Pagina 1 di 9 123 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 10 di 86

Discussione: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

  1. #1
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,640
    Grazie dati 
    11,557
    Grazie ricevuti 
    13,963
    Ringraziato in
    7,454 post

    RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    ”immagineAvatar
    USA 2009, 166' - Fantascienza, Azione, Avventura


    Regia: James Cameron
    Sceneggiatura: James Cameron
    Cast: Sam Worthington, Sigourney Weaver, Giovanni Ribisi, Michelle Rodriguez, Zoe Saldana, Joel David Moore, Laz Alonzo, Wes Studi, Stephen Lang, Peter Mensah, CCH Pounder, Dileep Rao, Matt Gerald, Scott Lawrence, Jacob Tomuri
    Produzione: Twentieth Century-Fox Film Corporation, Lightstorm Entertainment, Giant Studios Inc.
    Distribuzione: 20th Century Fox
    Sito ufficiale: http://www.avatarmovie.com/
    Sito italiano: http://www.avatarilfilm.it/
    Data di uscita: 15 Gennaio 2010


    Trama:

    Anno 2154, una spedizione di terrestri installa una base sul pianeta Pandora per sfruttarne gli enormi giacimenti di un prezioso minerale superconduttore chiamato Unobtainium. Il pianeta alieno è ricoperto da foreste pluviali ed abitato da una popolazione indigena, i Na'vi, che vive in perfetta simbiosi biologica con l'ambiente e le sue forme di vita. Pandora è inospitale e pericoloso per gli umani, che cercano di infiltrarsi tra i Na'vi, allo scopo di attuare una colonizzazione pacifica, attraverso gli avatar, ovvero organismi ottenuti tramite ingegneria genetica, "mescolando" DNA umano e DNA alieno. Ogni avatar, del tutto simile esteriormente ad un Na'vi, è in realtà una sorta di "guscio" al quale un umano può connettersi, trasferendo in esso la propria mente e prendendo il totale controllo del corpo ospitante. Jake Sully, un ex marine che ha perso l'uso delle gambe, arriva su Pandora ed ottiene, non senza reticenze iniziali, il controllo di un avatar. Riuscirà ad infiltrarsi tra i nativi, stabilendo con essi un legame, in particolare con la sinuosa guerriera Neytiri, figlia di un capo tribù. Ma proprio quando Jake inizia a capire le bellezze di Pandora e le usanze dei Na'vi, arriverà per lui il momento di fare una difficile scelta.

    Recensione:

    Quasi 13 anni dopo "Titanic", il film dei record, 11 Oscar e maggior incasso della storia del cinema, ritorna James Cameron, "il re del mondo", con un nuovo attesissimo film che diventa subito, nuovamente, un fenomeno di massa. Anche grazie al costo maggiorato dei biglietti 3D, questo "Avatar" sbanca velocemente i botteghini di tutto il mondo, arriva al secondo posto degli incassi mondiali con una rapidità impressionante (potete seguirne l'andamento qui) e si avvia, con molte probabilità, ad "affondare" (metaforicamente) il "Titanic", per una seconda volta

    Questo nuovo lavoro del regista canadese, annunciato come film epocale per il suo impatto sulla storia del cinema (qualcuno ha addirittura scomodato improbabili quanto arditi paragoni con il capolavoro assoluto "2001 Odissea nello spazio" (1968) di Stanley Kubrick o con il grande fenomeno meta-cinematografico "Star Wars" (1977) di George Lucas), sta ottenendo un successo commerciale senza precedenti, ha già vinto il Golden Globe di miglior film ed ha persino convinto buona parte della critica, notoriamente avversa ai film fantastici ed ai grandi blockbuster made in USA. Ed è lecito pensare che agli imminenti Oscar farà sfracelli, d'altra parte l'Accademy non è mai stata insensibile di fronte agli incassi straripanti.

    Ma cos'è, dunque, questo "Avatar" ?

    un capolavoro ? assolutamente no! Cambierà davvero il cinema per sempre ? ma neanche per sogno!

    Sicuramente sarà una nuova milestone nella storia degli effetti speciali in CGI nonchè la pellicola che segnerà l'avvento definitivo del 3D. Ma non si potrà andare oltre questi (indubbi) meriti tecnici, perchè, se è vero che questo film è straordinario dal punto di vista visuale (per fotorealismo, imponenza, incanto, ambientazioni e scenari mozzafiato), è altresì vero che pecca di una sceneggiatura tanto banale quanto scontata.

    Cameron è da sempre un mago (anzi il mago) degli effetti speciali: film come "Terminator" (che per me resta, senza ombra di dubbio, la sua opera migliore), "Terminator 2", "Aliens scontro finale", "The Abyss", "True Lies", "Titanic" hanno strabiliato il mondo intero per le incredibili sequenze, alcune delle quali sono entrate, a pieno titolo, nell'immaginario collettivo. Ma i contenuti non sono stati quasi mai allo stesso livello delle "magie" tecniche e questo mi ha sempre fatto considerare Cameron "solo" un buon regista di blockbuster, imbattibile dal punto di vista tecnico, ma poco innovativo, ancorchè banale, dal punto di vista dei contenuti.

    E questo "Avatar" non fa eccezione, anzi dà fondo a tutti quegli elementi narrativi che oggi vanno tanto di moda, aumentando ulteriormente lo squilibrio forma-contenuto. Abbiamo infatti: la solita retorica anti-militarista ed anti-imperialista, un "religioso" naturalismo panteistico modello "new age", buonismo trasognato, estrema prevedibilità degli eventi, qualche "telefonato" sentimentalismo e poi l'inossidabile ed immancabile manicheismo dei blockbuster americani, ma stavolta ribaltato (gli umani sono i cattivi e gli alieni i buoni) perchè così fa più cool .

    I personaggi sono monodimensionali e stereotipati, alcuni (si pensi al colonnello dei marines) sono delle autentiche macchiette e persino un'icona dello sci-fi come la Weaver non riesce mai a stabilire un feeling che vada oltre il superficiale con lo spettatore. Paradossalmente (o forse no) il personaggio più convincente, e che resterà più impresso, è proprio l'affascinante Neytiri, una figura digitale, "interpretata" da Zoe Saldana tramite una strabiliante e rivoluzionaria tecnica di performance capture. Roba da mandare definitivamente in pensione Zemeckis!

    Alcuni ci hanno anche visto allusioni all'odierna politica estera americana (la guerra invasiva per le fonti energetiche) e, in effetti, certe frasi del "super macho" colonnello dei marines lasciano pochi dubbi al riguardo. Ma tutto viene affrontato, e risolto, in modo così superficiale, banale e retorico da far cadere, immediatemente, ogni velleità di analisi socio-politica. Ma figuriamoci se vogliamo cercare critica sociale di spessore in un blockbuster di fantascienza, targato James Cameron!
    Ci si ferma appena sui livelli di uno scaltro e dozzinale populismo.

    Ma, se non vi aspettate troppo dalla storia, se decidete di abbandonarvi alla "magia" delle immagini, sempre a patto di mantenere molta indulgenza sugli sviluppi narrativi e, meno che mai, artistici, allora il fim è senza dubbio un'esperienza tanto leggera quanto divertente. Nonostante la lunga durata scorre bene, senza annoiare, grazie all'incredibile successione di grandiose immagini mozzafiato e di scene d'azione imponenti, nonchè ottimamente realizzate.

    Va infatti riconosciuto che è sicuramente meno "fracassone" di molti altri prodotti consimili e non ha nulla a che vedere con "robaccia" insulsamente spettacolare come i film di Bay, Emmerich, Verbinski & co.
    Dunque, lode a Cameron per i meriti tecnici, per aver realizzato un film ad alto tasso spettacolare e dalle molte meraviglie visuali, con cui tutti i successori dovranno, inevitabilmente, confrontarsi. E complimenti anche per lo splendido utilizzo del 3D, mai prima d'ora così riuscito e convincente, finalmente non più gratuitamente invasivo (dimenticatevi dei soliti oggetti che fuoriescono dallo schermo!) ma immersivo, discreto e funzionale alla narrazione. Per questi meriti (tecnici) il film merita sicuramente la visione (in 3D). Ma non sprechiamo paroloni fuori luogo perchè non hanno nulla a che vedere con questa pellicola che è, e rimane, puro e semplice intrattenimento commerciale mainstream, sebbene di buona fattura.

    Ho letto poi diverse "accuse" a causa delle somiglianze con i vari "Pocahontas" e "Balla coi lupi". Non è un'eresia, i punti di contatto ci sono ma, tutto sommato, non in modo scandaloso. Sicuramente non derivano da questo le pecche maggiori del film, già di suo poco originale e tutt'altro che imprevedibile. Facendo dunque una media tra gli elevati meriti tecnici e la pochezza della sceneggiatura, il mio voto finale non può andare oltre un 7.

    Un altro grosso demerito è la colonna sonora che ho trovato assolutamente anonima e poco consona ad un film così spettacolare. Praticamente non mi è rimasto impresso alcun tema, anzi tutti sanno di "già sentito".


    La Frase
    "Io ti vedo!"
    Ultima modifica di Strider; 20-01-10 alle 00: 26.

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #2
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,792
    Grazie dati 
    1,565
    Grazie ricevuti 
    2,190
    Ringraziato in
    976 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Bene bene il buon Strider ci delizia anche qui con le sue recensioni e lo fa col film più discusso dell'anno (e non solo )
    E allora fuoco alle polveri!!

    Diciamo subito una cosa, se dopo 12 anni James Cameron riuscirà ad annichilire Titanic dal punto di vista commerciale, di certo ha già fallito dal punto di vista cinematografico, perchè la pellicola del 1997 è, dal punto di vista dei contenuti, di 10 livelli superiore ad Avatar.

    Al contrario però di Strider non mi aspetto l'incetta di premi "pesanti", ma farà certo messe degli Oscar tecnici. Mi aspetto sorprese dall'Academy e che finalmente dimostrino un po' di coraggio premiando "UP", vero gioiellino dell'anno.

    Citazione Originariamente scritto da Strider
    Ma cos'è, dunque, questo "Avatar" ?

    un capolavoro ? assolutamente no! Cambierà davvero il cinema per sempre ? ma neanche per sogno!
    Quotato in toto il pensiero, Avatar è rivoluzionario dal punto di vista tecnico (e si sapeva da molto tempo) tanto che molti registi ne hanno già carpito le tecniche per usarle nei loro lavori (Spielberg, Del Toro e Sodebergh in primis).
    Visivamente è impressionante per ricchezza e dettaglio; la visione in 3D è un'esperienza totale e totalizzante e solo quella fa meritare al film la corsa nei cinema... si rimane incantati dai mondi, dalle luci (pardon, dalla bioluminescenza), dalle espressioni dei volti alieni, mai così vere anzi, mai così "umane".

    Alla meraviglia che accompagna lo spettatore lungo tutto il film fa purtroppo da contraltare la pochezza del plot: scontato, semplicistico, risaputo e "già visto". La storia è più o meno quella del già citato Pocahontas, mischiata con Balla coi Lupi (forse proprio il western di Costner è il più simile per trama e situazioni).
    Anche Titanic non brillava certo per originalità ma aveva diverse chiavi di lettura che in Avatar mancano; il soggetto messo in scena da Cameron è "granitico" nella sua più totale rigidità: così è e così deve andare, non c'è altra possibilità... peccato che lo si sappia già dopo i primi 20 minuti.
    Punto di forza di Titanic erano le sottotrame e il numero di personaggi secondari funzionali alla storia. Bene, Avatar non ha praticamente personaggi secondari degni di nota, i pochi che ci sono poco sviluppati o monolitici nella loro non evoluzione. E questo è un grosso limite.

    La parte migliore, come capita spesso a Cameron, è lo sfondo, qualcosa di apparentemente inanimato che prende vita e diviene protagonista principale e realmente vivo. Lo era l'acqua in The Abyss, l'astronave in Aliens, il transatlantico morente in Titanic e lo è ora il pianeta Pandora.

    Ancora, Cameron non ha il dono della leggerezza quando si tratta di costi e produzioni, ma è un grande intrattenitore: i suoi film (lunghissimi) non pesano alla visione e in Avatar non si avverte nessun calo di attenzione, ciò fa del film un grande spettacolo da godere tutto d'un fiato.

    Il sottoscritto ha trovato poi molto apprezzabile il ritorno di Cameron a certe similitudini con Aliens - Scontro Finale (che per me resta il vero capolavoro del regista e il miglior sequel di sempre) richiamandone attori (la Weaver), mezzi corazzati, i soldati marines mercenari e le multinazionali pronte a tutto per il profitto.

    Citazione Originariamente scritto da Strider
    Un altro grosso demerito è la colonna sonora che ho trovato assolutamente anonima e poco consona ad un film così spettacolare. Praticamente non mi è rimasto impresso alcun tema, anzi tutti sanno di "già sentito".
    Qui mio caro Stridy mi inviti a nozze!!
    Non ti è rimasto impresso nessun tema? Beh, questo è quantomeno strano visto che James Horner (già compositore per Cameron di Aliens e premiato con qualsiasi cosa possibile per Titanic) ne usa da vent'anni solo uno , di qualsiasi film si trovi a dover comporre la musica. 4 note di Rachmaninoviane origini che tornano cicliche, specie sulle sequenze drammatiche, a imporre quel trademark che tanto fa odiare Horner ai puristi delle soundtrack. Non serve il suo nome nei titoli di coda, bastano quelle 4 note per dire "James Horner"
    Un piccolo esempio qui (grazie Mnemo per il link ):



    Ciò detto lo score di Avatar è notevolmente professionale e nella produzione dell'anno sta sicuramente in alto in quanto a qualità (non svetta invece per originalità).
    Tutti i temi relativi ai Na'vi sono incantevoli e degni di nota (ma ricordano troppo l'approccio che ebbe Klaus Badelt in The Time Machine nel musicare il popolo Eloi) e nel CD il tema "War" segna 10 minuti di pura emozione musicale.
    Per impatto e resa durante la visione ci sono due momenti musicalmente alti: l'arrampicata sulle rocce in cerca dei Banshee e la sequenza del primo volo.
    C'è da dire anche che se si è da poco visto Glory - Uomini di Gloria anche questi passaggi potrebbero non risultare così nuovi... Lo stesso discorso vale per la End Song "I See You", troppo simile nel ritornello (stesso attacco) a "My Heart Will Go On", indimenticato tormentone titanico

    Dando dei giudizi, allo score vanno 4 stelle su 5 ma se si cerca l'innovazione il voto scende a 2

    Chiudo dando il mio voto al film, che si merita un 7 pieno .
    Se per voi il cinema è intrattenimento e fantasia Avatar è un film da vedere e rivedere, se invece cercate profondità e una storia intrigante è probabile che ciò che fa per voi sia in un'altra sala!

    Aggiungo una cosa per chi vive il cinema anche attraverso i rumors: pur nell'incertezza riguardo una sua realizzazione, tutti i fan del cinema di Cameron (e io mi ci metto in mezzo) non aspettavano Avatar, ma Battle Angel ispirato alla prima versione del manga di Yukito Kishiro, Gunnm (da noi Battle Angel Alita). E lì la storia c'è eccome... speriamo

    Ciao!
    Ultima modifica di shiny; 20-01-10 alle 04: 15.

  4. #3
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    6,233
    Grazie dati 
    4,320
    Grazie ricevuti 
    5,792
    Ringraziato in
    3,036 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron


    Oh, bravi ragazzi che avete cominciato questa fantastica discussione
    Volevo cominciarla io già qualche giorno fa, fresca di visione, anche per pungolare un po' voi due, sapendovi uno pro e l'altro contro Cameron.

    Mi avete "sorpreso" (ovviamente si fa per dire ) con un parere tutto sommato concorde. Ma oggettivamente non poteva che essere così.

    Io ritengo che Avatar vada comunque visto, perché visivamente è coinvolgente, perché penso che Cameron abbia usato nel modo migliore 'sto benedetto 3d. Sicuramente il soggetto e la sceneggiatura hanno tutte le pecche che giustamente avete sottolineato, ma (giusto per spezzare una lancia per Cameron ) non è poi così brutta come storia, sarà banale e retorica ma non mi ha fatto sbellicare dalle risate come altre. Poteva mettere insieme una baracconata alla spacco-tutto-Emmerich & c., invece ha puntato su altro.

    In generale penso che un film debba essere giudicato per quello che è: non penso che fosse nelle intenzioni di nessuno fare un capolavoro di tipo autorale ( è giusto il termine?), piuttosto di cercare di sfruttare al meglio e in un modo diverso una tecnologia nuova (?). Da questo punto di vista ritengo che abbia centrato gli obiettivi in pieno.

    Vorrei concentrare il mio commento sul lato tecnico. Visivamente questo film mi ha colpito e ritengo che il 3d renda forse più in scene "statiche"
     
    quando Neytiri si ferma a guardare la sua "casa" che brucia, i coriandoli di cenere sembrano quasi reali, ho avuto l'istinto di spostarli con le mani
    che in scene "dinamiche" che dovrebbero essere ideali per quello.
    Ho notato anche un'altra cosa: le scene visivamente più azzeccate, più coinvolgenti sono quelle viste dal "punto di vista umano" (perdonatemi il linguaggio non tecnico da ingorante), cioè quelle in soggettiva, in cui la camera simula i miei occhi, perché ti sembra veramente di essere in mezzo al film. Faccio un esempio, però è un mega spoiler
     
    alla fine del film, durante la cerimonia a cui si sottopone Jake, la camera parte dal bordo della conca in cui si trovano tutti i Na'vi e si sposta verso l'albero centrale, restando "a pelo" delle mani alzate dei personaggi; se fosse passata in mezzo, come una persona che passa in mezzo ad altre, avrebbe reso di più IMHO

    Sarebbe affascinante se si riuscisse in futuro a "eliminare il contorno", cioè a sfruttare anche la visione laterale dei nostri occhi .

    Faccio un piccolo appunto relativamente al design dei Na'vi: Shiny lamentava il fatto che gli alieni avessero fattezze troppo umane (come struttura intendo). Io penso che questo sia un blocco mentale umano: difficilmente riusciamo a pensare a una creatura intelligente e autocosciente che non abbia anche in minima parte le nostre caratteristiche, due braccia, due gambe, due occhi, ecc. L'unico un po' diverso che mi viene in mente è Jabba in Star Wars

    Ultima nota....pa-ra-pa-pa James Horner. Quoto in pieno ciò che ha scritto il mio sensei Shiny, tenendo anche conto che non è l'unico a cadere in fallo e che gli autori di score sono a volte costretti a lavorare a cottimo, comunque dipendenti da scelte di regia e/o produzione. Ma che ve lo dico a fa'? Ma Horner in questo ripetersi è imbattibile, manco Zimmer ha riciclato così spesso il Gladiatore

    Allora, concludendo. Io sono più magnanima e do un 7,5 di voto e penso che tornerò a vederlo. Anche Star Wars non aveva una storia originalissima (chi ha letto Dune mi capirà), ma ha comunque nel bene nel male fatto la storia del cinema. Io spero solo che Cameron non faccia come Lucas e non si fossilizzi su un unico soggetto.


  5. #4
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,640
    Grazie dati 
    11,557
    Grazie ricevuti 
    13,963
    Ringraziato in
    7,454 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    meritate qualche risposta

    Citazione Originariamente scritto da shiny Vedi messaggio
    Titanic ...., dal punto di vista dei contenuti, di 10 livelli superiore ad Avatar.
    concordo! forse non proprio di 10 livelli (personalmente nutro diverse perplessità anche su "Titanic") ma gli è nettamente superiore.

    Citazione Originariamente scritto da shiny Vedi messaggio
    Al contrario però di Strider non mi aspetto l'incetta di premi "pesanti", ma farà certo messe degli Oscar tecnici. Mi aspetto sorprese dall'Academy e che finalmente dimostrino un po' di coraggio premiando "UP", vero gioiellino dell'anno.
    ovviamente il mio non è un auspicio, ma sono sicuro che lo avevi capito...è una sensazione. Per "UP" la vedo durissima, se alludevi a "Miglior Film"

    Citazione Originariamente scritto da shiny Vedi messaggio
    La parte migliore, come capita spesso a Cameron, è lo sfondo, qualcosa di apparentemente inanimato che prende vita e diviene protagonista principale e realmente vivo. Lo era l'acqua in The Abyss, l'astronave in Aliens, il transatlantico morente in Titanic e lo è ora il pianeta Pandora.
    concordo!

    Citazione Originariamente scritto da shiny Vedi messaggio
    Il sottoscritto ha trovato poi molto apprezzabile il ritorno di Cameron a certe similitudini con Aliens - Scontro Finale (che per me resta il vero capolavoro del regista e il miglior sequel di sempre) richiamandone attori (la Weaver), mezzi corazzati, i soldati marines mercenari e le multinazionali pronte a tutto per il profitto.
    qui non siamo d'accordo. Personalmente non vado pazzo per il seguito di "Alien", specie se paragonato al film di Scott che reputo un capolavoro assoluto. Il film di Cameron che ritengo più originale, innovativo e con un'idea solida alla base è il primo "Terminator"
    L'idea della macchina che "non si fermerà mai" e che braccherà l'uomo sempre e comunque, anche se ridotta in pezzi, anche se smembrata o sotto una pressa idraulica, è, imho, straordinaria. E poi quell'aria da b-movie, quell'atmosfera sporca era magica, irripetibile....
    Il mio sequel preferito è "Il padrino parte II".

    Citazione Originariamente scritto da shiny Vedi messaggio
    Qui mio caro Stridy mi inviti a nozze!!
    cosa voluta...ovviamente

    Citazione Originariamente scritto da shiny Vedi messaggio
    Non ti è rimasto impresso nessun tema? Beh, questo è quantomeno strano visto che James Horner (già compositore per Cameron di Aliens e premiato con qualsiasi cosa possibile per Titanic) ne usa da vent'anni solo uno , di qualsiasi film si trovi a dover comporre la musica. 4 note di Rachmaninoviane origini che tornano cicliche, specie sulle sequenze drammatiche, a imporre quel trademark che tanto fa odiare Horner ai puristi delle soundtrack. Non serve il suo nome nei titoli di coda, bastano quelle 4 note per dire "James Horner"
    non sono un esperto nè di musica nè di colonne sonore, ma un modesto fruitore istintivo. Di solito un tema se mi piace, mi piace subito....altrimenti è difficile....
    di quelli di "AVATAR" nessuno mi ha colpito, ma concordo con le tue valutazioni di super esperto del settore.

    Citazione Originariamente scritto da Mnemosyne Vedi messaggio
    Oh, bravi ragazzi che avete cominciato questa fantastica discussione
    e speriamo che vi partecipino anche altri....ad esempio l'amico Kowalski, altro super esperto cinefilo

    Citazione Originariamente scritto da Mnemosyne Vedi messaggio
    Io ritengo che Avatar vada comunque visto, perché visivamente è coinvolgente, perché penso che Cameron abbia usato nel modo migliore 'sto benedetto 3d.
    su questo, penso, siamo tutti d'accordo

    Citazione Originariamente scritto da Mnemosyne Vedi messaggio
    ...la camera parte dal bordo della conca in cui si trovano tutti i Na'vi e si sposta verso l'albero centrale, restando "a pelo" delle mani alzate dei personaggi; se fosse passata in mezzo, come una persona che passa in mezzo ad altre, avrebbe reso di più IMHO
    quel tipo di carrellata (con fly-cam) piace molto a Cameron, è uno dei suoi marchi di fabbrica. Pensa ad esempio al finale zuccheroso di Titanic (solo che lì si "tuffa" nell'oceano).

    Citazione Originariamente scritto da Mnemosyne Vedi messaggio
    Sarebbe affascinante se si riuscisse in futuro a "eliminare il contorno", cioè a sfruttare anche la visione laterale dei nostri occhi .
    non farti sentire da Cameron, altrimenti tra 10 anni ci spara un altro film "epocale" e "rivoluzionario"

    Citazione Originariamente scritto da Mnemosyne Vedi messaggio
    Shiny lamentava il fatto che gli alieni avessero fattezze troppo umane (come struttura intendo). Io penso che questo sia un blocco mentale umano: difficilmente riusciamo a pensare a una creatura intelligente e autocosciente che non abbia anche in minima parte le nostre caratteristiche, due braccia, due gambe, due occhi, ecc.
    concordo con te, ma è sempre meglio delle creature di Lucas che sono una delle cose più ridicole e comiche che abbia visto al cinema

    Citazione Originariamente scritto da Mnemosyne Vedi messaggio
    e penso che tornerò a vederlo
    ora capisco perchè batte i record di incassi

    Citazione Originariamente scritto da Mnemosyne Vedi messaggio
    Anche Star Wars non aveva una storia originalissima (chi ha letto Dune mi capirà), ma ha comunque nel bene nel male fatto la storia del cinema.
    beh, è vero ma è diverso: il primo "Star Wars" ha una storia banale, semplice e manichea ma ha le cadenze di una favola e riesce ad elevare il tutto in una dimensione mitologica, quindi alta, altissima in certi casi. Basti pensare alla Forza, concetto semplice ma stupefacente e di enorme fascino, che ancora oggi ha i suoi tanti adepti. Oppure ai personaggi, che sono sì archetipi ma hanno uno spessore enorme, sono memorabili

    esiste forse un Obi-Wan Kenobi (Alec Guinness) in "AVATAR" ? o un Han Solo ? o un Darth Vader ?
    dai, siamo proprio lontani anni luce, non è solo un fattore nostalgico......

    ed a proposito di "nostalgia"....mi dite una scena d'azione di "AVATAR" che ha la stessa forza della corsa di Luke nei canali della Morte Nera ?

    Io in "AVATAR" non ho trovato nessuno di questi elementi, anche perchè "STAR WARS" lo abbiamo già visto ed appartiene al nostro background. Magari per un 14enne può essere diverso

    Citazione Originariamente scritto da Mnemosyne Vedi messaggio
    Io spero solo che Cameron non faccia come Lucas e non si fossilizzi su un unico soggetto.
    io non credo che lo farà....

    Ultima modifica di Strider; 20-01-10 alle 16: 43.

  6. #5
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Pystoikos
    Messaggi
    3,709
    Grazie dati 
    1,960
    Grazie ricevuti 
    2,098
    Ringraziato in
    1,017 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Citazione Originariamente scritto da Mnemo
    ho avuto l'istinto di spostarli con le mani
    Io invece, come gran parte degli spettatori, ci siamo spostati istintivamente (tutti verso sinistra poi ) quando ...

     
    ...il Col. Miles Quaritch, ripreso frontalmente, lancia una granata, nella scena della battaglia finale


    Peccato che la conformazione del cinema dove l'ho visto non rendesse a pieno il 3d.
    Sinceramente, lo rivedrei, anzi lo rivedrò.
    D'accordo con voi su quasi tutto, anche se, a parte il fatto che ricorda un pò Pochaontas, ci sono anche delle analogie con Aida degli Alberi

    Voto 8

  7. #6
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    6,233
    Grazie dati 
    4,320
    Grazie ricevuti 
    5,792
    Ringraziato in
    3,036 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Citazione Originariamente scritto da Strider Vedi messaggio
    concordo con te, ma è sempre meglio delle creature di Lucas che sono una delle cose più ridicole e comiche che abbia visto al cinema
    Non ti piace Jar-Jar? Il migliore rimane questo

    Citazione Originariamente scritto da Strider Vedi messaggio
    beh, è vero ma è diverso: il primo "Star Wars" ha una storia banale, semplice e manichea ma ha le cadenze di una favola e riesce ad elevare il tutto in una dimensione mitologica, quindi alta, altissima in certi casi. Basti pensare alla Forza, concetto semplice ma estremamente forte, che ancora oggi ha i suoi adepti. Oppure ai personaggi, che sono sì archetipi ma hanno uno spessore enorme, sono memorabili
    esiste forse un Obi-Wan Kenobi (Alec Guinness) in "AVATAR" ? o un Hal Solo ? o un Darth Vader ?
    dai, siamo proprio lontani anni luce, non è solo un fattore nostalgico......

    Io in "AVATAR" non ho trovato nessuno di questi elementi, anche perchè "STAR WARS" lo abbiamo già visto ed appartiene al nostro background. Magari per un 14enne può essere diverso
    Per carità, sono pienamente d'accordo a metà con te
    Premesso che io amo per tutta una serie di motivi SW, che mi piacciono pure Jar-Jar e gli Ewoks, che ho pure perdonato i miticlorian a quello scellerato, ma dopo aver letto Dune (che è del 1965) SW ha perso un po' di fascino, perché il mondo creato da Lucas ricalca in pieno quello di Herbert, personaggi, pianeti e forza compresa. Come hai sottolineato tu, per un 14enne può essere diverso: SW l'ho visto in tv che avevo 10 - 11 anni e ne ero entusiasta; oggi subisco ancora il fascino del mascalzone Ford/Solo , ma vedo tutto il ciclo con un po' più di oggettività.
    Non penso che Avatar sarà per questi anni quello che è stato SW per quei tempi, ma non lo escludo a priori. Hai però ragione a sottolineare la differenza nel peso dei personaggi e degli attori (anche se Worthington...)

    Comunque, vedo che non solo io contribuirò alla ricchezza di Cameron
    ps. @Atlas: anch'io mi sono spostata


  8. #7
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,640
    Grazie dati 
    11,557
    Grazie ricevuti 
    13,963
    Ringraziato in
    7,454 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    dato che lo hai tirato in ballo, non riesco a resistere ma sarò breve......

    OT "STAR WARS" begin

    come ho già detto non sopporto le creature di Lucas, anche nel primo film del 1977 (che adoro) quando arriva la scena del bar intergalattico vado avanti con il fast forward

    Reputo ottimo il film del '77 (un capolavoro nel suo genere), buono, ma nettamente inferiore, "L'impero colpisce ancora" e bruttino "Il ritorno dello Jedi".
    Sulla nuova trilogia...... ma perchè ? hanno fatto una nuova trilogia di SW ? e quando ?

    "Dune" è di molto superiore come racconto, siamo proprio su un altro livello qualitativo. Io sono un grande fan anche del film, che con tutti i suoi difetti ed i suoi "squilibri", reputo un grande CULT, anche perchè dietro alla macchina da presa c'era qualcuno che..... altro che "Giorgino" Lucas

    OT "STAR WARS" end

    sulla tua (velata) allusione che "AVATAR" potrà essere, tra 20 anni, un nuovo SW per i 14enni attuali, fingo di non aver sentito......


  9. #8
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,792
    Grazie dati 
    1,565
    Grazie ricevuti 
    2,190
    Ringraziato in
    976 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Yeah sì! Voglio vedere scorrere il sangue in queste discussioni!!

    Un po' di commenti alle ultime bordate Stridy-Mnemo:
    Avatar non sarà mai Star Wars (anche se Cameron si è lasciato andare a parlar di trilogia ) non solo per una questione di contenuti ma anche per una questione di "tempistica generazionale".
    Spiego meglio. Star Wars cavalcò un onda emozionale irripetibile, fu il film giusto al momento giusto; per fare un paragone caro a Stridy il fenomeno SW è come l'allineamento dei pianeti in 2001
    Non c'è paragone tra le due pellicole dal punto di vista del carisma.
    Semmai per Avatar è più raggiungibile il più recente fenomeno Matrix, basato sull'innovazione tecnica rivoluzionaria... un mito a scadenza insomma, fino al prossimo prodigio tecnologico.

    Citazione Originariamente scritto da Stridy
    Personalmente non vado pazzo per il seguito di "Alien", specie se paragonato al film di Scott che reputo un capolavoro assoluto. Il film di Cameron che ritengo più originale, innovativo e con un'idea solida alla base è il primo "Terminator"
    L'idea della macchina che "non si fermerà mai" e che braccherà l'uomo sempre e comunque, anche se ridotta in pezzi, anche se smembrata o sotto una pressa idraulica, è, imho, straordinaria. E poi quell'aria da b-movie, quell'atmosfera sporca era magica, irripetibile....
    Il mio sequel preferito è "Il padrino parte II".
    Qui entra in scena il gusto personale come è giusto che sia. Adoro Terminator e la sue tematiche ma non gli posso perdonare l'ennesima visione Messianica della storia. Ero stufo di "eletti" già a metà degli anni '80!
    Rimane invece inarrivabile per me lo scontro tra le due "donne-madri" in Aliens, ne rimasi folgorato e non ho più visto nulla di altrettanto potente.

    Il Padrino Parte II non me la sento proprio di considerarlo un "sequel", però in quel caso ti quoterei a oltranza
    Il gusto personale torna anche per Star Wars: tu adori il primo film (il più ingenuo, a mio avviso), io invece ogni volta che voglio riguardarne uno opto per L'Impero colpisce ancora, perchè per me è il narrativamente più complesso, il più cupo e il più riuscito (ma a dirigerlo c'era Irwin Kershner e questo conta parecchio ). Ah, il resto è robaccia...

    Citazione Originariamente scritto da Stridy
    quel tipo di carrellata (con fly-cam) piace molto a Cameron, è uno dei suoi marchi di fabbrica. Pensa ad esempio al finale zuccheroso di Titanic (solo che lì si "tuffa" nell'oceano).
    A proposito di carrellate, stavo giusto riflettendo ieri su che impatto avrebbe il 3D su due sequenze che mi hanno fatto gridare al miracolo in tempi recenti: la flycam che segue la farfalla dalla cima della torre di Isengard per poi tuffarsi nel sottosuolo nel primo capitolo de Il Signore degli Anelli, e lo scontro tra Saruman e il Balrog che apre Le Due Torri... Perdonatemi l'espressione ma godrei come un riccio!

    Chiudo ribadendo i miei favori per UP. Già da alcuni anni auspico che il premio per il miglior film vada ai capolavori Pixar, ma UP lo merita veramente... e anche Michael Giacchino per lo score, altro che Horner!

    Un saluto a tutti, sappiate solo che mentre noi parliamo a Cameron si gonfia il conto in banca

  10. #9
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    32,599
    Grazie dati 
    7,586
    Grazie ricevuti 
    5,372
    Ringraziato in
    3,547 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    Ciao a tutti,dico la mia in merito a Cameron nel film Terminator,certamente capolavoro ma l'idea della macchina che non si ferma mai IMHO l'ha copiata da,vi ricordate"il mondo dei robot"? con Yul Brinner,vero o falso?

  11. #10
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Padova
    Messaggi
    1,201
    Grazie dati 
    1,534
    Grazie ricevuti 
    1,882
    Ringraziato in
    826 post

    Riferimento: RECENSIONE - AVATAR (2010) di James Cameron

    ciao amici cinefili ...

    per prima cosa vedo con grande piacere che il virus Fox-Strider si sta diffondendo anche su questo Forum, tra un pò leggerò le tue recensioni pure sui quotidiani nazionali ...

    e si dopotutto ci mancavano moltissimo lo ammetto ...

    riguardo al film per il momento mi astengo dal confronto visto che non l'ho ancora e quindi non potrei esprimere nessun giudizio più o meno serio ...

    in realtà sono ancora in dubbio se andarlo a vedere oppure no sia perchè non è sicuramente il mio genere e poi perchè ho la vaga impressione che sia il classico film abilmente pubblicizzato con i soliti grandiosi effetti speciali alla Cameron ma dal contenuto assai modesto alla fine

    poi ovvio l'unica cosa che potrebbe attirarmi in sala a spendere 10€ per vederlo sono questi mirabolanti effetti speciali 3d che speriamo non siano come quelli dell'orribile e inguardabile "Squalo 3 d" ...
    poi come tutte le novita storiche che si sono avvicendate nella storia del cinema come il Cinemascope, poi il Dolby Surround e mettici pure il Digitale, il 3d creerà un pò di entusiasmo iniziale e curiosità per poi inevitabilmente affievolirsi con il tempo diventadone lo standard, mo staremo a vedere ...
    se alla fine non c'è una storia valida, una sceneggiatura come si deve puòi metterci tutti gli effetti speciali che vuoi ma non puoi fare i miracoli, si per carità magari sarà un film da vedere al cinema e morta lì, di certo molto meno accattivante da vedere a casa (a meno che non vi munite tra qualche mese di una tv in 3d)
    e qui in Avatar da quello che ho letto e sentito di storia coinvolgente e meritevole c'è ben poco se non una marcata somiglianza con Pocahontas (che poi il progetto di Avatar è dello stesso anno del film di animazione e va a capire te chi lo ha effettivamente copiato)

    vabbè sto ovviamente parlando di aria fritta non avendolo ancora visto e poi magari ne rimarrò entusiasmato con grande mio stupore ...
    ma questo mio post alla fine era un occasione per risentirvi ...

    a tanto per seminare un pò di zizzania, riguardo alla breve discussione su Alien e Alien 2 ... beh secondo me non esiste paragone tra i due film, il primo Alien di Ridley Scott è di un altro pianeta (tanto per stare in tema di spazio ... ) rispetto a quello di Cameron, sia per trama, suspence, personaggi etc
    Shiny ...
    dai a parte gli scherzi il cinema è bello per questo, ognuno ha i suoi punti di vista condivisibili o no ... a molti (ma che siano pazzi per caso? ... ) per esempio 2001 Odissea nello spazio non piace ... quindi è tutto dire ...

    intanto un salutone a tutti e ci risente

    Ultima modifica di prescy; 21-01-10 alle 00: 02.

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie