già scarsi) contenuti, a renderla del tutto non-convincente e insulsa .

    Tutto questo sproloquio su Pocahontas l’ho fatto per dire che, in fondo, quello che non riesco a perdonare a Avatar non è né la banalità, né la scontatezza, né l’uso straripante dei cliché e degli stereotipi. Quello che non mi riesce proprio di perdonargli è di avermi messo di fronte una serie di personaggi così vacui e modimensionali, da privarli di qualunque parvenza di credibilità. Un qualunque eroe “da fiaba”, un qualunque stereotipo, ha comunque più consistenza dei personaggi che Cameron mi ha messo di fronte .
    Per compiere quest’impresa (non è facile riuscire ad impoverire ulteriormente degli stereotipi ) si è ampiamente aiutato con i “dialoghi” (tra virgolette perché definirli “dialoghi” mi sembra già troppo evoluto ) che non hanno la minima coerenza, né spontaneità, né impatto e mi sono apparsi come una serie di frasi buttate lì a caso…proprio perché non si poteva evitare di farli parlare…
    Mi sono letteralmente trovata a scoppiare a ridere di fronte ad alcuni scambi tra i personaggi…e tra l’altro si sono pure presi la briga di inventarsi una lingua e sottotitolarcela…come se queste “sovrastrutture” potessero sopperire al totale vuoto di contenuto (e non sto parlando di contenuto profondo, sto parlando di contenuto banale…perché la banalità di un dialogo non lo priva automaticamente di impatto, soprattutto nel contesto di film con atmosfere “epiche”).
    Insomma, io posso anche capire, che l’intenzione fosse di focalizzare tutto sul pianeta, vero protagonista della storia, e che questo sia andato a discapito dei personaggi…però questo mi ha del tutto impedito di “affezionarmi” anche solo minimamente a un qualunque personaggio di questa storia…e alla fine del film, molto sinceramente se fossero morti tutti (Pianeta compreso) non me ne sarebbe potuto fregare di meno .

    So bene che è più o meno risaputo che il contenuto del film sia insulso, solo che sinceramente non mi capita spesso (anche con i film peggiori) di non sentirmi minimamente coinvolta dalle vicende dei personaggi…e ciò ha avuto un forte impatto sul mio giudizio.

    Infine si arriva alla questione delle “meraviglie tecniche”…e su questo… niente da dire…tecnicamente perfetto, splendido il Pianeta Pandora, i paesaggi, grande merito alla cura del dettaglio, 3D assolutamente ben riuscito…ma sinceramente non mi è assolutamente bastato, perché per me l’universo ideato da Cameron non ha nulla di davvero originale .

    Non mi sono estasiata vedendo il Pianeta Pandora, né le creature/vegetazione dal luminescente quanto banale design che lo popolano.
    Questo, temo che sia dovuto al fatto che sono una giocatrice di videogiochi, e che sono rimasta a bocca aperta, anno dopo anno, a vedere i mondi e le creature (animali e vegetali), contenute in varie saghe di videogiochi fantasy o sci-fi.
    Con questo metro di confronto, tutto ciò che ho visto in Avatar, sapeva per me di “già visto”.
    Neanche la performance capture, per quanto indubbiamente migliorata, è riuscita a stupirmi più di quanto non l’abbia fatto la motion capture che ho visto utilizzata in vari videogiochi nel corso degli ultimi anni.

    E comunque anche allontanandoci dalla questione videogiochi (che posso capire essere indigesta per alcuni cinefili ), basta anche solo pensare (come voi avete già fatto ) alla trilogia de Il Signore degli Anelli, le cui scenografie ho trovato mille volte più mozzafiato di quelle contenute in Avatar (ma questo potrebbe anche essere dovuto al fatto che ben prima che uscissero i film, avevo letto tutto il leggibile di Tolkien, ed è stato quindi estremamente emozionante poter finalmente vedere i paesaggi che avevo così a lungo immaginato).

    Tutto questo non per sminuire la bellezza del mondo di Avatar, che resta comunque di altissima qualità particolarmente per il senso del dettaglio,…ma solo per dire che per farmi risultare il film “godibile” nonostante tutte le altre pecche…ci sarebbe voluto qualcosa di ben più originale di Pandora…che nonostante la bellezza estetica (che comunque non mi è apparsa rivoluzionaria ) non mi ha dato l’impressione di nulla di più di un melting-pot di cose già viste.

    Per finire (cercando di ficcare qualche nota positiva nella valanga di veleno che ho appena riversato ), devo concedere a Cameron il merito di essere riuscito, come sempre, a sfornare un film di 3 ore durante il quale non si vedono le ore passare…magari uno le passa a ridere desolato …ma comunque non le vede passare.

    Infine, forse si potrebbe anche dar atto a Cameron di aver tentato di riportare un po’ in voga alcuni temi come il rispetto verso ciò che ci sta intorno e l’accettazione del “diverso da sé” (il tutto però fatto in modo così retorico, scontato, monodimensionale e buonistico…da fare quasi pena ).
    Per questo posso capire (o almeno tentare disperatamente di capire ) che questo film possa avere un impatto piuttosto forte sulle nuove generazioni…

    Insomma, nonostante fossi andata al cinema preparata, neanche la qualità tecnica del film è riuscita ad evitarmi un’immensa delusione vedendo questo Avatar …e mi dispiace non trovarmi d’accordo con tutti voi nel dire che merita comunque di essere visto, se non altro per il lato tecnico .
    Infine l’idea che sia stato premiato come miglior film (ho capito bene??!! ) ai Golden Globes, mi sembra pura follia. Proprio come mi è sembrata follia pura vedere la gente in sala che alla fine del film si è messa ad applaudire……sono strana io ?? Ditemelo voi…

    Chiedo scusa se sono stata un po’ assolutista, ma il film non mi è proprio piaciuto (si è forse notato?! )…
    In realtà sono spesso più indulgente nei confronti di film “spettacolari ma privi di sostanza”…ma questo Avatar è stato, per i miei gusti, troppo immeritatamente lodato per meritarsi lo stesso metro di giudizio .

    Io come voto non gli darei più di un 5…ma visto che ne capisco poco di tecniche e effetti speciali posso arrivare fino a un 6, più per vergogna verso la mia ignoranza in campo tecnico che non perché davvero io pensi che se lo meriti .

    Almeno in Titanic c’era una storia, personaggi piuttosto credibili, e un po’ di sarcasmo sparso qua e là. Era un polpettone…ma almeno coinvolgente. Non avrei mai pensato che un giorno avrei rimpianto Titanic…...

    P.S.
    Mi sono addirittura chiesta se, vista la mia reazione di grande avversione nei confronti di Avatar, non fosse il caso di vederlo una seconda volta per accertarmi di non averlo mal giudicato…...ma poi la sola idea mi ha fatto accapponare la pelle…e quindi credo che lascerò perdere…

    P.P.S. Oddio mi sà che ho scritto un papiro......quando comincio non la smetto più...
    Ultima modifica di Persephone; 24-01-10 alle 13: 23.

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Messaggi
    molti
     
  3. #32
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    32,599
    Grazie dati 
    7,586
    Grazie ricevuti 
    5,372
    Ringraziato in
    3,547 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Citazione Originariamente scritto da Persephone Vedi messaggio
    Buondì a tutti…

    Ho visto Avatar…Ora…a me piacerebbe taaaanto capire, come ha fatto Mr. Cameron, con tutti i soldi, le tecnologie, i mezzi che aveva a disposizione e nonostante il suo talento di narratore, a prendere una storia pre-esistente e “solida” nella sua banalità, ficcarla in un universo fantastico comunque ben costruito e riuscire, impoverendone all’assurdo i (già scarsi) contenuti, a renderla del tutto non-convincente e insulsa .
    ha fatto come in Terminator,copiando Il Mondo dei Robot e poi affidandosi a quella grande macchina che è la pubblicità sbandierata dapertutto,aggiungo che neppure io sono rimasto entusiasta di questo film,ma tant'è ormai,Buona Domenica

  4. #33
    Data registrazione
    Aug 2009
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    1,323
    Grazie dati 
    341
    Grazie ricevuti 
    1,798
    Ringraziato in
    719 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Citazione Originariamente scritto da Persephone Vedi messaggio
    avrei preferito rivedere 4 volte Titanic…
    Beh, almeno tu una chance ce l'hai...io credo di essere una delle poche mosche bianche che si è rifiutata di vederlo anche solo una volta

    Dum differtur, vita transcurrit

  5. #34
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,635
    Grazie dati 
    11,553
    Grazie ricevuti 
    13,958
    Ringraziato in
    7,451 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Citazione Originariamente scritto da Ari
    la trilogia de Il Signore degli Anelli, le cui scenografie ho trovato mille volte più mozzafiato di quelle contenute in Avatar (ma questo potrebbe anche essere dovuto al fatto che ben prima che uscissero i film, avevo letto tutto il leggibile di Tolkien, ed è stato quindi estremamente emozionante poter finalmente vedere i paesaggi che avevo così a lungo immaginato).
    ciao Ari
    concordo con tutto quello che hai scritto, tu sei stata più drastica ma capisco la delusione di una cinefila, per quanto ampiamente avvisata
    e poi, come avvenne anche per Titanic ai tempi, quando un film suscita un tale successo ed una simile pioggia di consensi da divenire "fenomeno" popolare, nasce quasi spontaneo in molti un sentimento di "rivalsa" uguale e contrario
    Secondo me il motivo principale della differenza di resa emotiva degli effetti speciali e degli scenari del Signore degli Anelli rispetto a questo AVATAR sta nella scelta tecnica di base: Peter Jackson scelse una tecnica che fondeva insieme ambientazioni reali, modellini, animatroni ed immagini generate al computer. Questa scelta di abbracciare sì le nuove tecnologie ma senza rinunciare a tutto quel background "artigianale" che ci ha incantanto negli anni '60, '70, '80 e '90 è stata una mossa vincente
    Il risultato ne ha guadagnato molto in realismo e credibilità. Le immagini di ISDA sono molto più belle, epiche ed affascinanti perchè sanno di vero, anzi spesso sono vere e gli scenari naturali della Nuova Zelanda sono meravigliosi
    E mai nessun software potrà rendere appieno la bellezza della natura e della realtà.

    Mondi totalmente artificiali ed artefatti (ovvero creati in toto al computer) come quelli della (pessima) seconda trilogia di Lucas o quello di AVATAR perdono inevitabilmente il confronto in termini di realismo e, quindi, di emozioni. Il limite della CGI (per quanto "perfetta" e perfettibile possa essere) è e sarà sempre questo

    Citazione Originariamente scritto da Ari
    sono strana io ?? Ditemelo voi…
    ma no, ma no....è ovvio che tu, da cinefila quale sei (malgrado la tua solita modestia), abbia il palato fino e pretenda sempre qualcosa di più, probabilmente troppo rispetto a quanto possa dare un film di questo tipo in termini di contenuti

    Citazione Originariamente scritto da jacklostorto Vedi messaggio
    a tutti,
    Stride potresti aprire un sondaggio in merito alla riapertura dei Quiz cinema,.che ne pensi?
    allora Jack, un sondaggio mi sembra eccessivo per adesso direi di utilizzare questo spazio per esprimere il vostro parere in merito
    se siete favorevoli e partecipereste ad un quiz di cinema tipo l'Indovina il Film che facevamo dall'altra parte, allora ditelo, insieme ad eventuali altre riflessioni.
    Se si raggiunge un quorum sufficiente (direi almeno 6-7 partecipanti, anche occasionali) allora ci possiamo pensare, dato che i gentili admini mi hanno già detto di non avere obiezioni in merito

    fatemi sapere la Vs. opinione e ci regoliamo di conseguenza (mi riferisco soprattutto al gruppo "storico": Jack, Prescelto, Shiny, Mnemo, Atlas, Zio T, Arianna, Roxy, Pesetas, ..... e chiunque altro possa essere eventualmente interessato/a). Keyser ha già espresso il suo interesse, invece mi pare che RickyCD sia ancora disperso.....

    comunque attendo un Vs. parere....
    Ultima modifica di Strider; 24-01-10 alle 16: 20.

  6. #35
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    32,599
    Grazie dati 
    7,586
    Grazie ricevuti 
    5,372
    Ringraziato in
    3,547 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    io sono favorevole conta pure su di me,Buona Domenica

  7. #36
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Pystoikos
    Messaggi
    3,709
    Grazie dati 
    1,960
    Grazie ricevuti 
    2,098
    Ringraziato in
    1,017 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Stridy e tutti

    Io e Roxy siamo moolto d'accordo.
    Andrebbe bene anche Mister X.


  8. #37
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    3,307
    Grazie dati 
    1,368
    Grazie ricevuti 
    1,610
    Ringraziato in
    1,003 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Bravo Strider.. é già da qualche giorno che mi frulla per la testa questa idea.. Secondo me si potrebbe ripartire dall'IIF con il Prescy alla conduzione (sempre se si ricorda il film ) oppure direttamente con un mister X (con Jack alla conduzione).

    Avatar lo vado a vedere domani sera , quindi ho preferito non leggere i vostri commenti per ora, ma lo farò martedì sera.

    Cmq mi pare che in generale questa pellicola bisogna deceidere come guardarla:

    - Dal punto dei vista del contenuto, della storia, che mi pare sia il vero limite, a causa dell'ovvietà della trama e della ripresa di altri film.

    - Dal punto di vista degli effetti speciali, con i quali Cameron ha costruito la campagna pubblicitaria che ha portato il film ad un'enorme successo, in America prima ed in Italia poi. Anche solo la curiosità del 3D (per molti sarebbe la prima volta, dato che magari altre pellicole come Viaggio al centro della terra, non hanno incuriosito e/o non sono state pubblicizzate come Avatar). Con questo non sto dicendo che viaggio al centro della terra sia una buona pellicola, anzi. L'ho visto in 2D e mi è sembrato (anche a causa della durata) uno di quei film fatto su due piedi, male e di una banalità disarmante (e dagliele).

    Cameron puntava a sbancare e sapendo che un film con contenuti ottimi ed una trama originale non potevano garantirgli questo, ha puntato sugli effetti scenici ed ha avuto ragione.

    Mi viene da fare un paragone calcistico: un qualsiasi film con la F maiuscola, un Welcome qualsiasi, un The millionaire e via dicendo rappresentano la squadra di calcio che gioca bene, ma magari non concretizza sempre. Avatar invece sembra molto scenico e concretizza in termini di soldi, cioè è una squadra che magari gioca male (inesistente dal punto di vista della trama), ma vince.

    Ecco, questo paragone strampalato per dire che imho sono molto più importanti i contenuti di un film, rispetto agli effetti speciali, ma se si gioca bene le proprie carte si riesce a far passare una pellicola che numeri alla mano è straordinaria, ma alla fine vale poco.

    Tutto questo circondato dal condizionale, perchè un giudizio migliore lo darò dopo aver visto il film

    Di solito i film fantastici/di fantascienza rappresentano un genere che mi piace molto, quindi non corro il rischio di dormire in sala

    Questa è solo una premessa

    P.S. se non l'avete ancora visto, andate a guardare Welcome, del quale si parla poco, ma che al contrario è un gran bel film imho


  9. #38
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,635
    Grazie dati 
    11,553
    Grazie ricevuti 
    13,958
    Ringraziato in
    7,451 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Citazione Originariamente scritto da Lo Zio T Vedi messaggio
    Bravo Strider.. é già da qualche giorno che mi frulla per la testa questa idea.. Secondo me si potrebbe ripartire dall'IIF con il Prescy alla conduzione (sempre se si ricorda il film ) oppure direttamente con un mister X (con Jack alla conduzione).
    sentiamo cosa ne pensa prescelto....comunque anche l'idea di Mr. X (che non abbiamo mai fatto) non sarebbe male imho

    e sentiamo anche il parere degli altri che mancano (Shiny, Mnemo, Arianna, .....)

    AVATAR probabilmente domani supererà TITANIC e diventerà il maggiore incasso della storia del cinema. E' un record che è stato sicuramente favorito dal costo maggiorato del 3D ma resta comunque un dato importante per leggere il "fenomeno" Cameron. In effetti Titanic era ritenuto da tutti imbattibile fino ad un mese fa

    Io ancora non mi riesco a spiegare un successo simile per questo film, ma, evidentemente, Cameron deve avere qualche "segreto" per riuscire a stregare il grande pubblico in questo modo.
    Anche il successo di Titanic mi aveva lasciato di sasso ma lì, almeno, c'erano dei punti a favore in più: una sceneggiatura sicuramente più solida, dei personaggi stereotipati ma con un minimo di fascino in più ed un discreto accenno di critica sociale. E poi anche l'enorme impatto di DiCaprio sul pubblico delle teen-agers "urlanti" e "deliranti" nonchè il melò strappalacrime che fa sempre molta presa sul grande pubblico.

    con Avatar siamo di fronte ad un film spettacolare, c'è un utilizzo del 3D finalmente decente ma nulla di più. Eppure continuo a sentire di sale stracolme, di posti che non si trovano, anche in Italia....
    certi grandi fenomeni di massa spesso sfuggono ad una facile comprensione e decodifica e, forse, vanno interpretati in un modo più generale, che prescinde dal fattore strettamente cinematografico.


  10. #39
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Pystoikos
    Messaggi
    3,709
    Grazie dati 
    1,960
    Grazie ricevuti 
    2,098
    Ringraziato in
    1,017 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Citazione Originariamente scritto da Strider
    Io ancora non mi riesco a spiegare un successo simile per questo film, ma, evidentemente, Cameron deve avere qualche "segreto" per riuscire a stregare il grande pubblico in questo modo.
    Non lo capito neanch'io ... ha stregato anche me ... certo non sono un grande esperto cinefilo e proprio grazie al popolo di P2P che mi sono riavvicinato al grande Cinema . Però con chiunque parlo fra i miei amici (cinefili e non), lo definiscono un capolavoro assoluto. Boh forse sarà anche il fatto che la fantascienza è il mio genere preferito, quindi partiva avvantaggiato...

  11. #40
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    3,307
    Grazie dati 
    1,368
    Grazie ricevuti 
    1,610
    Ringraziato in
    1,003 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Citazione Originariamente scritto da Strider Vedi messaggio
    certi grandi fenomeni di massa spesso sfuggono ad una facile comprensione e decodifica e, forse, vanno interpretati in un modo più generale, che prescinde dal fattore strettamente cinematografico.
    Vero. Basta anche solo la curiosità di vedere com'è questo film, il 3D che per molti è stato un'elemento sconosciuto nei cinema fino a poco tempo fa ed ecco che le persone vanno a vederlo. Mi ricordo quando postavi tutte le news nel Ciak, Strider e rimembro che su Avatar c'erano aggiornamenti quasi giornalieri, mentre per altre pellicole non meno interessanti le news arrivavano ogni due-tre giorni. é palese una differenza di pubblicità ed attesa nei confronti della pellicola che ha portato tutti a vederlo, anche solo per semplice curiosità.

    Anche se ho letto e sentito pareri negativi in generale su questo film, che ho cercato di riassumere nel post precedente, alla fine lo andrò a vedere, perchè c'è proprio questa curiosità, questo interesse nel giudicare una pellicola.

    Ma cos'è davvero questo interesse? Bisogna interpretarlo come volontà di confrontarsi con altre persone per ampliare la propria cultura o semplicemente perchè rappresenta una moda?

    Ecco, mi sembra che Avatar sia una moda, come facebook, come i jeans con il cavallo basso una tendenza che si segue e talvolta non si capisce neanche perchè. Magari solamente per rimanere "al passo coi tempi". Come lo sono stati i vari Scary Movie (la demenzialità per eccellenza, anche se qualche risata mi è sfuggita nell'unico che ho visto, per caso ), come lo sono i cinepanettoni: fanno tendenza, magari l'attore principale, il regista di turno sono degli abili comunicatori (mai quanto Mourinho pero) e portano a trasformare l'avatar della situazione a non essere piu solo un film atteso, ma un qualcosa di piu, una tendenza.

    Non sono un'esperto cinefilo e fino a qualche anno fa guardavo solamente alcuni thriller/horror/splatter, poi grazie all'avvicinamento con internet e poi con il ciak cinema, sono stato catturato dalla passione di Strider, dalla competenza di Tonio, Shiny, Mnemo, Prescy, Pes, Jack e via dicendo. Se prima mi chiedevano chi era Clint Eastwood avrei risposto alla Maurizio Mosca, mentre ora l'ho messo pure come avatar.

    Penso che il confine tra il confronto e la tendenza è molto sottile e bisogna stare attenti a non superarlo. E Cameron è dietro le nostre spalle che ci sta spingendo "a tradimento" oltre quella linea. Perchè se uno vede il film e fa girare la voce, ben presto anche chi non è inserito nel mondo del cinema lo va a vedere e via dicendo, seguendo una progressione che visti i numeri, la definirei.. esponenziale


Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie