Pagina 3 di 3 PrimoPrimo 123
Mostra risultati da 21 a 30 di 30

Discussione: OSCAR 2016: pronostici e commenti

  1. #21
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,622
    Grazie dati 
    11,542
    Grazie ricevuti 
    13,952
    Ringraziato in
    7,447 post

    Riferimento: OSCAR 2016: pronostici e commenti

    Shiny della cronaca della serata, praticamente mi trovo con tutto quello che hai scritto

    io ho retto fino al premio al nostro grande Ennio, poi sono crollato, mi sono svegliato alle 7.30 (come al solito) per accompagnare mia figlia a scuola e poi sono venuto a lavurà

    adesso sono uno zombie-felice-che-dorme-sulla-tastiera

    ma davvero stra-felice per Morricone con il quale ho da sempre un legame affettivo-mistico-passionale-liturgico denso di stima, nostalgia e gratitudine, era davvero ora che l'Accademia (come dice lui) gli desse la statuetta dorata


    con le sue musiche ci sono cresciuto, gli devo tantissime emozioni, posso dire che un bel pezzo della mia vita da cinefilo è accompagnata dalla soundtrack di Morricone


    provo a scrivere qualcosa a braccio ma non so se saranno pensieri sufficientemente articolati


    Citazione Originariamente scritto da wrongway Vedi messaggio
    stasera il Taranta lo andiamo a vedere in 70mm
    invidia suprema!

    mi accodo alla richiesta di Kowa, facci sapere la differenza con la versione per noi-comuni-mortali e non dire che non l'hai vista altrimenti ti "odierò" ancora di più

    al limite rimedia e vediti pure quella, già solo per essere solidale con i tuoi più sventurati amici di forummo

    io volevo andare a Roma per vederlo in 70mm ma putroppo non ci sono riuscito e mi sono dovuto accontentare della versione multisala

    comunque mi è piaciuto un sacco, trovo che il "Taranta" abbia fatto un nuovo passo avanti nella sua colta esplorazione dei generi "bassi", facendo un film intimo, "piccolo" (alla Jackie Brown, per capirci), non facile, ma cinematograficamente enorme

    una tragedia "da camera" che riflette, amaramente, sulla storia americana e sulla natura umana, sospesa tra Storia, politica, western, giallo, ironia nera e pulp. Grandi dialoghi, almeno due grandi personaggi e tanto geniale iperrealismo tarantiniano con un finale beffardo, ambiguo e "splatteroso". Anche le musiche di Ennio mi sono piaciute molto, sono esattamente come il film: non facili, non immediate, ma assai ricercate, un lavoro intimo e raffinato che scava nel profondo.

    ci voleva Tarantino per convincere l'Accademia a dare il massimo premio al nostro grande Maestro!


    sulla serata ha detto tutto Shiny: noiosa, mediocre, per fortuna i discorsi di ringraziamento sono stati contenuti

    la canzone di Specte per me è brutta come il film, l'ultimo Bond-James-Bond è stato per me una totale delusione

    l'apparizione di Charlize, la costumista australiana hard-rock, i premi tecnici a Mad Max (per cui facevo il tifo) ed il premio a Rylance (anche se gli avrei preferito il buon Ruffalo) mi hanno tenuto "sveglio" fino al momento topico

    certo che Sly (icona del machismo reganiano anni '80 stile "brutto comunista sovietico sono io che ti spiezzo in due!" ) messo al tappeto da una spia russa non è male ed ha un suo perchè

    Citazione Originariamente scritto da shiny Vedi messaggio
    Sono le 5 passate e siamo al climax. Sale sul palco Quincy Jones (con Pharrell Williams, perchè? ) e la tensione sale...
    Vince Ennio Morricone!! Evvai!
    Complimenti dai colleghi, un abbraccio e un sostegno glielo dà il più giovane John Williams (stampate il fotogramma, è pura leggenda in un solo frame!), Ennio, accompagnato dal figlio, sale sul palco e la platea gli tributa la standing ovation. Si commuove Ennio, gli si rompe la voce mentre ringrazia il collega e parimente mito Williams, Tarantino e la moglie. Il figlio traduce. Ora siamo contenti, comunque vada il resto della cerimonia, questo momento ci ripaga.
    Il ricordo di James Horner, Quincy Jones, John Williams, Ennio Morricone... mancava Hans Zimmer (che di Ennio è grande fan) e l'empireo attuale delle soundtracks era completo. Gli altri grandi se ne sono già andati da un pezzo purtroppo.
    da incorniciare tutto quello che hai scritto qui

    ho goduto, ho esultato e mi sono commosso con il Maestro. Già lo feci nel 2007 quando lo premiò Clint (ma senza sigaro! ), ma adesso è stato tutto ancora più intenso

    l'Accademia lo ha risarcito dello "scippo" di 30 anni fa, "scusate il ritardo" ma "non è mai troppo tardi"

    sono andato a nanna felicissimo, come quando la giuve vinse la coppa maledetta contro l'Ajax


    a parte Rylance e gli effetti speciali mi pare che sia andato tutto secondo i pronostici. Quando "miglior film" e "miglior regia" si dividono vuol dire che è un anno mediocre o un anno di grande equilibrio, senza un film che metta tutti d'accordo.

    Spotlight è un buon film, solido, impegnato, scritto bene e recitato benissimo, un lucido film di denuncia alla Pakula, la vittoria ci può stare ...

    a parte Mad Max (che non aveva speranze ai massimi livelli e che ha fatto il massimo), gli avrei preferito di un soffio La grande scommessa (più innovativo nello stile, meno convenzionale, più spudorato, a tratti amaramente irresistibile)

    le vittorie di Inarritu, Lubezki, della Larson (bravissima in Room insieme al piccolo Tremblay) e di DiCaprio erano ampiamente preventivate, se non altro adesso finirà il tormentone date-l'Oscar-a-DiCaprio

    comunque il suo discorso di ringraziamento (che ho sentito dopo in rete) è stato un altro momento da salvare della serata. Avrà pur detto cose "banali" (nel senso di ovvie, non nel senso di poco importanti) ma, a quanto pare, l'umanità ha da sempre problemi ad attuare le cose "ovvie"


     








    Ultima modifica di Strider; 29-02-16 alle 15: 36.
    "Per quel che mi riguarda Morricone è il mio compositore preferito e quando parlo di compositore non intendo quel ghetto che è la musica per il cinema ma sto parlando di Mozart, di Beethoven, di Schubert." (Quentin Tarantino)

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #22
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,792
    Grazie dati 
    1,565
    Grazie ricevuti 
    2,190
    Ringraziato in
    976 post

    Riferimento: OSCAR 2016: pronostici e commenti

    Ora non ho il cervello abbastanza sveglio per fare anche un'analisi, ecco la ragione per cui mi sono limitato alla cronaca dello show.
    Mad Max a parte preferivo anch'io La Grande Scommessa, molto più innovativo e graffiante, però che abbia vinto Spotlight non mi ha deluso.
    Trovo The Revenant sublime tecnicamente e visivamente ma il resto è il classico revenge movie con in più un orso...

    Mi aggiungo alla lista di invidiosi di wrong che può vedere il Taranta in Super Panavision 70mm (potrei anch'io, ma Melzo è trooooppo scomodo per me).
    Su The Hateful Eight non sono riuscito a esprimermi prima ma sebbene mi sia piaciuto ho trovato una parte centrale al solito esagerata e verbosa (che per Quentin è normale ma qui è un difetto). E' un cupo thriller più che un western, nelle costruzione teatrale e nei toni noir. A tal proposito devo fare un tardivo errata corrige sulla partitura del Maestro romano: vi dissi che era un po' una summa del suo cinema western e mi sbagliavo, non c'entra nulla, ma son stato fuorviato da una preview fasulla che circolava in rete un mesetto fa.
    E' perfettamente in linea col film, difficile al primo ascolto (molto difficile) ma interessante e fresca se analizzata a fondo.
    Tutto l'insieme e le molte coincidenze (la neve, Kurt Russell...) mi portano quasi a dire che Tarantino abbia fatto il suo film "alla John Carpenter". Una ennesima magistrale citazione.


    Citazione Originariamente scritto da Strider Vedi messaggio
    Che quadro... Ennio Morricone, anni 87, John Williams, anni 84, a destra ci sono i "giovani" Carter Burwell e Thomas Newman (entrambi classe '55), il secondo figlio del grande Alfred, che di statuette ne ha vinte 9. Mitologia signori
    Credo che il buon Thomas si stesse chiedendo se farà anche lui la fine del Maestro, per ora ha 12 nominations e non ha mai vinto Nota a margine: ho trovato un coup de theatre della regia l'andare a pescare in sala Danny Elfman, altro genio della musica per film che non ha mai vinto.

  4. #23
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    710 Avalon Ave. Wonderland M31
    Messaggi
    5,966
    Grazie dati 
    6,176
    Grazie ricevuti 
    5,868
    Ringraziato in
    3,004 post

    Riferimento: OSCAR 2016: pronostici e commenti

    Citazione Originariamente scritto da Strider
    :mi accodo alla richiesta di Kowa, facci sapere la differenza con la versione per noi-comuni-mortali e non dire che non l'hai vista altrimenti ti "odierò" ancora di più

    al limite rimedia e vediti pure quella, già solo per essere solidale con i tuoi più sventurati amici di forummo
    purtroppo oggi è peggio di ieri...

    al volo: essendovi l'opportunità di trovarci in quanti più possibile a vederlo, si era optato per ammirarlo direttamente nella versione in 70mm (a noi ci son voluti 3 quarti d'ora in auto per arrivarci e altrettanto per ritornare a casa) quindi ciccia: la versione per "comuni mortali" non l'ho (ancora) vista

    vi lascio col ticket:

     




    e un dubbio che mi è rimasto... o ho capito male io, o mi son perso qualcosa...

     
    se Daisy doveva essere tradotta a Red Rock per essere processata, la sosta all'emporio di Minnie era già prevista, oppure era dovuta alla tempesta che stava per sopraggiungere, e quindi era una sorta di "deviazione" dal percorso? (l'ipotesi della "deviazione" mi era parsa dal discorso tra Russell e Jackson prima che quest'ultimo salisse sulla diligenza ) Perché se era imprevista, come facevano nell'emporio a sapere che la diligenza con Daisy si sarebbe fermata proprio lì?


    p.s.: i commenti sul film li posterò appena potrò... :
    Ultima modifica di wrongway; 01-03-16 alle 11: 55. Motivo: messo spoiler

  5. #24
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,622
    Grazie dati 
    11,542
    Grazie ricevuti 
    13,952
    Ringraziato in
    7,447 post

    Riferimento: OSCAR 2016: pronostici e commenti

    Citazione Originariamente scritto da wrongway Vedi messaggio


    e un dubbio che mi è rimasto... o ho capito male io, o mi son perso qualcosa...

     

    se Daisy doveva essere tradotta a Red Rock per essere processata, la sosta all'emporio di Minnie era già prevista, oppure era dovuta alla tempesta che stava per sopraggiungere, e quindi era una sorta di "deviazione" dal percorso? (l'ipotesi della "deviazione" mi era parsa dal discorso tra Russell e Jackson prima che quest'ultimo salisse sulla diligenza ) Perché se era imprevista, come facevano nell'emporio a sapere che la diligenza con Daisy si sarebbe fermata proprio lì?

    rispondo sotto spoiler

     

    non mi ricordo se la sosta era prevista o dovuta alla tempesta ma mi sembra la seconda ipotesi

    però mi pare anche che viene detto che l'emporio di Minnie fosse una tappa abituale per chi passasse in quelle zone, infatti la conoscevano molto bene (comprese le abitudini dei locandieri)

    quindi Oswaldo Mobray e i suoi compari si saranno basati sulle alte probabilità dell'evento per mettere a punto il loro piano. E le probabilità sono sicuramente aumentate visto il maltempo che c'era in quei giorni

    magari avevano già uno smartphone per vedere le previsioni in tempo reale


    "Per quel che mi riguarda Morricone è il mio compositore preferito e quando parlo di compositore non intendo quel ghetto che è la musica per il cinema ma sto parlando di Mozart, di Beethoven, di Schubert." (Quentin Tarantino)

  6. #25
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    160
    Grazie dati 
    473
    Grazie ricevuti 
    289
    Ringraziato in
    150 post

    Riferimento: OSCAR 2016: pronostici e commenti

    Bellissima la risposta di Strider! Anch'io ho pensato all'eventualità "tecnologica"!
    Comunque, più o meno ad un mese dalla visione, sono ancora pieno di domande (e non è che mi capiti spesso...)
    Perchè al di là delle metafore/allegorie/simbolismi (pure estremamente evidenti), ci sono diverse componenti casuali che ancora faccio fatica a decodificare e la sosta rientra tra queste...

    Concordo col nostro Mod
     
    A ridosso del Natale, con gente pratica del territorio e che potrebbe avere esperienza sulle abituali condizioni climatiche del luogo, potrebbe starci sia il discorso della deviazione forzata, così come l'opportunità per i cattivoni di intercettare Daisy puntando su questa situazione metereologica...
    E' un ragionamento davvero contorto il mio, Strider l'ha sintetizzato decisamente meglio, ma l'ipotesi della sosta all'emporio di Minnie potrebbe essere considerata come "eventualità altamente probabile"; in mezzo al nulla prima di arrivare a Red Rock "di là devono passare per forza" avran pensato Osvaldo Vattelapesca, Bob e compagnia...

    Piuttosto, non vi ha dato da pensare il fatto che due affermati cacciatori di taglie (Marquis Warren e John Ruth "Il Boia" lo sono), nonostante il loro mestiere, non "riconoscano" proprio nessun membro della gang?
    Dopo veniamo pure a sapere che hanno taglie anche importanti, ma davvero? Niente? Neanche il più classico dei cartelli "Wanted" attaccato un po' dappertutto?
    L'ho trovato un po' strano, sinceramente, oltre al fatto che un po' tutti si bevono quantità industriali di liquidi vari ma nessuno mi pare si fiondi alla latrina, io col freddo son sempre in bagno!

    Ultima modifica di Kowalski; 01-03-16 alle 11: 54.

  7. #26
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,622
    Grazie dati 
    11,542
    Grazie ricevuti 
    13,952
    Ringraziato in
    7,447 post

    Riferimento: OSCAR 2016: pronostici e commenti

    ciao Kowa


     


    Citazione Originariamente scritto da Kowalski Vedi messaggio
    Piuttosto, non vi ha dato da pensare il fatto che due affermati cacciatori di taglie (Marquis Warren e John Ruth "Il Boia" lo sono), nonostante il loro mestiere, non "riconoscano" proprio nessun membro della gang?
    Dopo veniamo pure a sapere che hanno taglie anche importanti, ma davvero? Niente? Neanche il più classico dei cartelli "Wanted" attaccato un po' dappertutto?
    si, è vero, questa cosa l'ho pensata anch'io ed è alquanto strana

    magari era gente "di fuori" ?

    Citazione Originariamente scritto da Kowalski Vedi messaggio
    oltre al fatto che un po' tutti si bevono quantità industriali di liquidi vari ma nessuno mi pare si fiondi alla latrina, io col freddo son sempre in bagno!
    un po' come Tex Willer che non andava mai al bagno, mi ricordo che me lo chiedevo sempre quando leggevo i fumetti

    invero c'erano tante altre cose che il nostro non faceva


    "Per quel che mi riguarda Morricone è il mio compositore preferito e quando parlo di compositore non intendo quel ghetto che è la musica per il cinema ma sto parlando di Mozart, di Beethoven, di Schubert." (Quentin Tarantino)

  8. #27
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: OSCAR 2016: pronostici e commenti

    Felicissimo anche io per il Maestro Morricone, uno dei compositori da me preferito per le colonne sonore, assieme a un altre grande italiano, Nino Rota.

    E qui mi tocca ritoccare un altro tasto dolente. Non ho visto l'ultimo di Tarantinello e manco lo voglio vedere, quindi mi ascoltero' la colonna sonora con calma. Ai suoi esordi ero interessato a Tarantinuccio, ma mi ha sempre piu' deluso. Mi pare che continui a fare solo riferimenti su riferimenti su autoriferimenti. Cercai di vedere Kill Billy ma non sono maui riuscito a finire neppure il primo dei due, disgustato ancora di piu' di Matrix (sono un fanatico del filone arti marziali). Stessa sorte per Death Proof (grazie a Netflix posso cominciare tutto quello che voglio senza dovere finire, se non mi piace passo ad altro, la mia coda e' lunga con piu' di cento titoli) Django almeno lo ho finito, ma ammetto che dopo un po' mi sono messo a fare dell'altro. Insomma, sara' quel grande registra se piace cosi' tanto, ma proprio con me non ci piglia nulla.

  9. #28
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,622
    Grazie dati 
    11,542
    Grazie ricevuti 
    13,952
    Ringraziato in
    7,447 post

    Riferimento: OSCAR 2016: pronostici e commenti

    ciao Marco

    lungi da me volerti far cambiare idea (e gusti) su Tarantino, che però io amo così tanto che non posso non scrivere qualcosa, anche perchè ormai è da tanto che qui non si riesce quasi più a discutere di cinema, visto che siamo in pochi e si interviene di rado in modo da stimolare proficue discussioni

    capisco che il cinema di Tarantino è particolare e può non piacere, infatti ha diversi detrattori (in tanti lo definiscono "copione") oltre che tantissimi ammiratori

    Io sono cresciuto con il cinema italiano di genere degli anni '70, la mia prima formazione cinefila è stata quella

    spaghetti western, poliziotteschi, thriller, horror e derive varie, commedia sexy, Bud & Terence, Tomas Milian e via discorrendo ...

    poi crescendo ho scoperto il cinema d'autore (2001 fu il primo incontro "fatale"), i gusti sono diventati più raffinati ma non ho mai dimenticato il "primo amore" sebbene abbia capito chiaramente che, obiettivamente, si trattava di "robaccia" nella maggior parte dei casi

    si è allora creato uno "scisma" tra il mio gusto intellettuale e quello sentimentale legato ai ricordi adolescenziali, ma non ho mai rinnegato nel cuore quel cinema con cui sono cresciuto

    quando è spuntato Tarantino per me è stata una manna dal cielo, una sorta di "profeta" dei generi, un "messia" per il cinema di serie B

    già con Le iene rimasi folgorato, poi con Pulp Fiction è stato amore folle. Credo di averlo visto 4-5 volte solamente in sala

    d'altra parte come potevo non amare un americano dal cognome italiano che dice che "il suo film preferito è Il buono, il brutto, il cattivo", che il suo regista preferito è Sergio Leone, uno che adora quei b-movies italiani stracult e che li cita a ripetizione, uno che si è dato la missione di rendere altisticamente "alto" il cinema "basso", di portare in auge quel tipo di cinema di "cattivo gusto" che tutti abbiamo visto ma di cui un po' ci vergogniamo, rendendolo degno, rendendolo cool e "per tutti"

    Tarantino è riuscito, col suo stile follemente geniale, a sdoganare la violenza esplicita facendola diventare digeribile e mainstream, Tarantino ha reso cool i cattivi coi suoi dialoghi adorabilmente non-sense. Lo aveva già fatto Kubrick con Alex De Large ma quanto gli era costato ? critiche, accuse assurde, emulazioni di squilibrati, dovette addiritture ritirare la sua "arancia" dalle sale inglesi ...

    e quella violenza sporca e brutale che ha sempre reso di nicchia e underground autori come Sam Peckinpah o Abel Ferrara o David Cronenberg, con Tarantino è diventata accettabile, addirittura amabile, perchè ironica, fuori di testa, fumettistica, visionaria

    e ancora mi chiedo ... ma come faccio a non amare uno che dice pubblicamente una frase come quella che ho messo in firma ?


    a volte sono critico anch'io con il "Taranta", ad esempio Death Proof o Django e lo stesso Kill Bill 2 li ho trovati così così, meno geniali ed ispirati del solito, in fondo si sa che non tutte le ciambelle ...

    però come si fa a negare la bellezza, il genio di una sequenza come questa ?

    è puro cinema! romanticismo crudele e beffardo, omaggio alla settima arte, film nel film, puro talento visivo, eros e thanatos, etc etc ....

    ma come si fa a dire il contrario ?

    https://www.youtube.com/watch?v=Q-hygkcbhDA

    e vogliamo parlare del commento musicale di Morricone che QT ha scelto per questa scena ? in quanti lo conoscevano ? anche questo è talento purissimo, altro che ....

    personalmente non posso che ringraziare Tarantino per tutto quello che fa, per l'amore che dimostra per quel cinema italiano "da tenere nascosto sotto lo zerbino del moralismo" e per la passione quasi infantile con cui affronta il suo lavoro. Senza questa passione non sarebbe mai riuscito a convincere Morricone a scrivere la colonna sonora per The hateful 8 ed il nostro grande Maestro non avrebbe vinto il suo Oscar

    anzi,come ha detto Piovani l'altra sera, l'Academy non avrebbe vinto il nostro Morricone perchè l'onore è stato tutto loro

    Marco, anche se non ti piace, ti consiglio di vedere i primi film di QT e magari anche Bastardi senza gloria

    se poi è del tutto fuori dai tuoi gusti pazienza ...

    Ultima modifica di Strider; 08-03-16 alle 01: 43.
    "Per quel che mi riguarda Morricone è il mio compositore preferito e quando parlo di compositore non intendo quel ghetto che è la musica per il cinema ma sto parlando di Mozart, di Beethoven, di Schubert." (Quentin Tarantino)

  10. #29
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    160
    Grazie dati 
    473
    Grazie ricevuti 
    289
    Ringraziato in
    150 post

    Riferimento: OSCAR 2016: pronostici e commenti

    Tarantino, piaccia o no, è il solo contemporaneo capace di generare così vasta attenzione da parte di fans e media cinefili anche tramite semplici annunci; ricordo un'ossessiva curiosità simile solo per Kubrick e, in maniera decisamente ridotta e a livello nazionale, per Moretti (a parer mio scivolato negli ultimi anni in un noioso autocompiacimento assai poco redditizio in chiave realizzativa)...

    "Sparare" su QT è un po' una disciplina Olimpica, ci sta per il personaggio che non sembra esser da mezze misure; io personalmente, nel corso degli anni, ho sviluppato un'idea scema ai più ma redditizia per il sottoscritto:

    Evito di leggere/sentire/vedere, quanto più possibile, su di lui -ed il relativo film- fino ad avvenuta visione della pellicola ultima; è assai difficile, visto il bombardamento mediatico, ma diciamo che me la cavo abbastanza bene...

    Tutto ha origine dal fatto che gli ultimi film del regista - in base alle inevitabili dichiarazioni che comunque "subisco"- rientrano in "generi" da me sinceramente non troppo amati:
    Il cine-bellico, lo spaghetti-western, decisamente meglio il grindhouse, invece...
    Solo che poi, ad avvenuta visione, nonostante le remore, mi riscopro sempre decisamente entusiasta e ampiamente soddisfatto!
    Magari ho qualche dubbio su quest'ultimo, ma ne parlerò in altro momento...

    Giuro! Non sapevo fino alle nominations degli Oscars che, ad esempio, ci fosse (con mia enorme gioia) Jennifer Jason Leigh in "Hateful Eight" (non pensavo ci fossero proprio donne nel film!) e mi è letteralmente caduta la mascella a leggere l'ultimo nome del cast
     
    Purtroppo a parer mio un imperdonabile errore di casting; sto parlando di Channing Tatum che, insieme all'insopportabile Tim Roth e allo spaesatissimo Michael Madsen rappresentano per il sottoscritto una scelta davvero infelice!


    Il punto è che, questa attenzione esagerata e spasmodica per ogni film dell'autore, trova una sua giustificazione, ad esempio, nella messa in scena; ricchezza di particolari, una cura maniacale per le scenografie, i primi piani su situazioni oppure oggetti apparentemente insignificanti (salvo poi trovare un suo perchè a posteriori...); parafrasando persone molto più abili di me nell'analisi, non c'è un metro di pellicola sprecato nei suoi film e stiam parlando di pellicole fluviali, spesso superiori alle 2h 1/2, con tematiche sulle quali si può discutere all'infinito:
    Mancanza di originalità? Plagio conclamato? Autoreferenzialità? Narcisismo? Per citare i "detrattori"...

    Per me è un grande, grandissimo autore, innamoratissimo del cinema, TUTTO, non solo di quello che fuoriesce dalle veline/recensioni degli uffici stampa e che un po' tutti tendono a ripetere per facilità...
    E' l'unico autore che mi porta sempre al cinema (tutti i suoi lavori li ho visti, anche più volte, sul grande schermo)

    Strider ha elencato alcuni maestri che possono ricorrere in discussioni tipiche sul cinema di QT, ma potremmo parlare di Godard (dal marchio A Band Apart /Bande à part a Mia Wallace/Anna Karina), dalle affinità con Rohmer per il sapiente lavoro sui dialoghi (Tarantino lo ha spesso citato) a uno dei miei preferiti, Seijun Suzuki (tutta l'opera del 92enne giapponese può esser considerata fonte dì ispirazione per QT) o il Jack Hill di "Switchblade Sister" (vero manifesto "Grindhouse")...
    Poi Russ Meyer, Jess Franco, Herschell Gordon Lewis, cinema di serie A o serie Z il gioco può andare avanti all'infinito...

    Senza "Kill Bill" forse non avremmo recuperato "Lady Snowblood", senza "Le Iene" o "Pulp Fiction" forse John Woo o tutto il cinema di Hong Kong sarebbe ancora rimasto un fenomeno di nicchia; magari "Django Unchained" "Inglorious Basterds" han permesso a molti (fuori dall'Italia) di conoscere gli artigiani del cinema nostrano...

    Un po' per tutti i gusti, parlarne bene o male, secondo me rende un gran servizio al cinema, stimola la passione, accende l'entusiasmo e permette di scoprire o riscoprire sottogeneri, autori e films dimenticati

    Per me sta nell'Olimpo, assolutamente, nei suoi film ritrovo, in toto, tutto quello che mi fa amare il cinema in generale, di questo gli sarò sempre grato...

    P.S.
    Mi riservo ancora un'opinione su "The Hateful Eight" perchè sono assai combattuto, poi sto aspettando una "cosa" che posterò appena giungerà a destinazione!


  11. #30
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: OSCAR 2016: pronostici e commenti

    Citazione Originariamente scritto da Strider Vedi messaggio
    ... Marco, anche se non ti piace, ti consiglio di vedere i primi film di QT e magari anche Bastardi senza gloria ...
    Come ho gia' detto, li ho visti. Seguii Tarantinuccio proprio fino a Kill Willy Chapter One, che provai a vedere piu' di una volta proprio per vedere se non ero nella giusta predisposizione, ma non ci sono mai riuscito. Forse la sua cosa che mi piace di piu' e' il suo episodio di Four Rooms (un film che mi piace assai)
    Non sono un detrattore di Tarantalo', ammetto che sia una mia deficenza. Non sapevo nemmeno che avesse detrattori, mi pare invece che sia molto amato dal pubblico e dalla critica, il motivo che ho scritto quel messaggio e' stato proprio per fare "coming out".

    Comunque devo ammettere una cosa: le parodie di Kill Jilly mi piacciono tutte...

    Kill Bill In One Minute

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie