Pagina 401 di 401 PrimoPrimo ... 301351391399400401
Mostra risultati da 4,001 a 4,004 di 4004

Discussione: L'Angolo del Cinefilo - 2013 (2 semestre)

  1. #4001
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,636
    Grazie dati 
    11,553
    Grazie ricevuti 
    13,959
    Ringraziato in
    7,452 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2013 (2 semestre)

    ciao amici

    due paroline di commento sulla visione di ieri sera al cinema, sar una "recensione" semiseria come il tono di questi nuovi film di Peter Jackson:

    Lo Hobbit - La desolazione di Smaug

    Se il primo capitolo (Un viaggio inaspettato) mi aveva lasciato perplesso questo mi ha deluso ancora di pi

    Abbiamo gi detto l'anno scorso che gran parte degli aspetti deboli del film discendono dal libro ispiratore (Lo Hobbit di Tolkien) che poco pi di una favoletta avventurosa per adolescenti, sbrigativa e semiseria nel tono. La trasposizione di Peter Jackson eredita tutte queste caratteristiche ma, e qui sta (imho) l'errore imperdonabile , le amplifica, dilatandole ipertroficamente, per la volont (commerciale e magalomane) di estendere il flebile materiale di partenza in tre film di tre ore . Due film bastavano ed avanzavano, decisamente.

    Questa "sfida", a mio avviso gi persa in partenza, se, forse, porter tanti soldi in cassa a Jackson e co. la causa dei maggiori difetti di questi film: trama sfilacciata, incertezza sulla direzione da prendere, personaggi esili e risibili, scelte di sceneggiatura poco convincenti, situazioni al limite del ridicolo. Insomma si vede che tanta roba stata buttata l giusto per gonfiare la storia fino all'inverosimile. Un film agli estrogeni!

    Jackson , ormai da tempo, in pieno delirio megalomane: ragiona per accumulo di situazioni secondo la grossolana equazione che "tanto bello"

    Se un "mostro" incute paura, solitamente cento fanno sorridere e lo stesso dicasi per le battaglie: sempre pi complicate, sempre pi ingarbugliate e con un numero maggiore di contendenti. Nel film precedente c'erano mille orchi? allora adesso mettiamone un milione! anzi un miliardo!

    Il risultato il caos: un'estetica da videogioco fasulla e fastidiosa. Questa tendenza del barbuto kiwi ormai evidente gi da tempo ed ha "rovinato" tutte le sue ultime opere, praticamente da Il ritorno del Re (incluso) in poi

    Il secondo capitolo di una trilogia quello pi complesso e delicato perch, necessariamente, non ha un vero e proprio inizio e fine, trovandosi in mezzo. Per nella trilogia di ISDA Jackson ha fatto un "miracolo" con Le due torri che , imho, il film pi riuscito della saga dell'Anello: quello con maggiore equilibrio tra momenti epici e lirici, tra eroismo ed intimismo, tra battaglie e conflitti psicologici tra i personaggi. E, soprattutto, quello con le scene visionarie pi alte e memorabili.

    Invece qui abbiamo un semitonfo : se il primo film dello Hobbit aveva il tono semiserio del romanzo che, nei tratti pi ridicoli, faceva pensare ad una "parodia" della Terra di Mezzo , in questo secondo capitolo c' una decisa virata verso le atmosfere dark, con l'incupimento di situazioni e personaggi, il che ci sta visto che si va verso la terra di Smaug. Ma tutto appare abbozzato, superficiale, buttato l ed aumenta la sensazione di soluzioni poco convincenti atte ad allungare il "brodo". I dialoghi sono poco incisivi, molte situazioni sono inappropriate alla materia tolkeniana e persino il personaggio di Gandalf, il pi convincente dal punto di vista di carisma e recitazione nella vecchia trilogia, appare marginale e poco ispirato. In effetti fin dal primo episodio ho avuto la sensazione che il bravo Ian McKellen abbia fatto questi film con poca convinzione ma per motivi "alimentari" o "sentimentali"

    E passiamo ad un'analisi (ancora meno seria ) dei momenti salienti, che metto sotto spoiler per ovvi motivi:

     


    - non male il prologo a Brea, che richiama un bel momento de La compagnia dell'anello e che inizia con il regista che fa il medesimo cameo;

    - appena abbozzato il personaggio di Beor, il mutapelle, che una delle figure pi arcane e misteriose del libro, qui ridotto a semplice comparsa per una scena, tutto sommato, inutile;

    - bosco Atro ricorda molto giungle jacksoniane gi viste ( un misto tra la foresta di Fangorn e Skull Island), la scena dei ragni discreta, l'apparizione degli elfi silvani un po' deludente. Io avrei fatto volentieri a meno del revival di Legolas, ritoccato in digitale per apparire pi giovane, che mi parso anche lui non molto a suo agio in questa nuova trilogia. Mi piaciuta invece la parte in cui Bilbo sale sugli alberi per vedere il sole, ricorda molto l'atmosfera opprimente di quel capitolo del libro.

    - il personaggio di Tauriel serve a poco all'economia della storia (se non ad allungare il brodo detto prima). La Lilly ha il physique du role necessario ma la "love story" tra l'elfo ed il nano (Kili) una pacchianata hollywoodiana che avr fatto rivoltare il povero Tolkien nella tomba . E' un tonfo assoluto ingiustificabile che mi ha causato i sudori freddi in sala . Ma che si sono fumati Peter ed il suo clan (Fran Walsh e la Boyens) ?

    - il re degli elfi silvani, Thranduil, sembra un manichino androgino imbellettato. Imho un clamoroso miscasting

    - la scena dei barili l'ho trovata caotica ed esagerata come quelle peggiori di King Kong . A me questo stile da videogame d parecchio fastidio, per piacere fermate Peter Jackson !!! che qualcuno lo faccia rinsavire


    - Pontelagolungo discreta, una parte cos cos. Non male Bard mentre il governatore e la sua cricca sono delle macchiette imbarazzanti . L'attacco notturno degli orchi che minacciono le figlie di Bard prima dell'arrivo dei nostri (elfi) fa parte di quella retorica hollywoodiana che Jackson ha imparato fin troppo bene . In questa parte del film la presenza di Legolas raggiunge toni decisamente imbarazzanti

    - la digressione di Dol Guldur il momento migliore di questo secondo film . Come estetica e scenografie tutto gi visto nella trilogia dell'Anello ma qui il regista kiwi fa sfoggio delle sue cose migliori: bellissimi i movimenti di macchina, le inquadrature dall'alto, le prospettive sghembe e lo scontro tra il vecchio stregone e l'ombra di Sauron s'avvicina alla magia epica della vecchia trilogia . Ora resta da capire chi salver Gandalf ... le solite aquile ? Galadriel ?


    - non male l'arrivo a Erebor, la porta nascosta e l'ultimo raggio, anche se il fatto che i nani se ne vanno e resta solo Bilbo a risolvere l'enigma una forzatura non da poco, imho. Smaug fatto molto bene ed anche la voce italiana di Luca Ward non malaccio. Tutta la scena con Bilbo bella ma poi, ahim, si prende la solita deriva action da luna park vedi Thorin che "danza" (come faceva la Watts col T-Rex) sulle fauci del drago o la parte della statua d'oro che viene fusa per intrappolare l'avido Smaug in una prigione dorata . Questa trovata davvero robetta terra-terra, ma come si fa a pensare una scena del genere ?

    e poi il finale ... ma ne vogliamo parlare ???? ma si pu finire un film in quel modo ???? persino mia figlia, che ha 6 anni, ha esclamato: "ma non possibile che finisce cos !!!!"

    Va bene che l'episodio di mezzo ma Le due torri aveva un senso di compiutezza pur lasciando la vicenda in sospeso. Qui invece sembra un taglio fatto con l'accetta

    E adesso che faranno nel terzo film ? faranno morire Smaug dopo 10 minuti ? va beh ... misteri jacksoniani



    in definitiva: questo film declassa ulteriormente il tono della seconda trilogia di Jackson verso quello di "avventura per ragazzi", insomma siamo, pi o meno, dalle parti di un Harry Potter. L'epica imponente e "adulta" della saga dell'Anello, e de Le due torri in particolare, ormai un lontano ricordo ...

    e se non ci risentiamo ... BUONE FESTE A TUTTI VOI

    Ultima modifica di Strider; 22-12-13 alle 15: 28.
    "Per quel che mi riguarda Morricone il mio compositore preferito e quando parlo di compositore non intendo quel ghetto che la musica per il cinema ma sto parlando di Mozart, di Beethoven, di Schubert." (Quentin Tarantino)

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #4002
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,792
    Grazie dati 
    1,565
    Grazie ricevuti 
    2,190
    Ringraziato in
    976 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2013 (2 semestre)

    Ciao a tutti
    Avendo gi visto settimana scorsa il nuovo capitolo de "Lo Hobbit" voglio aggiungere il mio punto di vista che ho gi parzialmente espresso a Strider in privato e mi trova sostanzialmente concorde.

    Tutta l'operazione discutibile, la dilatazione dei tempi pessima e tediosa, e anche quello che c' di buono ne risulta svilito.

    Continuo sotto spoiler:
     

    Non ho perdonato fin da subito alcuni stravolgimenti ma ne comprendo l'esigenza narrativa. La presenza di Azog, forzatissima e fuori continuum tolkeniano, si giustifica col fornire un "cattivo" materiale che nella prima parte del libro non c'.
    Esauritone il ruolo qui risulta ridondante e ancora pi fuori posto come comandante delle schiere del male.

    La "femminilizzazione" del progetto (dato che Tolkien nei libri le donne non le metteva) ci sta per un'opera del terzo millennio ma se nella trilogia dell'Anello l'allrgamento dei ruoli funzionava (penso ad Eowyn ma anche ad Arwen) qui veramente macchiettistica. Tauriel come personaggio in se funziona, il soldato innamorato del principe e la differenza di classe un vecchio clich ma pu andare, ma diamine la liberazione dalla "gabbia" a favore di un nano non regge!! Ha ragione Strider, ridicolo.
    Purtroppo Lo Hobbit manca di un perosnaggio "umano" gestibile in questo senso, altrimenti l'espediente sarebbe potuto anche passare, ma cos proprio no.

    La parte di Dol Guldur (da me la pi attesa) appena accennata eppure la pi bella, peccato sia troncata via.

    L'incontro con Smaug l'equivalente dello scontro con Gollum della prima parte e funziona a met. Bello il dilaogo (il libro per funzionava anche qui, donando di Smaug un ritratto sornione e ambizioso, suscettibile agli elogi e estremamente infido), ma l'azione successiva troppo dilatata.
    Per rispondere a Strider sulla scena della statua, io credo che abbiano esagerato l'interpretazione di un passaggio dell'opera letteraria, in cui (ma potrei sbagliarmi, molto che non sfoglio il libro) si dice che "Smaug ricopr il proprio corpo d'oro per renderlo invincibile". In questo senso posso capire l'antitesi, invece che rinforzarlo l'oro pu distruggerlo (in realt sappiamo che saranno la sua stessa ambizione e la sorprendente abilit di un uomo ad abbatterlo).

    Niente da dire sul cliffhanger finale. Imbarazzante dire poco.
    "Le Due Torri" si compiva in maniera stupefacente lasciandoci un senso di dubbio e profonda inquietudine, l'incertezza della Guerra imminente da un lato, il tradimento di Gollum dall'altro. Qui, zac!, taglio netto senza se e senza ma, quasi fossimo in presenza di uno spot pubblicitario che durer un anno!!
    Il marketing una brutta bestia ma qui ci prendono in giro...

    Legolas superfluo, Gandalf sottoutilizzato, Thranduil ricorda in maniera sorprendente il cantante Scialpi ossigenato, il governatore sembra una macchietta Disney (come il grande Goblin nella prima parte). Ecco forse Lo Hobbit avrebbe funzionato di pi come cartoon...

    Resta ancora un passaggio chiave nella terza parte (anzi due), la Battaglia dei 5 Eserciti e lo scontro a Dol Guldur (la vera novit dell'intero trittico). Vedremo...

    E a questo punto non so se augurarmi che qualcuno prima o poi metta mano al "Silmarillion"



    Cambiando discorso ho visto pure "Frozen - Il Regno di Ghiaccio"
    La Disney ha fatto un doppio carpiato all'indietro ed ritornata a presentarci favole classiche in salsa musical. Preferivo il nuovo corso, pi "maturo".
    Tant', il film una meraviglia per gli occhi, e se resistete al 3 acuto sparato nei timpani dalle due sorelle allora di sicur vi piacer. Io preferisco la renna che, guardacaso, muta

    Tanti auguri di Buone Feste

  4. #4003
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    710 Avalon Ave. Wonderland M31
    Messaggi
    5,969
    Grazie dati 
    6,179
    Grazie ricevuti 
    5,875
    Ringraziato in
    3,007 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2013 (2 semestre)

    Ne approfitto anch'io per fare gli Auguri a tutti Voi

    ...e intanto aggiungo Scorsese alla mia collezione...

     




    vista da dentro ma lei



  5. #4004
    Data registrazione
    Nov 2012
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    4,881
    Grazie dati 
    1,683
    Grazie ricevuti 
    2,834
    Ringraziato in
    1,555 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2013 (2 semestre)

    ciao belli

    passo per un saluto e per augurarvi




    a presto!
    Monica

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti alluso dei cookie