Pagina 1 di 25 12311 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 10 di 243

Discussione: L'angolo degli "ortaioli" di CT

  1. #1
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    16,630
    Grazie dati 
    4,738
    Grazie ricevuti 
    2,516
    Ringraziato in
    2,127 post

    L'angolo degli "ortaioli" di CT

    È spuntata una melanzana!!! È spuntata una melanzana!!! È spuntata una melanzana!!!

    Secondo me sono influenzati molto da quando va il riscaldamento.

    Però nel frattempo il peperone con la radichetta è marcito.
    Ho fatto di tutto per non esagerare con l'umidità. Solo per tre volte ho aggiunto qualche "goccia" d'acqua.
    Certe volte tocco lo straccio e non capisco se è ancora bagnato, mi devo asciugare le mani per sentire la differenza.

    Io c'ho paura che 11 gradi non bastano e a quella temperatura muoiono di freddo.

    Poi tu prendi fascette lussuosissime,
    Ma no. Ho deciso che prendevo quelle da tre euro il mazzo da 50g.
    Non sono lussuosissime.
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Messaggi
    molti
     
  3. #2
    Data registrazione
    Nov 2011
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    21,493
    Grazie dati 
    2,230
    Grazie ricevuti 
    2,892
    Ringraziato in
    2,040 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT

    Che bello, che bello, che bello!!!!
    (Non per portare s***a, ma a me ne erano spuntate tre, e tre ne sono morte...)

    Spiega cosa hai fatto al peperone.
    Quando spunta la radichetta mettili subito in terra, appena te ne accorgi.
    Io acqua non ne aggiungo mai. Se lavo lo straccio poi lo asciugo strizzandolo assieme a uno asciutto. Però ne ho tanti, almeno una ventina impilati, la mia scatolina è piena.

    11 gradi per i peperoni e melanzane sono pochi. La scatolina o il sacchetto con i semi puoi tenerli a casa. Li metti sotto al tuo letto, non li vede nessuno.


    Parlavamo della legatura delle piante.
    L'unico beneficio che si ottiene girando attorno al sostegno è che questo giro "fissa" la rafia a quella certa altezza. Passando solo attorno questa tende a scendere.

    Ti metto due disegni. Il primo è il sistema tradizionale.
    I colori indicano la sequenza del movimento. Si inizia col fucsia dietro al bastone, si incrocia davanti al bastone, si porta attorno alla pianta, si incrocia dietro alla pianta e si lega. Non gira attorno alla pianta, solo al bastone. Il fusto tende a crescere, si rischierebbe di strozzarlo.

    Il secondo disegno è un giro semplice. Avvicina la pianta al sostegno ma se non c'è una ramificazione all'altezza che ci serve la rafia col tempo scivola giù.
    untitled.jpg
    Ultima modifica di iaia; 27-02-17 alle 21: 37.

  4. #3
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    16,630
    Grazie dati 
    4,738
    Grazie ricevuti 
    2,516
    Ringraziato in
    2,127 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT



    Grazie, bellissimo il disegno. Farò così.

    Al peperone non ho fatto niente perché mi pareva troppo presto per metterlo in terra.
    Ho pensato che poi se spuntava dalla terra voleva la luce, e alla luce era troppo freddo.
    L'ho lasciato lì insieme agli altri sperando resistesse.

    Posto sotto il letto non ne ho perché c'è un altro letto estraibile al posto del cassetto.

    Potrei metterli in un angolino in una scatola di scarpe, ma di sicuro non posso portare in casa la terra.
    Mi sono reso conto l'anno scorso di quanto sia un casino lavorare con la terra.

    Ho letto da qualche parte (ecco, qui.) che si può mettere una bottiglia piena di acqua calda o una borsa dell'acqua calda per tenere la temperatura, solo una borsa dell'acqua calda vecchia da usare per quello non ce l'ho, e le bottiglie non so se tengono il calore almeno per un giorno.

    edit 28/02:
    Stamattina ho fatto la prova con la bottiglia, ho trovato una bottiglia sola per ora (da 1,75l), l'ho riempita d'acqua calda, l'ho messa in una scatola e ho posizionato le vaschette ai lati a 45° (cioè come meglio ci stavano).

    Oggi devo passare di lì comunque, per cui vedo se ha trattenuto il calore e l'ha trasferito ai semi.

    Nel frattempo ho visto che almeno 5/6 melanzane (forse più) avevano uscito la radichetta, però ieri c'è stato il riscaldamento acceso tutto il giorno e stamattina c'erano ancora 14 gradi. Speriamo che non mi muoiono.

    Un posto per metterli nella terra e contemporaneamente tenere sempre 20° non ce l'ho.
    Ultima modifica di Andy86; 28-02-17 alle 13: 07.
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

  5. #4
    Data registrazione
    Nov 2011
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    21,493
    Grazie dati 
    2,230
    Grazie ricevuti 
    2,892
    Ringraziato in
    2,040 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT



    Grazie.

    Eh, nel panno umido possono solo mettere la radice. Per alcune piante è un risparmio di spazio considerevole, perché impiegano tantissimo per spuntare, per altre perché si possono piantare solo quelle che germogliano, ma appena spunta la radichetta vanno tolte e messe in terra.
    Per quanto sia buio, in casa sarà sempre meno buio che all'interno del panno umido.
    Non importa se non ci sono 20 gradi.

    Accidenti, non hai posto sotto al letto. Nel comodino, nell'armadio... Tanto sono ben chiusi.
    Concordo: la terra in casa è un problema. I vasi già seminati non sporcano, ma prepararli e seminarli in casa causa molta sporcizia.
    La bottiglia mi sembra una buona idea. La temperatura non sarà costante ma qualche miglioramento c'è.
    Io le vaschette le tengo dove c'era la cucina di mia nonna. Non è riscaldata, ma c'è acceso in sala e in camera, così non è proprio ghiacciato. Ci saranno 15 gradi.

    Non ti sai costruire un propagatore elettrico?
    Oppure non hai in casa uno di quei termofori o altri aggeggi del genere riscaldanti? tipo scaldacollo o pantofole elettrici.
    Io non li ho mai usati, ma se avessero un termostato che si possa impostare su una temperatura bassa oppure con intervalli di acceso/spento potrebbe andare bene.
    Oppure quei sacchetti di gel che si mettono addosso per i dolori. Si scaldano a microonde oppure si fanno bollire nell'acqua.
    In farmacia costano parecchio, ma a volte li hanno al Lidl per pochissimo.
    Altra cosa che io non so costruire ma che alcuni miei amici hanno fatto è un pannello con led. Servono dei colori particolari, in percentuali diverse secondo il tipo di pianta.
    Così metti le piante in un posto caldo e le illumini con la luce più adatta. Vendono anche delle lampade apposite già costituite dai led, ma non so come si usano, se fossi certa che basta metterle in un porta lampada una la prenderei.

    Oggi c'è freddo e buio, ho tenuto in casa la maggior parte delle piantine e ho messo in macchina le due con i peperoni.
    C'è più freddo, ma almeno c'è un po' di luce. Non le ho messe tutte perché dovevo uscire, e girare con 9 vaschette di semenzali sulla cappelliera e sul cruscotto... mi sembrava un po' esagerato.

  6. #5
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    16,630
    Grazie dati 
    4,738
    Grazie ricevuti 
    2,516
    Ringraziato in
    2,127 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT

    Nel comodino, nell'armadio... Tanto sono ben chiusi.
    Concordo: la terra in casa è un problema. I vasi già seminati non sporcano, ma prepararli e seminarli in casa causa molta sporcizia.
    Io sono capace di sporcare anche con i vasi già fatti.
    Comunque non nego che avevo pensato di infilare i semi in un angolino in una scatola di scarpe, ma i vasi proprio non ci stanno.

    Oppure non hai in casa uno di quei termofori o altri aggeggi del genere riscaldanti? tipo scaldacollo o pantofole elettrici.
    Io non li ho mai usati, ma se avessero un termostato che si possa impostare su una temperatura bassa oppure con intervalli di acceso/spento potrebbe andare bene.
    Mia nonna aveva uno di quegli scaldini elettrici che si tengono tipo borsa dell'acqua calda. Tipo questo.
    Ma non so più che fine abbia fatto, né se qualcuno lo sta usando.

    Ricordo che aveva il termostato che ti diceva quando togliere la spina e usarlo.
    Non so se si può lasciare con la spina sempre attaccata e che temperatura massima faccia.

    Il propagatore elettrico non ho la minima idea di come si costruisca, ma se non fosse difficile e avessi l'occorrente (dubito) ci proverei.

    girare con 9 vaschette di semenzali sulla cappelliera e sul cruscotto... mi sembrava un po' esagerato.
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

  7. #6
    Data registrazione
    Nov 2011
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    21,493
    Grazie dati 
    2,230
    Grazie ricevuti 
    2,892
    Ringraziato in
    2,040 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT

    Bello lo scaldino. Ci vorrebbe una presa temporizzata, di quelle programmabili.

    Tieni presente che ho diverse vaschette sempre in serra da 15 giorni e per ora stanno bene. Porto in casa solo le più delicate, tipo i peperoni e qualche cavolo cinese.
    Se ho semi in abbondanza li lascio in serra, le varietà che ho esaurito e i peperoni che non li posso più ripiantare perché sarebbe tardi li porto in casa.

    Mia mamma ha questo
    http://c.tutti.ch/big/termoforo-sani...0061977382.jpg
    Lei lo usa tutti i giorni, mai me lo presterebbe per le piantine. Magari ce l'ha anche tua mamma, che è più giovane e non lo usa...

    So che alcuni miei amici avevano costruito il propagatore e l'illuminazione, ma sono persone che ho perso di vista. Credo che si possa trovare qualcosa in rete.

  8. #7
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    16,630
    Grazie dati 
    4,738
    Grazie ricevuti 
    2,516
    Ringraziato in
    2,127 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT

    Il problema è che trovare un temporizzatore che faccia 3 minuti ogni quattro ore a prezzo non proibitivo sarà dura.

    La serretta... potrei anche utilizzarla, oggi è una giornata assolata, ma poi stanotte?
    In teoria siamo ancora a rischio gelate.

    Oppure potrei mettere lo scaldino in serra e poi chiuderla in modo che essendo piccola trattiene il calore dissipato dallo scaldino?
    Potrebbe funzionare?

    Oggi comunque provo a chiuderla che c'è il sole e domani vedo che temperatura c'è dentro.

    Le melanzane quindi è meglio che le metto subito in terra anche poi restano ancora un po' al freddo?
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

  9. #8
    Data registrazione
    Nov 2011
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    21,493
    Grazie dati 
    2,230
    Grazie ricevuti 
    2,892
    Ringraziato in
    2,040 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT

    Sì, siamo ancora a rischio gelate, ma non credo che possa gelare in una serra in posizione riparata.
    Io oggi ho avuto dei problemi e non ho ritirato le piantine, mi sono proprio dimenticata.
    Adesso non vado, troppo buio, con le vaschette in mano ho paura di cadere. Ti dirò.

    La tua serra è piccola, temo che uno scaldino acceso tutta notte farebbe cuocere le piantine.

    Se le melanzane hanno le radici devi piantarle.
    Senza uno spazio adeguato i semenzali di peperoni e melanzane sono un problema, conviene comperarle.
    Le altre cose si possono seminare più avanti.

  10. #9
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    16,630
    Grazie dati 
    4,738
    Grazie ricevuti 
    2,516
    Ringraziato in
    2,127 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT



    Ho piantato oggi le melanzane. 26 semi con la radicina alla faccia di non spuntare niente.
    Ho usato uno dei vasi verdi grossi. Non mi ricordo più la misura. Poi al massimo ripicchietto.

    Comunque ho lasciato ancora in casa. Ho acceso 10 minuti i caloriferi intanto che ero lì, poi il calorifero era bollente e ho lasciato i vasi vicini.
    Quando spuntano e hanno bisogno di luce ci penso.

    Ho messo anche sette peperoni in una vaschetta del gelato iper, che sono in proporzione più profonde che larghe.
    Gli altri peperoni ancora non sono spuntati.

    Sto pensando una cosa, se dovessero uscirmi un bel po' di melanzane, oltre a scegliere le più belle... se facessi delle file sfalsate potrei lasciare 60 cm tra le file (e 50cm tra le piante)? starebbero bene?

    Intendo tipo così:
    Immagine ridotta


    temo che uno scaldino acceso tutta notte farebbe cuocere le piantine.
    Bene. Allora potrebbe essere che basti metterlo una volta scaldato per fagli contenere il calore per un giorno. Poi il giorno dopo vado e lo riscaldo.
    Se lo troverò farò qualche prova. (nessuno si ricorda che fine abbia fatto quel coso ).
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

  11. #10
    Data registrazione
    Nov 2011
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    21,493
    Grazie dati 
    2,230
    Grazie ricevuti 
    2,892
    Ringraziato in
    2,040 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT

    Benissimo!
    Se i caloriferi li spegni puoi lasciare i vasi sopra.

    Io faccio spesso le file sfalsate, starebbero bene

    Lo scaldino acceso un attimo è meglio che niente.
    Poi ora ogni giorno ci avvicina alla primavera

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie