Con le nuove patch rilasciate da pochi giorni, la Microsoft ha finalmente risolto il problema, segnalato da parecchi mesi, relativo ad un bug del processo svchost e che portava in particolare gli utenti, che, con sistema operativo Windows XP, utilizzavano internet 6 od il 7 ad avere problemi con la CPU.
Molti utenti, infatti, avevano risolto istallando Windows 8.
La Microsoft si è accorta che il Windows update Agent rimaneva bloccato durante l'elaborazione del lungo elenco di patch per Internet 6 e 7. Dustin Childs della Microsoft ha ufficialmente annunciato che ora la Microsoft ha risolto il problema eliminando i vecchi aggiornamenti di sicurezza legacy per internet explorer, in tal modo viene ridotto il tempo impiegato da Windows update per verificare
gli aggiornamenti esistenti, prima di istallarne di nuovi.
Ricordiamo, però che dall'8 aprile 2014, cesserà il supporto per Windows XP, anche se è stato recentemente annunciato che verrà invece fornito supporto anti-malware per il sistema operativo che ha ormai 13 anni , fino al 14 luglio 2015, in ogni caso, quindi chi ha riscontrato problemi invece di istallare le patch, forse è meglio che pensi ad un nuovo sistema operativo.