Pagina 40 di 53 PrimoPrimo ... 30383940414250 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 391 a 400 di 522

Discussione: [Archiviato] L'angolo degli "ortaioli" di CT

  1. #391
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,186
    Grazie dati 
    11,412
    Grazie ricevuti 
    8,795
    Ringraziato in
    5,654 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT

    Andy

    Una domanda: quegli insetti verdi non sono delle cimici ?
    Quelle che se schiacciate puzzano, per intenderci ?

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #392
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    16,741
    Grazie dati 
    4,758
    Grazie ricevuti 
    2,541
    Ringraziato in
    2,145 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT



    Si, quelle sono proprio cimici. Le ho fotografate anche quelle perché iaia dice che le sue cimici sono di specie completamente diversa.
    Ne avevamo parlato circa qui: http://www.collectiontricks.it/forum...tml#post235930

    E sono distruttive. Sospetto che i miei borlotti siano venuti male per colpa loro.
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

  4. #393
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,186
    Grazie dati 
    11,412
    Grazie ricevuti 
    8,795
    Ringraziato in
    5,654 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT



    Se non lo hai gia' fatto leggi qui perche' penso proprio che tu debba debellarle

  5. #394
    Data registrazione
    Nov 2011
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    21,516
    Grazie dati 
    2,245
    Grazie ricevuti 
    2,901
    Ringraziato in
    2,044 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT

    Eccomi! Cellulare nuovo, connessione nuova, cimici vecchie e nuove.
    Già, perché non ho solo quelle verdi, ho anche l'halyomorpha halys, più altri tipi, ma in minima quantità.

    Quelle di Andy, inutile confermarlo, sono proprio cimici, invece non sono in grado di capire che vespe siano.
    Ho visto che l'unico rimedio contro le cimici è quello di eliminarle "a mano".
    Come dicevo io passo con un barattolo, le faccio cadere dentro e quando ne ho raccolte un po' le uccido. Soprattutto le halys, appena arrivate in territorio italiano, sono molto prolifiche, attaccano qualsiasi specie vegetale e non hanno nemici naturali, quindi liberarle in campagna equivale a un atto terroristico per il nostro ambiente, non si fa altro che aiutarle a colonizzare.
    Altri rimedi non mi pare facciano effetto.
    Avevo provato l'olio essenziale di tea tree con olio di Andiroba diluito in acqua ma mi è mancata la costanza nello sperimentarlo.

  6. #395
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    16,741
    Grazie dati 
    4,758
    Grazie ricevuti 
    2,541
    Ringraziato in
    2,145 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT



    Comunque le vespe (al contrario delle cimici) se ne sono andate tutte. Non c'è ne più neanche una.
    Sarà perché ormai le piante dei dolici sono seccate quasi tutte e non c'è più polline da mangiare?

    Poi quando estirpo controllo bene se ci sono tracce di nidi abbandonati.



    La foto della terra l'hai vista?

    L'altro giorno ho visto che esiste un'altra varietà di cucurbita moschata molto simile alla trombetta, la zucca lunga di nizza:

    La zucca lunga di Nizza | Agriturismo Poggio Diavolino

    Hai mai provato a metterla? Ho notato che viene più corta... ma non ci sono riferimenti alla polpa gialla.



    Poi volevo chiederti quale girasole sarebbe esattamente il girasole mammuth, perché nei negozi online di semi vedo diverse varietà di girasole, ma quelli non nani sembrano tutti 1m o 1m e mezzo, e nessuno si chiama mammuth.

    Tra l'altro immagino che debba un tipo di girasole a gambo liscio e non ramificato (se ho capito bene come sono fatti i girasoli).

    Ah, il nastro apposta che dicevi per legare le piante sarebbe questo qui?:
    https://www.amazon.it/Velcro-Nastro-...tro+per+piante

    (lasciamo perdere la pistola legatrice perché costa un occhio della testa).




    Per quanto riguarda la pacciamatura, invece (escludendo i teli professionali che costano un sacco di soldi) ho visto che esistono sacchi di legno di corteccia pronta da spargere... ma quanta ce ne potrebbe volere?

    Un sacco da 60/70 litri lo vedo a circa 20€, e siccome ho circa 10x7 metri di spazio (circa eh, che non ho misurato di preciso) perciò mi sa che non è economica neanche quella.

    Altrimenti ho pensato alle foglie che cadranno in autunno e che il vento accumula sull'uscio di mia nonna (negli anni ho perso il conto di quante ne ho scopate)... però porta anche quelle dei giardinetti che sono pisciate dai cani e poi sono in prevalenza di quercia e ippocastano, e da qualche ho letto che sono piante acidofile.

    (lo so che sono un pelandrone, ma all'idea di strappare l'erba tutti giorni mi sento male... )

    In autunno comunque, una volta che avremmo estirpato tutto, diserberanno e freseranno tutto il pezzo di terra, ma sono sicuro che l'erba troverà il modo di crescere di nuovo.




    Edit: e poi volevo anche chiederti (poi basta, promesso, che tanto c'è tempo), per la questione vasi il diametro è importante solo per la profondità o anche per se stesso?

    Cioè, dei vasi tipo questi andrebbero bene?:

    https://www.amazon.it/Nutley-vassoi-...essionali+semi

    Sarebbe per ottimizzare lo spazio in serra, perché non è che le serre sono poi tanto grosse.

    Alla fine anche le piantine già pronte te le vendono nei vasettini microscopici.

    Poi tanto ho visto che anche se le trasferisco in piena terra senza aspettare troppo attaccano e crescono lo stesso.

    Ah, comunque vorrei evitare di ritrapiantare da piena terra, perché con i dolici è stato un po' un casino, le piantine soffrono di più. Mi viene molto meglio trasferendole dal vaso con tutto il pane di terra. Attaccano che è una bellezza.
    Ultima modifica di Andy86; 03-09-16 alle 18: 16. Motivo: ultimissima domanda
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

  7. #396
    Data registrazione
    Nov 2011
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    21,516
    Grazie dati 
    2,245
    Grazie ricevuti 
    2,901
    Ringraziato in
    2,044 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT

    Bene che le vespe se ne siano andate. Può essere che gradissero il polline, ma da me sui fagioli non ce n'erano.

    Le cimici invece impazzano. Questa ulteriore ondata di caldo le invita a riprodursi ulteriormente prima del letargo.



    La foto della terra l'ho vista, ma non sono così brava da dare un giudizio.


    Ho sentito parlare della zucca di Nizza ma credo di non averla mai messa. Credo, perché ho avuto delle "Trombette corte" nate dai semi di trombetta di Albenga che mi vennero regalati, e che a dirla tutta paiono più zucche di Nizza che "Trombette corte". Erano anche più buone, ma non ricordo il colore della polpa. Però ho trovato la foto.
    o 09 07 27 Zucchina trombetta corta.jpg

    Il mammout lo devi cercare in francese (o in russo)
    Tournesol "Géant Mammoth" semeur
    Se trovo i semi te li mando.

    Ci sono girasoli lisci, a semi grandi, da olio e da foraggio, e ramificati, che sono decorativi.

    Il tuo è un nastro bellissimo! Io non ho mai avuto nastri così belli e costosi. In ogni caso se puoi permettertelo è bellissimo.



    Non ho mai preso la pacciamatura di corteccia, non ho idea. Mi sembra che si usi più nelle aiuole di fiori che nell'orto.

    Le foglie penso che siano la scelta migliore. Dici che quelle dei giardinetti vengono tutte lì?


    Diserbare e fresare... Se diserbi con un diserbante potentissimo (e nocivo) forse ottieni una diminuzione dell'erba.
    Fresare dicono sia una delle cose peggiori da fare all'orto. Distrugge la struttura del suolo, rompe le radici delle erbacce e da ogni pezzettino nasce una pianta nuova e intera. Capisco che si usa così e che è meno faticoso che vangare.



    IL diametro e la profondità dei vasi dipende da cosa ci vuoi coltivare. Ci sono piante, tipo l'Asimina, che fanno radici a fittone molto lunghe e temono il trapianto, ma è un albero... oppure le piante da radice. Per le normali piante da orto vanno bene anche vasetti piccoli. Dipende da quanto tempo ce le lasci. Io che trapianto in terra in serra le lascio in vaso poco. Poi preferisco sempre le vaschette grandi, perché li trasporto più facilmente e tengono meglio l'umidità. I vasi piccoli vanno annaffiati a piccole dosi e spessissimo.

    Quelli della foto sono molto belli. Così scanalati facilitano l'uscita del pane di terra. Se vuoi ottimizzare lo spazio in serra meglio vaschette tipo le mie.


    Trasferire in terra presto dipende. Se viene una gelata muore tutto.
    Ti conviene seminare i fagioli più tardi e direttamente in terra, già alla giusta distanza, e lasciare lo spazio in serra per le zucche o i pomodori.

    Con il vasetto attaccano meglio, ma messi direttamente in piena terra 20 giorni dopo è ancora meglio.

  8. #397
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    16,741
    Grazie dati 
    4,758
    Grazie ricevuti 
    2,541
    Ringraziato in
    2,145 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT

    Erano anche più buone, ma non ricordo il colore della polpa.
    Più buone nel senso che erano più dolci (zuccherine)?

    Se trovo i semi te li mando.
    Grazie. Io però non ho nulla da darti in cambio, a parte le famose zucche "speciali", sempre che sono venute buone e che riesco a fare le sementi, però mi sembra che avevi detto di averle già assaggiate e non ti erano piaciute.

    Il tuo è un nastro bellissimo! Io non ho mai avuto nastri così belli e costosi. In ogni caso se puoi permettertelo è bellissimo.
    Costoso? Io vedo 9€ per 5 metri, quanto nastro mi potrà mai servire?
    E poi io ho visto solo quello su Amazon, gli altri costano pure di più...
    Ma se hai da consigliare consiglia pure.

    Ah, ecco, questo costa meno: https://www.amazon.it/Wolfcraft-Velc...tro+per+piante

    Le foglie penso che siano la scelta migliore. Dici che quelle dei giardinetti vengono tutte lì?
    Non all'orto. Nel cortile dove abitava mia nonna.
    Comunque si. In cortile ci sono solo un fico e un nespolo e qualche piantina nana che fanno foglie.
    Le foglie degli ippocastani anche cadono sui tetti, e poi il vento dai tetti le spinge dal lato opposto e arrivano tutte in cortile.
    La casetta è fatta ad angolo, per cui le foglie si fermano tutte nell'angolo.

    I vasi piccoli vanno annaffiati a piccole dosi e spessissimo.
    Mi sa che me ne sono accorto da solo. Quindi interessante che con le vaschette non sia così. Solo che sono più difficili da reperire.
    Mi guardo in giro per le vaschette. Il problema è che quelle costano di più e soprattutto ci vuole anche un sacco di terra per riempirle.
    Quest'anno la terra me la sono fatta prestare e mi dicevano di non riempire tutti i vasi da 14cm perché se no sarebbe stato un spreco.

    Trasferire in terra presto dipende. Se viene una gelata muore tutto.
    Non "presto" in quel senso. "presto" rispetto a quando ripicchietto.

    Ti conviene seminare i fagioli più tardi e direttamente in terra
    Il problema di metterli direttamente in terra è che poi gli animali mangiano i semi e rimangono i buchi vuoti.

    L'anno scorso ho piantato i dolici a tre a tre e tutti e tre sono nati in una buca sola (mi pare)... poi ho trapianto alcune piante nelle buche rimaste vuote e hanno sofferto il trapianto molto di più che trasferirle dal vaso. Per quello ho pensato che era meglio farli prima nel vaso.

    Tanto i fagioli se non era per le cimici venivano benissimo anche quelli che ho pre-cresciuto nel vaso.
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

  9. #398
    Data registrazione
    Nov 2011
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    21,516
    Grazie dati 
    2,245
    Grazie ricevuti 
    2,901
    Ringraziato in
    2,044 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT

    No, non erano più zuccherine. E' passato parecchio tempo, non ricordo bene. So che mi erano piaciute di più. Visto che ho terminato i semi di trombetta potrei provare una volta la zucca di Nizza. Dopo gli scambi della banca dei semi vedrò con cosa mi ritrovo, poi ci penserò.


    Non preoccuparti per lo scambio. Più che non piacermi un certo tipo di zucca, non vorrei più usare semi di zucca autoprodotti. Ho letto che l'amaro dei fiori e frutti può dipendere da un inselvatichimento dei semi autoprodotti, e che non è solo una questione di gusto disgustoso. Quell'amaro è anche molto dannoso, per non dire velenoso.
    Devo ricordarmi di cercare i semi di mammouth, non l'ho ancora fatto. Ho molto da fare, in questo periodo, c'è tutto da estirpare.



    Costoso? Io vedo 9€ per 5 metri, quanto nastro mi potrà mai servire?
    Dipende da quante piante devi legare, e da quante volte leghi ogni pianta.
    Io ne ho tantissime, e mia mamma lega tutto ogni 5 cm. 5 metri li finirebbe in mezz'ora, finirei sul lastrico in due settimane
    Per te che hai poche piante e leghi con parsimonia è sicuramente ottimo, non credo che troverai di meglio.
    Noi usiamo della comune rafia, ne abbiamo diverse grosse matasse dai tempi dei tempi, la procurò ancora mio nonno.
    A volte usiamo anche strisce di quei nastri destinati all'addobbo delle case durante le feste patronali.

    Abbiamo anche questo, ma di solito usiamo la rafia
    BOBINA 20 mt FILO FERRO ACCIAIO PLASTIFICATO PER LEGATURA PIANTE GIARDINAGGIO | eBay

    Sì, le vaschette sono difficili da reperire. Si possono recuperare da chi ordina cibo in grandi quantità tramite catering, oppure dai venditori di formaggio. Certo sono da lavare, ma sono comodissime da trasportare, tengono di più l'umidità e occupano meno spazio.

    Serve più terra, ma preferisco spendere per la terra che per vasi e fascette.


    I fagioli seminati in piena terra si possono seminare già in giusta quantità, 3-4 se sono rampicanti, (buche distanti tra loro) o singoli se sono nani. Per evitare che gli animali vadano a toglierli si possono coprire con reti o tessuti di recupero. Mio nonno usava i sacchi di iuta, oppure vecchie tende o lenzuola non più utilizzabili. Mantengono anche l'umidità pur lasciando traspirare la terra, e si può annaffiare sopra il telo senza che il getto di acqua sposti la terra e faccia spostare o affiorare i semi.

    Tanto i fagioli se non era per le cimici venivano benissimo anche quelli che ho pre-cresciuto nel vaso.
    Certo che vengono benissimo, ma servono la terra, i vasi, e lo spazio per metterli, poi bisogna curarli, trapiantarli... capisco complicarsi la vita per piante che hanno la necessità di essere anticipate, ma è uno spreco di energie per i fagioli visto che possono farne a meno.

  10. #399
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    16,741
    Grazie dati 
    4,758
    Grazie ricevuti 
    2,541
    Ringraziato in
    2,145 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT

    Più che non piacermi un certo tipo di zucca, non vorrei più usare semi di zucca autoprodotti. Ho letto che l'amaro dei fiori e frutti può dipendere da un inselvatichimento dei semi autoprodotti, e che non è solo una questione di gusto disgustoso. Quell'amaro è anche molto dannoso, per non dire velenoso.
    A dir la verità anche i semi che ho usato io sono autoprodotti (penso) e presi su ebay.
    Anche perché questa varietà di zucca come bustina in commercio proprio non si trova, ghe nient de fà.

    Esiste la beretta piacentina, ma secondo me non è la stessa cosa.

    Devo ricordarmi di cercare i semi di mammouth, non l'ho ancora fatto. Ho molto da fare, in questo periodo, c'è tutto da estirpare.
    Fai con calma, tanto c'è tempo per piantarli, no?
    Oppure sono tardivi e bisogna metterli prima per fare che le piante da consociare non li superino in altezza?

    ps: da qualche parte ho letto che i girasoli sono "infestanti", nel senso che se il fiore matura il vento sparge i semi e poi crescono spontanei... può essere vero?

    Tornando i semi: mi sono ricordato che hai detto che pianti solo varietà di melanzane chiare... ho visto che esiste una varietà di melanzana zuccherina che non ha il retrogusto amaro (e mi tenta l'idea di provarla):

    Coldiretti porta e Expo lo Scrigno dei semi dimenticati | Mangiarebuono.it
    produzione piante di melanzana violetta Zuccherina | Il Giardino delle meraviglie
    MELANZANA VIOLETTA DI FIRENZE- BIOSEME 2807

    Magari hai i semi anche di questa?
    Anche perché nell'ultimo link, l'unico che ho trovato che li vende, non ho la certezza che si tratti proprio della stessa varietà.

    Abbiamo anche questo, ma di solito usiamo la rafia
    Rafia tipo questa?

    https://www.amazon.it/Chapuis-RAPHNA...keywords=rafia

    Serve più terra, ma preferisco spendere per la terra che per vasi e fascette.
    Concordo. Ma non conosco nessuno nel campo che mi può procurare quelle vaschette. Da qualche parte dovrò pure iniziare.

    (Pensa che dove vado in vacanza c'è un supermercato che quando ti vendono le mozzarelle nelle vaschette poi ti chiedono se quando hai finito gliele riporti. )

    ma servono la terra, i vasi, e lo spazio per metterli, poi bisogna curarli, trapiantarli... capisco complicarsi la vita per piante che hanno la necessità di essere anticipate, ma è uno spreco di energie
    Verissimo. Però se poi se li mangiano tutti gli uccelli o i topi?

    Edit:
    scusa non avevo letto un pezzo del tuo post, non mi ricordo più se per i dolici avevo trovato scavato prima o dopo aver messo la rete. Effettivamente forse dovrei provare a trovare qualcosa da mettere appena li pianto. Però non sarei tranquillo comunque. Fine edit.

    Oppure se li devo trapiantare e mi soffrono tutti come i dolici?

    Se avessi una bella vaschetta come si deve per mettere tutti fagioli dello stesso tipo nella stessa vaschetta magari non sarebbe così dispendioso. (mi stai tentando con il fatto che le vaschette vanno bagnate meno).

    Poi sarà sicuramente l'inesperienza, ma a me quest'anno è sembrato molto più faticoso gestire le cose all'orto (pacciamatura, l'estirpatura dell'erba, piante rampicanti) che ripicchettare tante belle piantine a mano.
    Ultima modifica di Andy86; 06-09-16 alle 12: 38. Motivo: saltato un pezzo
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

  11. #400
    Data registrazione
    Nov 2011
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    21,516
    Grazie dati 
    2,245
    Grazie ricevuti 
    2,901
    Ringraziato in
    2,044 post

    Riferimento: L'angolo degli "ortaioli" di CT

    Ho iniziato anche io con autentici semi di Berretta mantovana, poi ho aggiunto altre varietà e si è ibridato tutto.

    Se vuoi farti una cultura con le zucche, e magari farti mandare qualche seme particolare, ti consiglio il blog di Mimma Pallavicini
    https://mimmapallavicini.wordpress.c...logi-cercansi/
    Oppure sfoglia con pazienza le liste o gli annunci degli Amici dell'orto. Puoi chiedere semi con scambio o pagando le spese di spedizione.
    amicidellortodue: CERCO E OFFRO SEMI
    Ho per la prima volta le originali Hokkaido, molto piccole. Spero siano buone.




    Sì, per i girasoli c'è tempo. Controllerò anche le date in cui li seminai io rispetto ai fagioli.
    Il problema è che potrei dimenticarmi.


    In genere i girasoli sono infestanti.
    Molti semi li mangiano gli uccelli, ed è giusto lasciare a loro alcune "teste" perché si sfamino in inverno.
    Dico "in genere" perché di solito lo fanno ma quest'anno non ne è spuntato nemmeno uno.
    Con tutti i girasoli che avevo l'anno scorso! Con la scusa dell'accoppiata con i fagioli...
    Sono rimasta proprio delusa.

    Sì, pianto solo melanzane tonde e chiare. Non per me, per una mania di mia mamma.
    In genere pianto proprio la Violette di Firenze, o la mostruosa di New York, ma ho messo anche la black beauty, la genovese, la rosada, la "uovo" la striped toga, la rossa di Rotonda, e chissà quante altre, negli anni.
    La mia preferita in assoluto è stata la Ping tung.
    eggplant, Pink Tung Long | Baker Creek Heirloom Seeds

    Al momento non ho nessun seme di melanzana, se non ne riceverò dalla banca dei semi acquisterò la violetta di Firenze. Oppure lascerò perdere. Le melanzane richiedono troppo lavoro e non sempre mi danno una buona produzione.
    Non conosco la zuccherina e non so se sia l'equivalente della violetta. Magari è un nome di fantasia per renderla più accattivante.
    Mi sembra strano che la Coldiretti consideri la Violetta in via di estinzione. Si trova in vendita nei maggiori vivai, nei supermercati e anche al discount. E' buona, ma non rara.

    La tua rafia è naturale, la mia è sintetica, è semplicemente un cordino di plastica bianca.


    Fanno bene quelli del supermercato a rivolere le vaschette. Se tutti facessero così non ci sarebbero così tanti rifiuti.




    La controindicazione della vaschetta è che le piantine non sono singole.
    Piante dalle radici delicate come i fagioli possono soffrire di più. Io raramente trapianto i fagioli, così nelle vaschette vedo solo vantaggi.
    L'umidità dura di più, le radici hanno più spazio, si trasportano facilmente.
    Per ridurre la necessità di terra metto sul fondo uno strato di aghi di pino, che fa da drenaggio.
    (io non faccio fori sul fondo delle vaschette, per evitare di sgocciolare in casa. Bagno con attenzione e metto gli aghi di pino sul fondo)

    Poi sarà sicuramente l'inesperienza, ma a me quest'anno è sembrato molto più faticoso gestire le cose all'orto (pacciamatura, l'estirpatura dell'erba, piante rampicanti) che ripicchettare tante belle piantine a mano.
    Riguardo la pacciamatura non so dirti perché non la faccio, metto solo degli aghi di pino (non avendo di meglio)
    Ripicchettare per me non è faticoso, strappare l'erba si, ma facendolo spesso man mano diminuisce. L'importante è strapparla prima che fiorisca, e quando la terra è giustamente umida, per non rompere le radici.

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie