Adobe ha annunciato lunedý una nuova vulnerabilitÓ, simile a quella giÓ verificatasi a febbraio, che potrebbe consentire a malintenzionati di prendere da remoto il controllo di PC con istallati sistemi operativi Windows, Mac e Linux.

Il bug colpisce le versioni di Flash 13.0.0.201 e precedenti per i sistemi Mac e versioni 13.0.0.182 e precedenti per i sistemi Windows e le versioni 11.2.202.350 e precedenti, per i sistemi Linux.
Dato che sono in circolazione almeno due exploit, Adobe ha prontamente rilasciato una nuova versione di Flash Player per Windows, Mac e Linux.
Quindi gli utenti Mac e Windows sono invitati ad aggiornare alla versione di Flash 13.0.0.206, mentre quelli di Linux debbono updatare il loro Flash alla versione 11.2.202.356.
Gli utenti che utilizzano Chrome od internet Explorer 10 e 11 riceveranno in modo automatico i loro aggiornamenti.
Secondo i ricercatori della societÓ Kaspersky Lab, la vulnerabilitÓ sarebbe situata nella componente Pixel Bender progettata per i video e la rielaborazioni delle immagini.