Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 10 di 21

Discussione: Da tutto il mondo a Roma contro la pena di morte

  1. #1
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Da tutto il mondo a Roma contro la pena di morte

    La pena di morte è sempre disgraziatamente un argomento caldo, alcuni ritengono che parlarne è inutile ma se si pensa che dal 1973 sono 138 i condannati a morte in USA, graziati in extremis forse non lo è.
    La Comunità di Sant'Egidio ha organizzato a Roma un convegno in due giornate 'Per un mondo senza la pena di morte, No Justice without Life', che ha raccolto una ventina di ministri della giustizia dai quattro angoli del mondo.
    Il ministro della giustizia italiano, Paola Severino, ha tenuto a precisare che l'Italia è in prima linea per quello che riguarda l'abolizione della pena di morte.
    Fonte

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Messaggi
    molti
     
  3. #2
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,848
    Ringraziato in
    5,688 post

    Riferimento: Da tutto il mondo a Roma contro la pena di morte

    Per chi volesse approfondire l'argomento e cercasse riflessioni valide contro la pena di morte suggerisco di leggere questo capitolo e quello successivo.


  4. #3
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    4,961
    Grazie dati 
    2,101
    Grazie ricevuti 
    1,565
    Ringraziato in
    939 post

    Riferimento: Da tutto il mondo a Roma contro la pena di morte

    Mio padre m'insegnò che la pena di morte era un assassinio di stato. Con gli anni ho potuto verificare quante condanne a morte erano state inflitte ad innocenti, se ne potrebbe fare un nero elenco.
    I crimini ed i criminali devono essere puniti, e con la giusta severità commisurata alle loro colpe. Ma un errore di giudizio è possibile, e non ci sono rimedi se chi è stato giudicato incolpevole è morto.
    In vita si sconta (o si dovrebbe scontare) un peccato, e dovrebbe essere esempio e monito

  5. #4
    Data registrazione
    Feb 2010
    Località
    NCC1701
    Messaggi
    3,822
    Grazie dati 
    1,307
    Grazie ricevuti 
    1,323
    Ringraziato in
    996 post

    Riferimento: Da tutto il mondo a Roma contro la pena di morte

    Chi stupra e uccide vostro figlio di 6 anni e altri bambini della stessa età cosa fareste? E' facile pontificare sulle disgrazie altrui, ma bisogna essere padri e madri delle vittime prima di parlare. Sono gli unici che possono commentare sull'abolizione della pena di morte. Ricordo comunque, giusto per puntualizzare, come se la colpa massima sia degli USA che il 99% delle pene di morte vengono attuate, spesso senza processo, da altre parti del mondo. Oltre a quanto ho espresso poco fa, che ribadisco anche se da adesso in poi qualcuno mi odierà (magari ipocritamente), viene ucciso per pena capitale almeno 10 persone al giorno, sotto silenzio e senza che nessuno ne parli perché non si parla di USA o altri paesi civilizzati.

    Ripeto, con questo mi tirerò addosso alcune "non credevo" o "che cattiva persona" o peggio, ma in cuor vostro so bene cosa pensereste nel caso qualcuno facesse quanto all'inizio ho detto a vostro figlio, o a TUTTI i vostri figli. Perdono? Il perdono è della divinità che credete, non dell'uomo.

    L'unica cosa per cui sono d'accordo é che deve essere certo, fino a che possiamo e per alcune tipologia BASTARDE di reati, la colpevolezza.

    Riporto la frase di marcella36, che da ora mi odierà a morte, "giusta severità commisurata alle loro colpe": pensate a ciò che ho detto prima.
    Al limite nel caso la famiglia dei figli stuprati ed uccisi venga data la possibilità di scelta.

    L'ipocrisia è una cosa che veramente mi fa schifo.

    CHIEDO UMILMENTE SCUSA DEL TONO DELLE MIE PAROLE MA E' QUESTO CIO' CHE PENSO. Se volete bannatemi a vita, ma se c'è qualcuno che ha avuto una esperienza personalmente o con dei familiari che è stata vittima di questi ............. con quei CRIMINI che ho detto poc'anzi bene e può commentare, altrimenti, per cortesia, non parlate perché NON sapete di cosa state parlando.

    Io sono per non mettere in galera una persona fino al 3° grado di giudizio (cosa che non succede per esempio in Italia) ma per i reati sopracitati al 3° grado di giudizio, con prove certe come DNA: NIENTE PIETA. Chi ci pensa al bimbo stuprato e morto?
    Ultima modifica di Kirk78; 03-12-11 alle 04: 17.

  6. #5
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: Da tutto il mondo a Roma contro la pena di morte

    Citazione Originariamente scritto da Kirk78 Vedi messaggio
    ...
    CHIEDO UMILMENTE SCUSA DEL TONO DELLE MIE PAROLE MA E' QUESTO CIO' CHE PENSO.
    E fai bene a dire quello che pensi, e lo apprezzo anche se io personalmente non sono in favore della pena di morte. Ma molti miei amici e conoscenti lo sono, e non abbiamo problemi a parlarne e discuterne.

  7. #6
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,848
    Ringraziato in
    5,688 post

    Riferimento: Da tutto il mondo a Roma contro la pena di morte

    Citazione Originariamente scritto da Kirk78 Vedi messaggio
    CHIEDO UMILMENTE SCUSA DEL TONO DELLE MIE PAROLE MA E' QUESTO CIO' CHE PENSO.
    ....ed e' rispettabile come opinione diversa dalla mia, dalla altrui !

    "La pena di morte diviene uno spettacolo per la maggior parte e un oggetto di compassione mista di sdegno per alcuni; ambidue questi sentimenti occupano piú l'animo degli spettatori che non il salutare terrore che la legge pretende inspirare"

    tratto dal capitolo che avevo indicato in precedenza e la parte sottolineata e' quella piu' importante per una societa' ma puo' non esserlo per la persona che soffre un dramma come quello che hai citato all'inizio.

    Perdono ?
    No. La pena di morte in quel caso, paradossalmente, lo e'.
    Io sono ateo e se mi trovassi in quelle condizioni (figlia stuprata, ecc...) desidererei il massimo di sofferenza per il condannato come i gironi dell'Inferno dantesco...e' indubbio....la sua morte pero' sarebbe la sua salvezza !

    La legge non ha un'anima, non ha sentimenti e conta solo l'efficacia della pena affinche' se ne tragga esempio e nel caso di quella di morte mi sembra di poter dire che non risolva i problemi e dove si attui consegni ai familiari coinvolti una misera risposta.

    Ciao

  8. #7
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Da tutto il mondo a Roma contro la pena di morte

    Anch'io rispetto il punto di Kirk78 ma la penso diversamente anche perchè penso che oltre ai reati di cui lui ha parlato, se dovessi pensare alla pena di morte, la chiederei nei confronti di chi inquina a scopi di lucro, nei confronti di chi costringe i bambini a lavorare in condizioni assurde, insomma nei confronti di molte altre persone, considerate secondo altri parametri giuste ed intoccabili ma ognuno ha il suo senso di giustizia

  9. #8
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    4,961
    Grazie dati 
    2,101
    Grazie ricevuti 
    1,565
    Ringraziato in
    939 post

    Riferimento: Da tutto il mondo a Roma contro la pena di morte

    Si parla di pena di morte, non di perdono, questo è un sentimento un moto dell'anima che non si può proporre o predicare.
    Ho parlato di pena commisurata al crimine, la pena di morte è una condanna piccola. Io in alcuni crimini innominabili, preferirei un carcere duro, ed intendo duro, senza benefici, senza distrazioni, un luogo di espiazione non di ravvedimento, e per tutta la vita, un ergastolo vero, fino alla morte in solitudine. Ti ero sembrata pietosa? non lo sono in ogni caso, vorrei giustizia sulla terra e dopo.

  10. #9
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Da tutto il mondo a Roma contro la pena di morte

    vorrei giustizia sulla terra e dopo.
    Grazie Marcella, mi sembra un concetto molto bello questo

  11. #10
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,848
    Ringraziato in
    5,688 post

    Riferimento: Da tutto il mondo a Roma contro la pena di morte

    Sempre tratto dal capitolo di cui sopra:

    "Non è l’intensione della pena che fa il maggior effetto sull’animo umano, ma l’estensione di essa; perché la nostra sensibilità è piú facilmente e stabilmente mossa da minime ma replicate impressioni che da un forte ma passeggiero movimento. L’impero dell’abitudine è universale sopra ogni essere che sente, e come l’uomo parla e cammina e procacciasi i suoi bisogni col di lei aiuto, cosí l’idee morali non si stampano nella mente che per durevoli ed iterate percosse. Non è il terribile ma passeggiero spettacolo della morte di uno scellerato, ma il lungo e stentato esempio di un uomo privo di libertà, che, divenuto bestia di servigio, ricompensa colle sue fatiche quella società che ha offesa, che è il freno piú forte contro i delitti."

    E qui si inserisce anche un altro tema che e' quello dei costi che la privazione di liberta' una societa' debba sopportare.
    Credo che oltre alla certezza della pena ed alla sua durata si consideri anche l'utilita' che questa avra' nel ricompensare la societa' tutta del danno arrecato cosicche' il reo oltre considerare il suo status di privazione risponda del suo operato in carcere a favore del bene comune a titolo di risarcimento.

    Poi ci sarebbe anche la riflessione circa l'autorita' che uno stato si da' nel decidere la morte per qualcuno ma al contempo la neghi per il medesimo (suicidio, eutanasia).
    In questo vedo una contraddizione che diventa ancora piu' palese se si considera che la pena di morte non e' adottata da tutte le nazioni....come dire che un dato reato meriti la perdita della vita in un posto ma non in altri o addirittura cambi da un confine all'altro cosicche' un omicida prima di delinquere si informi bene dove gli conviene farlo....non ha senso !

    Ciao

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie