Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 10 di 16

Discussione: Backup: importantissimo ma non sempre usato

  1. #1
    Backup: importantissimo ma non sempre usato
    Kirk78 non è in linea
    Senior Member CT
    Data registrazione: Feb 2010
    Località: NCC1701
    Messaggi: 3,822
    Autore: Kirk78 pubblicato il 12-12-14 ore 18: 07

    Ciao a tutti!

    Apro questa discussione su un'operazione fondamentale per non perdere i nostri preziosi dati: il backup dei dati!
    Il backup è fondamentale per evitare problemi di perdita dei dati dovuta a problemi del sistema operativo, rottura del disco fisso, corruzione del file system o infezioni da virus (la maggior parte quì su CT aiutiamo a debellarle)!
    Inoltre così è possibile non perdere i dati se per caso si è infettati dai virus dei tipo ramsonware (riscatto per decriptare i vostri dati, ramson) come http://www.collectiontricks.it/forum...l-allarme.html

    Parlerò sopratutto per i sistemi operativi Windows. Su Linux, oltre ad essere poco probabile essere infettati, ha un file system più stabile (ext2, ext3 o il più nuovo ext4). Certo anche il disco si può rompere quindi il backup è opportuno anche lì. Alla fine comunque parlerò anche di Linux, consigliando per commenti ed altro di andare nella sezione CT apposita GNU/Linux

    Do' un consiglio su come sistemare i nostri dati: cercate di creare cartelle e sotto cartelle per identificare immediatamente i vostri dati e per poi fare dei backup dedicati ad un certo argomento. Un po' come succede su CT con le varie sezioni e sottosezioni.

    Cercate di non mettere troppe cose sul desktop (scrivania) perché poi avrete tanti file e potrete avere difficoltà a vederli quando proliferano. Meglio creare una cartella in Documenti chiamata IMPORTANTI o Utilizzo frequente e mettere un collegamento al desktop.

    Per evitare i problemi del sistema operativo io consiglio di mettere i dati in una partizione separata da quella di Windows, così nel caso il sistema si impallasse o si corrompesse il profilo utente, i dati saranno sempre visibili e copiabili, esempio con una LiveCd, senza problemi.

    Esempio partizione D:\ (C:\ c'è il sistema operativo) e lì mettere cartella Documenti, Immagini, Musica, Download (o all'italiana Scaricati), Video e tutte le sotto cartelle relative.
    Per esempio in D:\Documenti\Forum\CT\2014\ potrete mettere tutti i file relativi a CT per il 2014. E così per tutte le altre cartelle e sotto cartelle (directory).

    I dati sensibili o che non si vogliono far sapere ad altri sarebbe meglio, sopratutto se si utilizzano media "mobili", o criptarli prima o comprimerli con 7-zip con password. Questo vale per tutti i metodi.

    Il backup si può fare in tantissime maniere. Cercherò di spiegare un po' tutti i metodi.

    Backup su pendrive o su memory card
    Le pendrive / memory card non sono così affidabili, quindi questo metodo è consigliabile solamente per backup diciamo "temporanei" o per dati facilmente trasportabili. Queste memorie flash poi, a meno di non spendere una fortuna, non sono così grosse.

    I Vostri dati possono essere copiati anche con il copia / incolla, facendo attenzione a controllare prima se una determinata cartella sia capiente abbastanza con tasto destro > Proprietà.

    Backup dati su DVD

    Se si vuole copiare dei dati su DVD (o altri media come DVD-DL, BD o riscrivibili) è consigliabile utilizzare un software di masterizzazione, magari che abbia anche la verifica dei file dopo la masterizzazione.

    E' consigliabile utilizzare una velocità non troppo alta, come il 4x.

    La capienza non è anche quì molta: sui DVD per esempio si possono masterizzare fino a 4.7GB "lordi" che significano circa 4300MB "netti". Non consiglio l'overburning (diciamo che vuol dire cercare di masterizzare più dati dello standard).

    Quando sono parecchi i file è possibile che il software di masterizzazione NON tenga la data del file originale (esperienza personale).

    Inoltre i file troppo lunghi potrebbero essere troncati se si utilizza il file system di default.

    Il mio consiglio è di comprimere delle cartelle con 7-zip e masterizzare gli archivi .7z così non avrete problemi sia della lunghezza dei file che della data degli originali. Certo non avrete immediatamente i file su DVD ma così potrete anche mettere anche più file visto che sono compressi. E' inutile comprimere i video compressi perché intanto non avrete giovamento nella compressione.

    Se il file compresso risulta superiore a 1GB consiglio di dividere, tramite l'opzione di 7-zip, in file di dimensioni più piccole. Avrete quindi dei file tipo ForumCT.001, 002 e così via. Ricordare che le informazioni per la decompressione sono nel primo file e alle volte se non si ha anche l'ultimo file potrebbe essere difficile o impossibile decomprimere tutti i file.

    Non dimenticate di scrivere con un pennarello apposito permanente (mai ad acqua) di che cosa si tratta, altrimenti per ritrovare ciò che cercate sono dolori. Consiglio magari di fare una cartella con l'elenco dei backup effettuati.

    Backup dati su HDD esterno
    E' lo stesso metodo per le pendrive / memory card, ma avrete più spazio e potrà non essere utile la compressione, tranne se non volete comprimerli con password.

    Backup dati su NAS (HDD in rete)
    Stesso discorso del precedente con l'unica differenza che il disco è in rete. Non consiglio il backup con rete wireless perché in caso il segnale sparisse potreste avere dei problemi. Alle volte i NAS di un certo livello hanno anche dei software appositi sia per il backup, backup incrementale (copia solo le modifiche fatte dopo il primo backup totale), criptazione, sicurezza, compressione o altri tool.

    Backup nel cloud (online su internet)
    Personalmente non metterei nessun dato MIO su internet, anche se fatti da ditte blasonate che mi dicono che è tutto in sicurezza e privacy assicurate. Già ci sono le mail su internet. Ma questo è solo un mio parere.
    In parole povere avete un vostro spazio web a pagamento (io diffiderei da quelli gratuiti, perché nessuno regala nulla per nulla) dove potete mettere i Vostri dati tramite il browser, con loro tool o (forse) tramite ftp.
    Diciamo che è come fare il backup su un NAS che non è a casa tua ma in custodia ad un'altro. Invece del cavo ethernet si utilizza internet.
    La comodità è sicuramente che i dati li potete avere dovunque avete una connessione internet: a lavoro, a casa, in vacanza e magari anche sui tablet o smartphone.
    La problematica è: ma i miei dati sono sicuri da occhi indiscreti o da razzie? La risposta per me è no. Come avrete letto sono stati hackerati i siti di carte di credito, banche, la Casa Bianca e altri siti governativi anche italiani. Voi lascereste ad un estraneo il vostro bimbo? Io no. All'utente l'ardua scelta se fidarsi oppure no.
    Ovviamente non si può fare un backup globale della macchina, o un'immagine del disco / partizione. Anche per via che non posso mettere su internet dati non miei (vedi windows o software proprietari installati).

    Se avete un hosting, i vostri dati potreste metterli nel vostro spazio web (magari nel https): non avete la sicurezza di non essere violati, anzi saranno sicuramente più sicuri le ditte che lo fanno di mestiere, ma lo spazio è "vostro" anche se affidato anche questo in toto a terzi.
    Se avete un VPS (server virtuale) avrete anche la possibilità di fare ulteriori passi sulla sicurezza, ma ci vogliono le conoscenze adatte.

    Se volete condividere alcuni vostri dati invece questa può essere una soluzione accettabile e comoda anche nell'ottica che se per caso ve li copiano o qualcuno ci mette il naso non vi importa.

    Backup con un programma installato per backup dati
    Questo metodo può copiare i dati che volete anche in modo incrementale e di solito anche su vari tipi di media come DVD, HDD esterni, partizioni secondarie, rete etc.
    Windows, in alcune versioni, ha già un software di questo tipo, ma non mi pronuncio sull'affidabilità.
    Alcuni software, come per la voce precedente, possono avere varie tipologie di sicurezza, compressione e/o criptazione.

    Backup dell'immagine del disco / partizione (cloning, imagedisk etc)
    Questo tipo di backup si fa con dei programmi installati (poi parleremo delle liveCd) che eseguono la copia byte per byte di un'intero disco o partizione.
    E' il migliore per poter copiare anche il sistema operativo in caso di crash totale.

    Ovviamente questo ha bisogno di un software affidabile e una più grande capacità per fare il backup.
    Ce ne sono anche di gratuiti ma se vi interessano molto i dati, oppure è per lavoro, consiglio di acquistarne uno a pagamento che magari avete provato in versione trial. Esattamente come gli antivirus: alle volte è meglio spendere un po' per stare più tranquilli . Questo vale anche per i programmi detti in precedenza e di seguito.

    Questo software, se si decide di clonare anche la partizione di sistema (dove c'è il sistema operativo) deve essere in grado di "bloccare" le attività del sistema in uso per poterlo clonare. Questo può avvenire anche con un "task" (operazione pianificata) con richiesta di riavvio per poter fare l'immagine del disco. Alcuni software prendono le redini di Windows e non richiedono il riavvio "programmato".

    Anche qui in alcune versioni di Windows c'è la sua applicazione, che personalmente non uso: http://www.collectiontricks.it/forum...tem-image.html

    Backup tramite liveCD (ottimo per disaster recovery)
    Questo è il metodo che prediligo per fare le immagini del disco / partizione. Alcuni software del metodo precedente hanno anche un tool per creare questo tipo di liveCD.

    Con la liveCD si fa il boot tramite il CD/DVD e non entrando in Windows. In questa maniera si evita qualsiasi "interferenza" di Windows sulle copie, ivi compreso qualche problema di virus. Ovviamente se un file è infettato rimane infettato ma si evita che in fase di copia i virus intacchino anche il disco di backup. Di solito sono i programmi ad essere infettati, o magari dei file office con macro.

    Con questo metodo è possibile anche fare la copia su un disco esterno o NAS dei singoli file, e se utilizzate alcune distro Linux ci sono varie opzioni aggiuntive. Un esempio è qualla fatta quando c'era ancora P2P Forum Italia - Linux@P2P Forum Italia : SoSlax http://www.collectiontricks.it/forum...salvabile.html

    Alle volte, essendo non troppo nuovo, ha qualche problemino e quindi se non funziona con la mia partizione / disco utilizzo la live della versione slax ultima. Con questa live è possibile anche utilizzare alcuni moduli "a caldo" (ovvero con la LiveCd già partita) scaricando dei moduli dal sito di Slax e attivandoli.

    Per quanto riguarda linux segnalo questa guida (magari non proprio per utenti poco esperti - newbie)
    http://www.collectiontricks.it/forum...-shell-dd.html fatta da ginalfa.

    Backup su nastri (tape)
    C'è un ultimo metodo, ma che riguarda sopratutto aziende più o meno grosse, Università e Ricerca: utilizzare i nastri di backup.
    Quelli di adesso hanno anche una capacità di vari TB di dati a "cassetta" e sistemi con librerie di nastri con software specializzati che fanno il backup anche automatico su tutti i computer collegati in rete, criptazione dati AES 256-bit, etc etc.
    Una volta c'erano gli ZIP e i JAZZ di Iomega (poi acquisita da EMC) ma adesso si sono fatti passi da gigante anche in quel senso.
    Le "cassette" sono per esempio DAT, LTO, SLR e VXA.

    Sicurezza e privacy
    Se volete essere certi al 100% (tranne il furto a casa) di non avere i vostri dati sensibili o privatissimi in balia di hacker o spyware sarebbe opportuno avere un PC dedicato, meglio ancora Linux, NON collegato ad internet e un'altro collegato ad Internet!
    Anche in quel caso è necessario fare il backup ma sarebbe tutto in casa vostra.
    Tutti i computer collegati ad internet, sopratutto con Windows, sono soggetti a infezioni e possibili "intrusioni", basta vedere le varie falle di sicurezza che trovate anche riportate nelle varie discussioni su CT.
    Si evitano una buona parte di problemi installando un buon firewall (magari anche hardware) e un'ottimo antivirus su Windows. Oppure c'è l'opzione Linux che è sicuramente più sicura.

    Potete sempre anche criptare i dati sensibili e privati direttamente sul PC.

    Nota per Webmaster
    Come sa bene il nostro Asterix, ma è meglio specificarlo, anche un sito web conviene backupparlo!
    Se si hanno solamente pagine o script si può fare anche da ftp.
    In caso sia abbia anche dei database conviene farlo tramite il pannello di controllo che spesso i provider degli hosting forniscono agli utenti. Magari facendo il backup completo anche delle configurazioni.

    Per quanto riguarda i software ce ne sono parecchi open source, freeware e a pagamento non open. Ho distinto open source da freeware perché open source non vuol dire necessariamente non a pagamento (prego di fare una discussione ad hoc per parlare di questo fatto).

    Personalmente ho comprato un paio di anni fa un prodotto di Acronis e mi ci trovo abbastanza bene.

    Per altri programmi consiglio di segnalarli nell'apposita sezione Software Gallery facendo bene a leggere prima http://www.collectiontricks.it/forum...e-gallery.html

    Lì troverete già:
    http://www.collectiontricks.it/forum...an-backup.html
    http://www.collectiontricks.it/forum...mage-tool.html
    http://www.collectiontricks.it/forum...zione-hdd.html
    http://www.collectiontricks.it/forum...chi-fissi.html

    Insomma ci sono un sacco di metodi che l'utente può scegliere quello che più gli piace e pensa sia sicuro e affidabile. I nostri dati sono importanti: non perdiamoli, fai il backup!

    Spero sia utile, almeno per ricordare a tutti di fare i backup.

    Ultima modifica di Kirk78; 12-12-14 alle 19: 56. Motivo: sicurezza e cloud, nastri


  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #2
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,396
    Grazie dati 
    11,493
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Riferimento: Backup: importantissimo ma non sempre usato

    Grazie Kirk78, indicazioni corrette ma non complete...manca infatti la possibilita' di fare il backup on line.
    Lo indico solo perche' so che c'e' ma non conosco eventuali vantaggi/svantaggi


  4. #3
    Data registrazione
    Feb 2010
    Località
    NCC1701
    Messaggi
    3,822
    Grazie dati 
    1,307
    Grazie ricevuti 
    1,323
    Ringraziato in
    996 post

    Riferimento: Backup: importantissimo ma non sempre usato

    Beccato in castagna caro Armandillo! Vedo di buttarlo giù e lo modifico! Anche se io non metterei nel cloud nulla.

    - EDIT: fatto
    Ultima modifica di Kirk78; 12-12-14 alle 19: 02. Motivo: fatto

  5. #4
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,396
    Grazie dati 
    11,493
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Riferimento: Backup: importantissimo ma non sempre usato

    Citazione Originariamente scritto da Kirk78 Vedi messaggio
    ...... io non metterei nel cloud nulla.
    Beh, dati sensibili probabilmente no ma per il resto visto che oggigiorno tante persone possiedono oltre il pc anche smartphone e/o tablet la possibilita' di collegarsi e caricare facilmente dati immagazzinati potrebbe essere proprio comodo

  6. #5
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: Backup: importantissimo ma non sempre usato

    Beh, non so come siano le cose in Italia, ma nella azienda dove lavoro adesso mettiamo tutto nel Cloud, pagando un servizio ovviamente. Ha il vantaggio che tutti i nostri dati sono sempre a disposizione ovunque si abbia una connessione internet, quindi anche "on the go", e non si ha nemmeno il problema di farne una copia di backup, ci pensano loro. E non si ha il problema del "dove" tenere i supporti usati per il backup, perche' tenerli sulla stessa scrivania dove si tiene il pc e' una brutta idea.

    Bisognerebbe fare almeno tre copie:
    1) una da tenere in casa, in caso di recupero immediato
    2) una da tenere in casa di un amico (nel caso qualcuno ci rubasse pc e backup, o un incendio, terremoto etc.)
    3) opzionale: una copia nel Cloud. Non deve essere TUTTO quello che si ha, ma almeno i dati piu importanti, o quelli che vogliamo accedere ovunque. Se avete dubbi sulla sicurezza, encriptate i dati prima di copiarli (basta un zip o un dmg con password)

    Come dice giustamente il nostro buon Kirk78, e' di capitale importanza tenere i dati bene organizzati, cosi' si sa cosa fare il backup. Usate la scrivania (desktop) SOLO per lavori temporanei, o link di altre cose. Ecco un esempio: la parte sinistra del mio desktop in ufficio: solo link dei programmi che uso normalmente (FireFox ha un posto speciale, in quanto tutti i nostri dati sono nel Cloud, incluso i codici sorgente). Non ho messo la parte destra dove tengo tutti i lavori temporanei della giornata, che alla fine o vengono archiviati o cestinati.

    http://images.collectiontricks.it/im...7234873982.jpg

  7. #6
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    /dev/null
    Messaggi
    830
    Grazie dati 
    132
    Grazie ricevuti 
    426
    Ringraziato in
    341 post

    Riferimento: Backup: importantissimo ma non sempre usato

    Se non fosse che per caricare anche solo 100GB con una adsl italiana ci vogliono giorni, io farei i backup sul cloud già da anni...
    Ultima modifica di K.a.o.s.; 13-12-14 alle 16: 22.

  8. #7
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,396
    Grazie dati 
    11,493
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Riferimento: Backup: importantissimo ma non sempre usato



    Sarebbe interessante fare anche un confronto di prezzi tra il servizio cloud e l'acquisto invece di un harddisk esterno.
    Il mio esterno da 1 terabyte l'ho pagato circa 90 euro ma ora sono disponibili buoni supporti anche a meno
    Un buon servizio cloud, di cui non faccio il nome, offre ai suoi clienti il servizio e circa 7 euro il mese con le seguenti modalita':


    • 200 GB di spazio di storage
    • Copia automatizzata e sicura dei dati
    • Archiviazione perenne
    • Ripristino dei dati archiviati anche su un dispositivo diverso da quello di origine
    • Spazio privato e protetto secondo le migliori tecnologie adottate per ambienti Business
    • Accesso web protetto ai dati da qualunque postazione internet
    • Numero illimitato di PC o altri dispositivi supportati


    Quindi un anno di questo servizio corrisponde all'acquisto di un harddisk esterno.
    Come scegliere ?

    Probabilmente, come diceva Marco, la possibilita' di disporre quando e dove si vuole dei dati immagazzinati e la qualita', immagino, delle protezioni rende l'utente sicuro del recupero ma credo dipenda sempre dall'importanza dei suddetti dati.
    L'harddisk esterno magari si presta meglio a computer e dati casalinghi ed offre l'opportunita' di trasportarlo ovunque con poco ingombro

    Io ho gia' sperimentato col mio harddisk un ripristino totale (immagine) di Windows 7 e sono rimasto dalla semplicita' dell'uso e dalla qualita' stessa del ripristino anche se occorre dire che e' importante che questo supporto sia di qualita' e possibilmente alimentato esternamente.

    Voi come la pensate ?

  9. #8
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    /dev/null
    Messaggi
    830
    Grazie dati 
    132
    Grazie ricevuti 
    426
    Ringraziato in
    341 post

    Riferimento: Backup: importantissimo ma non sempre usato

    A me non sembra troppo conveniente: per esempio Backblaze offre di più a circa 3€ mensili. C'è anche CrashPlan di cui ho sentito parlare abbastanza bene, ad un prezzo simile. Tra l'altro proprio quest'ultima due anni fa aveva scontato del 100% la sottoscrizione annuale per poche ore durante il black friday: sapendo quando acquistare si possono risparmiare molti soldi.

    Insomma, secondo me l'unico vero problema è l'adsl: con l'attuale velocità media italiana si rischia di rallentare tutti gli utenti sulla stessa rete e impiegare giorni per caricare un singolo backup. Oltre a questo, se ci si affida a società americane (o in generale estere) è probabile che non spediscano in Italia il disco di emergenza per il recupero rapido dei dati.

  10. #9
    Data registrazione
    Feb 2010
    Località
    NCC1701
    Messaggi
    3,822
    Grazie dati 
    1,307
    Grazie ricevuti 
    1,323
    Ringraziato in
    996 post

    Riferimento: Backup: importantissimo ma non sempre usato

    Se decidete di mettere dei dati nel cloud per la visualizzazione e l'uso da varie postazioni, tablet e smartphone non è in realtà un backup, ma mettere condivisi (con protezioni, privacy e sicurezza che si spera siano abbastanza buone) dei dati che si possono anche modificare da altri (autorizzati). E' una cosa diversa dal backup. Io ho alcuni miei dati che mi interessa avere anche all'esterno in una mia cartella di un hosting. E posso ovviamente anche modificarli così rientrando a casa / ufficio ho i cambiamenti effetttuati.

    Il backup serve per salvare dati in caso di problemi.

    Quello che state dicendo è praticamente una cartella (o un NAS) collegato ad internet (WAN) e non in rete locale (LAN) per un uso al posto di un disco locale.

    Praticamente quello che si potrebbe fare anche tramite un PC sempre acceso (server web), dove c'è una cartella condivisa dove, con un login si può accedervi, modificare, aggiungere o eliminare dati.

    Un server web (meglio linux) a casa vostra sarebbe esattamente la stessa cosa di un housing. L'unico problema è che voi avete un'ADSL con una velocità di upload molto ridotta, mentre un provider che da questi servizi ha una connessione dedicata con upload e download molto più alti (esempio T1..T4 E1..E4).

    Nelle caratteristiche non c'è scritto se hai anche illimitato traffico oppure se hai un tot di MB/GB/TB al mese e se superi una certa soglia di fatturano il traffico in eccesso.

    Se invece vi serve proprio per Backup quei dati non li dovete toccare. Ma poi se sono GB di dati, per scaricarli anche con una fibra....



    P.S. spesso chi più spende meno spende... alla fine (o più rischia) e per me è da diffidare da chi ti dice spazio illimitato.
    Ultima modifica di Kirk78; 13-12-14 alle 17: 03.

  11. #10
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,396
    Grazie dati 
    11,493
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Riferimento: Backup: importantissimo ma non sempre usato



    Citazione Originariamente scritto da Kirk78 Vedi messaggio
    Se decidete di mettere dei dati nel cloud per la visualizzazione e l'uso da varie postazioni, tablet e smartphone non è in realtà un backup, ma mettere condivisi (con protezioni, privacy e sicurezza che si spera siano abbastanza buone) dei dati che si possono anche modificare da altri (autorizzati).
    Da quello che leggo qui per esempio (non volevo postarlo ma sono obbligato e spero non sia spam ) non penso si tratti di dati condivisi e circa il prezzo probabilmente e' alto perche' si tratta di un provider

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie