Vedi risultati sondaggio: Che "uomo di casa" sei (o potresti essere) ?

Votanti
6. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Perfetto (o quasi) !

    0 0%
  • Mi limito all'indispensabile

    1 16.67%
  • Sono negato...per cui demando

    0 0%
  • Mi destreggio bene

    2 33.33%
  • Mi limito ai "lavoretti" e poco piu'

    0 0%
  • Mi applico al massimo

    1 16.67%
  • Vorrei ma non posso (classico !)

    0 0%
  • Invento mille scuse per evitare (sincero)

    0 0%
  • Altro

    2 33.33%
Sondaggio a scelta multipla.
Mostra risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: "L'uomo di casa": come e quanto

  1. #1
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,400
    Grazie dati 
    11,495
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    "L'uomo di casa": come e quanto

    Questo thread potrebbe sembrare rivolto agli ammogliati ma così non e'.
    Infatti e' mia idea che la tendenza alla partecipazione alle "cose di casa" puo' prefigurarsi anche in gioventu' laddove le qualita' delle persone e la propria propensione gia' segnalino un indice di coinvolgimento chiaro per il futuro.

    I tempi cambiano, le societa' evolvono e nonostante da noi determinati ruoli sembrano ancora essere culturalmente inamovibili, qualche passo avanti s'e' fatto ed anche se non v'e' nulla di paragonabile alle culture nordiche (soprattutto scandinave) segnali positivi sono evidenti e crescenti.

    Probabilmente l'emancipazione femminile ha contribuito fortemente al cambio di rotta come pure le condizioni sociali che talvolta hanno costretto l'uomo in casa, suo malgrado, con inevitabili ripercussioni sull'organizzazione familiare.

    Quindi sarebbe interessante capire quanto e come l'uomo d'oggi intervenga in modo sostanziale occupandosi dei vari aspetti di una conduzione familiare e quanto questo apporti aiuto e trasformi quei ruoli incancrenitisi nel tempo.

    Ben lungi da immaginare di aver raggiunto la perfezione si puo', pero', verificare il livello di questo "aiuto" o almeno l'intenzione di farlo e così facendo, ne sono certo, verrebbero a galla anche quelle mansioni meno "attraenti" o per cui proprio non si vuol sentire parlare !!

    A voi la parola....sempre se vi va
    Ultima modifica di Armandillo; 16-04-11 alle 12: 10.

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #2
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Messaggi
    3,566
    Grazie dati 
    1,737
    Grazie ricevuti 
    1,524
    Ringraziato in
    1,106 post

    Riferimento: "L'uomo di casa": come e quanto

    Ciao arma, io sono un perfetto casalingo, vivo ancora a casa dei miei di conseguenza mi sento obbligato a dare un aiuto e spesso faccio molto piu di quanto facciano gli altri, e poi è casa mia, è giusto cosi', mica sono il principino williams...

    mio padre è in pensione e si occupa di fare la spesa, mia madre lavora ancora per cui quando torna a casa io pretendo che non alzi un dito, e ci mancherebbe pure lo facesse. In casa dividiamo bene i compiti ogniuno sa quello che deve fare e cosa deve fare l'altro, non abbiamo quasi bisogno di parlare, io lavo i piatti, cucino, faccio il bucato, riordino...ho imparato a essere responsabile in questo senso perchè ho vissuto per 10 anni quasi da solo ma sopratutto mia madre mi ha a fare le faccende domestiche da quando ho 7 anni, per cui mi hanno responsabilizzato, quando vedo ragazzi/e di 20-25-30 anni che non sanno farsi un piatto di pasta o per lavare due bicchieri e una pentola impiegano 45 minuti, che neanche si rifanno il letto e la camera la pulisce la madre inorridisco e penso "ma quanto sei scemo", ringrazio il cielo di avere i genitori che ho, che sono i migliori al mondo, abbiamo raggiunto un buon equilibrio, e so bene di essere una eccezione

  4. #3
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    32,599
    Grazie dati 
    7,586
    Grazie ricevuti 
    5,372
    Ringraziato in
    3,547 post

    Riferimento: "L'uomo di casa": come e quanto

    Arma dell'interessante sondaggio.ho votato altro nel senso che per quel che posso aiuto la moglie (che lavora,io sono pensionato) nelle faccende domestiche,qualche volta anche cucino,niente di speciale carne in generale e pasteasciutte,ah..mi arrangio anche a cucinare le uovae che altro..beh rifare il letto pulizie in casa,la spesa quotidiana,qualche lavoretto di riparazione,contabilità familiare e cosi via,diciamo che non me ne sto colle mani in mano,tutto qui,ciao

  5. #4
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,400
    Grazie dati 
    11,495
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Riferimento: "L'uomo di casa": come e quanto

    Citazione Originariamente scritto da Rodolfo Tatana Vedi messaggio
    ...ho imparato a essere responsabile in questo senso perchè ho vissuto per 10 anni quasi da solo
    questo l'abbiamo in comune e credo sia stata una grande lezione di responsabilita', quasi obbligata d'altro canto !

    Come te, per almeno 12 anni, ho imparato le faccende domestiche fino a stirare (che fatica !!! ) ma una lacuna ce l'ho....la cucina !!!

    Per sopravvivenza () ho tentato varie volte qualcosa di elaborato con scarsi risultati perche' probabilmente non rientra nelle mie capacita' e quindi mi sono sostentato spesso con i medesimi piatti ricorrendo ai temibili panini, pizza e quanto altro !

    I lavori per la casa sono il mio forte e di cio' debbo ringraziare mio padre, maestro mio malgrado, che mi insegno' molte cose di cui ora beneficio.

    Qui apro una parentesi cui tengo:
    "ragazzi, voi che vi lamentate e storcete il naso se vi si dice di seguire esempi e di aiutare i genitori, ricordate che loro sono i vostri migliori alleati e che sono le uniche persone cui vi potete fidare perche' vi concedono amore ed attenzione gratuita e soprattutto disinteressata".

    Insomma, tornando al discorso, credo di poter affermare di rientrare in quella categoria di uomini che amano stare in casa e contribuiscono al massimo delle potenzialita' facendo un passo indietro solo quando la velocita' e l'abilita' della donna precludono ogni speranza alla buona riuscita dell'operazione !


  6. #5
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Messaggi
    3,566
    Grazie dati 
    1,737
    Grazie ricevuti 
    1,524
    Ringraziato in
    1,106 post

    Riferimento: "L'uomo di casa": come e quanto

    questo l'abbiamo in comune e credo sia stata una grande lezione di responsabilita', quasi obbligata d'altro canto
    sicuramente! pero' quanto ho condiviso la casa con qualcuno mi accorgevo che a fare le cose ero comunque sempre io, sopratutto per quanto riguarda la pulizia della casa o il lavare i piatti, vivevo con uno che si alzava a mezzogiorno e quando aveva fame si lavava la pentola per farsi la pasta ma lasciava i piatti sporchi da due giorni, poi arrivavo io e glieli lavavo, che non si è mai rifatto il letto o cambiato le lenzuola, ma come si fa, una cosa che odio è vivere in mezzo alla sporcizia, ci vuole davvero poco a tenere una casa in ordine o almeno una cameretta

    ma una lacuna ce l'ho....la cucina !!!
    quello invece, modestamente, è il mio punto di forza sono bravo sopratutto nei primi negli arrosti e nel preparare le verdure, non mi piace mangiare in ristorante o mangiare panini o pizze (mangio solo una margherita ogni tanto tipo una volta al mese) insomma mi piace cucinare e mangiare quello che preparo io, forse questa è una cosa genetica infatti mia nonna era un'ottima cuoca, mio padre èì fenomenale, mio fratello fa il cuoco di professione; invece sono scarso a stirare ecco perchè preferisco indossare felpe e magliettine invece che camicie, perchè è piu facile stirarle, e poi sono scarso nei lavoretti, quello è un limite che dovrei superare perchè se si rompe un tubo mica puoi chiamare l'idraulico ogni volta e farti spillare 100 euro per un lavoro di poco conto

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie