Mostra risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Dove ci porta il sindaco dItalia ?

  1. #1
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,850
    Ringraziato in
    5,690 post

    Dove ci porta il sindaco dItalia ?

    Se davvero Matteo Renzi uscir dalla strettoia sui modelli di legge elettorale cos come c’era entrato, cio con una preferenza per il cosiddetto “sindaco d’Italia”, molti nodi saranno sciolti e altri si proporranno..... continua

    Fonte

    Svolta epocale ?

    Potrebbe esserlo anche se si paghera' un alto prezzo !

    Da sempre sono stato un convinto assertore del sistema elettorale inglese unica via per cambiare questo paese ed ora l'abbozzo raggiunto da Renzi e il pregiudicato Berlusconi in teoria potrebbe portare verso quella strada.

    Perche' il maggioritario puro ?
    Perche' appartiene a quei sistemi elettorali anglosassoni, assieme a Canada e Stati Uniti, detentori dei governi piu' duraturi e delle democrazie piu' antiche e solide.

    Questa neo-bozza presenta dei lati positivi ed alcuni negativi ma non poteva essere altrimenti e comunque ha il pregio di aver quantomeno scosso l'immobilismo omicida-suicida di questa classe politica.

    Lo capiranno gli italiani ?
    Non lo so ma ne dubito.
    Questa vecchia e provinciale Italia da troppo tempo abituata ai particolarismi ed ancora legata ai ricordi dei ricatti di antica data dove un PLI (lo rammentate ?) che valeva circa il 2,5 % dell'elettorato poteva permettersi di bloccare un parlamento, benche' stanca delle tante chiacchiere, al momento di cambiare radicalmente potrebbe mostrarsi alquanto vigliacca e non mi meraviglierebbe che trovasse trasversali appoggi per segare le gambe a questo coraggioso tentativo !

    Personalmente mi sento combattuto...sto tra l'indignato poiche' si e' dovuto ricorrere al parere di una persona che dovrebbe stare in galera e lo speranzoso appunto perche' vedo un parziale inizio di un profondo cambiamento.

    Se questa bozza dovesse passare cos com'e' (compresa la riforma del senato e l'articolo 5 , sia chiaro) il prezzo da pagare varrebbe il gioco considerando gli anni persi in chiacchiere ma soprattutto per la perdita di poter noi decidere i nostri rappresentanti (ahime' che mi tocca dire ) !
    L'eventuale scomparsa dei piccoli partiti e delle province la valuto assolutamente salutare ed anzi auspicherei - ma ci vorra' tanto tempo - di giungere ad avere solo due grandi formazioni, appunto come nei paesi anglosassoni, con la certezza di un governo eletto piu' responsabile e democratico.

    Mi auguro che si arrivi ad una svolta ma tendo a frenare giacche', come molti sospettano, potrebbero sorgere problemi sia da parte di "lui" sia all'interno delle stesse formazioni che hanno dato il via a questo patto !
    Chissa'


    Voi, se vi va, ve la sentite di dare un parere ?

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #2
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Dove ci porta il sindaco dItalia ?

    io comincio ad apprezzare il fatto che Renzi non stia fermo nell'immobilismo ma si muova, Fassina, Cuperlo, persone abbastanza giovani ma vecchie dentro e troppo legate a schemi e correnti, Renzi non lo , vedremo a cosa porter, intanto "e pur si muove".

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti alluso dei cookie