Pagina 335 di 413 PrimoPrimo ... 235285325333334335336337345385 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 3,341 a 3,350 di 4126

Discussione: L'Angolo del Cinefilo - 2012 (1 semestre)

  1. #3341
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,635
    Grazie dati 
    11,553
    Grazie ricevuti 
    13,959
    Ringraziato in
    7,452 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2012 (1 semestre)



    2) La valle dell'Eden - James Dean
    "Per quel che mi riguarda Morricone il mio compositore preferito e quando parlo di compositore non intendo quel ghetto che la musica per il cinema ma sto parlando di Mozart, di Beethoven, di Schubert." (Quentin Tarantino)

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #3342
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    21,045
    Grazie dati 
    10,753
    Grazie ricevuti 
    6,878
    Ringraziato in
    4,470 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2012 (1 semestre)

    2)Mary Poppins - Dick Van Dyke

  4. #3343
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,635
    Grazie dati 
    11,553
    Grazie ricevuti 
    13,959
    Ringraziato in
    7,452 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2012 (1 semestre)

    3) Morte a Venezia - Dirk Bogarde
    "Per quel che mi riguarda Morricone il mio compositore preferito e quando parlo di compositore non intendo quel ghetto che la musica per il cinema ma sto parlando di Mozart, di Beethoven, di Schubert." (Quentin Tarantino)

  5. #3344
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    21,045
    Grazie dati 
    10,753
    Grazie ricevuti 
    6,878
    Ringraziato in
    4,470 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2012 (1 semestre)

    3) Vento di passioni - Brad Pitt

  6. #3345
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,635
    Grazie dati 
    11,553
    Grazie ricevuti 
    13,959
    Ringraziato in
    7,452 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2012 (1 semestre)

    4) Jules e Jim - Oskar Werner
    "Per quel che mi riguarda Morricone il mio compositore preferito e quando parlo di compositore non intendo quel ghetto che la musica per il cinema ma sto parlando di Mozart, di Beethoven, di Schubert." (Quentin Tarantino)

  7. #3346
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    21,045
    Grazie dati 
    10,753
    Grazie ricevuti 
    6,878
    Ringraziato in
    4,470 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2012 (1 semestre)

    4)In mezzo scorre il fiume - Craig Sheffer

  8. #3347
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Salerno
    Messaggi
    18,635
    Grazie dati 
    11,553
    Grazie ricevuti 
    13,959
    Ringraziato in
    7,452 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2012 (1 semestre)

    5) Ragtime - James Cagney
    "Per quel che mi riguarda Morricone il mio compositore preferito e quando parlo di compositore non intendo quel ghetto che la musica per il cinema ma sto parlando di Mozart, di Beethoven, di Schubert." (Quentin Tarantino)

  9. #3348
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,400
    Grazie dati 
    11,495
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2012 (1 semestre)

    andate veloci eh !?

    Ok, i nomi non ci sono e dunque ecco il secondo indizio che dovrete prendere per quello che e'....

    2 - Film senza mezze misure...o piace o annoia (IMHO)


     
    A Beautiful Mind - Russell Crowe
    Al di l della vita- Nicolas Cage
    Assassinio sul Nilo-David Niven
    Gente comune - Donald Sutherland
    Gli insospettabili - Sleuth - Laurence Olivier
    Il colore viola - Danny Glover
    Il delitto perfetto -Ray Milland
    Il giro del mondo in ottanta giorni - David Niven
    In mezzo scorre il fiume - Craig Sheffer
    Io e Annie (Annie Hall)-Woody Allen
    Jules e Jim - Oskar Werner
    L'uomo che visse nel futuro - Rod Taylor
    L'uomo venuto dall'impossibile - Malcolm McDowell
    La grande Corsa - Jack Lemmon
    La valle dell'Eden - James Dean
    Mary Poppins - Dick Van Dyke
    Morte a Venezia - Dirk Bogarde
    Picnic a Hanging Rock -Tony Llewellyn-Jones
    The dead - gente di Dublino - Donal McCann
    Vento di passioni - Brad Pitt
    Viaggio allucinante - Stephen Boyd



     
    1 - Film basato su un romanzo
    2 - Film senza mezze misure...o piace o annoia (IMHO)




    A voi la parola
    Ultima modifica di Armandillo; 15-05-12 alle 15: 21.

  10. #3349
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    21,045
    Grazie dati 
    10,753
    Grazie ricevuti 
    6,878
    Ringraziato in
    4,470 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2012 (1 semestre)

    boh

    1)Ovunque nel tempo-Christopher Reeve

  11. #3350
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,792
    Grazie dati 
    1,565
    Grazie ricevuti 
    2,190
    Ringraziato in
    976 post

    Riferimento: L'Angolo del Cinefilo - 2012 (1 semestre)

    Ciao ragazzi cinefili

    Citazione Originariamente scritto da Armandillo Vedi messaggio
    ...avevo paura di trovare la sorpresa (ancora non e' detto pero' poiche' manca Shiny)
    Ammazza che aspettative non che mi sopravvalutate un pochino? Non che indovini poi cos spesso... comunque vi ringrazio

    Citazione Originariamente scritto da Armandillo Vedi messaggio
    Due parole da spettatore sul film.

    Avendo una sorella down il film l'ho vissuto in modo particolare sia per la storia di Forrest che per quella del suo amico Dan.
    Probabilmente il regista ha fatto leva su questi elementi volendo sottolineare che nella vita, talvolta, i perdenti possono avere le loro chances, la loro rivincita e in questo senso colgo quel "furbetto" di Shiny.
    Sentimenti.
    Arma, non abbiamo avuto modo di parlare molto qui nel CineQuiz (pi per mie assenze che per altri motivi) ma i pi conoscono che quando parlo di un film sono solito riferirmi pi agli aspetti tecnici che a quelli contenutistici o artistici. Lascio a Strider la critica tout-court poiche pi bravo di me nel farla e pi attento allo stile, alla forma e all'insieme artistico di ogni prodotto della Settima Arte.
    Il mio "furbetto" attribuito a Forrest Gump non negativo ma richiama un certo modo di confezionare pellicole che negli States porta quasi sempre alla vittoria delle statuette.
    Tecnicamente il film la perfetta macchina da Oscar e si appunto rivelata tale. Se vogliamo per questo uno dei migliori esempi di acchiappa-Oscar mai realizzati, negli anni seguenti (o precedenti) si verificheranno scempi inenarrabili seguendo la logica del prodotto confezionato a tavolino: su tutti l'irritante "Shakespeare in Love", l'infinito "Paziente Inglese", i sopravvalutatissimi "The Millionaire" e "Crash" o la convenzionalit di un Musical come "Chicago".
    "Forrest Gump" sta anni luce sopra tutte queste pellicole.
    Certo il far leva sulla lacrima, sull'amore, sulla menomazione fisica/mentale, aiuta registi e attori nell'arrivare al pubblico pi disparato, ma qui il "limite" secondo me sta nelle tesi dello script originale: il film scorre gli episodi bui della storia americana, l'epoca degli assassinii, il Vietnam, la guerra fredda, il Watergate; lo fa attraverso gli occhi di due personaggi, Forrest e Jenny, dove il primo "inconsapevolmente" coinvolto negli eventi e facendo quasi sempre ci che gli viene detto o seguendo un ingenuo istinto ottiene dalla vita molto pi di quanto un uomo comune possa mai pensare di ottenere. Il personaggio di Jenny invece sceglie di vivere "contro", con un atteggiamento ribelle che la porta dopo un percorso tormentato solo alla distruzione fisica e al conseguimento di una felicit tardiva, effimera, giunta in punto di morte, catarsi di una vita letteralmente e prematuramente consumata.

    Questo l'unico aspetto di Forrest Gump che non apprezzo: l'implicita condanna del vivere "borderline". In una sorta di conservatorismo dove solo l'accettazione dello schema predefinito mista a un briciolo di follia porta al successo, mentre la protesta sociale, l'anarchia del pensiero ha come sbocco l'inevitabile distruzione. Jenny ottiene felicit solo quando si "ferma" cos come Forrest ottiene consapevolezza di s solo quando smette di correre...
    E' uno schiaffo al coraggio e un elogio della normalit.

    Con una tesi del genere era ovvio che vi fosse lo scontro col cinema folle e schizzato proposto da Tarantino.
    Tematicamente e cinematograficamente anch'io parteggiavo per Quentin (va detto che si perso un po' coi film successivi... almeno per me) ma per la stagione dei premi non c'era storia complice anche l'onda lunga che smorz l'impatto di Pulp Fiction sulla notte degli oscar, il film infatti part da Cannes molti (troppi) mesi prima...

    Citazione Originariamente scritto da Strider Vedi messaggio
    ma poi, giusto per curiosit personale, lo avevi capito il gruppo 3 ?
    S, e alla fine avevo capito anche i primi due. Troppo tardi...

    Per la nuova manche
    1) La Mia Africa - Robert Redford

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti alluso dei cookie