Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 10 di 20

Discussione: Home banking: quale S.O. e quali programmi (antivirus, firewall,ecc...) installare

  1. #1
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,396
    Grazie dati 
    11,493
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Home banking: quale S.O. e quali programmi (antivirus, firewall,ecc...) installare

    Ciao,
    apro questa discussione nella previsione di dover gestire da casa uno o piu' conti correnti.
    Non l'ho mai voluto fare ma mi vedo quasi costretto soprattutto per motivi inerenti la mobilita' ed altre varie ragioni.
    In rete ho letto qualcosa ed altro mi hanno spiegato degli amici che gia' da tempo effettuano tutte le operazioni bancarie dalle loro case.

    Ho delle domande che qui riassumo:

    - quale sistema operativo adottare potendo scegliere tra Xp, Seven e una distribuzione Linux ?

    Ho la possibilita' di installarli tutti e so che, per esempio, un Ubuntu dedicato solo allo scopo potrebbe rivelarsi il migliore ma...basta solo quello oppure necessita comunque l'installazione di un antivirus e un firewall ?

    - i programmi antivirus, antimalware e firewall free possono bastare alla sicurezza ?

    - qualunque sistema e programmi si scelga e' sempre meglio evitare di adoperare quel pc per tutto il resto (navigare, posta, ecc..) ?

    - quali suggerimenti per una gestione oculata ?

    Sicuramente alcuni di voi hanno esperienza al riguardo quindi sarei grato se voleste condividerla con me e con gli utenti interessati all'argomento

    Grazie

    Rispondi citando Rispondi citando Il mio PC

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #2
    FileNotFound Guest

    Riferimento: Home banking: quale S.O. e quali programmi (antivirus, firewall,ecc...)

    Citazione Originariamente scritto da Armandillo Vedi messaggio
    Ciao,
    apro questa discussione nella previsione di dover gestire da casa uno o piu' conti correnti.
    Non l'ho mai voluto fare ma mi vedo quasi costretto soprattutto per motivi inerenti la mobilita' ed altre varie ragioni.
    In rete ho letto qualcosa ed altro mi hanno spiegato degli amici che gia' da tempo effettuano tutte le operazioni bancarie dalle loro case.

    Ho delle domande che qui riassumo:

    - quale sistema operativo adottare potendo scegliere tra Xp, Seven e una distribuzione Linux ?
    E' ininfluente: vanno tutti bene. La sicurezza dipende dal sistema di identificazione cliente (che non è il Sistema Operativo) che usa la banca, non dal SO che installi tu.

    Citazione Originariamente scritto da Armandillo Vedi messaggio
    Ho la possibilita' di installarli tutti e so che, per esempio, un Ubuntu dedicato solo allo scopo potrebbe rivelarsi il migliore ma...basta solo quello oppure necessita comunque l'installazione di un antivirus e un firewall ?
    Ubuntu non è il migliore per il semplice fatto che non esiste un SO migliore (vedi sopra). Un antivirus è utile in generale, un firewall è utile in generale, ma entrambi sono inutili a migliorare la sicurezza del Banking. Io ad esempio non uso gli antivirus e ho persino il firewall del SO disattivato (mai beccato un virus).

    Citazione Originariamente scritto da Armandillo Vedi messaggio
    - i programmi antivirus, antimalware e firewall free possono bastare alla sicurezza ?
    No, ne' quelli free, ne' quelli a pagamento. La sicurezza dipende esclusivamente dal sistema di identificazione cliente che utilizza la banca.

    Citazione Originariamente scritto da Armandillo Vedi messaggio
    - qualunque sistema e programmi si scelga e' sempre meglio evitare di adoperare quel pc per tutto il resto (navigare, posta, ecc..) ?
    Ma no! E' ridicolo pensare che la banca pretenda (o raccomandi) di usare il proprio PC, o il proprio tablet, o il proprio smartphone solo per "relazionarsi" con la banca...

    Citazione Originariamente scritto da Armandillo Vedi messaggio
    - quali suggerimenti per una gestione oculata ?
    Vai in varie banche (e presso la tua banca) e chiedi il fascicolo illustrativo del loro sistema di sicurezza della loro Home Banking, valutane insieme sicurezza e semplicità di utilizzo.

    Ti assicuro che L'HB è facile e sicuro (sono più di 10 anni che lo utilizzo con le mie 2 banche e praticamente non vado più agli sportelli). Sinceramente: Ti stai preoccupando troppo.

    .



    Rispondi citando Rispondi citando

  4. #3
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,396
    Grazie dati 
    11,493
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Riferimento: Home banking: quale S.O. e quali programmi (antivirus, firewall,ecc...)

    Citazione Originariamente scritto da FileNotFound Vedi messaggio
    Ma no! E' ridicolo pensare che la banca pretenda (o raccomandi) di usare il proprio PC, o il proprio tablet, o il proprio smartphone solo per "relazionarsi" con la banca...
    Mi sono espresso male...intendevo se fosse consigliato usare un pc, diciamo, "dedicato", solo per il banking
    Dico cio' solo per precisare perche' dalle tue risposte ho compreso che tutto dipende dal tipo di sistema usato dalla banca.
    Grazie

    Rispondi citando Rispondi citando Il mio PC

  5. #4
    Data registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    255
    Grazie dati 
    173
    Grazie ricevuti 
    259
    Ringraziato in
    141 post

    Riferimento: Home banking: quale S.O. e quali programmi (antivirus, firewall,ecc...)

    Ciao a tutti

    Passavo di qua e vedendo il contenuto del topic ho pensato di dare il mio contributo anchese sicuramente ci sono persone più ferrate di me sullo specifico argomento.
    Però, Armandillo, per darti risposte più utili sarebbe bene capire prima cosa si vuole fare esattamente in termini di home banking.

    La premessa è che la sicurezza delle transazioni a livello di sistema non dipende esclusivamente dalla piattaforma della banca, ma purtroppo anche da quello che si trova dal lato utente, altrimenti non si spiegherebbe l'esistenza (ed il relativo successo) di malware come Zeus, Citadel e Neverquest, per citarne alcuni.
    Siccome questi begli "attrezzi" sono programmati per Windows, da qui esce già una prima risposta, ovvero che tra tutti gli OS citati che puoi installare, quello da scartare subito è XP in quanto non più supportato.
    Restando su Windows quindi puoi utilizzare Windows7/8, possibilmente a 64bit, dotati di un AV ed un FW decenti che comprendano un modulo HIPS. Restando sul free, Avast!/Avira+Comodo/Online Armor sono sufficienti, se vuoi software a pagamento fammi sapere perchè al momento non so risponderti con sufficiente precisione.
    Poi ovviamente ci sono gli OS Linux, che non è detto debba essere Ubuntu, che almeno dal lato malware evitano sicuramente delle preoccupazioni, magari in Live. Esistono almeno un paio di distro rivolte ad un utilizzo "sicuro" più di altre, Whonix e Tail.

    Purtroppo però i problemi non si fermano al sistema operativo utilizzato ed alla parte software.
    Esistono rischi connessi anche all'hardware ed all'utente stesso.
    Per la parte hardware la questione è principalmente sul tipo di connessione e sul mezzo utilizzato per stabilirla.
    Un buon router opportunamente settato e l'utilizzo di una connessione via cavo dovrebbero già bastare ad essere piuttosto sicuri.
    Anche se il rischio è remoto, la connessione via wireless può essere intercettata e con essa i dati trasmessi, comprese password ed altri dati sensibili.
    Dal lato utilizzatore la maggior parte dei rischi è legata a questioni di ingegneria sociale, es. pishing, dove una volta che ci si è fatti fregare non c'è misura di sicurezza che tenga visto che i dati di accesso vengono forniti direttamente ai criminali che poi li utilizzano come meglio credono.

    Da quanto detto sopra, si dovrebbe anche evincere (o almeno io lo evinco ) che non serve avere una macchina dedicata all'home banking. Anche se in teoria il rischio sarebbe ridotto, se quel sistema viene compromesso sei punto e a capo, e questo comunque non ti mette al riparo dal resto. Senza contare che poi devi manutenere un sistema in più.
    Se proprio vuoi farla fatti una partizione con un'installazione Linux.

    Per concludere, dai anche una lettura alla pagina del sito della tua banca sull'argomento. Te ne linko una a caso, giusto come esempio e per non stare a scrivere altre cose che magari sai già.
    Poi un giro in banca per ulteriori informazioni sicuramente male non fa.


    Ciao

    Rispondi citando Rispondi citando

  6. #5
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    710 Avalon Ave. Wonderland M31
    Messaggi
    5,969
    Grazie dati 
    6,179
    Grazie ricevuti 
    5,875
    Ringraziato in
    3,007 post

    Riferimento: Home banking: quale S.O. e quali programmi (antivirus, firewall,ecc...)

    noi con l'unicredit abbiamo la doppia autenticazione grazie al token

    se ipoteticamente un malware ci rubasse le credenziali di accesso (user/pswd o pins che dir si voglia) non potrebbero comunque fare operazioni sul conto non disponendo del codice generato da esso


    Rispondi citando Rispondi citando Il mio PC

  7. #6
    FileNotFound Guest

    Riferimento: Home banking: quale S.O. e quali programmi (antivirus, firewall,ecc...)

    Un indistinto Grazie a chi partecipa a questa utile discussione (siamo anche un Forum di Servizio ).

    Ma abbiamo dimenticato un po' tutti, me compreso, di dedicare un punto a parte al tema del sistema di comunicazione informatica adottato tra banca e cliente (mail/similmail...). Vuole farlo qualcuno ? ...



    Rispondi citando Rispondi citando

  8. #7
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    17,016
    Grazie dati 
    4,803
    Grazie ricevuti 
    2,589
    Ringraziato in
    2,188 post

    Riferimento: Home banking: quale S.O. e quali programmi (antivirus, firewall,ecc...)



    Solo due cosine, perché Clayrowant è già stato esaustiente sul resto:
    un Ubuntu dedicato solo allo scopo potrebbe rivelarsi il migliore ma...basta solo quello oppure necessita comunque l'installazione di un antivirus e un firewall ?
    Se sei dietro un router (ormai tutti gli operatori usano il router, anche fastweb ha abbandonato la vecchia modalità hag) il firewall non serve a nulla perché già lo stesso router è un firewall; ma soprattutto per linux non esistono antivirus (), a parte quelli per scansionare le partizioni di windows (e quindi rilevano i malware per windows), per il resto, semmai dovesse spuntarti la richiesta, basta che non fornisci la password di root senza sapere cosa la chiede.
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

    Rispondi citando Rispondi citando Il mio PC

  9. #8
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,396
    Grazie dati 
    11,493
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Riferimento: Home banking: quale S.O. e quali programmi (antivirus, firewall,ecc...)

    Intanto grazie a tutti per i preziosi consigli

    Citazione Originariamente scritto da Clairvoyant Vedi messaggio
    Però, Armandillo, per darti risposte più utili sarebbe bene capire prima cosa si vuole fare esattamente in termini di home banking.
    Fondamentalmente mi occorre gestire piu' d'un conto e se possibile fare dei bonifici.

    Citazione Originariamente scritto da Clairvoyant Vedi messaggio
    Restando su Windows quindi puoi utilizzare Windows7/8, possibilmente a 64bit, dotati di un AV ed un FW decenti che comprendano un modulo HIPS. Restando sul free, Avast!/Avira+Comodo/Online Armor sono sufficienti, se vuoi software a pagamento fammi sapere perchè al momento non so risponderti con sufficiente precisione.
    Poi ovviamente ci sono gli OS Linux, che non è detto debba essere Ubuntu, che almeno dal lato malware evitano sicuramente delle preoccupazioni, magari in Live. Esistono almeno un paio di distro rivolte ad un utilizzo "sicuro" più di altre, Whonix e Tail.
    Per chiarire ho a disposizione un pc con Seven 32 bit con un harddisk sata libero e l'idea iniziale era quella di installarvi Ubuntu (o altra) ma senza il dual boot.
    Ho un pc con Xp ma potrei benissimo farne a meno installando una distro Linux.
    Poi potrei disporre di un portatile con Seven 64 bit e un IPad2.


    Citazione Originariamente scritto da Clairvoyant Vedi messaggio
    Per la parte hardware la questione è principalmente sul tipo di connessione e sul mezzo utilizzato per stabilirla.
    Un buon router opportunamente settato e l'utilizzo di una connessione via cavo dovrebbero già bastare ad essere piuttosto sicuri.Anche se il rischio è remoto, la connessione via wireless può essere intercettata e con essa i dati trasmessi, comprese password ed altri dati sensibili.
    In casa ho una connessione wireless protetta ma di cui ho eliminato i Mac Address che inizialmente avevo settato, pero' ho anche un modem ethernet di scorta quindi volendo potrei connetterci un pc magari con distro Linux.


    noi con l'unicredit abbiamo la doppia autenticazione grazie al token
    La mia banca appunto e' l'Unicredit quindi la cosa mi interessa parecchio.


    Per quanto riguarda i programmi di sicurezza, come tanti, adopero su tutti i pc Comodo Firewall Free e Avira Free piu' Malwarebyte's.
    So che la Norton gia' da tempo aveva un suo antivirus (360 ?) dedicato ai dati sensibili e questa possibilita' la potrei tenere in conto.

    Come si puo' leggere di opportunita' ne ho diverse e forse proprio per questo vorrei scegliere la strada migliore.


    @Andy
    Per Linux non c'e' Clam antivirus ?
    Ricordo di averlo adoperato


    Rispondi citando Rispondi citando Il mio PC

  10. #9
    Data registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    255
    Grazie dati 
    173
    Grazie ricevuti 
    259
    Ringraziato in
    141 post

    Riferimento: Home banking: quale S.O. e quali programmi (antivirus, firewall,ecc...)

    Citazione Originariamente scritto da wrongway Vedi messaggio
    noi con l'unicredit abbiamo la doppia autenticazione grazie al token

    se ipoteticamente un malware ci rubasse le credenziali di accesso (user/pswd o pins che dir si voglia) non potrebbero comunque fare operazioni sul conto non disponendo del codice generato da esso

    Ciao wrong
    Si, esiste anche quel tipo di protezione aggiuntiva. Anch'io ho Unicredit ed uso la chiavetta magica dei pin.
    Però non sono sicuro che funzioni esattamente come dici tu, nel senso...se il malware installato ruba i dati in fase di connessione, finchè resti connesso dall'altra parte qualcuno può sfruttare la tua connessione per poter operare in ombra alle tue operazioni.
    Poi non so se la cosa possa funzionare, è solo una mia ipotesi in quanto non sono un esperto di questo genere di connessioni particolari.
    Citazione Originariamente scritto da Andy86 Vedi messaggio


    Solo due cosine, perché Clayrowant è già stato esaustiente sul resto:


    Se sei dietro un router (ormai tutti gli operatori usano il router, anche fastweb ha abbandonato la vecchia modalità hag) il firewall non serve a nulla perché già lo stesso router è un firewall; ma soprattutto per linux non esistono antivirus (), a parte quelli per scansionare le partizioni di windows (e quindi rilevano i malware per windows), per il resto, semmai dovesse spuntarti la richiesta, basta che non fornisci la password di root senza sapere cosa la chiede.
    Ciao Andy.
    Dietro router il FW non serve per le connessioni in ingresso, ma per quelle in uscita si. E siccome il malware una volta installato trasmette dati, a mio avviso è bene averlo comunque anche perché ti rileverebbe che tale applicazione vuole creare una connessione. Questo ovviamente per Windows.
    Per Linux la situazione è più tranquilla, cmq gli AV per Linux esistono, solo che non servono tanto a Linux quanto per l'interfacciamento con sistemi Windows (es. email).
    Citazione Originariamente scritto da FileNotFound Vedi messaggio
    Un indistinto Grazie a chi partecipa a questa utile discussione (siamo anche un Forum di Servizio ).

    Ma abbiamo dimenticato un po' tutti, me compreso, di dedicare un punto a parte al tema del sistema di comunicazione informatica adottato tra banca e cliente (mail/similmail...). Vuole farlo qualcuno ? ...
    Ciao FnF.
    Questo è un altro aspetto dell'online banking, ma credo che le informazioni utili si possano trovare nelle pagine delle banche come quella che avevo linkato nel mio precedente post. Se si vuole entrare in dettagli maggiori, servirebbe qualcuno con maggiore esperienza specifica che io non ho. In genere però i pericoli che possono arrivare da quel tipo di comunicazioni più che altro derivano dal pishing o da tecniche di social engineering più che dai sistemi in sé.


    Rispondi citando Rispondi citando

  11. #10
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    17,016
    Grazie dati 
    4,803
    Grazie ricevuti 
    2,589
    Ringraziato in
    2,188 post

    Riferimento: Home banking: quale S.O. e quali programmi (antivirus, firewall,ecc...)

    solo che non servono tanto a Linux quanto per l'interfacciamento con sistemi Windows
    E io che cos'ho detto?

    Forse che ho parlato arabo?
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

    Rispondi citando Rispondi citando Il mio PC

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie