Pagina 3 di 3 PrimoPrimo 123
Mostra risultati da 21 a 26 di 26

Discussione: Terremoto: un dramma ineluttabile

  1. #21
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,206
    Grazie dati 
    11,423
    Grazie ricevuti 
    8,803
    Ringraziato in
    5,658 post

    Riferimento: Terremoto: un dramma ineluttabile

    Grazie Mnemo e visto che siamo in argomento circa notizie scorrette vorrei poter dire che anche la questione dei terremoti "notturni" non corrisponde al vero.
    Secondo quanto ho letto la tettonica delle placche non puo' essere influenzata dal caldo o da altri eventi di superficie quindi purtroppo e' solo una infausta coincidenza che essi siano avvenuti maggiormente di notte.
    Tra l'altro se esiste una statistica credo che sarebbe facile confermare questa cosa analizzando l'orario degli eventi piu catastrofici sia italiani che esteri.


  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #22
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,206
    Grazie dati 
    11,423
    Grazie ricevuti 
    8,803
    Ringraziato in
    5,658 post

    Riferimento: Terremoto: un dramma ineluttabile

    Ciao,
    riprendo questo thread solo per confermare quanto gia' io ed altri da ignoranti supponevamo....non ci dicono la verita' !!
    Come fa l'Ingv a dare dati per poi correggerli solo piu' tardi ?

    Questa mattina la scossa e' stata fortissima e dalla mia esperienza posso dire con certezza che lo e' stata alla pari di quella dell'Irpinia e dell'Abruzzo e dato che e' stata avvertita dal Trentino alla Puglia penso che qualcosa non funzioni !
    A fronte di una magnitudo del 7.1 loro la valutano 6.1 ?

    Mah....capisco che in Italia non funzioni niente ma almeno la scienza....

    Comunque per tornare alle 7:40 posso dire che qui ci siamo stretti in un cantuccio per un timore che benche' sia in parte ingiustificato ci ha coinvolto per la violenza ma soprattutto per la durata che, ripeto, in confronto ai terremoti del passato e' stata quantomeno alla pari.

    E' vero che la propagazione di un terremoto segue strade sotterranee tutte sue ed e' vero che vicino al mare non e' stata avvertita come e' anche vero che, al contrario, a Roma nord sono cadute suppellettili in alcune case ma questo non fa che avvalorare l'ipotesi di valutazioni non molto precise e criteri poco attendibili !

    L'Italia trema o crolla da ogni punto di vista e voglio sperare che con questa emergenza la politica tiri fuori gli attributi che consenta alla gente di fare corpo unico contro chi in Europa ci fa le pulci senza tener conto delle esigenze di un popolo gia' così martoriato !

  4. #23
    Data registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    5,655
    Grazie dati 
    1,214
    Grazie ricevuti 
    1,141
    Ringraziato in
    793 post

    Riferimento: Terremoto: un dramma ineluttabile

    Straquoto quanto hai scritto.

  5. #24
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,206
    Grazie dati 
    11,423
    Grazie ricevuti 
    8,803
    Ringraziato in
    5,658 post

    Riferimento: Terremoto: un dramma ineluttabile

    Come purtroppo avevo previsto le conseguenze di questa scossa cominciano a manifestarsi non tanto in vittime, che per fortuna non ci sono state, quanto per la distruzione e il relativo timore della gente, tanta gente, di tornare in quelle case.
    Si parla gia' di "terremoto contagioso" che, a quanto pare, lascia perplessi gli stessi studiosi e cio' in soldoni significa che in tutte le zone interessate si vive nell'incertezza e nel cosa fare.
    Penso che data la situazione invece di parlare di ricostruzione, inverosimile per me, si dovrebbe immediatamente mettere in atto un serio piano nazionale che coinvolga l'intero paese con interventi chiari a sostegno della popolazione colpita che sicuramente viene prima del problema immigrazione e cio' senza voler sminuire quest'ultima tragedia !
    Lo Stato ha moltissime proprieta' spesso scandalosamente affittate o comunque sfitte e data questa emergenza sfollati, che saranno certamente numerosi, sarebbe opportuno destinare loro ogni alloggio disponibile.

    In TV ho visto vigili del fuoco scavare con le mani e voglio sperare che fosse solo a favore delle telecamere presenti perche' se fosse vero saremmo veramente alla frutta !!
    Qui e ora bisogna che vi sia un impegno solenne affinche' si destinino risorse rilevanti alla messa in sicurezza del territorio da ogni punto di vista e che si riformino i corpi d'intervento con piu' mezzi e piu' uomini perche' soprattutto in quelle zone vi sono numerosissimi siti di poche case e quasi sempre di epoca antica.
    Io lì per lavoro ho girato e se allora restavo affascinato da tali borghi ora ne comprendo meglio la fragilita'.

    Ciao
    Ultima modifica di Armandillo; 30-10-16 alle 11: 29.

  6. #25
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,379
    Grazie dati 
    11,412
    Grazie ricevuti 
    13,828
    Ringraziato in
    7,367 post

    Riferimento: Terremoto: un dramma ineluttabile

    la scossa si è sentita chiaramente anche da me a Salerno, debole ma si è sentita, i lampadari oscillavano in modo inequivocabile ed ho sentito quella chiara sensazione di "capogiro"

    ovviamente il dispiacere e la vicinanza emotiva alle persone del centro Italia è totale ma inizio ad essere seriamente preoccupato

    l'altra sera c'è stata una scossa di 5.7 nel Tirreno a poca distanza dal temuto vulcano sottomarino Marsili, per fortuna era molto profonda e non ha avuto effetti evidenti. Non so se avete sentito anche di questa notizia ...

    Ma io, sinceramente, non mi ricordo di una simile escalation di fenomeni sismici così continui, ravvicinati e di forte intensità. Non sono un esperto ma non vorrei che si stia preparando qualcosa di ancora più catastrofico

    La paura è tanta e le notizie spesso contrastanti tra loro da parte degli scienziati non aiutano di certo a stare tranquilli, speriamo bene, anche per il nostro amico Key che dovrebbe abitare nella zona di Ancona e che non si è fatto sentire nei giorni scorsi
    "Per quel che mi riguarda Morricone è il mio compositore preferito e quando parlo di compositore non intendo quel ghetto che è la musica per il cinema ma sto parlando di Mozart, di Beethoven, di Schubert." (Quentin Tarantino)

  7. #26
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,206
    Grazie dati 
    11,423
    Grazie ricevuti 
    8,803
    Ringraziato in
    5,658 post

    Riferimento: Terremoto: un dramma ineluttabile

    Citazione Originariamente scritto da Strider Vedi messaggio
    l'altra sera c'è stata una scossa di 5.7 nel Tirreno a poca distanza dal temuto vulcano sottomarino Marsili, per fortuna era molto profonda e non ha avuto effetti evidenti. Non so se avete sentito anche di questa notizia ...

    Ma io, sinceramente, non mi ricordo di una simile escalation di fenomeni sismici così continui, ravvicinati e di forte intensità. Non sono un esperto ma non vorrei che si stia preparando qualcosa di ancora più catastrofico
    ...ecco, allora per tranquillizzarti ti dico che qui vicino, ai Colli Albani, si sta risvegliando un vulcano !!
    Nell'articolo si parla di migliaia di anni e sara' anche un effetto psicologico ma 1 + 1 fa 2 e il timore cresce !

    Lo dissi a suo tempo ma lo ripeto: in casa avevo un lampadario pesante che fungeva da sismografo e dall'Irpinia in poi li ho sentiti tutti inoltre mi diceva, secondo il suo moto, se la scossa era ondulatoria oppure oscillatoria ed allo stesso modo riuscivo a sentire anche i terremoti dei Colli Albami, almeno quelli piu' forti.
    Detto questo ora che il lampadario non ce l'ho mi e' rimasta, diciamo, la sensibilita', quel capogiro di cui parlavi ed infatti tutte le attuali scosse sopra i 4 gradi le sento sottoforma di tremolio.

    Quella di questa mattina ci ha e mi ha veramente spaventato e le telefonate successive con conoscenti mi hanno fatto capire fin da subito la gravita' della situazione.
    Tutto quello che i vari TG hanno descritto gia' lo immaginavo proprio per l'esperienza passata e credo che ancora non ci si renda conto bene delle conseguenze.

    Se anche solo per un attimo ci immedesimassimo in quei poveretti sapremmo cosa pensare e conosceremmo i problemi del vivere che questo comporta.
    Il piano di cui parlavo prima, tolte le parole del Premier ancora una volta ingannatorie, dovra' essere di livello inimagginabile...e lo sara', vedrete.

    Qui non si tratta di ricostruire in loco, sarebbe da pazzi, ma di garantire fin da subito un tetto per quelle famiglie e progettare altrove la rinascita di quei borghi contemporaneamente istituendo un fondo cospicuo per chi ha perso l'attivita' o il proprio lavoro garantendo sicurezza ed istruzione.

    Piu' che il referendum del 4 dicembre sara' il sisma a decretare un giudizio della gente che spero abbia memoria lunga per valutare gli spot elettorali e la concretezza delle azioni.

    Ciao

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie