Ancora molti problemi sta affrontando Yahoo, sopratutto dopo che gli investitori e gli azionisti hanno molto criticato la politica del suo Consiglio di Amministrazione. Ora il nuovo Ceo, Scott Thompson, ex dirigente PayPal sta attuando una politica molto aggressiva, come abbiamo visto anche per quello che riguarda la citazione contro Facebook.

Ora è intenzione della società licenziare 2000 dipendenti, ossia il 14% della sua forza lavoro, che consta di 14.000 dipendenti in tutto il mondo e così risparmiare 375 milioni di dollari.
Lo staff ha fatto sapere che questi tagli sono dolorosi ma necessari al fine di creare una struttura più agile e più competitiva e che la società deve in primis pensare ai vantaggi dei clienti e degli azionisti.

Del resto, uno di questi azionisti Dan Loeb, ha presentato un documento alla Securities and Exchange Commission USA, in modo di poter ottenere l'aggiunta di altri quattro membri del Consiglio di Amministrazione, oltre a lui anche altre tre persone, che sono Michael J. Wolf, ex presidente di MTV Networks, Jeff Zucker, ex amministratore delegato di NBC Universal e Harry J. Wilson, presidente e amministratore delegato di una ditta di ristrutturazione aziendale, la Maeva Advisors.

Questo perchè a suo giudizio, la scelta dei membri del Consiglio di Amministrazione lascia perplessi gli azionisti i quali pensano che Yahoo possa commettere gli stessi errori fatti in passato.
Inoltre, sempre secondo lui, mancano persone esperte nel campo pubblicità e media, ecco perchè perchè Dan Loeb pensa che l'entrata nel Consiglio di Amministrazione di Wolf e Zucker sia essenziale.

Dopo che era stato licenziato l'ex Ceo Carol Bartz, la grossa insoddisfazione degli azionisti ha determinato anche l'allontanamento del fondatore e capo di Yahoo, Jerry Lang e grossi cambiamenti al vertice.
Ora il nuovo Ceo, spera con la sua politica aggressiva di riacquistare la fiducia degli azionisti e degli investitori e sembra, per ora, che il mercato risponda positivamente.