Pagina 2 di 4 PrimoPrimo 1234 UltimoUltimo
Mostra risultati da 11 a 20 di 39

Discussione: Nuovo crollo delle borse, si teme per il domani

  1. #11
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,847
    Ringraziato in
    5,687 post

    Riferimento: Nuovo crollo delle borse, si teme per il domani

    I segnali preoccupanti vi sono ed in questo mi associo alla paura di Janet.
    Un esempio ?
    Una banca (non so di altre) gia' si cautela imponendo un "preavviso" di 2 giorni per un prelievo a partire da 5000 euro !!
    Cosa vuol dire ? Paura di un effetto "panico" anche qui da noi come fu negli Usa ?

    Ho seguito le varie discussioni riguardo questa situazione ed alcuni punti fermi sembra vi siano:

    - c'e' uno strapotere di queste agenzie di rating e la loro sottovalutazione da parte dei governi
    - l'indebitamento dei governi che creando elevato debito hanno dato una mano alle agenzie di cui sopra
    - la mancanza di una vera politica comune economica europea sottolineata proprio in questi momenti di crisi con evidenti attenzioni ai propri interessi particolari
    - la mancanza di soluzioni adeguate da parte delle banche centrali per frenare le ondate speculative

    Poi aggiungo un mio pensiero e mi pongo una domanda: in tutto cio' non ci sara' forse l'idea che l'uso finanziario sia piu' valido oggi di una vera e propria guerra ?
    In un mercato globale come l'attuale mi pare che chi piu' puo' ha le giuste carte in mano per "orientare", se non dirigere, i destini di interi stati ! Mi sbaglio ?

    Non a caso la Cina, per esempio, si e' potuta permettere di tirare le orecchie al grande impero Usa suo primario debitore !
    Gli Usa, dal canto loro, ascoltando gli esperti, sembra abbiano commesso un enorme errore innalzando il tetto del debito quasi a voler sottolineare l'incapacita' politica a fronteggiare la situazione e cio' ha determinato le conseguenze che conosciamo.

    A questo punto sono d'accordo con la tesi che alla base di questo terremoto imprevedibile (?) vi sia solo la politica pura e semplice e a farne le spese, come sempre, sara' il cittadino disarmato.

    Il soldo guida il mondo e la politica segue questa filosofia....c'e' poco da fare !

    Italia.
    Questo poi e' un argomento che andrebbe trattato a parte.
    Questa nazione potrebbe tranquillamente essere alla pari degli stati con "tripla A" se solo avessimo avuto governanti saggi e coraggiosi (IMHO)

    Purtroppo non e' così e l'aria che tira non fa sperare bene !
    Ancora una volta gli interessi politici tarpano le ali ad ambizioni superiori che vi potrebbero essere se solo si pensasse veramente al bene di tutti e non dei soliti noti !
    Decenni di sprechi e una illegalita' divenuta regola fanno sì che i sacrifici immaginati e da mettere in campo nei prossimi giorni ricadranno sui ceti medio-bassi e aumento dell'eta' pensionabile e disoccupazione creeranno il solito serpente che si morde la coda....meno occupati, meno possibilita' di spendere, meno acquisti, meno crescita, piu' indebitamento, piu' disavanzo, ecc....

    Di qui il mio pessimismo

    Spererei in un sussulto di saggezza lungimirante ed allora sarei il primo a contribuire per le generazioni future, senza retorica, ma con l'amore che provo per questo paese bistrattato e che hanno ridotto a "pagliaccio d'Europa" !!

    Ciao

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #12
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Messaggi
    3,566
    Grazie dati 
    1,737
    Grazie ricevuti 
    1,524
    Ringraziato in
    1,106 post

    Riferimento: Nuovo crollo delle borse, si teme per il domani

    Ragazzi ritirate i soldi dalle banche, compratevi un terreno, recintatelo, cominciate a coltivarvi il necessario per vivere, cosi' si va avanti ancora per poco e siamo in mano a persone che non sanno neanche cosa stanno facendo e l'idea piu intelligente che gli vine e e aumentare le accise sui carburanti, le tasse sul fumo e stampare carta dandogli un valore che non ha, aumentando cosi' l'inflazione e svalutando la moneta, ringraziamo per il benessere in cui viviamo ma ormai siamo pieni di debiti e occorre cambiare stile di vita
    Ultima modifica di Rodolfo Tatana; 11-08-11 alle 13: 33.

  4. #13
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,847
    Ringraziato in
    5,687 post

    Riferimento: Nuovo crollo delle borse, si teme per il domani

    Citazione Originariamente scritto da Rodolfo Tatana Vedi messaggio
    Ragazzi ritirate i soldi dalle banche...
    Ho espresso quel "mi piace" per il concetto generale che hai espresso e che utopitiscamente condivido ma anche se estratto scorrettamente dal contesto voglio augurarmi che veramente nessuno segua il tuo consiglio

    Forse, e lo sottolineo, non siamo agli stracci proprio perche' nessuno ha ancora pensato a quell'azione e sarebbe un dramma se accadesse !
    Certo che quel tuo pensiero ad un ritorno all'antico mi ha fatto venire in mente tanti discorsi poco seri (oppure no ?!) circa una forma di baratto di beni di vecchia memoria, una immagine di rabbiosa vendetta in contrapposizione ad un mondo consumistico ed inumano.

    Il "mi piace" e' per una filosofia di concretezza e semplicita' nel rispetto della terra che ci ospita e che ci concede un usufrutto intelligente delle sue risorse per una vita serena e lontano dalle ipocrisie del potere.


  5. #14
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: Nuovo crollo delle borse, si teme per il domani

    Citazione Originariamente scritto da janet Vedi messaggio
    Grazie Marco, questo già mi sembra più chiaro ma i risparmi in banca sono sicuri ? Oppure quei pochi soldi messi da parte bisogna investirli, che so nel mattone o in qualche altra cosa ?
    Ti ha già risposto Armandillo: non c'è nessun problema nel lasciare i soldi in banca, in quanto le banche sono protette dalle riserve federali. Più problematici sono gli investimenti, se si investe in azioni e la borsa crolla sono dolori, mentre se si investe in beni del tesoro si corre il rischio di aumentare il debito pubblico, cosa che le varie agenzie di rating ci stanno ammonendo. Anche l'acquisto di immobili deve essere oculato, in quanto se il valore della proprietà cade (cosa probabile durante una recessione) si perdono soldi. Tenere i soldi sotto il materasso non aiuta. Primo, se l'economia crolla nin serve a niente avere soldi contanti, specie se inflazionati. Secondo, l'economia si muove se i soldi rimangono in circolazione. Per esempio se volessi aumentare il mio giro di affari perché in quel momento tira bene, non potrei perché non trovo una banca disposta a farmi un prestito, perché sono a corto dei soldi che la gente ha ritirato. Terzo, si crea un effetto valanga, di terrore, la gente corre a ritirare i soldi predi dal panico e l'economia collassa.

    Ma non posso certo stare qui a fare una lezione di economia, lungi da me. Se fosse così semplice, ma non lo è. Ecco perché il mio consiglio è solo quello di essere attenti alle proprie spese, in modo da avere una rete di protezione ne caso di tempi duri. Se poi i tempi da duri diventano disastrosi, beh allora c'è ben poco da fare: tirare la cinghia e sperare di avere un governo che sappia cosa fare, come accadde negli USA durante la depressione degli anni '30

  6. #15
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Messaggi
    3,566
    Grazie dati 
    1,737
    Grazie ricevuti 
    1,524
    Ringraziato in
    1,106 post

    Riferimento: Nuovo crollo delle borse, si teme per il domani

    non c'è nessun problema nel lasciare i soldi in banca, in quanto le banche sono protette dalle riserve federali.
    mmm..azzardato, o meglio, troppo sicuro di questo, una sicurezza reale fino a qualche tempo fa, le riserve in italia coprono appena l'8% della valuta in circolazione, insomma il 92% della moneta non ha un reale valore; adesso non sappiamo neanche cosa sta succedendo, certo la mia di prima era una provocazione "ritirate i soldi dalle banche", credo che per forza di cose il sistema bancario va rivoluzionato, le borse idem, non è possibile guadagnare o perdere miliardi in un solo giorno senza aver perso ne guadagnato qualcosa di economicamente reale, la finanza è al 90% una truffa per furbacchioni economisti che si arricchiscono su azionisti e risparmiatori. in italia abbiamo varato appena due settimane fa una supermanovra di oltre 40 miliardi che abbiamo gia bruciato in borsa costringendo il governo ad anticipare la manovra stessa e proporne un'altra da 45 miliardi..che immagino bruceremo ugualmente in poco tempo, la soluzione sarebbe la banca centrale europea che compra titoli di stato italiani stampando carta trasformata in soldi, di conseguenza svaluta la moneta e aumenta l'inflazione e aumentano gli interessi, abbiamo un debito pubblico di 1900 miliardi, 32000 euro a persona, la soluzione usa non mi ha convinto molto, io di economia capisco un tubo ma non mi sembra una grande mossa evitare il defoult aumentando il tetto del debito e poi magari continui a lasciare in giro per il mondo mezzo milione di soldati. Ma quando lo dovremo pagare il debito? ma sopratutto la domanda è "è possibile pagare il debito?", no non è possibile, è un cane che si morde la coda, prima o poi verranno a chiederci il conto, prima o poi questa economia fara' patatrack quindi consiglio di prepararsi a questa eventualita' non piu tanto remota, non siamo l'argentina altrimenti ci avrebbero gia fatto fallire ufficilamente (non ufficilamente siano gia falliti) ma non sono tanto sicuro di escludere la possibilita' che uno di questi giorni, o di questi mesi, o tra qualche anno, potremo svegliarci la mattina e scoprire che non abbiamo piu la possibilita' di pagare pensioni e dipendenti pubblici, quindi consiglio di entrare nell'ottica che il nostro sistema economico è fallito, adeguarsi e fare qualche passo indietro verso stili di vita piu sostenibili e prepararsi al peggio, chi ha un terreno almeno sa che non morira' di fame. In questo momento mi piacerebbe essere tedesco
    Ultima modifica di Rodolfo Tatana; 12-08-11 alle 17: 33.

  7. #16
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,847
    Ringraziato in
    5,687 post

    Riferimento: Nuovo crollo delle borse, si teme per il domani

    Citazione Originariamente scritto da Rodolfo Tatana Vedi messaggio
    In questo momento mi piacerebbe essere tedesco
    Beh, se proprio dovessi, sceglierei la Svizzera !!

    Circa il discorso che hai fatto avrei dei dubbi.
    Non so infatti quanto farebbe comodo un tracollo a chi specula e guadagna.
    Il pericolo "argentina" in Europa avrebbe un effetto devastante per tutti difatti smontando la stessa comunita' !

    Non conosco le dinamiche che sono dietro gli interessi di questi speculatori ma se fossi uno di loro credo che mi andrebbe bene sguazzare tra le difficolta' dei paesi ma senza arrivare al fallimento.

    Certamente una severa autocritica e nuove regole di mercato sono indispensabili ma attualmente purtroppo non vedo quello "spirito di sacrificio" che sarebbe propedeutico ad una radicale trasformazione nella societa'.

    Piuttosto quel che mi allarma in questo stato di cose e' il "silenzio assordante" di chi si dovrebbe preoccupare per il futuro.
    Ho la netta sensazione che rassegnazione ed indifferenza la facciano da padroni nell'ambito politico e siccome la politica e' scelta tanti abbiano deciso di non scegliere e stare a guardare

  8. #17
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Messaggi
    3,566
    Grazie dati 
    1,737
    Grazie ricevuti 
    1,524
    Ringraziato in
    1,106 post

    Riferimento: Nuovo crollo delle borse, si teme per il domani

    attualmente purtroppo non vedo quello "spirito di sacrificio" che sarebbe propedeutico ad una radicale trasformazione nella societa'.
    infatti, ecco perchè falliremo, probabimente ci aiutera' ad aprire gli occhi e costruire un nuovo modello di sviluppo

  9. #18
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,847
    Ringraziato in
    5,687 post

    Riferimento: Nuovo crollo delle borse, si teme per il domani

    Citazione Originariamente scritto da Rodolfo Tatana Vedi messaggio
    infatti, ecco perchè falliremo...
    ancora una volta ti rubo un pezzo di frase ma stavolta per prologo al parto dell'ultima manovra "salva-crisi" che gia' sembra vacillare stando almeno ai commenti pre-assemblea

    I dettagli non sono ancora noti ma


  10. #19
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Messaggi
    3,566
    Grazie dati 
    1,737
    Grazie ricevuti 
    1,524
    Ringraziato in
    1,106 post

    Riferimento: Nuovo crollo delle borse, si teme per il domani

    Infatti, sui costi della politica hanno dato una limatura alla punta del'iceberg, dicono che vengono tagliate 50.000 poltrone in realta' sono 50000 sgabelli che portano un risparmio risibile, giusto eliminare alcune province, in sardegna rischiano 6 su 8, almeno 3 spariscono di sicuro, é giusto cosi' non servono a nulla, il controsenso è averle create 5 anni fa, aver fatto le elezioni provinciali un anno fa, con assessori che guadagnano piu del presidente degli stati uniti, per poi buttare giu tutto adesso, non mi sembra una buona programmazione, come vedete siamo in mano a gente che non sa neanche cosa sta facendo, o peggio ancora, offende volontariamente la nostra intelligenza; dicono poi di accorpare i comuni piu piccoli, ok è giusto, ma le spese non sono queste, in questi comuni ci sono sindaci e consiglieri che spesso rinunciano all'indennita' o che guadagnano 9/18 euro a presenza, ma capisco che il risparmio verra' piuttosto dalla chiusura degli uffici comunali. Ci sono alcune cose che vanno nella giusta direzione, aumento della tassazione sulle rendite finanziarie (anche se questo è il periodo peggiore per farlo perché la prima reazione è una fuga degli investitori), contributo di solidarieta' per i redditi piu alti, non mi va giu il fatto che abbiano rinunciato, a quanto pare, all'aumento irpef per i lavoratori autonomi, come al solito a pagare di piu sono sopratuttoi i dipendenti pubblici e chi ha in generale una busta paga, tabacchi gioellerie etc..non mettono un soldo e possono continuare ad evadere tranquillamente dichiarando renditi al di sotto della soglia per subire il contributo di solidarieta' (gli scontrini esistono solo in italia, è il modo migliore per evadere), non mi va giu la solita tassa sui tabacchi, insomma non hanno alcuna fantasia, non hanno il coraggio di fare riforme strutturali, devono scontentare meno persone possibili cio' significa che è l'ennesima farsa per far cassa che ricade come sempre sui redditi piu bassi, ci sentiamo a settembre per la prossima manovra
    Ultima modifica di Rodolfo Tatana; 14-08-11 alle 13: 42.

  11. #20
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,389
    Grazie dati 
    11,488
    Grazie ricevuti 
    8,847
    Ringraziato in
    5,687 post

    Riferimento: Nuovo crollo delle borse, si teme per il domani

    Vero.
    Piu' passano le notizie e piu' viene fuori la verita': e' una grande manovra di prese in giro !!!

    Dal tg: i dipendenti pubblici dovranno attendere 2 anni prima di ritirare la liquidazione

    E' una vergogna e non perche' faccio il tifo per i dipendenti ma per il confronto con quelle dei lor signori che giungono appena dopo un solo mandato in carica !
    Un povero cristo che attende la liquidazione per i suoi progetti si sentira' oltraggiato da questa disposizione.
    E come questa ne vengono fuori altre altrettanto non eque.

    Poi, poco fa, ho ascoltato un commento sull'abolizione delle province e mi sa tanto che in parlamento vedremo darsele di santa ragione fino a che punto e' difficile prevederlo ma l'aria di un "colpo di mano" gia' si respira.

    Come al solito e' prevalso l'interesse particolare a quello nazionale e questo supposto compromesso ha evidenziato tutte le negativita' che lo stesso comporta: poca incisivita', poca chiarezza e scontento generale !!

    Ne' acqua, ne' vino insomma....ma un liquidastro che disgusta !!

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie