Pagina 3 di 5 PrimoPrimo 12345 UltimoUltimo
Mostra risultati da 21 a 30 di 50

Discussione: Immigrati

  1. #21
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Immigrati

    l'integrazione passa per le leggi, gli diamo la sanità pubblica ed i buoni per i libri e non li rendiamo cittadini in grado di avere diritti e doveri rispetto allo stato che li ospita ? E' quello che fanno altre nazioni, molto meglio di noi, il buonismo è quello di permettere che vivano alla giornata per anni come fantasmi, senza uno status sociale
    Chiediamo quindi politicamente che vengano fatte leggi in tal senso e non pensiamo al singolo che li tratta bene, altrimenti ci saranno sempre molte altre persone che li vedono come invasori e parassiti.

    Una mia amica moldava non avendo la cittadinanza non ha potuto partecipare a molti concorsi pubblici e si è trasferita a Milano dove ora prende mille e settecento euro. Molti sono più in gamba degli italiani e si sono riusciti ad inserire anche con mille difficoltà. Come si diceva anche in televisione, ieri sera ci sono giovani italiani che preferiscono avere l'aiuto dei famigliari piuttosto di trasferirsi e l'Italia ha bisogno di meritocrazia e di gente che ha voglia di lavorare.
    Non come quel caso della figlia che a 27 anni ha avuto riconosciuto dal giudice il diritto di essere mantenuta dal padre pensionato all'università. Questi sono i paradossi dell'Italia e come detto, bisogna risolverli politicamente.
    Ultima modifica di janet; 08-01-12 alle 17: 13.

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Messaggi
    molti
     
  3. #22
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,848
    Ringraziato in
    5,688 post

    Riferimento: Immigrati

    Citazione Originariamente scritto da janet Vedi messaggio
    Chiediamo quindi politicamente che vengano fatte leggi in tal senso e non pensiamo al singolo che li tratta bene, altrimenti ci saranno sempre molte altre persone che li vedono come invasori e parassiti.
    Quegli ultimi vi saranno comunque se non c'e' uno sforzo di piena consapevolezza tanto e' vero che anche verso immigrati regolarizzati con lavoro e casa la diffidenza, per non dire altro, e' tangibile ed e' sufficiente una controversia per far insorgere gli aspetti piu' fastidiosi, antipatici e talvolta brutali.

  4. #23
    Data registrazione
    Jan 2010
    Località
    Tra Il Pub Rossonero e Mi Gioco Tutto
    Messaggi
    3,860
    Grazie dati 
    352
    Grazie ricevuti 
    959
    Ringraziato in
    771 post

    Riferimento: Immigrati

    Tanto per specificare, quello è il mio di salario... e uno più alto non l'ho trovato
    In primis mi dispiace... ma che razza di lavoro è? per fare un centro estivo come animatore questa estate ho preso 515 euro mensili! quando ho fatto il cameriere prendevo 50 euro a serata più mancia... ora sto facendo uno stage in una testata giornalistica, su consiglio dell'università, per imparare il lavoro e prendo un rimborso spese di 560 euro mensili!
    Andy ce ne sono di lavori!


    SCUSATE L'O.T

  5. #24
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    17,013
    Grazie dati 
    4,802
    Grazie ricevuti 
    2,588
    Ringraziato in
    2,187 post

    Riferimento: Immigrati

    In primis mi dispiace... ma che razza di lavoro è?
    Consegno giornali. Avete presente il ragazzo-bicicletta dei film americani? La differenza è che io non li posso lanciare, devo recapitare casella per casella.

    A volte alcuni stranieri che portano le pubblicità vogliono sapere se guadagno più di loro, e quasi sempre vien fuori che è così, salvo che io pago la ritenuta d'acconto.
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

  6. #25
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Immigrati

    un amico del mio uomo faceva il gruista ed ora per la crisi dei cantieri è senza lavoro e fa il cameriere, piuttosto che morire di fame, perchè ha famiglia, si accetta di fare qualunque cosa anche molto diversa da quella in cui si è specializzati . Certo sarebbe stato più facile per lui prendere la strada dei vu comprà, aprire un banchetto, mettersi d'accordo con la mafia cinese e vendere per strada

    Comunque c'è sempre da distinguere fra gli emigranti che arrivano disperati e lo fanno per breve periodo, a quelli che conosciamo tutti e non dite che non è vero perchè sono quattro o cinque anni almeno che li vediamo sempre davanti allo stesso centro commerciale e supermercato, magari hanno portato pure la famiglia ma continuano a lavorare così.

    Come fa uno stato, pronto a mettere le ganasce ad una macchina per pochi euro di multa non pagata e sappiamo tutti cosa fa Equitalia e non vedere queste altre situazioni a me sembra proprio incredibile.
    Ultima modifica di janet; 08-01-12 alle 19: 37.

  7. #26
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: Immigrati

    Innanzi tutto occorre definire cosa sia un immigrato. Quando ero un ragazzino ed era ancora possibile giocare per strada (non che ci fossero alternative) bisognava stare attenti a stare all'interno del proprio rione, altrimenti erano botte. Altro che nazionalità, qui si parla di ragazzini che sono nati nella stessa città. Andiamo a vedere poi cosa succede quando si gioca il derby (soccer, no equitazione), le città italiane sono in stato di assedio. E poi ci stupiamo che vediamo di cattivo occhio chi viene dall'estero?

    Quando l'economia di una nazione va bene nessuno fa caso agli immigranti, poiché fanno i lavori che nessuno vuole fare. Gli italiani del secolo scorso immigravano in Svizzera, Germania e Stati Uniti per lavorare in miniera o raccogliere immondizia. Quando le cose vanno male per tutti, diventa facile darecla colpa agli "altri". E questo lo fanno i nostri politici in primis.

  8. #27
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Immigrati

    Appunto per questo bisogna facilitare il fatto della cittadinanza non la diamo neanche a chi è figlio di immigrato, come si può pensare ad una piena integrazione, altrimenti ? Dopo di che, bisogna lavorare su chi approfitta di questa situazione per avere manovalanza a basso costo.

    Ma il problema degli immigrati è legato al fatto che la classe dirigente in Italia fa pena e magari il governo tecnico è fatto da professori, bravissimi in teoria, ma Yahoo ha preferito prendere un Ceo, famoso, che già era fra i presidenti senior di PayPal e gli darà 27 milioni di dollari in un anno, noi ce l'abbiamo dirigenti che valgono 27 milioni di dollari, politici o no ?
    Ultima modifica di janet; 08-01-12 alle 21: 37.

  9. #28
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Messaggi
    3,566
    Grazie dati 
    1,737
    Grazie ricevuti 
    1,524
    Ringraziato in
    1,106 post

    Riferimento: Immigrati

    Io conosco mustafa'. Un giorno stavo davanti al caminetto e sento bussare alla finestra, mi giro e vedo un ragazzo di colore, stavo per mandarlo via quando la badante di mia nonna mi dice che lo conosce e lo vede ogni settimana, apre la finestra, bacio di saluto, con 4 euro mi sono comprato tre paia di calze, buone, prodotte in italia (questo per i prodotti "contraffatti", che spesso non sono contraffatti e quando lo sono sono prodotti in italia da ditte italiane con manodopera clandestina, ma i titolari sono italianissimi), due chiacchere, mustafa' è un ingegniere scappato dalla nigeria perchè contro il governo, lo volevano fare fuori, mi ha fatto gli auguri di natale, per loro cristo è un grande profeta, stretta di mano, ci vediamo la prossima volta, io penso che mustafa' sia stato fortunato a capitare in sardegna. Devo dire che nutro parecchia simpatia nei confronti degli africani, dei filippini, invece con i cinesi non sono ancora riuscito ad avere un qualche rapporto, ma in sardegna il fenomeno immigrazione praticamente non esiste quindi posso offrire un punto di vista relativo alla mia situazione, capisco benissimo i discorsi di mat e di janet, capisco che ci sono citta' ormai invivibili dove è permessa qualsiasi cosa, dallo spaccio per strada fino ad arrivare alla signora italiana che affitta due stanze a 10 persone, clandestine, a 600 euro al mese, facendosi 6000 euro. Diciamolo che il problema è che manca una legge seria che disciplini la materia in maniera appropriata. Diciamolo che ci fa comodo avere dei lavoratori in nero a raccogliere pomodori riso clementini carciofi per 10 euro al giorno, che ci fa comodo che a lavara il culetto alla mamma ormai demente ci sia una filippina che prende 700 euro in nero, e se regolarizzata forse ne prende 800, chiedete a un italiano se lo farebbe.

    da poco cercavamo un infermiere per cambiare il catetere a nonna, non lo si trovava, alla fine a casa è venuta una brasiliana, un0altra volta un ragazzo di colore, regolari con tanto di corso sulle spalle, 10 euro per 15 minuti di lavoro, italiani che fanno ste cose non ce ne sono

  10. #29
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Immigrati

    Diciamo che non è a noi che fa comodo, perchè ora nelle grandi città anche gli emigranti fanno prezzi diversi. Ad esempio la donna delle pulizie se gli paghi i contributi o ci deve pensare da sola,cambia i prezzi, perchè anch'essi debbono pensare al loro futuro e tutti al momento di pagare di più, sopratutto se ci fossero multe grosse per chi non lo fa, preferirebbe pagarle allo stato piuttosto che al singolo. Sto però notando con piacere che la paura alla fine costringe anche gli occasionali nei mercati a rilasciarti ricevuta, scritta a mano, giustamente, perchè non è che debbano poi tutti per forza avere le macchine che rilasciano scontrini.

    Il discorso è sicuramente diverso per le grandi aziende o per i grandi proprietari terrieri ma alla fine può darsi che la paura arrivi anche lì, del resto si è visto ad esempio con Marchionni e la Fiat, pronto ad andare in America e in Brasile, che il lavoratore regolare alle aziende costa troppo e lì rientra sempre un problema di tassazione, di sostegno alle imprese e sempre politico.

  11. #30
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,848
    Ringraziato in
    5,688 post

    Riferimento: Immigrati

    Leggendo i post non mi meraviglio che ci si divida nell'interpretare questo fenomeno e tutto sommato ritengo sia anche naturale sia per attitudini personali che per le particolari situazioni locali dove variando l'impatto sulla cittadinanza variano anche le problematiche e quindi le considerazioni.

    Probabilmente questo e' lo scotto che si deve e dovra' pagare all'integrazione a cui ancora siamo poco abituati e che si soffre sulla pelle non tanto per la crisi quanto per mancanza di apertura mentale, ignoranza se vogliamo, ma che nei decenni a venire sara' sempre piu' marcata in ogni ambito.

    L'immigrato e' ancora un "diverso" agli occhi della gente e sappiamo quanto questo voglia significare diffidenza.
    Viene visto talvolta dal lato folkloristico o perche' ci vende l'oggettino a buon prezzo ma raramente ci si sofferma sull'individuo e se capita, ne sono certo, si scopre un mondo sconosciuto e percorsi di vita a volte inimmaginabili.

    Non c'e' forse piu' tempo per queste riflessioni ?
    I ritmi cui siamo abituati non ci permettono analisi piu' profonde ?
    I problemi della societa' sono tali da costringere all'intransigenza costi quel che costi ?

    Io penso che si debba trovare il tempo....non tanto per "loro", ma per noi stessi, per dare senso ai pensieri e non perdere il lato umano di una societa' spesso disumanizzata.

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie