Pagina 3 di 4 PrimoPrimo 1234 UltimoUltimo
Mostra risultati da 21 a 30 di 32

Discussione: Il "parrocchetto" solo a Roma ?

  1. #21
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    17,013
    Grazie dati 
    4,802
    Grazie ricevuti 
    2,588
    Ringraziato in
    2,187 post

    Riferimento: Il "parrocchetto" solo a Roma ?

    E chi ha parlato di fare la guerra? A me piace vedere gli scoiattoli in giro e se non sono alloctoni tanto meglio.

    Però il rimedio per il topo è stata la disinfezione, per il vespino cinese dovranno introdurre un altro animale, quando i piccioni sporcano bisogna disinfestare, e siamo sempre da capo.

    Le specie alloctone non migrano, vengono importate dall'uomo per mancanza di disinfestazione.

    Gli uccelli la frutta degli alberi la mangiano eccome, e non credo che stiano a guardare se gli alberi sono del comune o di privati cittadini ma... da qui ad immaginare torme di passeri che assalgono le bancarelle, beccandosi tra loro per accaparrarsi banane e angurie... insomma in mezzo ci vorrebbe Hitchcock!
    Vero, ma i normali uccelli rimangono sempre più o meno dello stesso numero (e più ce ne sono, più i predatori ne mangiano), mentre le specie alloctone (non so se questi pappagalli e scoiattoli in particolare lo siano) per assenza di nemici naturali si moltiplicano a dismisura.

    Per vedere orde di vespini cinesi che devastano i boschi di castagne e orde di nutrie che devastano i raccolti non c'è voluto di mezzo Hitchcock... quindi è lecito preoccuparsi.
    Ultima modifica di Andy86; 15-11-13 alle 16: 00.
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Messaggi
    molti
     
  3. #22
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    4,961
    Grazie dati 
    2,101
    Grazie ricevuti 
    1,565
    Ringraziato in
    939 post

    Riferimento: Il "parrocchetto" solo a Roma ?

    La nutria vive vicino ai corsi d'acqua, raramente la troviamo nell'entroterra, ma in questo c'è sempre la mano dell'uomo.
    Vive e prospera anche in Italia perché vi è stata importata dal sud America se non sbaglio, per farne allevamenti per la loro pelliccia detta castorino. Con la caduta della moda (aberrante) delle pellicce, gli allevatori se ne sono liberati. Bisogna sempre fare mea culpa.

  4. #23
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    17,013
    Grazie dati 
    4,802
    Grazie ricevuti 
    2,588
    Ringraziato in
    2,187 post

    Riferimento: Il "parrocchetto" solo a Roma ?

    Esatto. Ufficialmente dicono che "sono scappate e si sono incrociate con i topi". Ma le nutrie sono parenti dei castori, non si possono incrociare con i topi, si sono moltiplicate per assenza di nemici naturali.

    Per i danni non sono informato, io dicevo più per il vespino delle castagne che fa morire gli alberi, e ho visto io calare le castagne in castagnata negli ultimi anni.
    Per quanto riguarda il fatto che le nutrie non si addentrino... ... sulle strade appena fuori città si vedono spesso certe "frittate"... però ci sono anche tanti fossi che attingono dal naviglio.
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

  5. #24
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    4,961
    Grazie dati 
    2,101
    Grazie ricevuti 
    1,565
    Ringraziato in
    939 post

    Riferimento: Il "parrocchetto" solo a Roma ?

    Ufficialmente dicono che "sono scappate e si sono incrociate con i topi". Ma le nutrie sono parenti dei castori, non si possono incrociare con i topi, si sono moltiplicate per assenza di nemici naturali.
    Ma quando mai!! A chi è potuto venire in mente un incrocio simile? Se fosse vero.. saresti in grado di indicare dove lo hai letto? Ma lo sai quanto sono grandi le nutrie?
    Mi farebbe piacere essere più informata.
    La nutria vive vicino ai corsi d'acqua, raramente la troviamo nell'entroterra
    io ho affermato questo.
    Ultima modifica di marcella36; 15-11-13 alle 17: 57.

  6. #25
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,850
    Ringraziato in
    5,690 post

    Riferimento: Il "parrocchetto" solo a Roma ?

    Se la crescita demografica si tiene su livelli troppo alti, fra un certo numero di anni sugli alberi selvatici/comunali non ci sarà più frutta sufficiente per sfamarli tutti, e allora dovranno andare a cercare il cibo altrove (orti, giardini, frutteti) e poi magari si abitueranno alla gente e allora prenderanno d'assalto bancarelle e ortolani (basti pensare alle cornacchie che rubano le uova ai contadini) e così quelli che prima erano semplici effetti collaterali finiranno per diventare una vera e propria epidemia. E quando chi di dovere capirà che è ora di fare la parte dei nemici naturali (amen) sarà troppo tardi.
    Beh, almeno qui a Roma quel rischio davvero non si corre.
    Tranne i piccioni tutti gli altri si guardano bene da avvicinarsi all'uomo e comunque ci sono non so quanti alberi di frutta totalmente incustoditi che il cibo non manca.
    Il pericolo di una crescita demografica esiste e riguarda appunto piccioni e storni e tutti e due provocano danni ingenti che poi paghiamo noi cittadini sottoforma di tasse.
    Qualche anno fa gli stormi di storni, in centro citta', provocarono problemi alla viabilita' pedonale poiche' i loro escrementi in quantita' industriale ove calpestati facevano l'effetto sapone con le conseguenze del caso e danneggiavano non poco le auto in sosta nelle vicinanze degli alberi.
    Il problema fu risolto con l'istallazione di apparecchiature sonore riproducenti il verso del falchetto, loro nemico naturale.

    Per i piccioni invece sempre di cacca si tratta ma stavolta sopra i monumenti, le terrazze, ecc... per ripulire la quale ci vorrebbero eserciti di operai ben organizzati con i costi conseguenti.

    Il segnale dell'aumento degli animali "selvatici" in citta' e' sempre preoccupante sia perche' indica che il loro habitat s'e' ristretto o s'e' contaminato sia perche' adeguandosi al cibo che trovano cambiano la loro stessa natura, vedesi i gabbiani che attirati dalle discariche pian piano invece del pesce si sono dedicati alla carne, per esempio quella dei piccioni !

    Comunque siamo fortunati pensiamo per esempio agli orsi dei paesi nordici...quelli si che fanno paura !

    Per rispondere a Iaia...non mi risulta che piccioni, storni, rondini, cornacchie e passeri si cibino di frutta.
    Merli e pappagalli invece si.


  7. #26
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    17,013
    Grazie dati 
    4,802
    Grazie ricevuti 
    2,588
    Ringraziato in
    2,187 post

    Riferimento: Il "parrocchetto" solo a Roma ?

    saresti in grado di indicare dove lo hai letto?
    Ripensandoci "Ufficialmente" è la parola sbagliata.
    Si tratta di una diceria che corre da queste parti, personalmente non ci ho mai creduto.

    Ne ho viste molte di più schiacciate dalle automobili che vive e vegete, ma mi rendo conto della loro dimensione.
    Ho visto spesso anche cacciatori intenti a ridurne il numero negli spartitraffico per evitare problemi alla viabilità.
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

  8. #27
    Data registrazione
    Nov 2011
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    21,530
    Grazie dati 
    2,248
    Grazie ricevuti 
    2,916
    Ringraziato in
    2,053 post

    Riferimento: Il "parrocchetto" solo a Roma ?

    Sì, era così per dire.

    Storni, rondini, ecc. non lo so, però i passeri vanno pazzi per la mia lattuga.
    Se ne voglio salvare qualche foglia devo ricoprire l'aiuola con la retina antigrandine e tenerla ben lontana dalle piantine, altrimenti la beccano anche attraverso la rete
    I merli si divertono a togliere la terra dai vasi dei fiori e adorano i miei fichi.

  9. #28
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    17,013
    Grazie dati 
    4,802
    Grazie ricevuti 
    2,588
    Ringraziato in
    2,187 post

    Riferimento: Il "parrocchetto" solo a Roma ?

    i passeri vanno pazzi per la mia lattuga.
    Per non parlare della salvia...
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

  10. #29
    Data registrazione
    Nov 2011
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    21,530
    Grazie dati 
    2,248
    Grazie ricevuti 
    2,916
    Ringraziato in
    2,053 post

    Riferimento: Il "parrocchetto" solo a Roma ?

    No, ai miei la salvia non piace. Di salvia e rosmarino vanno pazze le crysoline americane

  11. #30
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    17,013
    Grazie dati 
    4,802
    Grazie ricevuti 
    2,588
    Ringraziato in
    2,187 post

    Riferimento: Il "parrocchetto" solo a Roma ?

    Mai visti quegli insetti. La salvia di mia nonna è sempre piena di questi: http://www.peperonciniamoci.it/cms/f...9386010684.jpg, ma lei, quando era autonoma, diceva che vedeva i passerotti che la beccavano la mattina presto, e certi buchi secondo me possono essere solo di becco.
    «Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione;
    un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato.
    » (A. Einstein)

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie