Pagina 5 di 5 PrimoPrimo ... 345
Mostra risultati da 41 a 50 di 50

Discussione: Immigrati

  1. #41
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Immigrati

    Si ma dovremmo anche metterli in condizione di avere una vita decente altrimenti li spingeremmo a delinquere per sopravvivere.
    Questo deve avvenire secondo le leggi, basta con il buonismo, come ho detto, o con il fatto che se non sei d'accordo con loro si è razzista. Perchè questo alla fine diventa un alibi. Parlo ovviamente delle mie esperienze nell'Italia centrale dove di stranieri ce ne sono tanti e non c'è proprio, tutta questa intolleranza. Però ci sono lavoratori più bravi e meno bravi, come avviene da tutte le parti e se si fa una critica non si è razzisti.
    Ad esempio a me è capitata una donna delle pulizie rumena e mi sono fidata a lasciargli le chiavi e a lasciarla da sola. Quando al ritorno, ho visto che aveva in sei ore pulito praticamente solo una stanza ed in più, cosa che odio, mi aveva lasciato tutto in giro, panni sporchi, prodotti, tappeti solo messi di fuori, non sono esplosa, come avrei fatto con un'italiana, le ho solo detto che poichè non trovavamo ore in cui lei poteva venire ed io ero a casa, non mi potevo permettere le 240 euro di spesa al mese.

    Lei ha detto lo stesso che non la volevo perchè era rumena e non mi fidavo, quindi è assolutamente impossibile, in queste condizioni, avere un rapporto sincero e normale con gente simile, troppo prevenuta.

    Ossia, perchè in effetti manca la fine del discorso se il concetto è che io avrei dovuto regalare 240 euro a quella signora per evitare che potesse delinquere, non ci penso per niente e non lo giudico un mio problema.
    Ultima modifica di janet; 15-01-12 alle 22: 57.

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Messaggi
    molti
     
  3. #42
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,400
    Grazie dati 
    11,495
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Riferimento: Immigrati

    Citazione Originariamente scritto da janet Vedi messaggio
    Questo deve avvenire secondo le leggi, basta con il buonismo, come ho detto, o con il fatto che se non sei d'accordo con loro si è razzista.
    Casomai intollerante che e' tutta un'altra cosa.
    Intolleranti come lo si puo' essere con chi ci infastidisce qualsiasi sia la persona e il motivo.
    Il razzismo prevede odio e superiorita' e pure se esiste credo che la gran parte della gente non lo sia.

    Il mio "metterli in condizione di..." attiene al principio, ovviamente personale, per cui prima ti do' le stesse possibilita' degli altri (i diritti) e poi posso pretenderne i doveri.

    Si puo' dire che uno straniero nel momento stesso che mette un piede in Italia debba necessariamente e giustamente accettarne le regole e le leggi ma contemporaneamente metterlo in condizioni di farlo.
    Se così non e' la conclusione e' che qui non puo' vivere e deve essere rispedito al suo paese ma siccome questo non avviene non si puo' pretendere che non trovi i mezzi per sopravvivere....leciti o illeciti.

    Insomma, detto in generale, li accogliamo (o li dobbiamo accogliere) ma non vorremmo farlo e non ci sta bene il modo in cui si arrangiano ma non li cacciamo oppure accogliendoli speriamo che se ne vadano altrove oppure speriamo ci causino meno danni possibile....mi pare un modo schizofrenico di procedere !

  4. #43
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Messaggi
    3,566
    Grazie dati 
    1,737
    Grazie ricevuti 
    1,524
    Ringraziato in
    1,106 post

    Riferimento: Immigrati

    Il discorso rumeni è ben diverso da quello immigrati/integrazione, perchè i rumeni essendo cittadini europei possono andare dove vogliono, poi volendo possiamo fare il discorso del perchè nonostante possano girare tutta l'europa i peggiori criminali ce li abbiamo noi, i campi nomadi abbandonati a se stessi ce li abbiamo solo noi, i mendicanti ai semafori ce li abbiamo solo noi, forse l'italia è il paese migliore per mettere le persone in condizione di delinqueere, il problema innanzitutto è nostro, della nostra legislazione.

    sul discorso integrazione è vero che in italia è molto difficile per chi arriva dall'africa, ad esempio nella tragedia di firenze dove sono stati uccisi due neri mi ha stupito guardare interviste a immigrati che stanno a firenze da 8-10 anni e vedere che sono nelle stesse condizioni di quando sono arrivati, nonostante la lingua la conoscano perfettamente, perchè è cosi' difficile'? perchè?

    il discorso illegalita' é da ambo le parti, nel momento in cui mancano leggi serie, nel momento in cui gli italiani sono i primi ad approfittarne, credo che sia sbagliato parlare di criminalitas' sono da parte degli immigrati, siamo noi che creiamo questo ambiente dove è possibile la proliferazione di certi fenomeni, dai barconi pieni di disperati, alle stanze affittate in nero a 10 persone, alla prostituzione, al lavoro in nero nei campi, non possiamo dare la colpa solo a loro

  5. #44
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Immigrati

    Avete mai pensato che il pazzo di Firenze magari sia impazzito, proprio perchè pagava il posteggio per il mercato, il mezzo e la merce e davanti a lui si trovava tanti banchetti con persone che lavoravano nell'illegalità ? Ovviamente magari era già pazzo di suo ma questo avrebbe potuto dargli la spinta finale nel compiere un gesto così tragico ed efferato ?
    Questo lo dico perchè oggi passando davanti ad un mercato, ho preferito comprare del prosciutto cotto da un banco di alimentari, mi ha colpito il fatto che ci fosse un settantenne che ovviamente non riesce a vivere con la pensione e alla fine mi ha dato altra roba, tipo mozzarella di bufala e ricotta a metà prezzo, perchè l'indomani non avrebbe lavorato.
    Questo è anche un segno della crisi, meglio guadagnare meno subito. Ora se il governo non si sbriga a risolvere legalmente la situazione degli emigranti, questa necessità di guadagno, indispensabile per il sostentamento di sè e della propria famiglia, può realmente creare problemi.

  6. #45
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Messaggi
    3,566
    Grazie dati 
    1,737
    Grazie ricevuti 
    1,524
    Ringraziato in
    1,106 post

    Riferimento: Immigrati

    Il pazzo di firenze era un burattino in mano a chi lo ha mandato e poi ha cancellato le prove a casa sua non per altro c'è una bella indagine dietro, non era un pazzo qualsiasi, era un pazzo "pilotato" da qualcuno, che frequentava certi ambienti, pero' cosi' mi stai sviando il discorso, ho accennato a questo episodio per ricollegarmi alle interviste fatte a persone che stanno in italia da 10 anni ma sono integrati tanto quanto quelli che sono arrivati ieri

  7. #46
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Immigrati

    il fatto di Firenze è emblematico di come alcuni gruppi possano far presa anche sull'insoddisfazione della gente proprio a causa della crisi, se ne parla ad esempio qui

    ma è interessante anche una risposta che è l'altra faccia che appare ai più
    se non ricordo male il numero degli italiani è di circa 60milioni mentre gli stranieri in italia è di circa 2.441.465 eppure sono oltre il 30% del totale dei reclusi in carcere, in pratica manteniamo 67.961 detenuti, di cui 5.279 di nazionalità marocchina, 3.494 romena, 3.105 tunisini, 2.880 albanesi... ecc...non sono considerati quelli che entrano ed escono per spaccio, rapine, furti, contrabbando...attenzione non sono i centri di accoglienza dove per ogni detenuto spendiamo 200euro al giorno ove di sigarette si è già speso solo a lampedusa 240mila euro
    ...pensate poi che dalle mie parti c'è il mercato abusivo di merce contrafatta ogni settimana e tutte le domeniche, alcuni fanno concorrenza ai commercianti italiani

  8. #47
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Messaggi
    3,566
    Grazie dati 
    1,737
    Grazie ricevuti 
    1,524
    Ringraziato in
    1,106 post

    Riferimento: Immigrati

    il numero degli italiani è di circa 60milioni mentre gli stranieri in italia è di circa 2.441.465 eppure sono oltre il 30% del totale dei reclusi in carcere
    senza scadere nel qualunquismo delle statistiche e dei dati, gli evasori fiscali in italia sono 10 milioni eppure in carcere non ce n'è neanche uno..allora dovremo iniziare a capire che c'è qualcosa che non va nella nostra legislazione, abbiamo le carceri piene di gente fermata per 50 grammi di hashish ma poi il parlamento vota contro l'arresto a cosentino, una indagine che riguarda 57 persone, di cui 56 sono in carcere, il 57° ha avuto la furbizia di farsi eleggere in parlamento, insomma il problema è a monte, non a valle, èì faciule vederlo a valle, piu complicato risolverlo a monte

  9. #48
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,400
    Grazie dati 
    11,495
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Riferimento: Immigrati

    Citazione Originariamente scritto da Rodolfo Tatana Vedi messaggio
    sul discorso integrazione è vero che in italia è molto difficile per chi arriva dall'africa, ad esempio nella tragedia di firenze dove sono stati uccisi due neri mi ha stupito guardare interviste a immigrati che stanno a firenze da 8-10 anni e vedere che sono nelle stesse condizioni di quando sono arrivati, nonostante la lingua la conoscano perfettamente, perchè è cosi' difficile'? perchè?
    Beh al primo posto metterei la difficolta' di trovare un lavoro e quasi alla pari la discriminazione palese o strisciante che pure esiste e che fa' sì che un alloggio, per esempio, difficilmente venga affittato ad un immigrato e se accade e' in nero.
    Questo comporta che in un appartamento debbano vivere in parecchi per sostentare la spesa e poter vivere decentemente.
    A Roma sono numerose per esempio le licenze di ambulanti affittate ad extracomunitari che sbarcano il lunario aprendo tutta la giornata e vendendo merce importata anche dal loro paese.

    Un altro aspetto credo riguardi anche la loro capacita' di creare una solida comunita'.
    Cinesi e Filippini penso siano quelli che piu' di tutti hanno saputo gestirsi aiutandosi sia circa il lavoro che per il ricongiungimento con le famiglie.
    Gli Indiani mi risulta abbiano fatto altrettanto nel commercio spicciolo e ambulante.
    I Marocchini sono riusciti ad organizzarsi per il settore ortofrutticolo gestendo negozi e facendo prezzi molto vantaggiosi.

    Credo abbia giocato anche una parte fondamentale l'istruzione laddove e' stata messa a buon profitto ed ora sempre piu' e' facile notare la nuova generazione nelle nostre scuole.

    Quanto di tutto questo sia dovuto alle istituzioni, a noi stessi o ai loro mezzi sarebbe da verificare ed analizzare.
    Da pessimista penso che moltissimo sia dipeso dalla loro forza di volonta' con sacrifici enormi e dalla capacita' di organizzarsi magari con l'apporto di qualche sindacato o associazione ad hoc.

    In questo senso penso che la gente si dovrebbere rendere conto che ora e lo sara' piu' in futuro, questa gente rappresenta anche una risorsa, per esempio, per le pensioni da erogare se e' vero che gia' adesso e' presente un loro consistente contributo.

  10. #49
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Immigrati

    In questo senso penso che la gente si dovrebbere rendere conto che ora e lo sara' piu' in futuro, questa gente rappresenta anche una risorsa, per esempio, per le pensioni da erogare se e' vero che gia' adesso e' presente un loro consistente contributo.
    Bhè vedi che alla fine si gira in tondo ma si si viene al quid, ossia se lavora in nero non potrà pagare le pensioni degli italiani, il passaggio è per forza sul fatto che deve essere data prima la cittadinanza, sopratutto ai figli che hanno frequentato magari fino all'università la scuola italiana. E' inconcepibile come dice Rodolfo che uno che sta qui da dieci anni sia nelle stesse condizioni di uno appena arrivato.
    Comunque, vedendo stasera il sondaggio della 7 siamo al 50% delle persone che non andrebbero a votare o sono incerte, queste potrebbero appoggiare altre persone, con nuove proposte anche riguardanti gli immigrati, ma tanto disgraziatamente anche se più del 50% degli italiani sono scontenti, persone diverse all'orizzonte politico non si vedono

  11. #50
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Immigrati

    Comunque il concetto di "buonismo" o intransigenza all'inverso secondo me è espresso chiaramente qui, dove non si rispetta che si può essere garantisti e nello stesso tempo chiedere chiare leggi oppure essere contrari a manifestazioni estreme e questo assolutamente non vuol dire essere intolleranti o razzisti
    Credo francamente che non si possa, senza cadere in un’insanabile contraddizione, pensare di punire discorsi omofobici e razzisti, ma poi ammettere gravi discriminazioni solo perchè nel discorso si inseriscono parole magiche come “matrimonio”, “famiglia”, “adozione” e via dicendo, oppure in base all’identità di chi parla (che sia il Papa, un deputato, un assessore…). Come chi dice di non essere contro gli stranieri ma poi se ne esce con frasi del tipo: “Insomma, mica possiamo accoglierli tutti“. Lo stesso vale per quelli che dicono di non avere nulla contro i gay, “però il Gay Pride…“.Un paese è tanto più civile quanto più la gente considera moralmente irrilevanti le differenze tra esseri umani. Su questa convinzione non sono ammesse esitazioni. Già altre volte ho ricordato la frase di Arturo Carlo Jemolo, riferita a colleghi giudici e avvocati all’epoca delle leggi razziali: “Sospirano, ma non s’indignano“.

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie