Centinaia di migliaia di persone sono state colpite dalla frode informatica, diffusasi tramite ristoranti e fast-food in Sud Africa.
Ci sono state, quindi, milioni di perdite per le banche a causa di una variante del malware Dexter che agisce infettando il software dei vari punti di vendita, in cui sono utilizzate le carte di credito e quando i clienti hanno inserito le loro carte nei terminali infetti viene inviata un'immagine con i dati sensibili della carta ad un server remoto, probabilmente situato in un altro paese.

Il fatto che il software infetto fosse una variante di Dexter ha fatto sì che non venisse rilevato dai normali software anti-virus.
Fortunatamente, secondo gli esperti informatici, il software non permette di rilevare anche i numeri di verifica della carta, situati sul lato posteriore della stessa, quindi i malintenzionati non hanno potuto effettuare molti acquisti on line.

In ogni caso le stesse carte vengono vendute nei forum underground per fare copie da potersi utilizzare nei negozi fisici.
I ricercatori non sono stati in grado ancora di capire come i terminali, basati su Windows siano stati infettati con Dexter in quanto in questo caso, il malware non poteva essere preso tramite email infette o la navigazione web, molto probabilmente i terminali sono stati infettati tramite gli strumenti di amministrazione, utilizzati per aggiornare in remoto i vari punti di vendita.

Sicuramente se il malware riesce a colpire i terminali di tanti piccoli e grossi punti vendit,a la truffa informatica, raggiunge in poco tempo dimensioni colossali.