Mostra risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Hp blocca webOS e vuole uscire dal mercato dei PC

  1. #1
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Hp blocca webOS e vuole uscire dal mercato dei PC

    E' una delle notizie tecnologiche più calde del periodo, iniziata circa a metà della scorsa settimana con un annuncio di Leo Apotheker il Ceo di Hp che ha sostituito Mark Hurd, dopo i famosi scandali di natura sessuale ed ora passato ad Oracle.
    Praticamente, l'hp ha detto che non avrebbe più intenzione di utilizzare il proprio OS su smartphone e tablet, anzi vuol proprio chiudere il mercato del PC e concentrarsi su quello del software, cominciando con l'acquisto di Autonomy, una società inglese che gli permetterebbe di espandere il mercato del 20%.
    Dopo appena sette settimane ha svenduto il suo tablet touchpad a 99 dollari per il modello a 16 GB ed a 150 per quello a 32 Gb, provocando lo sconcerto dei partners finanziari, degli azionisti e degli altri produttori di tablet, se ne parla ad esempio qui

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Messaggi
    molti
     
  3. #2
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: Hp blocca webOS e vuole uscire dal mercato dei PC

    La domanda che si legge in giro e' la stessa ovunque: perche' mai HP vuole chiudere un settore (quello dei pc) che gli rende il 40% dei suoi profitti?
    La risposta e' semplice: HP sente puzza di bruciato e imita i topi che abbandonano la nave.

    Il fatto che il mercato dei PC tiri ancora, non vuole dire che continuera' a esserlo per sempre. Io sono uno sviuppatore, e quindi nel mio lavoro faccio uso pesante di top-of-the-line desktop, ma a casa ormai uso solo il mio iPad. E anche al lavoro vedo un cambiamento dei paradigmi: continuera' il pc, visto come fact-totum a essere lo strumento migliore per tutto? Se cosi' fosse, perche' mai un falegname non usa soltanto un coltello multiuso?

    Per decenni siamo stati schiavi di Microsoft e Intel, che ci hanno propinato la assoluta necessita' del pc, indipendentemente dalle nostre esigenze. Le cose sono cambiate, in tutti i campi. La gente si e' accorta che puo' infatti vivere senza il pc, uno smartphone o un tablet per certi usi funzionano perfino meglio di un pc. Ovvio, non sto dicendo che il pc cosi' come lo vediamo adesso sparira' completamente, ma il mercato si e' finalmente aperto alle "altre" esigenze. La mamma non deve piu' scaricare da internet la ricetta della pasta alla acciughe, si porta il tablet in cucina, lo mette sul tavolo (o il piedistallo) e la ricetta e' belle pronta, magari anche con il video che mostra come pulire le acciughe.

    IBM in questo caso fu lungimirante, togliendosi dal mercato dei pc molti anni fa, addirittura cedendo a Lenova la produzione dei ThinkPad, i migliori laptop in commercio a livello professionale. HP adesso sta avendo grossa concorrenza da produttori che propongono alternative piu' economiche, e ormai anche la qualita' della concorrenza e' migliorata a vista d'occhio, ormai un Dell e' altrettanto affidabile quanto un HP

    HP sta facendo quello che Apple fece una decina di anni fa, invece che "creare" un mercato (come fece Microsoft e Intel, creando quello dei pc multi-uso), si e' messa a cercare "quale" sia il mercato di adesso. Non solo a livello consumer, ma anche professionale. L'idea del desktop e' in un processo evolutivo, e nuove strade si sono aperte, il Cloud sta avendo un enorme successo, notizia vecchia ma che solo adesso, con le velocio connessioni internet, ha preso piede. La gente comune si e' accorta che non deve cambiare computer ogni anno, e si e' finalmente aperta alle nuove tecnologie, piu' immediate e facili da usare. Il iPad non piace perche' ha un buon sistema operativo, ma perche' lo si usa SENZA dovere sapere nulla del sistema operativo che c'e' dietro. Lo stesso per i Chrome netbook.

    Che Microsoft o Intel lo vogliano o no, non possono continuare a forzare la gente a comprare l'hardware che loro spingono. Un buon computer senza software e' pur sempre un pezzo di ferraglia senza valore. E la gente si e' accorta, finalmente, che quello che usa e' il software, ossia le applicazioni, indipendentemente dal computer e sistema operativo che usano. E se il sistema operativo non lo si vede, e' anche meglio.

    Potrei continuare all'infinito, lavoro nel settore perfino prima dell'avvento dei pc per cui ho visto come la tecnologia dell'informazione si e' evoluta, sia dal punto professionale che quello consumer. Dobbiamo ammetterlo, chi si ferma e' perduto. Email ha affiancato il telefono come prima la televisione ha affiancato la radio. Sia il telefono che la radio esistono ancora, ma il loro uso si e' ridimensionato. Lo stesso sta avvenendo con i computer, che lo vogliamo o no.

  4. #3
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,850
    Ringraziato in
    5,690 post

    Riferimento: Hp blocca webOS e vuole uscire dal mercato dei PC

    Molto interessante questa discussione soprattutto il commento di Marco che apre spiragli ad un nuovo modo di comunicare slegato, m'e' sembrato di capire, da vecchie logiche di mercato o meglio, tendente alla praticita' e semplicita'.

    Non entro nel merito della notizia poiche' mi mancano informazioni ma la logica mi farebbe supporre che in pentola alla HP bollono delle novita' e forse una svolta sulla strada che Marco indicava.

    Io uso il pc dagli esordi (286 !) e purtroppo, pur cercando di stare dietro alle novita', non mi sono mai potuto permettere altri aggeggi elettronici credendo, ed ora me ne rendo conto, che il pc fosse intramontabile !

    Probabilmente le occasioni di frequentare per lavoro tantissime aziende (e quindi uffici) e il verificare quanto in Italia si sia indietro nell'uso di questa tecnologia compreso il rinnovo della stessa, mi ha indotto a pensare che queste ultime novita' elettroniche fossero ad unico appannaggio di ragazzotti ultra-innovatori o dei soli addetti ai lavori....ma capisco che non e' così !!

    Immaginare un prodotto che non debba far impazzire l'utente nella ricerca continua di protezioni, che magari si autoripari, che si auto-aggiorni autonomamente lasciando alla persona la sola preoccupazione di usare le applicazioni preferite mi solliticherebbe assai.

    Sono conscio che il progresso non e' arrestabile ed invidio chi ha la possibilita' di accedere facilmente a questi apparecchiature d'ultima generazione
    Per la mia eta' e le mie esigenze il pc e' sufficiente ma il rammarico di "restare indietro" c'e' ....chissa', forse uno sfizio, un giorno, me lo togliero' per curiosita' e per sentirmi ancora giovane !!

    Ultima modifica di Armandillo; 25-08-11 alle 20: 12.

  5. #4
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    4,202
    Grazie dati 
    209
    Grazie ricevuti 
    874
    Ringraziato in
    725 post

    Riferimento: Hp blocca webOS e vuole uscire dal mercato dei PC

    Avevo sentito...penso che alla fine abbiano deciso le solite logiche di mercato, non c'è da stupirsi più di tanto. Da quel poco che ho letto sull'argomento sembra che il settore pc non andasse più come una volta...Per quanto riguarda il futuro nell'informatica, spero vivamente che i pc non tramontino mai, non mi abituerei mai a svolgere le solite attività su schermi microscopici, per quanto smart possano essere. Per me il pc resta il re degli strumenti informatici

  6. #5
    Data registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    255
    Grazie dati 
    173
    Grazie ricevuti 
    259
    Ringraziato in
    141 post

    Riferimento: Hp blocca webOS e vuole uscire dal mercato dei PC

    Ciao a tutti.

    A parte le questioni di previsione della domanda, che probabilmente porteranno ad una flessione dei desktop a scapito dei tablet (quando magari questi costeranno 300€ visto che al massimo valgono quello) o altri dispositivi che verranno (io sto aspettando le interfacce olografiche che usano in Mass Effect ), come già detto da Marco, il mio pensiero è che il problema sia ben più grave e generalizzato al mondo occidentale.

    Se da un lato può essere vero che dove prima c'era necessità di un desktop ora si può ricorrere ad altri hardware (penso ad esempio ad alcuni professionisti o dirigenti che alla fine sul pc usano principalmente Outlook ed il browser) è anche vero che la domanda nel settore non potrà azzerarsi, almeno con le tecnologie attuali.
    Sicuramente però c'è il rischio di una stagnazione, almeno per il cosiddetto occidente, il che porterebbe a certi ridimensionamenti produttivi, ricerca delle efficienze etc etc, le solite cose che in regime di domanda costante permettono di guadagnare (che è diverso dal fatturare) di più.
    Qualcuno potrebbe pensare che i mercati emergenti potrebbero invece, con l' andare del tempo, portare ad un incremento sostanzioso della domanda.
    Probabilmente sarà così, il problema è che quanto viene venduto in occidente è già largamente prodotto in quei luoghi, quindi il beneficio sarebbe nullo.
    Se aprite un qualunque dispositivo elettronico vedrete che praticamente tutto è prodotto in Cina, Taiwan etc.

    HP non ha fatto altro che fare quello che già stanno facendo altri ma anticipando i tempi, ed al posto di delocalizzare ulteriormente e prevedere la chiusura di qualche sito produttivo, si è liberata in toto del fardello quando ancora ha valore per cercare di concentrasi su un settore ritenuto, a torto o a ragione, maggiormente redditizio.

    La mia lettura di questa notizia è che HP, come molti altri in occidente, non è o prevede di non essere più in grado di produrre ( per tutta una serie di motivi che qua non starò a citare, altrimenti diventa un topic di economia ), e non ha più la voglia.

    Di questo passo il futuro dell' occidente sarà fare tabelline in Word (perchè Excel è già troppo difficile) e presentazioni in Powerpoint, grazie alle quali verranno prese decisioni (sbagliate, in quanto riporteranno i numeri del lotto) che porteranno a trovarsi sempre più di frequente in situazioni economiche come quella odierna.

    Viene da chiedersi cosa accadrà quando tra una decina di anni anche i paesi emergenti, avendo ormai tutte le attività produttive in loco, dovranno iniziare a fare le tabelline...

    Come investimenti per il futuro vi propongo un bel terreno agricolo, asino, aratro e pala (perchè qua non arriveranno più i combustibili, serviranno ai paesi emergenti dove di fatto ci sono quasi 2 miliardi di persone che adesso non ne consumano affatto, sempre che qualcuno non inventi i trattori ad energia solare) e magari qualche gallina.
    La sera comunque potrete sempre navigare in internet con un bel foglio LCD ottenibile con 150h di servizio sociale.

    Chi vivrà vedrà.



Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie