Come sappiamo Renzi ha confermato il bonus in busta paga che sar del 3,5% per i redditi fino a 17.714 euro, si attester a 620 euro tra questo valore e 24.500 euro, per poi scendere progressivamente fino alla soglia dei 28.000 euro, questo sempre nel 2014.
Sul fronte delle imprese invece, laliquota Irap dovrebbe passare dal 3,9% al 3,5 % nel 2015. Per questanno prevista un aliquota intermedia pari al 3,75%.
Una parte delle coperture per questi bonus dovrebbe derivare dal gettito atteso, intorno al miliardo di euro dal raddoppio della tassa sulle sole plusvalenze registrate dalle banche con la rivalutazione delle quote di Bankitalia.
Ci sar, inoltre, lintroduzione dellaumento delle tassazioni al 26% per le rendite finanziarie e sta per essere anche rimessa in discussione lesenzione IMU per i fabbricati rurali ad uso strumentale.
Tutto il resto della copertura dovrebbe derivare da tagli nella spesa pubblica e solo per il comparto sanit sono previsti tagli pari ad 868 milioni questanno e 1,5 miliardi dal 2015.
Tutto largomento per ancora in discussione e ci sono ancora in corso trattative serrate fra il ministro della salute Lorenzin e quello dellEconomia.
Insomma quello della salute credo che sia il tema pi a cuore a tutti gli italiani e si spera che non si arrivi a nuovi tagli che metterebbero a rischio la definizione del Patto della Salute con le Regioni, oltre che la possibilit di rinnovare i Livelli essenziali di assistenza.
Su tutti gli altri tagli che potete leggere nellarticolo, tipo leliminazione del Pra, meno soldi alle Caf ecc, credo che siamo tutti daccordo.
Fonte