Pagina 5 di 6 PrimoPrimo ... 3456 UltimoUltimo
Mostra risultati da 41 a 50 di 52

Discussione: La gaffe di Barilla e il cambiamento del concetto di famiglia

  1. #41
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: La gaffe di Barilla e il cambiamento del concetto di famiglia

    Citazione Originariamente scritto da Eres Vedi messaggio
    ...Marco mi pare che ti sei fatto abbindolare un po' troppo dalle campagne pro gay.
    Ok, forse comincio forse a capire. Cercherò di illustrarvi la differenza tra i nostri punti di vista, e da cosa è causata.

    Vedi Eres, io con i gay ci vivo quotidianamente, pochi giorni dopo essere arrivato in California sono stato invitato a cena da una coppia gay con i quali sono poi diventato amico e uno di loro mi ha fatto poi testimone di nozze, con la ragazza che ho conosciuto proprio quella sera. Quando andai a quella cena diciamo pure che ero incuriosito, ma non mi aspettavo molto e cercai di andarci lasciando a casa tutti i pregiudizi nati e cresciuti in trenta anni di vita italiana. Mai e poi mai mi sarei aspettato che uno di loro mi avrebbe fatto da testimone di nozze e che poi io sarei andato al loro matrimonio, quando finalmente divenne legale. In tutti questi anni ho imparato a conoscere sempre più persone gay, fino a che divenne per me perfettamente normale stare assieme a loro. Ho condiviso i loro successi, le loro gioie, i loro dolori, e i problemi che tutti i giorni devono affrontare proprio perché "diversi". Non mi è mai parso giusto che due gay assieme da quasi 40 anni non potessero condividere assicurazione medica e pensione lavorative date a famiglie "normali" solo perché formate da persone di sesso diverso, persone che magari poi divorziano dopo pochi anni spendendo un capitale per processi vari (direi anzi sperperando, buttare soldi al vento)

    Le cose almeno da noi sono cambiate perché abbiamo lottato per cambiarle, in primo luogo per sensibilizzare l'opinione pubblica, perché senza di essa le persone LGBT da sole, una esigua minoranza, non avrebbero potuto farlo. Il cambiamento è stato voluto da tutti, non è stato facile e senza problemi. Ecco perché quindi sono così contrario alle parole di Guido Barilla. A cui intendiamoci, ripeto, non tolgo il diritto di averle dette. Forse per voi quelle parole sono una sciocchezza, ma per me hanno una importanza enorme. Rappresentano una cultura del passato, che ci dobbiamo scrollare di dosso.

    ---------- Post Unito alle 08: 37 ----------

    Citazione Originariamente scritto da janet Vedi messaggio
    nel momento in cui si decidesse che gli omosessuali possono adottare bambini, perchè in Italia non possono, chi dovrà decidere l'America ?
    Allora è giusto che tutto il popolo italiano si confronti su questo punto
    Grazie Janet, ho capito adesso.
    Personalmente sono contrario a referendum che possano negare diritti civili a una minoranza.
    Capisco comunque che tu sia contraria, ma sarebbe da discuterne in un'altra sede. Come facemmo nel vecchio p2p, ricordo fosse una delle discussioni più animate.
    Ultima modifica di MarcoStraf; 02-10-13 alle 17: 28.

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #42
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,400
    Grazie dati 
    11,495
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Riferimento: La gaffe di Barilla e il cambiamento del concetto di famiglia

    Io non ho avuto le opportunita' di Marco e ricordo tanto tempo fa quando mi avvicino' un uomo che con fare particolare tento' un approccio...io mi risentii come credo fosse naturale per i miei 18 anni.
    Da allora l'unica persona che conosco molto bene e' una ragazza giovane e lesbo che vive con la compagna e con cui ho rapporti normalissimi.
    Tempo fa - mi sembra che gia' lo scrissi - proprio sotto casa mi capito' di notare due ragazzi giovani baciarsi e non nego che subito restai un po' perplesso e mi rigirai per l'imbarazzo.
    Ragionandoci poi a freddo mi resi conto che quel bacio non era per nulla diverso dai miei con la mia compagna e che l'amore non conosce sesso.
    Mi baso proprio su questo ultimo concetto per cui conta solo l'amore ed il rispetto tra due persone come letteratura e cinema hanno ben espresso in varie occasioni.
    La realta' purtroppo e' diversa anche se in questi ultimi anni qualche timido passo avanti s'e' fatto ma si e' lontani anni luce dalla situazione in quel di Marco.

    Un eventuale referendum penso non sia il mezzo migliore e lo lascerei per altro tipo di decisioni sia perche' andrebbe soggetto a speculazioni, sia perche' non mi convince opporre un "si" ad un "no", sia perche' il tema delicato richiede, di sicuro qui da noi, piccoli passi ed informazioni alla gente chiare e senza fronzoli burocratici.

  4. #43
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: La gaffe di Barilla e il cambiamento del concetto di famiglia

    Marco, guarda che non siamo zulu dal momento che parli sempre come lo fossimo abbiamo colleghi gay, ci confrontiamo con gli omosessuali che per noi non rappresentano una minoranza, sono italiani e basta non fanno parte di un altro popolo e nessuno li ghettizza e siamo tutti d'accordo sulla loro unione che deve essere necessariamente uguale a quella delle coppie etero.
    Il problema è e questo è un passo successivo garantire anche a coppie dello stesso sesso diritti nell'adozione e qui, comunque si decida ci vuole un intervento di tutta l'opinione pubblica.
    Altrimenti se questo venisse fuori per legge decisa da una maggioranza di governo questo fatto non verrebbe accettato dalla maggior parte del popolo che allora sì la considererebbe un'imposizione e ghettizzerebbe.

    Poi quello che si faceva su P2P forum a me non può importare di meno è un posto morto, un'esperienza finita, dove io fedele alle mie idee mi comportavo come mi comporto qui come anche su Facebook o su Google plus, su Twitter dove mi va di andare ecco, perchè sinceramente dà molto fastidio che si parli di astio o di problemi nei confronti di questo o quello quando si è gli stessi e si dicono le stesse cose in 30 posti diversi.
    Ultima modifica di janet; 02-10-13 alle 18: 38.

  5. #44
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: La gaffe di Barilla e il cambiamento del concetto di famiglia

    E
    Citazione Originariamente scritto da Armandillo Vedi messaggio
    ...
    Un eventuale referendum penso non sia il mezzo migliore e lo lascerei per altro tipo di decisioni sia perche' andrebbe soggetto a speculazioni, sia perche' non mi convince opporre un "si" ad un "no", sia perche' il tema delicato richiede, di sicuro qui da noi, piccoli passi ed informazioni alla gente chiare e senza fronzoli burocratici.
    Si, su questo sono in accordo. In Italia c'è ancora troppa disinformazione e mi pare che la vicinanza del Vaticano influenzi non poco, visto che altre nazioni cattoliche, perfino in sud America, sono molto più aperte al fenomeno della omosessualità.
    Diamo tempo al tempo, le nuove generazioni cresceranno con meno preconcetti con i quali noi siamo stati educati, sotto certi versi formeranno un mondo migliore. Cercare di forzare i tempi è solo deleterio.

    ---------- Post Unito alle 09: 43 ----------

    Citazione Originariamente scritto da janet Vedi messaggio
    ... Altrimenti se questo venisse fuori per legge decisa da una maggioranza di governo questo fatto non verrebbe accettato dalla maggior parte del popolo che allora sì la considererebbe un'imposizione e ghettizzerebbe. .. .
    Certamente, per questo sono contrario a tale referendum, specie adesso. Un "buon" governo deve legiferare tenendo conto "anche" della maggioranza, sarebbe stupido se facesse leggi che non accontentino nessuno (cosa che poi in Italia fanno tutti i giorni, ma qui il discorso si fa più ampio) ti assicuro che anche io non sono ad assoggettare una intera nazione a leggi controverse. Per cambiare ci vuole tempo, e mi pare che l'Italia, in questo momento, non sia ancora pronta. Ma eventualmente la società evolve, lo ho visto fare molte volte nella mia vita e in nazioni diverse.

  6. #45
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: La gaffe di Barilla e il cambiamento del concetto di famiglia

    Oltretutto prima di pensare ad atro tipo di famiglia, dal momento che non a caso è stata da poco varata la legge sul femminicidio bisognerebbe capire che la famiglia italiana si basa ancora sul tipo di famiglia tradizionale in cui la donna è il fulcro, lavori o non lavori, sia divorziata o continui con il primo matrimonio, quindi ci vorranno anni prima che le nuove famiglie sia di fatto che giuridicamente riconosciute arrivino, su scala globale, ad una divisione dei compiti ed ad un pari rispetto dei ruoli. E' un cammino difficile, appena cominciato che non necessita di altra carne al fuoco.

  7. #46
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,400
    Grazie dati 
    11,495
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Riferimento: La gaffe di Barilla e il cambiamento del concetto di famiglia

    Citazione Originariamente scritto da janet Vedi messaggio
    Oltretutto prima di pensare ad atro tipo di famiglia, dal momento che non a caso è stata da poco varata la legge sul femminicidio bisognerebbe capire che la famiglia italiana si basa ancora sul tipo di famiglia tradizionale in cui la donna è il fulcro....
    Penso che non sia impossibile procedere di pari passo.
    L'una cosa non esclude l'altra, anzi credo che parlare dei diritti delle persone, qualsiasi siano, porti argomenti su cui riflettere per meglio legiferare.
    Quella famiglia "tradizionale" e' mutata e forse sarebbe il caso di adeguare le norme e questo vale per i "mammi", per i separati o i divorziati.
    Sappiamo che a tutt'oggi una coppia separata, quando va bene e si rispetta la legge, trova difficolta' con gli alimenti e col lavoro e la stessa cosa puo' accadere per una coppia di fatto, separare le due situazioni non mi sembra giusto.
    Il cammino e' davvero complicato ma non vorrei che questo poi diventi un ostacolo o una scusa per rimandare alle calende greche.

  8. #47
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: La gaffe di Barilla e il cambiamento del concetto di famiglia

    Citazione Originariamente scritto da janet Vedi messaggio
    ... la famiglia italiana si basa ancora sul tipo di famiglia tradizionale in cui la donna è il fulcro, ...
    Uhm. "si basa" oppure "qualcuno vuole convincerci che sia ancora così".
    Perché di fatto la famiglia italiana ha cominciato a cambiare con il divorzio.
    Non posso parlare per la maggioranza, ma di tutti i miei amici e conoscenti ben pochi sono al loro primo matrimonio (io sono uno di essi) e in nessuno dei loro nuclei famigliari (sposati, risposati o conviventi) la donna ne rappresenta più il fulcro, tutte lavorano e dividono pari pari i compiti con i mariti. Infatti quella è una delle frasi del signor Barilla che io ho contestato di più. Senza contare che per "fulcro" la maggior parte della gente non intende per nulla "avere più importanza", ma piuttosto lavare i piatti (esagerazione mia, cercate di capirmi). Perfino nel certificato di matrimonio (mi sono sposato in italia nel 1993) nelle leggi che governano la famiglia entrambi i coniugi sono messi allo stesso livello.
    Personalmente, parlo per me qui, il fulcro della famiglia è la famiglia stessa, ossia l'amore e l'armonia con cui va avanti. Il ruolo della mamma-donna-fulcro è un concetto ormai superato che i soliti tradizionalisti cercano di tenere in piedi. Perfino mio padre, che ha adesso 80 anni, si è ricreduto dicendo "in fondo è meglio così".

  9. #48
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    4,202
    Grazie dati 
    209
    Grazie ricevuti 
    874
    Ringraziato in
    725 post

    Riferimento: La gaffe di Barilla e il cambiamento del concetto di famiglia

    Citazione Originariamente scritto da MarcoStraf Vedi messaggio
    Vedi Eres, io con i gay ci vivo quotidianamente, pochi giorni dopo essere arrivato in California sono stato invitato a cena da una coppia gay con i quali sono poi diventato amico e uno di loro mi ha fatto poi testimone di nozze, con la ragazza che ho conosciuto proprio quella sera.
    Mi sembra quindi che tu ne abbia fatto una questione personale e in parte interessata.
    Ma parlando in generale, rimane una questione di scarsa rilevanza, nel difficilissimo contesto attuale.

  10. #49
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: La gaffe di Barilla e il cambiamento del concetto di famiglia

    Perché di fatto la famiglia italiana ha cominciato a cambiare con il divorzio.
    Non posso parlare per la maggioranza,
    Infatti facendo parte della minoranza ben pensante come dice l'articolo , il discorso maggioranza non ti interessa e neanche il concetto referendum e tutto un ragionamento che si legge ovunque ed il volgo ignorante va guidato ma di tuo padre magari illuminato ma ottantenne a noi può importare poco, io vorrei sapere con quante esattamente il numero di coppie italiane parli al giorno.
    E se è alto, che dire, parli in America, parli in Italia beati voi che avete tutto questo tempo che vi lascia il lavoro.
    Se invece è solo un discorso basato su pochi casi trovo molto più giusta la concezione di Barilla che pure avrà qualcuno che gli fa i sondaggi in Italia, rispetto alla tua idea molto teorica e basata su una supposta maggioranza.
    Anche perchè ci sono situazioni di donne che anche con il secondo marito si trovano impelagate nella vecchia concezione tradizionale.

    Sappiamo che a tutt'oggi una coppia separata, quando va bene e si rispetta la legge, trova difficolta' con gli alimenti e col lavoro e la stessa cosa puo' accadere per una coppia di fatto, separare le due situazioni non mi sembra giusto.
    E chi lo dice che bisogna separare de due situazioni, stiamo parlando di affidamento e di bambini e non di aride cose economiche separiamo del tutto le due questioni, una volta tanto, dal momento che anche Barilla ha detto che a lui se ci sono coppie gay legalizzate non può importare di meno e perchè vi fa comodo,questo fatto lo ritirate sempre in mezzo.
    I figli a meno che non vengano da unioni etero precedenti e con tutte le leggi sulla procreazione restrittive come gli vengono alle coppie gay se non per adozione ?
    Ma non sarebbe più giusto, invece che a tutti questi trastulli di una lobby ricca, pensare ai nostri disabili, che con i vari tagli nella scuola e nelle altre strutture pubbliche sono relegati sempre più in casa ?
    Questi meriterebbero attenzione nelle leggi e non un gruppo che è già pienamente inserito nella società italiana, occupa posizioni importanti, nella politica, nello sport, nell'industria.
    Ultima modifica di janet; 02-10-13 alle 21: 48.

  11. #50
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: La gaffe di Barilla e il cambiamento del concetto di famiglia

    Citazione Originariamente scritto da janet Vedi messaggio
    ... Ma non sarebbe più giusto, invece che a tutti questi trastulli di una lobby ricca, pensare ai nostri disabili, che con i vari tagli nella scuola e nelle altre strutture pubbliche sono relegati sempre più in casa ? ...
    Scusa Janet, ma chi ti dice che io mi stia trastullando? Chi ti dice che io sia ricco? Non mi conosci, non sai che altri problemi ho io nella vita, non sai in quali altri problemi e battaglie per i diritti civili io mi sia battuto e mi stia battendo, credi forse che passo il 100% del mio tempo libero (ben poco) a fare lobby per i gay? Scusa ancora, se fossi un'altra persona mi offenderei.
    Non parlare a me dei problemi degli anziani. Mia madre passò gli ultimi dieci tristi anni della sua vita con Alzhaimer, e mio padre su curava di lei, non pensi che sappia cosa voglia dire? E adesso che mio padre sta perdendo memoria e ha avuto due infarti che hanno solo aumentato la sua demenza, chi si cura di lui? Il sottoscritto, visto che in Italia, come sapete bene anche voi, non ci sono strutture adeguate per loro e le poche che ci sono costano una fortuna e hanno liste di attesa lunghe di anni.
    Quindi per favore non fare paternali, almeno non a me. Certo, sono sensibile al problema dei gay ma forse solo perché tocca tra i miei amici più cari, inclusa una amica di cui sono padrino. Ma ci sono altri problemi della società in cui sono molto più attivo.

    Pace.

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie