Vedi risultati sondaggio: Astenersi.....

Votanti
7. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Dovere disatteso

    3 42.86%
  • Diritto legittimo

    4 57.14%
Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 10 di 39

Discussione: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

  1. #1
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,848
    Ringraziato in
    5,688 post

    Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    Ormai non c'e' luogo dove non se ne parli e non c'e' trasmissione o quotidiano che giornalmente non sforni sondaggi in merito quindi mi sembrava opportuno aprire un thread su una questione delicata che ultimamente e' divenuta rilevante per i futuri destini del nostro paese.

    So che probabilmente l'argomento si presta a disquisizioni politiche ma faccio affidamento sulla civilta' e la saggezza dell'utenza interessata affinche' non si oltrepassino certi limiti.

    E dunque cosa dire ?

    Le scuole di pensiero formate finanche da giuristi e costituzionalisti non concordano pienamente sulla validita' e legittimita' del "non esercitare" questo diritto-dovere e cio' per quel concerne il principio ma, forse, diverso e' porre il medesimo tema in correlazione, per esempio, al tipo di legge elettorale.

    Se e' vero infatti che votare rappresenta la dovuta partecipazione della gente nella scelta della classe politica e' anche vero che, sprattutto in questi ultima anni, e' cresciuta la necessita' e il bisogno di pretendere di eleggere rappresentanti direttamente senza passare dalle decisioni dettate dalle segreterie di partito (IMHO)

    Ritengo poi che vi sia astensione ed astensione.
    Un conto e' usarla come arma di protesta fine a se stessa, un conto e' essercitarla perche' consapevoli e convinti di non avere punti di riferimento cui rivolgersi.

    E' vero...astenersi significa anche demandare le decisioni ad altri ma e' anche indubbio che quando al cittadino non si da' la possibilita' concreta di partecipare direttamente alla vita politica ed anzi lo si coatta nonostante i dichiarati e palesi malumori, allora, spesso non resta l'arma dell'astensione nella speranza che la politica decida di modificare i suoi metodi a favore del cittadino e dell'intera societa' o che nascano e crescano nuove espressioni politiche piu' vicine alle proprie esigenze.

    Queste poche righe rappresentano il mio pensiero assolutamente scevro da certezze ma sinceramente sentito.

    Vi offro un sondaggio con le due opzioni contenute nel titolo e sarebbe buona cosa commentare ed esprimere il vostro parere....se vi va

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #2
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    32,599
    Grazie dati 
    7,586
    Grazie ricevuti 
    5,372
    Ringraziato in
    3,547 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    Arma
    devo confessare che non mi ricordo l'ultima volta che ho votato,ah si per i referendum quelli si,i nostri politici o meglio la ns politica sono una vergogna immane e l'unica forma di protesta rimasta è quella di disertare le urne,chiaramente ognuno la può vedere a modo suo,io continuerò a farlo,il motivo? beh... credo la spiegazione è davanti agli occhi di tutti.

  4. #3
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    La politica qua non c'entra: il voto è un diritto e non un dovere, e come ogni diritto ognuno è libero di esercitarlo come vuole, se vuole. Meglio un voto dato da una persona che lo da' con coscienza e cognizione di causa, che uno dato da chi viene solo influenzato da questo o altro.

  5. #4
    Data registrazione
    Feb 2010
    Sesso
    Boh
    Località
    Locanda Almayer
    Messaggi
    236
    Grazie dati 
    46
    Grazie ricevuti 
    93
    Ringraziato in
    68 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    Citazione Originariamente scritto da MarcoStraf Vedi messaggio
    La politica qua non c'entra: il voto è un diritto e non un dovere, e come ogni diritto ognuno è libero di esercitarlo come vuole, se vuole
    A livello legale sarà anche solo un diritto, ma non puoi negare che sia un dovere civico. Se ognuno VOLESSE non votare (e non votasse), la democrazia sarebbe totalmente vilipesa. Una persona che si astiene per me non attiene al suo dovere all'interno di una società autogestita. Non è bello, né giusto.

  6. #5
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    32,599
    Grazie dati 
    7,586
    Grazie ricevuti 
    5,372
    Ringraziato in
    3,547 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    Citazione Originariamente scritto da ma39 Vedi messaggio
    A livello legale sarà anche solo un diritto, ma non puoi negare che sia un dovere civico. Se ognuno VOLESSE non votare (e non votasse), la democrazia sarebbe totalmente vilipesa. Una persona che si astiene per me non attiene al suo dovere all'interno di una società autogestita. Non è bello, né giusto.
    invece è bello e giusto i privilegi di questa classe politica,gli intrallazzi di potere,le camice verdi e potrei continuare all'infinito....penso che con l'astensione al voto esprimo il mio dissenso e come me mi pare la pensi parecchia gente,visto l'astensionismo che ad ogni votazione aumenta.

  7. #6
    Data registrazione
    Feb 2010
    Sesso
    Boh
    Località
    Locanda Almayer
    Messaggi
    236
    Grazie dati 
    46
    Grazie ricevuti 
    93
    Ringraziato in
    68 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    Citazione Originariamente scritto da jacklostorto Vedi messaggio
    invece è bello e giusto i privilegi di questa classe politica,gli intrallazzi di potere,le camice verdi e potrei continuare all'infinito
    Non l'ho detto. Ovvio che non è bello.
    Citazione Originariamente scritto da jacklostorto Vedi messaggio
    con l'astensione al voto esprimo il mio dissenso
    Ripeto quello che ho detto in altra occasione. Secondo me, con l'astensione si manifesta solo il fatto che ci va bene il voto degli altri, lasciando loro la facoltà di decidere. Mi sa tanto di comportamento ignavo. secondo me è un comportamento che denota ignavia. E comunque, è assurdo come una società che reclama di continuo i propri diritti si prende il lusso di astenersi dall'unico modo che ha di partecipare alla vita politica (e non con le manifestazioni che non servono a un fico secco, solo a creare disordine in un contesto che ordinato non è, tralaltro incivilmente), cioè il voto elettorale. Poi lamentatevi dei burattinai e dei fili...
    Ultima modifica di ma39; 10-06-12 alle 22: 31.

  8. #7
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,848
    Ringraziato in
    5,688 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    Citazione Originariamente scritto da ma39 Vedi messaggio
    Ripeto quello che ho detto in altra occasione. Secondo me, con l'astensione si manifesta solo il fatto che ci va bene il voto degli altri, lasciando loro la facoltà di decidere. Mi sa tanto di comportamento ignavo. secondo me è un comportamento che denota ignavia.
    Su questo non mi sento di condividere.
    Se ignavia si intende letteralmente allora le contrappongo il libero arbitrio.

    In quanto responsabile delle mie azioni e consapevole delle conseguenze scelgo di astenermi poiche' non mi sento rappresentato come avrei voluto e contemporaneamente esprimo un totale dissenso dal sistema generato da una certa politica sbagliata che non apprezzo.

    Mi va bene il voto di altri ?
    E' indifferente.
    Se qualsiasi altro decide all'interno di un sistema sbagliato che osteggio, anche la sua decisione mi vedra' contrario.

    Scheda nulla/bianca ?
    Indifferente/ipocrita.
    In questo caso si parteciperebbe alla vita politica senza "partecipare" demandando comunque a decisioni di altri.

    Andare a votare turandosi il naso ?
    Beh, no.
    Il meno peggio e' peggio del peggio poiche' ti inganna facendoti credere d'essere meglio....e ti frega.
    Meglio un valido nemico che un amico infido.


    La politica dovrebbe essere al nostro servizio e non il contrario.
    Si puo' cambiare la politica se questa mette in condizione il cittadino di farlo ma se cio' non accade il cittadino puo' cambiarla inviando segnali forti come appunto l'astensione.

    Io non mi astengo perche' qualunquista o menefreghista, ma perche' non mi sento rappresentato e votando ugualmente tradirei i miei principi dando preferenza per qualcuno che non stimo.


  9. #8
    Data registrazione
    Feb 2010
    Sesso
    Boh
    Località
    Locanda Almayer
    Messaggi
    236
    Grazie dati 
    46
    Grazie ricevuti 
    93
    Ringraziato in
    68 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    Citazione Originariamente scritto da Armandillo Vedi messaggio
    Su questo non mi sento di condividere.
    Se ignavia si intende letteralmente allora le contrappongo il libero arbitrio.
    Per ignavo intendo una persona che non si schiera, indipendentemente dai motivi che la spingono a rimanere claudicantemente neutra; denoto comunque un certo qualunquismo nell'astenersi, che è, difatti, una ''mancanza di forza spirituale'', pensaci bene.
    Citazione Originariamente scritto da Armandillo Vedi messaggio
    In quanto responsabile delle mie azioni e consapevole delle conseguenze scelgo di astenermi poiche' non mi sento rappresentato come avrei voluto
    Scusa, Arma, ma che significa? Non siamo mica in presidenziale? La Repubblica parlamentare così funziona: può capitare che ci sia qualcuno che non ti rappresenta (e menomale che non c'è il bipolarismo!).
    Citazione Originariamente scritto da Armandillo Vedi messaggio
    Se qualsiasi altro decide all'interno di un sistema sbagliato che osteggio, anche la sua decisione mi vedra' contrario.
    E se non opponi il tuo voto al suo, come credi di esercitare intelligentemente la tua libertà?
    Citazione Originariamente scritto da Armandillo Vedi messaggio
    Scheda nulla/bianca ?
    Indifferente/ipocrita.
    In questo caso si parteciperebbe alla vita politica senza "partecipare" demandando comunque a decisioni di altri.
    Ovviamente, ma... dimentichi che la scheda bianca è comunque una protesta, altro che astensionismo.

  10. #9
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,848
    Ringraziato in
    5,688 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    Citazione Originariamente scritto da ma39 Vedi messaggio
    Scusa, Arma, ma che significa? Non siamo mica in presidenziale? La Repubblica parlamentare così funziona: può capitare che ci sia qualcuno che non ti rappresenta
    Il problema e' quel "qualcuno".
    Ovviamente chi si astiene ora significa che in passato avra' votato e probabilmente sara' stato deluso oppure si era illuso ma non per questo si dovrebbe sentire rassegnato.
    Comunque se anche vi fosse un "qualcuno" meritevole d'un voto sappiamo che non si e' messi in condizione di scegliere poiche' la politica purtroppo sceglie per noi.

    Voglio essere piu' chiaro....ora non parlo dei principi, che non discuto, parlo della situazione attuale in cui ci troviamo in cui il rispetto per la gente e' stato schiacciato ed umiliato dall'arroganza del potere politico che pretenderebbe di imporci cio' "che loro hanno deciso sarebbe per il nostro bene" sia come personaggi, sia come sistema, sia come politica.
    Allora dico:"Votare si....ma chi o cosa ?"

    Scheda bianca una protesta ?
    Personalmente non mi vanno le mezze misure....o voto oppure no


  11. #10
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Messaggi
    3,566
    Grazie dati 
    1,737
    Grazie ricevuti 
    1,524
    Ringraziato in
    1,106 post

    Riferimento: Astenersi dal voto: dovere disatteso o diritto legittimo ?

    Intervengo perchè sento l'argomento molto mio, infatti abbiamo fatto una lista civica e proprio ieri e oggi siamo di elezioni, ovviamente ho votato per un progetto e gruppo di persone su cui credo tantissimo, slegato dal vecchio modo di fare politica, senza le mani in pasta..giovane, innovativo; se non si fosse fatta questa lista io non sarei andato a votare.

    Vorrei citarvi la costituzione

    Il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico.
    quindi il voto è un dovere civico, su questo non si discute, non votare è quindi un dovere civico disatteso, poi ovvio nessuno obbliga nessuno ad andare a votare, e non era necessario dirlo chiaramente nella costituzione, quindi non è espressamente diritto legittimo il non voto; poi le parole valgono relativamente questo è chiaro, basti pensare che l'italia è una repubblica fondata sul lavoro

    E' capitato di non votare quando non mi riconoscevo in nessuna parte, ne ho partecipato ad elezioni per enti che per me sono da abolire, come le province, ma in generale sono un buon elettore e le limitazioni al voto sono mie personali, e rispetto molto il pensiero di jack per esempio che non vota piu per convinzione personale e magari anni di delusioni da parte dei politici, pero' il dato dell'astenzionismo in italia è altissimo e dubito che addirittura il 30% delle persone non vada per convizione, perchè ha scelto di non votare, ma semplicemente perchè per molti è una scocciatura, perchè non sono interessati, o perchè sono degli inetti. E io credo che questo fenomeno vada conmbattuto con la buona politica, i buoni progetti, volti nuovi e un nuovo senso di appartenenza alla comunita' perchè le persone non sono tutte scartare, ma ci sono tante persone oneste e nel momento in cui le persone disoneste si mettono daccordo per ottenere i loro vantaggi le persone oneste devono fare lo stesso per combatterli, come diceva Tolstoi. La cosa peggiore è l'indifferenza

    e chiudo con una citazione che trovo bellissma:

    La Rivoluzione” si fa nelle piazze con il popolo, ma il cambiamento si fa dentro la cabina elettorale con la matita in mano. Quella matita, più forte di qualsiasi arma, più pericolosa di una lupara e più affilata di un coltello. (Paolo Borsellino)
    Ultima modifica di Rodolfo Tatana; 11-06-12 alle 10: 50.

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie