Pagina 8 di 9 PrimoPrimo ... 6789 UltimoUltimo
Mostra risultati da 71 a 80 di 83

Discussione: Ubuntu: Guida CT da fare insieme per ottimazione e velocizzazione generale

  1. #71
    Data registrazione
    Feb 2010
    Località
    NCC1701
    Messaggi
    3,822
    Grazie dati 
    1,307
    Grazie ricevuti 
    1,323
    Ringraziato in
    996 post

    Riferimento: Ubuntu: Guida CT da fare insieme per ottimazione e velocizzazione genera

    Acciderbolina! Non sono separati?
    Citazione Originariamente scritto da pierino_89
    Alle applicazioni non interessa una beneamata fava del desktop environment che tu stai usando.
    Sto veramente incominciando a

    Altro che elementari, sto ritornando all'asilo


    Rispondi citando Rispondi citando Il mio PC

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #72
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Nel mondo degli svarioni
    Messaggi
    1,403
    Grazie dati 
    149
    Grazie ricevuti 
    471
    Ringraziato in
    421 post

    Riferimento: Ubuntu: Guida CT da fare insieme per ottimazione e velocizzazione genera


    Dovresti essertene reso conto già da solo: Firefox, LibreOffice, Google Chrome sono tutte cose che usi indistintamente su tutti gli ambienti. Per quasi tutte le applicazioni è così; lo sviluppatore non sa che ambiente desktop abbia l'utente, né gli interessa. Fornisce al massimo dei servizi di integrazione.

    Certo, vi è una categoria intermedia, quella degli strumenti dell'ambiente desktop: per esempio gedit, nautilus, evolution, dolphin, kwrite, kmail, sono applicazioni fortemente integrate nel loro ambiente. Possono esser fatte funzionare all'esterno del loro ambiente, ma è uno spreco: già solo installandoli si porterebbero dietro mezzo ambiente desktop. E una volta lanciati avvierebbero a loro volta i servizi del DE da cui dipendono.

    La regola è, come al solito, usare la testa: quando possibile bisognerebbe prima usare i tool pensati per il proprio ambiente. Poi se proprio non c'è alternativa, pazienza. Per esempio GIMP usa servizi di gnome (gconf), però visto che mi piace e non ci sono programmi allo stesso livello lo uso anche se ho KDE.

    Rispondi citando Rispondi citando Il mio PC

  4. #73
    Data registrazione
    Feb 2010
    Località
    NCC1701
    Messaggi
    3,822
    Grazie dati 
    1,307
    Grazie ricevuti 
    1,323
    Ringraziato in
    996 post

    Riferimento: Ubuntu: Guida CT da fare insieme per ottimazione e velocizzazione genera

    In realtà non me accorgo, perché Ubuntu muto i è: nun palla.
    Sarà perché ho studiato parecchio a livello programmazione altri sistemi operativi, rom, eprom e firmware, ma un sistema operativo con la S grande dovrebbe avvertire l'utente se un determinato programma è "fortemente integrato" in un determinato ambiente (gnome/unity, xfce, kde, zope/plone, paolino paperino). Insomma la "testa" la dovrebbe avere il sistema operativo non certo un utente.

    Se gedit (preinstallato su Ubuntu) è "fortemente integrato" nell'ambiente gnome (Ubuntu lo chiama Unity, che con la parola gnome un c'entra na fava n' brodo) è il sistema operativo che, almeno, dovrebbe avvertire che il programma è consigliabile su X. Oppure mettere nel menù o nel nome gedit(gnome / Unity), fagianieditor (xfce) ....

    Scusate il piccolo sfogo ma mi scontravo con i concorrenti sui server e workstation grafici che dicevan bischerate sui loro sistemi operativi ad alcuni clienti comuni pur di prendere il cliente e poi a livello operativo poi rimanevano perché eran solo parole al vento o gli ci voleva un ingegnere informatico per capirne l'uso.

    Capisco che Ubuntu l'è gratisse, e quindi un mi lamento anzi ringrazio ... ma un po' di testa pe aiuta' i normali utenti un ci vole po' tanto. Ovvia!

    Insomma se un programma, applicazione, app, pacchetto, scatola cinese o come lo volete chiamare non ti dice che è un "tool pensato" per quel determinato ambiente: come si fa a saperlo? Studi? Io si, grazie anche al vostro prezioso aiuto, ma poi gli altri utenti vanno a comprare windows perché la pappetta è già pronta e non pensano che poi entrano virus, ti devi comprare anche antivirus, firewall e tutti i problemi di quei sistemi.

    Ultima modifica di Kirk78; 20-12-14 alle 21: 54.

    Rispondi citando Rispondi citando Il mio PC

  5. #74
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Nel mondo degli svarioni
    Messaggi
    1,403
    Grazie dati 
    149
    Grazie ricevuti 
    471
    Ringraziato in
    421 post

    Riferimento: Ubuntu: Guida CT da fare insieme per ottimazione e velocizzazione genera

    Citazione Originariamente scritto da Kirk78 Vedi messaggio
    In realtà non me accorgo, perché Ubuntu muto i è: nun palla.
    Sarà perché ho studiato parecchio a livello programmazione altri sistemi operativi, rom, eprom e firmware, ma un sistema operativo con la S grande dovrebbe avvertire l'utente se un determinato programma è "fortemente integrato" in un determinato ambiente (gnome/unity, xfce, kde, zope/plone, paolino paperino). Insomma la "testa" la dovrebbe avere il sistema operativo non certo un utente.
    In realtà no, perché se tu ti limiti ad usare il software center, il problema non si pone nemmeno. Certe cose probabilmente nemmeno ti appaiono. Poi l'integrazione è un discorso soggettivo, un sacco di gente installa amarok su gnome e compagnia anche se qualsiasi programma nato su KDE si tira dietro mezzo KDE.

    Se gedit (preinstallato su Ubuntu) è "fortemente integrato" nell'ambiente gnome (Ubuntu lo chiama Unity, che con la parola gnome un c'entra na fava n' brodo) è il sistema operativo che, almeno, dovrebbe avvertire che il programma è consigliabile su X. Oppure mettere nel menù o nel nome gedit(gnome / Unity), fagianieditor (xfce) ....
    Non te lo dice esplicitamente ma... se per installare un editor di testo deve installare 1124 pacchetti e scaricare 700MB, non ti poni delle domande?

    Scusate il piccolo sfogo ma mi scontravo con i concorrenti sui server e workstation grafici che dicevan bischerate sui loro sistemi operativi ad alcuni clienti comuni pur di prendere il cliente e poi a livello operativo poi rimanevano perché eran solo parole al vento o gli ci voleva un ingegnere informatico per capirne l'uso.
    Prima regola: leggi la documentazione. Sempre e comunque. Anche quella del tostapane

    Insomma se un programma, applicazione, app, pacchetto, scatola cinese o come lo volete chiamare non ti dice che è un "tool pensato" per quel determinato ambiente: come si fa a saperlo? Studi?
    Diciamo la verità: stiamo facendo questioni di cui a nessuno importa, perché con un i5 e 8 GB di ram nessuno va a chiedersi perché installare X piuttosto che Y. Io sono ancora della "vecchia guardia" quindi certe cose le ho imparate sulla mia pelle, adesso infili il cd e dopo 40 minuti è pronto, fa quasi ridere discutere della scelta dell'ambiente grafico.
    La storia nasce dal fatto che sopra il server X (il sistema grafico) ci sono 2 toolkit di librerie grafiche fondamentali: GTK (gnome, unity, xfce, lxde, ecc. ecc.) e Qt (KDE e qualche altro nome di poco conto). Questo ha creato il primo scisma per cui l'utilizzare applicazioni GTK con kde implica installarsi tutte le librerie GTK, e viceversa.
    Da qui è facile immaginare il resto: dato che erano già divisi gli ambienti nessuno si è chiesto come unificare i sistemi di gestione vari lato desktop, così ad esempio abbiamo un simil-registro (gconf) su gnome e file di configurazione singoli su KDE. Ma ovviamente il "registro" non è piaciuto a tutti, così qualcuno lo usa (gimp, gedit, buona parte di gnome/unity) mentre altri no (geany, pidgin). Potrei parlarne per tutto il giorno, e nemmeno io so tutto della questione. Freedesktop.org ha migliorato un po' di cose, ma siamo ancora lontani dall'avere qualcosa di standard.
    Su KDE è più facile capire il sistema perché l'intero ambiente è un blocco unico fortemente integrato. Gli altri sono nati come ambienti "fai da te", se un pezzo ti piace lo metti se no lo togli, e quindi si è evoluto in maniera disordinata, ognuno ha seguito i tool che più piacevano, quindi snodare la matassa è impossibile. L'unica morale è: leggi l'elenco dipendenze quando installi qualcosa, e chiediti perché leggi certi nomi in elenco

    Rispondi citando Rispondi citando Il mio PC

  6. #75
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    17,013
    Grazie dati 
    4,802
    Grazie ricevuti 
    2,588
    Ringraziato in
    2,187 post

    Riferimento: Ubuntu: Guida CT da fare insieme per ottimazione e velocizzazione genera



    A parte che "le applicazioni fortemente integrate" di solito sono inserite tutte in un solo pacchetto che ha il DE come dipendenza, tipo xubuntu-desktop, ubuntu-desktop, kde-baseapps.

    È difficile mettere una di quelle applicazioni senza cercare il nome del pacchetto, perché non trovi il pacchetto con il nome dell'applicazione.

    il primo scisma per cui l'utilizzare applicazioni GTK con kde implica installarsi tutte le librerie GTK
    Le librerie gtk però non si portano dietro gnome, almeno nei repo di chakra ci sono solo i pacchetti strettamente indispensabili.

    Il problema comunque è che molte delle applicazioni indipendenti dal DE, tipo firefox, gimp, libreoffice, per fare qualche esempio, non sono sviluppate in qt, perciò devi per forza di cosa mettere la vs. gtk.
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

    Rispondi citando Rispondi citando Il mio PC

  7. #76
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Nel mondo degli svarioni
    Messaggi
    1,403
    Grazie dati 
    149
    Grazie ricevuti 
    471
    Ringraziato in
    421 post

    Riferimento: Ubuntu: Guida CT da fare insieme per ottimazione e velocizzazione genera

    Citazione Originariamente scritto da Andy86 Vedi messaggio
    È difficile mettere una di quelle applicazioni senza cercare il nome del pacchetto, perché non trovi il pacchetto con il nome dell'applicazione.
    Falso, potresti facilmente installare "evolution" in KDE e si tirerebbe dietro gnome. Tralasciando le diatribe morali su evolution, naturalmente

    Le librerie gtk però non si portano dietro gnome, almeno nei repo di chakra ci sono solo i pacchetti strettamente indispensabili.

    Il problema comunque è che molte delle applicazioni indipendenti dal DE, tipo firefox, gimp, libreoffice, per fare qualche esempio, non sono sviluppate in qt, perciò devi per forza di cosa mettere la vs. gtk.
    Hai pienamente ragione. Tuttavia installare le gtk da sole è tollerabile, invece quando installi le qt solitamente ti tiri dietro anche le kdelibs e un mondo di altra roba (per il solito discorso della monoliticità di kde).
    Per questo dico che bisogna discriminare: io bramo gimp e tollero che questo comporti il tenere gconf, ma non accetto in nessun caso eds (evolution-data-server, dipendenza di calendario e rubrica su gnome e similari) né gvfs (simpatico gestore di fuse a livello utente).
    Il mondo gtk è più modulare indi per cui più disordinato, quindi ci va un po' più di occhio critico.

    Rispondi citando Rispondi citando Il mio PC

  8. #77
    Data registrazione
    Feb 2010
    Località
    NCC1701
    Messaggi
    3,822
    Grazie dati 
    1,307
    Grazie ricevuti 
    1,323
    Ringraziato in
    996 post

    Antica guardia....

    Carissimi con voi reimparo molte cose che studiai anni fa. Ora sto riprendendo lo studio grazie a voi cari amici di CT!
    E' sempre un piacere leggervi anche se magari non siamo daccordo su tutto .
    Citazione Originariamente scritto da pierino_89
    stiamo facendo questioni di cui a nessuno importa, perché con un i5 e 8 GB di ram nessuno va a chiedersi perché installare X piuttosto che Y
    Falso . In questo periodo di crisi si cerca di utilizzare gli strumenti che uno ha fino alla fine senza dover spendere soldini, che spesso non si ha.
    Poi ho aperto questa guida per ottimizzare / velocizzare un sistema già installato da anni e magari con poca ram e cambiare o scegliere l'ambiente più leggero non è cosa di poco conto.
    Anche a me piacerebbe acquistare un i7 con 16GB di ram e 4TB di disco... ma poi le tasse e le bollette come le pago?

    Io sono della "antica guardia". Mi occupo a livello professionale di informatica da parecchi lustri e anche io quasi tutte le cose le ho imparate con prove e sulla mia pelle fin dall'antico MS-DOS (mamma mia quanto sono vecchio! ) con cui facevo praticamente di tutto (con le poche risorse che c'erano nell'antichità) facendo anche dei miei tool in assembler e poi in C / C++. Nel 2014 il mondo è totalmente diverso, ormai non si ottimizza al massimo il codice perché "intanto la ram costa poco e ci sono PC con una velocità impressionante". Poi arriva la crisi e pur di non spendere altri euri che non si hanno, si pulisce dalla polvere il vecchio portatile e si cerca di ottimizzarlo al massimo. Per me siamo tornati indietro a livello di programmazione.

    Ricapitolando gnome, unity e xfce4 hanno le stesse librerie fondamentali GTK (+ ?). Il KDE per adesso non lo prendo in considerazione, almeno per questa guida.
    Per installare un'applicazione / pacchetto sui sopracitati ambienti è necessario assolutamente vedere prima le dipendenze, e poi vedere cosa sono quelle dipendenze ("leggi certi nomi in elenco"). Non proprio smart la faccenda ma per ottimizzare il tutto bisogna studiare!

    Citazione Originariamente scritto da pierino_89
    Potrei parlarne per tutto il giorno, e nemmeno io so tutto della questione
    Anche a me piacerebbe: consigli qualche sito dove ci sono dei buoni PDF, magari in italiano, dove possa ri-studiare, a parte gli wiki e la documentazione online sul sito di Ubuntu?
    Citazione Originariamente scritto da Andy86
    È difficile mettere una di quelle applicazioni senza cercare il nome del pacchetto, perché non trovi il pacchetto con il nome dell'applicazione
    In realtà con Synaptic posso farlo, fortunatamente devo dire.

    Citazione Originariamente scritto da pierino_89
    io bramo gimp e tollero che questo comporti il tenere gconf
    E gimp è preinstallato anche su Xubuntu (xfce) quindi suppongo che già "tenga" gconf.

    Citazione Originariamente scritto da pierino_89
    In realtà no, perché se tu ti limiti ad usare il software center, il problema non si pone nemmeno. Certe cose probabilmente nemmeno ti appaiono
    In realtà si, appaiono e per questo che un utente non proprio esperto rischia di intasare il sistema con applicazioni non ottimizzate per quell'ambiente grafico. C'è solo il pulsante installa, senza avvertimenti che deve scaricarti mega di roba.
    Mi hai consigliato di non usarlo, e io infatti utilizzo Synaptic così vedo le dipendenze / dipendenti, cerco un pacchetto anche dal nome etc etc.

    e

    Rispondi citando Rispondi citando Il mio PC

  9. #78
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Nel mondo degli svarioni
    Messaggi
    1,403
    Grazie dati 
    149
    Grazie ricevuti 
    471
    Ringraziato in
    421 post

    Riferimento: Antica guardia....

    Citazione Originariamente scritto da Kirk78 Vedi messaggio
    Falso . In questo periodo di crisi si cerca di utilizzare gli strumenti che uno ha fino alla fine senza dover spendere soldini, che spesso non si ha.
    Poi ho aperto questa guida per ottimizzare / velocizzare un sistema già installato da anni e magari con poca ram e cambiare o scegliere l'ambiente più leggero non è cosa di poco conto.
    Anche a me piacerebbe acquistare un i7 con 16GB di ram e 4TB di disco... ma poi le tasse e le bollette come le pago?
    Hai ragione anche tu, ma non è la filosofia commerciale attualmente in vigore
    Se vuoi davvero ottimizzare, Ubuntu non fa per te. Ubuntu è overbloated per definizione: non deve essere veloce, deve essere funzionale per il maggior numero di persone possibile. Spesso si tira dietro obbligatoriamente cose tutt'altro che necessarie, solo perché "non si sa mai".

    Io sono della "antica guardia". Mi occupo a livello professionale di informatica da parecchi lustri e anche io quasi tutte le cose le ho imparate con prove e sulla mia pelle fin dall'antico MS-DOS (mamma mia quanto sono vecchio! ) con cui facevo praticamente di tutto (con le poche risorse che c'erano nell'antichità) facendo anche dei miei tool in assembler e poi in C / C++. Nel 2014 il mondo è totalmente diverso, ormai non si ottimizza al massimo il codice perché "intanto la ram costa poco e ci sono PC con una velocità impressionante". Poi arriva la crisi e pur di non spendere altri euri che non si hanno, si pulisce dalla polvere il vecchio portatile e si cerca di ottimizzarlo al massimo. Per me siamo tornati indietro a livello di programmazione.
    Come programmatore potresti trovare interessante Gentoo. Probabilmente non hai le competenze tecniche per utilizzarla, ma potresti dare una lettura al manuale per cultura personale.

    Ricapitolando gnome, unity e xfce4 hanno le stesse librerie fondamentali GTK (+ ?). Il KDE per adesso non lo prendo in considerazione, almeno per questa guida.
    Anche escludendo le Qt, rimane il problema fra GTK2 e GTK3
    Quando sono uscite le Qt4, KDE3 usava le Qt3. C'è stata una riscrittura completa ed è nato KDE4, che usava solo Qt4 e tutte le applicazioni sono state riscritte. Ora non c'è praticamente nulla che usi le Qt3, che forse non sono nemmeno più nei repo. Per GTK pare che il processo sarà più lungo.

    Per installare un'applicazione / pacchetto sui sopracitati ambienti è necessario assolutamente vedere prima le dipendenze, e poi vedere cosa sono quelle dipendenze ("leggi certi nomi in elenco"). Non proprio smart la faccenda ma per ottimizzare il tutto bisogna studiare!
    Scoprirai col tempo che i nomi noiosi sono sempre gli stessi

    Anche a me piacerebbe: consigli qualche sito dove ci sono dei buoni PDF, magari in italiano, dove possa ri-studiare, a parte gli wiki e la documentazione online sul sito di Ubuntu?
    Purtroppo no: ho imparato gradualmente su Gentoo, perché in ogni pacchetto ci sono alcuni "switch" per abilitare il supporto alle varie cose.
    Ti faccio un esempio (i + sono le features abilitate, i - quelle disabilitate):
    Codice:
    Only registered members can view code.
    Per esempio, puoi vedere che io ho disabilitato "eds" dato che non ho e non voglio evolution: tuttavia questo meccanismo non è presente in nessuna delle altre distribuzioni, motivo per cui solitamente trovi che Pidgin dipende da evolution. Allo stesso modo puoi vedere che ho abilitato "networkmanager": è un software che mi piace e che uso, tuttavia allo stesso modo questo implica che Pidgin dipenda da networkmanager. Se avessi gestito le reti con Wicd, su Gentoo mi sarebbe bastato togliere un segno di spunta. Sulle altre distribuzioni questo non è possibile perché viene deciso in fase di pacchettizzazione.

    E gimp è preinstallato anche su Xubuntu (xfce) quindi suppongo che già "tenga" gconf.
    Sicuramente sì. Specialmente perché se me lo trovo io che di gtk ho quasi niente, tu non puoi di certo farne a meno.
    Alcune applicazioni che sicuramente conosci che dipendono da gconf:
    - steam
    - google chrome
    - l'interfaccia gtk di pulseaudio
    - libreoffice (opzionale)

    In realtà si, appaiono e per questo che un utente non proprio esperto rischia di intasare il sistema con applicazioni non ottimizzate per quell'ambiente grafico. C'è solo il pulsante installa, senza avvertimenti che deve scaricarti mega di roba.
    Sì, però dubito che per esempio tu possa installare gnome-panel piuttosto che plasma-desktop dal software center

    Rispondi citando Rispondi citando Il mio PC

  10. #79
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    17,013
    Grazie dati 
    4,802
    Grazie ricevuti 
    2,588
    Ringraziato in
    2,187 post

    Riferimento: Ubuntu: Guida CT da fare insieme per ottimazione e velocizzazione genera

    Io su chakra gconf non ce l'ho...

    Codice:
    Only registered members can view code.
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

    Rispondi citando Rispondi citando Il mio PC

  11. #80
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Nel mondo degli svarioni
    Messaggi
    1,403
    Grazie dati 
    149
    Grazie ricevuti 
    471
    Ringraziato in
    421 post

    Riferimento: Ubuntu: Guida CT da fare insieme per ottimazione e velocizzazione genera

    Oddio, mi hai appena fatto scoprire che GIMP non dipende più da gconf era ora! Finalmente posso cercare di rimuovere quella ciofeca dal mio pc.

    Rispondi citando Rispondi citando Il mio PC

Tags per questo thread

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie