Pagina 112 di 300 PrimoPrimo ... 1262102110111112113114122162212 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 1,111 a 1,120 di 2994

Discussione: L'Angolo del Cinefilo - 2015 (1 semestre)

  1. #1111
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,622
    Grazie dati 
    11,542
    Grazie ricevuti 
    13,952
    Ringraziato in
    7,447 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2015 (1 semestre)

    ok! quella da imgur la vedo

    per la manche

    1) Dom Hemingway - Jude Law
    "Per quel che mi riguarda Morricone il mio compositore preferito e quando parlo di compositore non intendo quel ghetto che la musica per il cinema ma sto parlando di Mozart, di Beethoven, di Schubert." (Quentin Tarantino)

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #1112
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    710 Avalon Ave. Wonderland M31
    Messaggi
    5,966
    Grazie dati 
    6,176
    Grazie ricevuti 
    5,868
    Ringraziato in
    3,004 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2015 (1 semestre)

    per la manche:

    1) Agente 007 - Thunderball: operazione tuono - Sean Connery

    per Darabont con "le ali" e "il miglio" anch'io sono del fronte di quelli che pensano che sia stato abile nel toccare determinate corde ("il miglio" gi finito negli Altri films... - a "The Mist" ho dato 7- perch l c' l'enorme problema di quel tipo di grafica computerizzata che nun se p guard )

    invece il mio problema con MDB (pur ritenendolo dal punto di vista tecnico una delle vette del Nostro "Regista" ) risiede nel clich del "martire che si sacrifica sull'altare del cinema Eastwoodiano": Gran Torino (7-) Lettere da Iwo Jima (7) Mystic River (8) Space Cowboys (7-) I ponti di Madison County (8) Un mondo perfetto (7) - "Mystic" svetta per il Penn da strameritato Oscar (regalato invece a Robbins in uno dei suoi tanti ruoli da "imbranato" che bene gli riescono, per non che avesse chiss che concorrenza... ) e per lo script (quell'anno l'academy lo diede a "Il Ritorno del Re" il che per me tutto dire... ) (considerazione a parte: qualitativamente negli adattamenti di Lehane e nella realizzazione degli stessi, a "Gone Baby Gone" andata quasi altrettanto bene, mentre mi rimane il fantasticare di che cosa ci avrebbe potuto fare Polanski con "Shutter Island" se mai ce l'avesse avuto tra le mani ) - "I ponti" invece forse il suo unico film in cui il tutto mi risulta perfettamente bilanciato

    restando negli avatars, quelli a cui ho fatto vedere il dvd del mio (che per la cronaca un frame che non compare nel film) han tutti cacciato il classico: "Ma che boiata pazzesca mai questa????!!!!" (i termini usati al posto di quello in corsivo erano ovviamente altri... )

    Ultima modifica di wrongway; 28-02-15 alle 00: 46. Motivo: nonostante li rilegga sempre i post prima di premere invio, mi scappa sempre qualche strafalcione gngngngn

  4. #1113
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,622
    Grazie dati 
    11,542
    Grazie ricevuti 
    13,952
    Ringraziato in
    7,447 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2015 (1 semestre)

    Citazione Originariamente scritto da wrongway Vedi messaggio
    "The Mist" ho dato 7- perch l c' l'enorme problema di quel tipo di grafica computerizzata che nun se p guard
    questo vero

    per gli effetti speciali sembra un misto tra un b-movie ed un film tv

    ma per la sua cattiveria a me piaciuto

    per quanto riguarda il nostro Clint:

    a me Eastwood piace perch fa un tipo di cinema "classico", basato sulla sceneggiatura e la recitazione. Poi a volte eccede con gli zuccheri, altre volte con quel moralismo tipicamente americano, per la messa in scena, le ricostruzioni ambientali e la direzione degli attori sono sempre eccellenti. Persino la Jolie con lui ha dato il meglio

    il mio preferito Unforgiven (per quanto il finale un po' troppo inverosimile mi abbia sempre lasciato perplesso) e poi ci metterei Mystic River, Million Dollar Baby e I ponti di Madison County che davvero un adattamento coi fiocchi del romanzo di Waller
    anche Changeling mi piace: la ricostruzione storico ambientale splendida, i film sulla polizia californiana corrotta mi hanno sempre fatto impazzire e certe sequenze sono da brividi

    invece Gran Torino non lo reggo proprio, c' quel tipo di sentimentalismo edificante che mi provoca la nausea

    tutti i successivi li ho trovati un po' sotto tono, sempre impeccabili tecnicamente ma un tantino scialbi, calligrafici, didascalici, privi di quella zampata geniale

    Citazione Originariamente scritto da wrongway Vedi messaggio
    restando negli avatars, quelli a cui ho fatto vedere il dvd del mio (che per la cronaca un frame che non compare nel film) han tutti cacciato il classico: "Ma che boiata pazzesca mai questa????!!!!" (i termini usati al posto di quello in corsivo erano ovviamente altri... )
    ovviamente non un film facile, roba per cinefili, ma una delle poche pellicole del nuovo millennio a cui darei 10

    veramente uno spettacolo che stimola tutti i sensi e la mente e ti lascia dentro un senso di stupore, smarrimento e, ovviamente, voglia di rivederlo nuovamente


    2) Rocknrolla - Gerald Butler
    "Per quel che mi riguarda Morricone il mio compositore preferito e quando parlo di compositore non intendo quel ghetto che la musica per il cinema ma sto parlando di Mozart, di Beethoven, di Schubert." (Quentin Tarantino)

  5. #1114
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,850
    Ringraziato in
    5,690 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2015 (1 semestre)

    a tutti

    Ho partecipato poco alla manche precedente perche' purtroppo con lo schema del puzzle ho pochissimi appigli per la ricerca dato che per gli indizi non sono portato e, tanto per dire, dopo le prime due foto l'unica cosa che avevo trovato in comune con i due attori era che la loro madre si chiamasse Muriel ...questo per dire.
    Ovvi complimenti allo zio Teo che ha beccato una delle pellicole che piu' ho apprezzato checche' ne dica il 7- di Wrong e concordo pienamente col voto di Ros e con la sua considerazione sul parallelo col "Miglio verde" che alla pari del precedente pongo sul medesimo livello benche' sia presente un lato fantastico che non appare in "Le ali della liberta'".

    Per la nuova sparo un....

    1) Bullit - Steve McQueen

  6. #1115
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,622
    Grazie dati 
    11,542
    Grazie ricevuti 
    13,952
    Ringraziato in
    7,447 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2015 (1 semestre)



    3) Il mattino ha l'oro in bocca - Elio Germano
    "Per quel che mi riguarda Morricone il mio compositore preferito e quando parlo di compositore non intendo quel ghetto che la musica per il cinema ma sto parlando di Mozart, di Beethoven, di Schubert." (Quentin Tarantino)

  7. #1116
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,850
    Ringraziato in
    5,690 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2015 (1 semestre)



    2) Il padre della sposa - Steve Martin

  8. #1117
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,622
    Grazie dati 
    11,542
    Grazie ricevuti 
    13,952
    Ringraziato in
    7,447 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2015 (1 semestre)

    4) Come Dio comanda - Filippo Timi
    "Per quel che mi riguarda Morricone il mio compositore preferito e quando parlo di compositore non intendo quel ghetto che la musica per il cinema ma sto parlando di Mozart, di Beethoven, di Schubert." (Quentin Tarantino)

  9. #1118
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    710 Avalon Ave. Wonderland M31
    Messaggi
    5,966
    Grazie dati 
    6,176
    Grazie ricevuti 
    5,868
    Ringraziato in
    3,004 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2015 (1 semestre)

    per la manche:

    2) Agente 007 - Licenza di uccidere - Sean Connery

    Citazione Originariamente scritto da Arma
    che ha beccato una delle pellicole che piu' ho apprezzato checche' ne dica il 7- di Wrong
    il 7- a "The Mist" ..."le ali" va diritto negli "Altri films..."

    Citazione Originariamente scritto da Stridy
    per gli effetti speciali sembra un misto tra un b-movie ed un film tv
    "roba" che fa danno... ad es. di recente passata la prima in chiaro di Flight di Zemeckis a cui ho dato 7-

     

    il film io lo divido in quattro blocchi:

    1) l'intro nella stanza dell'hotel un pezzo di Grande Cinema ...non sembra neanche Zemeckis... Voto: 9

    2) quello che accade all'interno dell'aereo impressionante... al momento non mi ricordo di aver mai visto nulla di simile che sia stato realizzato in una maniera cos coinvolgente Voto: 8

    - le due parti di cui sopra sono responsabili dell'assegnazione del () -

    3) il veivolo e quello che gli accade, il tutto visto dall'esterno (ovviamente in "computer grafica") disarmante Voto: 4

    4) la presa di coscienza post-incidente e la relativa svolta di vita si erano viste anche in "Cast Away" (ovviamente entrambi i film le contestualizzano) Voto: 6


    Citazione Originariamente scritto da Stridy
    il mio preferito Unforgiven
    Gli spietati oltre a concordare sul fatto che sia la migliore pellicola di Eastwood, per me anche il miglior western girato da quando Silverado rilanci il genere
    gli diedi "solo" 9 perch per ahilui inevitabile il confronto con i "Grandi classici" a cui s'ispira

    del Clint "regista", poi subito dopo per me ci sta Bird con 9- (se Whitaker non avesse "strabordato" come solito fare ...forse gli avrei dato il voto pieno )

    Ultima modifica di wrongway; 02-03-15 alle 00: 32.

  10. #1119
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    3,307
    Grazie dati 
    1,368
    Grazie ricevuti 
    1,610
    Ringraziato in
    1,003 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2015 (1 semestre)

    Buonasera

    Andiamo per pezzi.

    Citazione Originariamente scritto da Strider Vedi messaggio
    ZioT, vedi le tue cose con calma e non farti problemi, qui non andiamo di fretta e nulla dovuto

    per il discorso weekend valuta tu, ma considera che, di solito, nei due giorni del fine settimana non c' quasi nessuno

    io mi affaccio sporadicamente, idem per wrong, magari pi Arma (di solito) mi pare maggiormente attivo

    Key di sicuro non c', idem per la Mnemo e la Niki quasi mai

    ecco, adesso ho ancora peggiorato il tuo grattacapo visto che hai detto che da luned non ci sarai

    dai, vedi quello che puoi fare, con calma e senza problemi, mi piacerebbe vedere una tua manche
    Mi sono spiegato male, per la fretta: di sicuro riuscir a passare sul forum giornalmente, per molto pi probabilmente verso sera. L'unico "problema" riguarda chi pu passare solo al mattino/pomerggio, come Key, Niki o Mnemo, che si ritroverebbero a poter giocare poco. Comunque luned credo che un salto verso la tarda mattinata-ora di pranzo riuscir a farlo (per azzerare il counter) e forse anche gioved. Per il marted e il mercoled non penso, per vedremo, dipender molto anche dalla connessione. In ogni caso, se il quiz resister e tender ad arenarsi valuter (insieme a voi) di lasciare magari pi tentativi per la giornata (magari 7 a testa, per esempio). In ogni caso garantisco sempre un passaggio in tarda serata per riepilogare (ed azzerare il counter).

    Citazione Originariamente scritto da Strider Vedi messaggio
    ma non avevi gi condotto nel P2P ? mi ricordo male ?
    Su P2P no, mai. Avevo condotto una manche qui, una griglia sci/fi-fantasy (parecchio rivedibile ), ma come "volontario", senza la "vittoria sul campo" come in questo caso.


    Citazione Originariamente scritto da Strider Vedi messaggio
    per il discorso gusti lo abbiamo gi fatto in passato molte volte, ci possono stare anche le divergenze estreme

    moltissimi considerano Le ali della libert un capolavoro

    personalmente non lo ritengo tale, parlando in voti da 1 a 10 gli darei un 8 o un 8,5 ma non un 10 perch, per i miei gusti, troppo "furbetto" (ovvero costruito appositamente per piacere a tanti), per quanto egregiamente realizzato e recitato in modo straordinario da tutto il cast.
    Alcune volte anche questione di terminologia comune, in quanto, un film da 9 (voto simbolico che su due piedi potrei dare a "Le ali della Libert", o anche 8,5) pu essere considerato un "capolavoro" a mio gusto (pi soggettivamente che oggettivamente). Questo perch un ipotetico film da "10" o "10 e lode" rientra nella cerchia ristretta dei lavori che hanno fatto la storia del cinema, quell'lite che si eleva su tutti gli altri film.

    Alla fine la differenza di giudizio sul film minima, sta pi nella parola usata che nel voto.

    Per il film in se non ho mai avuto questa percezione della "furbizia". Magari un po' nella parte della morte di Brooks o dell'uscita di galera di Red che sembra inizialmente ricalcare le stesse orme ed arrivare alla medesima, tragica, conclusione. Per l'ho sempre premesso, con queste cose tendo molto di pi ad apprezzarle, rispetto al guardarle con "freddezza".

    Sar ingenuit, poca "malizia" cinematografica, per i biopic e i film drammatici in generale non li ritengo tutti uguali. C' il film palesemente furbo, che nemmeno a me piace (penso a McQueen), la pellicola che riesce a cammuffare abbastanza bene da rendere "sopportabile" il tutto" ed infine l'opera che riesce a metterci del suo e trasmettere, accattivandosi lo spettatore senza ricorrere a "mezzucci" visivi o comunque limitandoli. Perch certi concetti, che magari possono sembrare scontati, preconfezionati, talvolta necessitano di essere raccontati, non si pu farne a meno.

    Poi, ovvio, c' modo e modo di raccontare qualcosa, per certe "regole non scritte" bisogna "rispettarle", ecco. E qui torno all'esempio di prima, sempre rimanendo in tema di "Le ali della libert". Per capisco che quello che io posso percepire come empatico ad un altro pu sembrare una "furbata". Talvolta credo che il giudizio sia influenzato molto dalle nostre esperienze personali.

    L'emblema di quello che voglio dire "Amour", un film magari "ostico" per molti, eccessivamente lento in certi passaggi e magari troppo ridotto ad un microcosmo della coppia, troppo estraniato al resto del mondo. Ed pi o meno quel che penso anch'io della pellicola, anche se ne riconosco la forza e la delicatezza della storia (diciamo che colpisce ma non coinvolge, per dirla in maniera sintetica). Per, c' una scena che mi ha particolarmente colpito di questo film, perch un qualcosa di simile l'ho vissuto (ossia quando lei rifiuta l'acqua) ed ha lasciato un senso di tremenda sofferenza e realismo. Probabilmente vivere completamente un'esperienza simile mi avrebbe portato a giudicare il film sotto tutta un'altra luce. Infatti ricordo di aver letto un parere molto positivo su questo film, proprio da parte di una persona che per diverso tempo ha prestato assistenza in una casa di riposo e certe situazioni le ha vissute.

    Gli stessi discorsi valgono anche per "Million Dollar Baby", senza dilungarmi ulteriormente, in quanto abbastanza chiaro... Comunque l'avatar pi che altro per la locandina (anche se Mo Cishle sembra un uomo ), alla fine ci sono altri film che mi piacciono praticamente come questo, anche perch dipende sempre dal momento.

    Citazione Originariamente scritto da wrongway Vedi messaggio
    invece il mio problema con MDB (pur ritenendolo dal punto di vista tecnico una delle vette del Nostro "Regista" ) risiede nel clich del "martire che si sacrifica sull'altare del cinema Eastwoodiano": Gran Torino (7-) Lettere da Iwo Jima (7) Mystic River (8) Space Cowboys (7-) I ponti di Madison County (8) Un mondo perfetto (7) - "Mystic" svetta per il Penn da strameritato Oscar (regalato invece a Robbins in uno dei suoi tanti ruoli da "imbranato" che bene gli riescono, per non che avesse chiss che concorrenza... ) e per lo script (quell'anno l'academy lo diede a "Il Ritorno del Re" il che per me tutto dire... ) (considerazione a parte: qualitativamente negli adattamenti di Lehane e nella realizzazione degli stessi, a "Gone Baby Gone" andata quasi altrettanto bene, mentre mi rimane il fantasticare di che cosa ci avrebbe potuto fare Polanski con "Shutter Island" se mai ce l'avesse avuto tra le mani ) - "I ponti" invece forse il suo unico film in cui il tutto mi risulta perfettamente bilanciato
    Citazione Originariamente scritto da Strider Vedi messaggio
    per quanto riguarda il nostro Clint:

    a me Eastwood piace perch fa un tipo di cinema "classico", basato sulla sceneggiatura e la recitazione. Poi a volte eccede con gli zuccheri, altre volte con quel moralismo tipicamente americano, per la messa in scena, le ricostruzioni ambientali e la direzione degli attori sono sempre eccellenti. Persino la Jolie con lui ha dato il meglio

    il mio preferito Unforgiven (per quanto il finale un po' troppo inverosimile mi abbia sempre lasciato perplesso) e poi ci metterei Mystic River, Million Dollar Baby e I ponti di Madison County che davvero un adattamento coi fiocchi del romanzo di Waller
    anche Changeling mi piace: la ricostruzione storico ambientale splendida, i film sulla polizia californiana corrotta mi hanno sempre fatto impazzire e certe sequenze sono da brividi

    invece Gran Torino non lo reggo proprio, c' quel tipo di sentimentalismo edificante che mi provoca la nausea

    tutti i successivi li ho trovati un po' sotto tono, sempre impeccabili tecnicamente ma un tantino scialbi, calligrafici, didascalici, privi di quella zampata geniale
    Capisco il discorso di Wrong, il confine tra struggente e stucchevole molto labile, a volte.

    Comunque amo molto il cinema di Eastwood proprio per la sua pulizia nel raccontare di storie, nella profondit della trama, sempre ben strutturata (oltre ad una regia che esalta gli attori come ha detto giustamente Strider). Uno dei punti di forza, imho, dipende anche dal fatto che quasi tutti questi film sono basati su storie vere (ovviamente questo non significa che una storia basata su fatti realmente accaduti deve essere migliore di una trama totalmente "inventata", ma soltanto che con il cinema di Eastwood calza a pennello, imho).

    Personalmente metterei "Million Dollar Baby", "Gli spietati" e "Gran Torino" su un "podio ideale" e li considero praticamente allo stesso livello.

    Il primo una storia che ogni volta riesce sempre a colpirmi come se fosse la prima visione. Dal coinvolgimento per la determinazione e l'entusiasmo della Swank, fino alla spietata parte finale. E' una riflessione sulla forza dei personaggi ed allo stesso tempo la loro fragilit; sulla corruzione, l'eutanasia, se vogliamo anche sul maschilismo: tratta tematiche “sporche”, “cattive”, ma anche un film che sa essere delicato e sensibile che ha quasi paura di voler far del male ai suoi personaggi, dopo averli inserite nel vortice precedente (Mo Cishle significa mio tesoro... mio sangue). Ed infine c' l'amarezza finale, la consapevolezza di quanto si visto: un'esperienza probabilmente come tante altre nel cinema, per il modo in cui stato costruito riuscito a darmi soggettivamente quel qualcosa in pi di astratto che lo rende un film “speciale”. E' uno di quei film per i quali se ne potrebbe parlare per pagine e pagine senza mai esaurire le riflessioni, ma che allo stesso tempo non ha uno “sfogo”, perch non riesci realmente a comunicare cos'hai visto, perch ti rimane dentro, come un groppo in gola che ritorna prepotentemente quando ne riaffora il ricordo della visione, come se fosse una persecuzione, un vuoto. Ok, ci do un taglio.

    Brevemente sul resto: per “gli spietati” vale pi o meno lo stesso discorso di “Million Dollar Baby”, anche qui ho apprezzato molto il lato umano del western, in grado di dipingere personaggi ben diversi dai soliti “eroi” e di risaltarne le debolezze, in un viaggio introspettivo sorprendente e ben riuscito in tutto, anche nel finale per me.

    Gran Torino lo dovrei fortemente rivedere, sono passati anni dall'ultima volta. Per anche in questo caso sono rimasto stregato dalla sua umanit, dal suo essere forse cos lontano dai pensieri di Eastwood, ma allo stesso tempo intuire un legame “personale”, come quello dei protagonisti. Ma viaggia molto sul confine detto precedentemente.

    Per quanto riguarda gli altri, direi che “Lettere da Iwo Jima”, segue a ruota. Magari un po' troppo costruito, per presenta una gran fotografia, sia per i dettagli della battaglia (le visioni a tutto campo), e sia per la scelta di un utilizzo di pochi colori, che ben si sposano con il contesto. Ed anche le scene, comunque, non mancano mai di realismo ed ogni personaggio ben caratterizzato.

    Dopo questi metterei i vari “Mystic River”, “Changeling” (molto sottovalutato, la scena del ragazzo che confessa tutto all'investigatore fa venire i brividi...), “I ponti di Madison County”, ma a gusto mio sono tutti dei film molto belli, a testimonianza che la filmografia di Eastwood unisce quantit e qualit... Anche film “minori” come “Flags of our fathers” o “Lo straniero senza nome”, sono dei prodotti convincenti, per quello che mi riguarda.

    A bagnomaria tra questi due gruppi metterei “Invictus”, che secondo me pecca un po' nella svolta sportiva della seconda parte (anche se la ricostruzione del match ben fatta) anche se bisogna dire che per Mandela si trattava di un fattore umano, molto importante. Per la prima met del film di altissimo livello, e la scena della visita della squadra nella prigione di Mandela, il sentimento con cui Pienaar entra nella cella e si immagina il suo Presidente e gli altri detenuti, comunque una scena forte, emotiva, che non ammette parole, basta gi la poesia di sottofondo. Se posso dire, a dispetto di quanto letto in giro, Matt Damon non mi piaciuto granch in questo film (anche se, in generale, un attore che mi piace molto), in quanto non gli ho visto trasmettere quel carisma necessario per ricoprire il ruolo sportivo (poi, magari, anche Pienaar era proprio cos, sar che ero abituato a vedere Troncon urlare sempre ).

    Infine, chiuderei la “classifica” con “American sniper” (un'americana che mi ha lasciato poco, anche se comunque ben fatto, ci mancherebbe) e soprattutto “Hereafter”, unico film che veramente non mi piaciuto ed abbastanza lontano dal cinema che Clint sa fare...

    “J Edgar”, “Mezzanotte nel giardino del bene e del male” ed altri non li ho ancora visti.

    In conclusione, sono d'accordo nel dire che negli ultimi anni ha avuto un certo calo, per bisogna anche considerare la carta d'identit: ormai ha pi di 80 anni e sinceramente non so quanti registi, alla medesima et, possono dire di saper girare ancora film di livello come quelli di Clint del periodo 2003-2008 (dove si visto il miglior Eastwood per continuit, ad oltre 70 anni).

    Fine campagna stampa pro-Eastwood.

    Citazione Originariamente scritto da Strider Vedi messaggio
    tra le altre cose Darabont uno specialista di King, tre adattamenti e tre film ben riusciti, imho

    per quanto riguarda Il miglio verde siamo, pi o meno, nello stesso "campo da gioco" de Le ali della libert
    S, alla fine hanno molti concetti in comune, anche se con una realizzazione che man mano diverge sempre di pi. Da una parte il realismo a lieto fine e dall'altro un mix di "favola" e inesorabilit.

    Citazione Originariamente scritto da Strider Vedi messaggio
    invece The Mist, per quanto ampiamente derivativo, quello pi spietato ed interessante la critica al fanatismo religioso (ma io direi a tutti i fanatismi) ed il suo paragone con i "mostri". Quali sono i veri mostri ? quelli di dento o quelli di fuori ? direi che inutile scomodare i manzoniani posteri per avere la risposta

    ci sono diverse parti grossolane per la sua cinica ferocia mi piace ed il finale davvero potente

    pi che un horror un apologo sulla natura umana, in questo caso funziona meglio :
    A proposito di cinema che divide, il finale di "The Mist" l'emblema. Posto che a me era piaciuto tutto il film (qui per mi sento di dire pi soggettivamente che oggettivamente; credo che quasi tutto sia stato una preparazione per il finale), per il finale o lo si "ama" o lo si oia". Personalmente l'ho trovato ottimo: da un lato sancisce la debolezza umana di fronte all'ignoto, alla mancanza di punti di riferimento e di certezze. Dall'altro, per, non puoi non provare solidariet nei confronti di David, perch dubito che qualcuno avrebbe optato per una scelta differente, in quel contesto.

    Cosiderando che solitamente gli Horror o non hanno spina dorsale (o proprio un senso) o, arrivati ad un certo punto, tendono ad implodere in loro stessi per mancanza di idee, film come "The Mist" sono grasso che cola (pur non essendo dei capolavori), anche perch non sono fini a loro stessi. :

    Citazione Originariamente scritto da wrongway Vedi messaggio
    restando negli avatars, quelli a cui ho fatto vedere il dvd del mio (che per la cronaca un frame che non compare nel film) han tutti cacciato il classico: "Ma che boiata pazzesca mai questa????!!!!" (i termini usati al posto di quello in corsivo erano ovviamente altri... )
    A costo di fare la figura dell'ignorante, chiedo candidamente qual' il DVD.


    Detto questo, passiamo al Quiz :

    Gli Invisibili



    Se non riuscite a vederla, provate anche con questo link: click

    Primo indizio:

    GRUPPO 1 - ATTRICE PROTAGONISTA
    Immagine ridotta

    Jennifer Aniston

    E vi anticipo anche un secondo indizio, diretto:

    - Non un film europeo (con film non europeo intendo dire che si tratta di un film che non stato prodotto in Europa)

    Piccola precisazione: se la manche durer, i gruppi di indizi non verranno sacrificati in favore degli aiuti diretti (ho preparato tre gruppi e se proprio non basteranno ho gi un'idea per un quarto), ma preferisco fare un "mix", anche per rendere le ricerche meno "noiose" (pur sapendo che potrei espormi prima del tempo ).

    Riepilogo Tentativi (8)

     
    Agente 007 - Licenza di uccidere - Sean Connery
    Agente 007 - Thunderball: operazione tuono - Sean Connery
    Bullit - Steve McQueen
    Come Dio comanda – Filippo Timi
    Dom Hemingway - Jude Law
    Il mattino ha l'oro in bocca - Elio Germano
    Il padre della sposa - Steve Martin
    Rocknrolla - Gerald Butler



    Riepilogo Indizi

     
    - Non un film europeo

    GRUPPO 1 - ATTRICE PROTAGONISTA
    Immagine ridotta

    Jennifer Aniston


    Ci risentiamo domani mattina, passer per azzerarvi il counter (quindi dateci pure dentro con i tentativi) e aggiungere un nuovo inidizio. Per non credo proprio di riuscire a riepilogare, dovrete pazientare fino a domani sera.

    Buona caccia.

    Ultima modifica di Lo Zio T; 02-03-15 alle 01: 42.

  11. #1120
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    710 Avalon Ave. Wonderland M31
    Messaggi
    5,966
    Grazie dati 
    6,176
    Grazie ricevuti 
    5,868
    Ringraziato in
    3,004 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2015 (1 semestre)

    1) Rapina record a New York - Sean Connery

    Citazione Originariamente scritto da Lo Zio T
    A costo di fare la figura dell'ignorante, chiedo candidamente qual' il DVD.
     





Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti alluso dei cookie