Vedi risultati sondaggio: Astenersi.....

Votanti
7. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Dovere disatteso

    3 42.86%
  • Diritto legittimo

    4 57.14%
Pagina 4 di 4 PrimoPrimo ... 234
Mostra risultati da 31 a 39 di 39

Discussione: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

  1. #31
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    non è detto che bisogna essere sempre d'accordo, io credo che prima di lanciarsi sopratutto nelle amministrazioni comunali, bisognerebbe conoscere qualcosa di bilancio, di amministrazione pubblica, abbiamo sbagliato nel passato, sopratutto al momento della nascita del PDL dove veramente è confluito di tutto, continuiamo a sbagliare, ottimo motivo per alcuni, per astenersi dal votare. Quando i partiti, nuovi o vecchi, decideranno di fare una selezione accurata dei loro candidati, allora si potrà decidere di dare loro fiducia. Un paese non fa assolutamente notizia, come una rondine non fa primavera. Basta guardare in TV l'assoluta impreparazione sulle leggi di alcuni esponenti del partito di Beppe Grillo, basta leggere sui social network, chi si è presentato alle liste civiche, gente che era disoccupata e viveva della pensione della madre. Sinceramente io ho sempre amato lavorare e qualcosa da fare l'ho sempre trovato, quando qualcosa non la sapevo fare studiavo e mi informavo per riuscire a svolgere il compito assegnatomi, questa gente non mi può rappresentare, per principio. Come ho detto, fra tanti capetti, non ho nessuna vergogna a fare il manovale e darmi da fare.

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Messaggi
    molti
     
  3. #32
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,850
    Ringraziato in
    5,690 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    Citazione Originariamente scritto da janet Vedi messaggio
    Le liste civiche possono anche essere utili come movimenti che uniscano parte della popolazione nei confronti di problemi reali del territorio, tipo la no Tav oppure l'opposizione alle varie discariche in molti comuni. Ma poi ci vuole una seria gavetta, non proporsi come direttori generali. Il problema dell'Italia è proprio troppi capetti da ogni parte e se prima tutti volevano fare le veline ed i calciatori, non è una soluzione per il paese che tutti vogliano scendere in politica.
    Nella stretta attualita' mi pare che il bisogno di liste civiche provenga piu' che altro dalla necessita' di volti nuovi e possibilmente persone oneste.

    Un mio collega diceva riferendosi al nostro mondo del lavoro:"Non importa se non sai fare....imparerai....ma l'educazione e il comportamento sono alla base di tutto" e credo che questa semplice affermazione si possa applicare in ogni ambiente.
    Ritengo che se si e' onesti anche il "fare" lo sara' pur se alle prime armi.

    I risultati di cotanti politici navigati sono evidenti e quindi la ricerca del nuovo rientra nelle speranze della gente e mi pare comprensibile.
    Sinceramente non so se a livello nazionale sarebbe una soluzione ma so che tra il dire popolare si ascoltano anche voci tendenti a "cancellare tutta l'attuale classe politica" rea di aver provocato i guasti che conosciamo.

    Personalmente non mi dispiace vedere giovani appassionati ed impegnati perche' mi da' il senso di un bisogno reale di partecipazione e cambiamento e soprattutto mi piacerebbe vedere piu' donne alla guida delle istituzioni.

    Da vecchio mi rendo perfettamente conto di quanto conti l'apertura mentale e la freschezza, la curiosita' e l'interesse per cio' che e' nuovo e credo che questa propensione sia la chiave per "inventare" un modo di far scelte, quindi politica, piu' vicine alla gente e piu' moderne.
    Certo, l'esperienza conta, ma se uno e' onesto agira' da onesto e il resto verra'.


  4. #33
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    mah, forse si parte da concetti di base estremamente diversi, ad esempio si parte operai, si studia, si aumenta la propria possibilità di guadagni, o magari si rimane così come si è e si fa i forbiti su internet. Non è che una persona anche con buona volontà si può improvvisare rettore capo di un 'università o primario oppure ingegnere capo e allora perchè in politica ci dobbiamo accontentare solo della buona volontà, sempre se poi c'è realmente ?
    Faccio un esempio io mi sono ritrovata con una marea di persone che dato la riduzione del numero dei collaboratori scolastici a 50-55 anni si sono rimessi in gioco affrontando tutti l'esame per passare al reparto amministrativo ed invece il peggior scalzacani, e lo abbiamo visto con il figlio di Bossi, senza alcun titolo e con esami truccati, può arrivare a prendere nel lato politico, stipendi altissimi, c'è proprio qualcosa che gravemente non va.
    Ultima modifica di janet; 16-06-12 alle 13: 00.

  5. #34
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    /home
    Messaggi
    429
    Grazie dati 
    177
    Grazie ricevuti 
    153
    Ringraziato in
    109 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    perchè in politica ci dobbiamo accontentare solo della buona volontà?
    Io mi accontenterei dell'onestà, e della voglia di stare dalla parte dei cittadini. Se poi volete esperienza, bene, allora sarete soddisfattissimi dall'attuale classe politica, cha ha 30 anni e più di esperienza.

    Poi quella dell'esperienza è un falso problema... oggigiorno nei paesi avanzati al politico è richiesto solo di fare delle scelte per il bene dei cittadini, sentiti i pareri degli esperti.

    Quello che manca in Italia non è esperienza o professionalità (I nostri attuali politici sono tutti avvocati, gente con professionalità il più delle volte brillante), tant'è vero che sono bravissimi a mandare avanti i loro affari e meno quelli del Paese Italia.

    Quello che manca è il controllo democratico sulle scelte della politica, dal consiglio comunale alle scelte che si fanno nei Palazzi del Potere.

  6. #35
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,850
    Ringraziato in
    5,690 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    Citazione Originariamente scritto da janet Vedi messaggio
    Faccio un esempio io mi sono ritrovata con una marea di persone che dato la riduzione del numero dei collaboratori scolastici a 50-55 anni si sono rimessi in gioco affrontando tutti l'esame per passare al reparto amministrativo ed invece il peggior scalzacani, e lo abbiamo visto con il figlio di Bossi, senza alcun titolo e con esami truccati, può arrivare a prendere nel lato politico, stipendi altissimi, c'è proprio qualcosa che gravemente non va.
    Il tuo esempio riguarda proprio la buona volonta' che comunque e' indice positivo perche' prevede, o dovrebbe farlo, un impegno personale coinvolgendo esperienze e capacita' che se sono a buon livello possono senz'altro creare i presupposti per una gestione positiva.
    Quello del figlio di Bossi non e' davvero da prendere in considerazione...lì si tratta di una presa in giro con mancanza totale di qualita' ed e' quello che non vorremmo mai accadesse.

  7. #36
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Messaggi
    3,566
    Grazie dati 
    1,737
    Grazie ricevuti 
    1,524
    Ringraziato in
    1,106 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    io credo che prima di lanciarsi sopratutto nelle amministrazioni comunali, bisognerebbe conoscere qualcosa di bilancio, di amministrazione pubblica
    questo riferito al discorso delle liste civiche, mi sembra che sei un po prevenuta, le conoscenze vengono dallo studio e dall'applicazione, non dall'appartenenza o meno a partiti politici, tutti sono nati in ospedale non in una sede i partito ne dentro un consiglio comunale, a volte è sufficente che l'amministratore sia una persona onesta e abbia delle buone idee perchè il lavoro sul lato pratico lo svolgono gli uffici tecnici, anzi a volte sarebbe meglio che un assessore si limitasse a fare nulla per far andare bene le cose, non è necessaria una laurea in scienze politiche o amministrative, anche se credo ti stupiresti di vedere quanti ragazzi laureati in queste materie, o anche ingegnieri o giornalisti o esperti di organizzazione di eventi.. si propongono in liste civiche e vengono bollati come poppanti inesperti dai vecchi politicanti eppure possiedono una cultura e una volonta' molto spesso superiore, l'ignoranza della classe politica è sotto gli occhi di tutti, e parlo di quelli che vanno in televisione ch si limitano a fare oratoria ma quando c'è da fare una legge delgano a consulenti esterni il lavoro di scriverla perché non ne sono assolutamente capaci

    Basta guardare in TV l'assoluta impreparazione sulle leggi di alcuni esponenti del partito di Beppe Grillo, basta leggere sui social network
    ce ne sono tantissimi superpreparati, hanno docenti universitari dietro, laureati, laureandi, lavoratori, mi sembra che hai delle idee un po parziali su questa movimento; d'altronde guardate un po dove ci hanno portato 30 anni di esperti della politica e del "saper fare le cose"

    dove veramente è confluito di tutto
    é proprio questo che ti dovrebbe convincere a votare anche ad occhi chiusi una lista civica purchè si dissoci assolutamente da quel modo di fare le cose, poi le persone non è che confluiscono...ce le hanno fatte confluire, c'è una responsabilita' ben precisa di determinate persone
    Ultima modifica di Rodolfo Tatana; 16-06-12 alle 15: 50.

  8. #37
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    Sono prevenuta forse perchè mi mancano fatti oggettivi, non vedo moltissimi giovani alla scoperta di nuovi modi di realizzarsi, vedo tanti ma tanti che aspettano ancora la raccomandazione, fanno i concorsi militari, perchè il padre conosce il generale o qualcosa del genere, ora gli stessi in politica invece sarebbero il reale cambiamento, che dire..nel frattempo mi astengo e vediamo, come si suol dire chi vivrà vedrà. E' da ignavi ? Bhà come detto mi associo alla mentalità del resto del mondo, del resto mi sento sempre più cittadina del mondo e meno italiana, come detto, su Google Plus gioco solo con stranieri e mi trovo benissimo, del resto conosco abbastanza bene l'inglese e sto studiando il cinese. Se proprio l'Italia crolla io cerco una salvezza, magari andrò a lavorare in Cina, chissà. Nel frattempo, aspetto sempre persone anche qui, che magari giochino di meno e postino interessanti notizie di tecnologia di scienza, di attualità, per far crescere il forum, per la voglia di condividere ma la speranza è sempre più disillusa, come per quello che riguarda la politica. Quindi continuerò ad essere felicemente, ignava, ciao.

  9. #38
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Messaggi
    3,566
    Grazie dati 
    1,737
    Grazie ricevuti 
    1,524
    Ringraziato in
    1,106 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    Se proprio l'Italia crolla io cerco una salvezza, magari andrò a lavorare in Cina
    Perdonami ma non credo sia meglio dell'italia

    speriamo di poter rimanere a lavorare in italia, io cascasse il mondo non andro' mai via dalla mia sardegna

    comunque non ho dato dell'ignavo a nessuno sia chiaro, l'astensionismo trova diverse giustificazioni, l'ho scritto parecchie volte nei messaggi precedenti, purtroppo tra questi c'è anche l'ignavia e lo scarso senso civico e il disinteresse assoluto, ma a chi ha anche un buon motivo per non votare dico che non è la soluzione neanche il rifiugiarsi nella sfiducia assoluta, l'italia ha superato brillantemente epoche ben piu difficili di questa, abbiate fiducia, lo dico sopratutto ai giovani, e a vecchi dico "abbiate fiducia nei giovani, e nelle donne", io dico che un po di giovinezza e di donne nella politica ci aiutera' ad avere un nuovo risorgimento, abbiate fiducia nella gioventu anche se non ha esperienza, siamo noi il futurp del mondo
    Ultima modifica di Rodolfo Tatana; 17-06-12 alle 18: 07.

  10. #39
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,850
    Ringraziato in
    5,690 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    Beh, a questo punto della discussione un minimo bilancio si puo' tentare anche se quel 4 a 3 non puo' certo far testo.

    I pareri sono stati contrastanti e questo me lo aspettavo così come i vari argomenti portati a supporto e forse non poteva essere altrimenti poiche' riflettono in piccolo, molto piccolo, le voci discordanti a livello nazionale anche se l'attuale prevalenza sembrerebbe favorire l'astensionismo.

    Rabbia, scontento, sfiducia, rassegnazione, impotenza...sono solo parte del sentire comune che pero' non nasconde, credo, la gran voglia comunque di poter finalmente "contare" nelle decisioni piu' importanti.

    Penso che in tutti noi che abbiamo espresso opinioni, in fondo, vi sia l'amarezza di dover discutere di un atto, quello del voto, che ci appare intimamente personale per il significato che rappresenta e che vorremmo ben piu' fosse rilevante.

    La mia potrebbe sembrare allora una marcia indietro ed in parte forse lo e' qualora, pero', mi si presentasse l'occasione di far pesare il mio pensiero.
    L'amarezza, appunto, di vederlo vanificato, quasi inutile, e' comunque forte almeno quanto il desiderio, al contrario, di esprimerlo.

    Probabilmente tanti si trovano in questa situazione ed e' per questo che ho iniziato il sondaggio.

    Bilancio ?
    No, non si puo' fare.
    Riflettere invece sulle cause e sui rimedi, confrontarsi, puo' aiutare come lo puo' fare il dialogo tra parti opposte in un civile contraddittorio.


Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie