Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 10 di 21

Discussione: Grazie al boom delle rinnovabili a rischio gli impianti tradizionali

  1. #1
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    /home
    Messaggi
    429
    Grazie dati 
    177
    Grazie ricevuti 
    153
    Ringraziato in
    109 post

    Grazie al boom delle rinnovabili a rischio gli impianti tradizionali

    Immagine ridotta


    Il boom nella produzione di energia rinnovabile, arrivata ormai a coprire oltre un quarto del fabbisogno nazionale di elettricità, unito a consumi ormai da anni stabili o in calo, rende sempre più mariginale la necessità di produrre energia dalle centrali tradizionali, costringendole a lavorare a scartamento ridotto, con pesanti ripercussioni sulla loro redditività.
    A lanciare quello che per i grandi produttori di energia è un allarme rosso è il presidente dell’Enel Paolo Andrea Colombo. “Lo sviluppo delle rinnovabili, unito alla stagnazione della domanda, sta rendendo difficile la copertura dei costi di produzione degli impianti convenzionali, mettendone a rischio la possibilità di rimanere in esercizio”, ha lamentato oggi Colombo.
    Continua | Fonte: Online-news | L'informazione a domicilio

    Boom rinnovabili, l'Enel avverte "A rischio impianti convenzionali"
    Allarme del presidente dell'azienda elettrica Andrea Colombo: "Più fonti verdi e meno consumi, le centrali tradizionali faticano a guadagnare". Nel mirino gli incentivi a eolico e fotovoltaico
    Continua | Fonte: repubblica.it

    Ottima notizia: più rinnovabili, meno carbone e idrocarburi in generale.... un po' mi dispiace per i grossi produttori tipo l'Enel e le sue mega-centrali a carbone pulito....
    Ultima modifica di Ricky; 01-04-12 alle 18: 39.

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #2
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Messaggi
    3,566
    Grazie dati 
    1,737
    Grazie ricevuti 
    1,524
    Ringraziato in
    1,106 post

    Riferimento: Grazie al boom delle rinnovabili a rischio gli impianti tradizionali

    un po' mi dispiace per i grossi produttori tipo l'Enel e le sue mega-centrali a carbone pulito...
    Alla faccia del nucleare italiano che tra 20 anni avrebbe garantito il 5 %del nostro fabbisogno ma sai qual'è il problema, che ci minacciano per il posto di lavoro, "se mettete un parco eolico licenziamo 200 lavoratori enel" "chiudiamo la miniera di carbone" che tristezza sta gente... dalle mie parti hanno appena ultimato uno dei parchi eolici piu efficenti d'europa, puo' garantire energia per 70000 abitazioni, in sardegna siamo autosufficenti eppure non si capisce perchè prima hanno tentato il nucleare, adeso stanno architettando l'installazione di una centrale a carbone pulito, quello che spara la co2 sotto terra.. sta gente corre dove ci sono i soldi, e non vogliono che le case siano autossuficenti, eppure basterebbe coprire solo il 30 % dei tetti della sardegna con pannelli solari e ne avremo per noi e altre 4 regioni, c'è chi guarda avanti e c'è chi guarda al profito e dell'utilita' sociale e di abbattere i costi gliene frega nulla

  4. #3
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    4,202
    Grazie dati 
    209
    Grazie ricevuti 
    874
    Ringraziato in
    725 post

    Riferimento: Grazie al boom delle rinnovabili a rischio gli impianti tradizionali

    Citazione Originariamente scritto da Rodolfo Tatana Vedi messaggio
    sta gente corre dove ci sono i soldi, e non vogliono che le case siano autossuficenti
    In generale, sta gente non vuole che niente e nessuno sia autosufficiente, altrimenti addio affari e controllo

  5. #4
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Grazie al boom delle rinnovabili a rischio gli impianti tradizionali

    sinceramente io non capisco, costa un sacco di soldi per una famiglia passare al solare e ci sono regioni dove non c'è niente di solare, o idroelettrico e cose del genere, bhò

  6. #5
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: Grazie al boom delle rinnovabili a rischio gli impianti tradizionali

    Citazione Originariamente scritto da Ricky Vedi messaggio
    ... A lanciare quello che per i grandi produttori di energia è un allarme rosso è il presidente dell’Enel Paolo Andrea Colombo. “Lo sviluppo delle rinnovabili, unito alla stagnazione della domanda, sta rendendo difficile la copertura dei costi di produzione degli impianti convenzionali, mettendone a rischio la possibilità di rimanere in esercizio”, ...
    E finalmente... che Enel si decida e pensi a cambiare i loro metodi di produzione. Il grafico e' la prova che le rinnovabili hanno un futuro, e quel futuro e' molto vicino (anche se ho paura che quel grafico e' stato "taroccato" un pochino per impaurire gli azionisti)

  7. #6
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    /home
    Messaggi
    429
    Grazie dati 
    177
    Grazie ricevuti 
    153
    Ringraziato in
    109 post

    Riferimento: Grazie al boom delle rinnovabili a rischio gli impianti tradizionali

    Ecco in un unico grafico i consumi di petrolio e gas dal 2006 al 2011 in Italia sommati gli uni agli altri prendendo come unità di misura comune i MJ. (fonte: MondoElettrico: Gas in Italia a Febbraio e giù di lì)


    Come si può vedere i consumi sono in discesa libera! :)

    Ecco qui invece il grafico dei consumi di energia elettrica:

    Fonte
    Ultima modifica di Ricky; 02-04-12 alle 20: 49.

  8. #7
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Messaggi
    3,566
    Grazie dati 
    1,737
    Grazie ricevuti 
    1,524
    Ringraziato in
    1,106 post

    Riferimento: Grazie al boom delle rinnovabili a rischio gli impianti tradizionali

    che poi i consumi dei classici combustibili fossili calano sopratutto perchè l'industria italia è ferma anzi retrocede, e per i costi energetici che cadono sempre sul consumatore finale , ora non vorrei spararla grossa ma mi pare di aver sentito che nel primo trimetre del 2012 i consumi per la benzina in italia sono calati del 20%, normale, se la benzina sale a due euro ma gli stipendi e le pensioni sono ferme è matematico che calino i consumi, alla faccia di chi usa le accise come strumento per fare soldi

  9. #8
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    /home
    Messaggi
    429
    Grazie dati 
    177
    Grazie ricevuti 
    153
    Ringraziato in
    109 post

    Riferimento: Grazie al boom delle rinnovabili a rischio gli impianti tradizionali

    I consumi petroliferi italiani nel mese di febbraio 2012: - 10,7%

    I consumi petroliferi italiani nel mese di febbraio 2012 sono ammontati a circa 5,1 milioni di tonnellate, con una marcata diminuzione pari al 10,7% (-609.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2011, la peggiore registrata dall'aprile 2009.

    I prodotti autotrazione, con un giorno di consegna in più, ma con gli effetti negativi dovuti alle due settimane di gelo, hanno rilevato le seguenti dinamiche: la benzina nel complesso ha mostrato un calo pari allo 20,3% (-142.000 tonnellate) rispetto a febbraio 2011, mentre il gasolio autotrazione del 15% (-302.000 tonnellate).

    A parità di giorni di consegna, sulla rete, per la benzina il calo diventa del 24% e per il gasolio del 19%.

    La domanda totale di carburanti (benzina + gasolio) nel mese di febbraio è così risultata pari a circa 2,3 milioni di tonnellate, di cui 0,6 milioni di tonnellate di benzina e 1,7 di gasolio autotrazione, con un decremento del 16,4% (-444.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2011.

    Continua | Fonte: mondoelettrico.blogspot.it

  10. #9
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Messaggi
    3,566
    Grazie dati 
    1,737
    Grazie ricevuti 
    1,524
    Ringraziato in
    1,106 post

    Riferimento: Grazie al boom delle rinnovabili a rischio gli impianti tradizionali

    come dovevasi dimostrare

  11. #10
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    /home
    Messaggi
    429
    Grazie dati 
    177
    Grazie ricevuti 
    153
    Ringraziato in
    109 post

    Riferimento: Grazie al boom delle rinnovabili a rischio gli impianti tradizionali

    Il grafico e' la prova che le rinnovabili hanno un futuro, e quel futuro e' molto vicino
    Quel futuro è già passato:

    Gse: nel 2010 dalle rinnovabili il 35% dell'elettricità immessa nella rete nazionale

    Pubblicati dal Gestore dei servizi energetici i dati relativi al mix nazionale per l'anno 2010. Le fonti rinnovabili fanno registrare un aumento di quasi due punti percentuali rispetto all'anno precedente. Resta forte il gas, calano i prodotti petroliferi e il nucleare
    Fonte | Dati del GSE (pdf)

Tags per questo thread

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie