Vedi risultati sondaggio: 17 marzo festa nazionale: si o no ?

Votanti
7. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Si

    6 85.71%
  • No

    1 14.29%
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 10 di 26

Discussione: 17 marzo 2011: 150 anni dall'Unita' d'Italia

  1. #1
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,400
    Grazie dati 
    11,495
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    17 marzo 2011: 150 anni dall'Unita' d'Italia

    Proprio poco fa ho terminato di ascoltare l'intervento di Benigni di ieri sera al festival e parlo della parte riguardante l'esegesi del nostro inno.

    Francamente fino a poco fa non mi ero posto la domanda se fosse giusto o meno dichiarare il 17 marzo festa nazionale....ora sono convinto che sia giusto farlo !!

    Benigni ha la rara capacita' di penetrare l'animo umano, di far vibrare corde assopite ed io mi sono commosso in lacrime al termine della sua personalissima esecuzione dell'inno (chi volesse ascoltare il suo intervento completo lo puo' trovare su Youtube diviso in 4 parti, questa e' l'ultima).

    Facendo mente locale sull'attualita', sui nostri guai, sulle polemiche, sul momento particolare che attraversiamo, credo che un giorno festivo che rappresenti il collante del paese, oltre che simbolico, debba costringerci ad una auspicabile riflessione sui valori fondanti che hanno reso questo paese unico nel suo genere.

    C'e' un clima pesante, che divide.
    Divide le parti politiche, divide le regioni, divide i ceti sociali, divide le categorie di lavoratori, divide all'interno persino gli operai costringendoli ad una lotta fra poveri !!

    Se questa giornata del 17 verra' proclamata festa nazionale forse costituira' un breve momento di unione, ce lo ricordera' ed anche se io, come tanti, probabilmente non cantero' l'inno di Mameli, sicuramente dentro provero' quella stessa commozione, quella voglia di appartenenza che ieri sera milioni di persone avranno provato !!

    Ciao

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Località
    mondo google
    Messaggi
    molti
     
  3. #2
    Data registrazione
    Feb 2010
    Località
    NCC1701
    Messaggi
    3,822
    Grazie dati 
    1,307
    Grazie ricevuti 
    1,323
    Ringraziato in
    996 post

    Riferimento: 17 marzo 2011: 150 anni dall'Unita' d'Italia

    Ciao Armandillo

    Francamente fino a poco fa non mi ero posto la domanda se fosse giusto o meno dichiarare il 17 marzo festa nazionale
    Io continuo ad avere ancora dei dubbi, anche se comunque sarà festa (se ho capito bene solo per i dipendenti pubblici, quindi sarebbe una divisione tra lavoratori) ...

    A parte che il 17 marzo prenderà il posto della festa soppressa del 4 Novembre, ma non è questo il punto che ancora mi fa dubitare: sinceramente pensi veramente che qualcuno il 17 marzo penserà all'unità d'Italia? Se sarà bel tempo, la gente andrà al mare e se potrà (o altro ) si farà anche il ponte, visto che il 17 è giovedì. Insomma ci sarà poca differenza tra ferragosto, il carnevale o il 150° anniversario dell'unità d'Italia.

    Ripeto, anche se la festa ci sarà visto che è stato decretato così, ho ancora alcune perplessità. Quello che è certo, per me, è che neanche l'1% dei cittadini italiani penseranno all'unità d'Italia e continueranno ad essere divisi esattamente come erano il 16. Ovviamente spero vivamente di sbagliare ... ma non ci credo ad una redenzione momentanea!

    L'idea, sopratutto nelle scuole, di fare dibattiti, temi, o lezioni sull'unità d'Italia era sicuramente sensata. Nel sondaggio un "non so" o "si ma non festivo" ci poteva stare bene.

    Comunque W l'Italia e W CT

    P.S. non guardo quasi mai la rai, e sicuramente non sanScemo
    Ultima modifica di Kirk78; 19-02-11 alle 14: 53.

  4. #3
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,400
    Grazie dati 
    11,495
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Riferimento: 17 marzo 2011: 150 anni dall'Unita' d'Italia

    Ho ma certo Kirk78, non mi aspetto che ci si raduni vestiti tricolore ad inneggiare o magari rifacendo la storia d'Italia a mo' di Benigni ....quello che deve passare e' soprattutto simbolico ed anche chiedersi il "perche'" di questa festa particolare gia' e' qualcosa.

    Poi sicuramente vi saranno dibattiti e probabilmente nelle scuole se ne parlera'

    Molto peggio sarebbe stato rimanerne indifferenti a suggello di tante, troppe superficilita'.

    Comunque credo che questa settimana di polemica abbia reso piu' luce all'argomento quanta non ne avrebbe avuta se fosse stata accolta subito a maggioranza !


  5. #4
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: 17 marzo 2011: 150 anni dall'Unita' d'Italia

    Ho iniziato a guardare l'intervento su YouTube ma ho dovuto fermarmi perché Mr.B. sarà anche un esperto di Dante Alighieri, ma la sua versione della storia lascia molto a desiderare, diciamo pure che mi sono offeso dalle scemenze che ha detto.
    L'Italia come nazione ha sempre fatto schifo. È nata non per movimento popolare ma per volere di un re, un dei Savoia, forse la famiglia reale più pazza d'Europa, e Garibaldi la prima cosa che fece fu di aprire le prigioni siciliane per liberare i prigionieri politici, mettendo nelle strade anche i criminali, che senza un governo stabile praticamente crearono la Mafia. L'itallia appena nata dimostrò subito il suo imperialismo mandando soldati in Africa e fu la prima nazione europea a prenderle di santa ragione nella battaglia di Adua, tornandosene a casa con la coda tra le gambe. Dopo una disastrosa prima guerra mondiale, che vincemmo solo perché eravamo dalla parte dei vincitori, facemmo un bel colpo di stato e mettemmo a capo del governo un dittatore che si fece chiamare il Duce, la prima cosa che fece fu di tornare in Africa e per essere sicuro questa volta di vincere fu il primi a usare i gas nervini, lanciati dagli aerei. Nella seconda guerra mondiale ci alleammo con altri due imperi, occupammo Grecia e Yugoslavia, le prendemmo ancora una volta in Africa, mandammo nelle pianure della Russia le nostre divisioni di Alpini con stivali di cartone e mandammo truppe in Francia trasgredendo un patto di non aggressione fatto con loro. Durante la guerra quando vedemmo che le cose stavano andando male per l'Asse cambiammo faccia e fummo sconvolti da una cruenta guerra civile, e nonostante tutte le scemenze fatte dalla nostra famiglia reale il referendum per avere una repubblica vinse di pochissimo. Lasciamo poi stare quello che accadde dopo, abbiamo avuto una serie di governi uno più corrotto dell'altro, e siamo adesso lo zimbello dell'Europa.
    Adoro l'Italia per quello che è, ma non per quello che rappresenta. Mi piace Benigni, ma solo quando fa satira.

  6. #5
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    32,599
    Grazie dati 
    7,586
    Grazie ricevuti 
    5,372
    Ringraziato in
    3,547 post

    Riferimento: 17 marzo 2011: 150 anni dall'Unita' d'Italia

    no comment

  7. #6
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,400
    Grazie dati 
    11,495
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Riferimento: 17 marzo 2011: 150 anni dall'Unita' d'Italia

    Citazione Originariamente scritto da MarcoStraf Vedi messaggio
    Adoro l'Italia per quello che è, ma non per quello che rappresenta. Mi piace Benigni, ma solo quando fa satira.
    Non mi piace la polemica e rispetto qualsiasi idea diversa dalla mia perche' la liberta' si manifesta anche permettendo di metterla in discussione, pero' mi permetto di dire che forse non hai colto lo spirito di quell'intervento.

    Un uomo intelligente come Benigni non credo sia all'oscuro di tutte le malefatte italiane di ogni tempo e quindi penso che tutto cio' che ha detto lo ha fatto con amore e senza ambiguita' di sorta.

    L'intervento ha colpito nel segno ed ha risvegliato un po' d'orgoglio sopito da troppo tempo e cancellato dalle schifezze di questi ultimi anni.
    Non a caso il suo grido, "svegliatevi" era teso proprio a far mente locale su cio' che di buono l'Italia rappresenta ma soprattutto ha rappresentato.

    Come dico sempre, e' troppo facile guardare le cose negative, piu' difficile mettere in luce quelle positive e cio' vale per le persone come per i fatti e le esperienze.

    Tra l'altro, se mi focalizzassi sull'attualita' dovrei dirmi rassegnato gia' in partenza e mi chiedo cosa potrei raccontare a dei figli ipotetici !!?

    Tutto lo schifo e' storia ma non credo sia il modello corretto da cui prendere spunto.

    Va bene criticarlo ma proprio dagli errori si puo' recuperare una dignita' perduta.


  8. #7
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: 17 marzo 2011: 150 anni dall'Unita' d'Italia

    Il problema è che lui non ha affatto parlato degli errori commessi, lo avesse fatto... ma ha bensì elogiato personaggi come Vittorio Emanuele I, Cavour e Garibaldi come se fossero degli eroi, mentre invece non erano altro che imperialisti come gli altri.
    C'è molto da vantarsi dell'Italia, io sono il primo ad elogiare i nostri artisti e i nostri scienziati, sono proprio loro chr il mondo ci invidia, non certo i nostri statisti

  9. #8
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Veridian III
    Messaggi
    1,740
    Grazie dati 
    419
    Grazie ricevuti 
    856
    Ringraziato in
    620 post

    Riferimento: 17 marzo 2011: 150 anni dall'Unita' d'Italia

    Citazione Originariamente scritto da MarcoStraf
    e siamo adesso lo zimbello dell'Europa
    D'Europa?? No.. del mondo
    Ogni periodo della storia ha i suoi malfattori nel nostro paese, internamente non si riesce a rendercene conto ma basta andare all' estero e sentire cosa hanno da dirci, mi spiace dirlo, ma hanno ragione in tutti i sensi, l' immagine dell' Italia è quella purtroppo, rasenta il ridicolo, e mi spiace assai, perche' all' estero ci sono spesso e certe accuse me le devo sorbire senza obiettare piu' di tanto..


    P.s. Quando parliamo con degli stranieri cerchiamo di sviare la nostra situazione politica e la sua storia (della politica) e concentriamoci su quello per cui ci ammirano, come la nostra arte, i nostri geni passati, le nostre città e il nostro territorio, insistiamo pure a dire che Colombo era Genovese, ma senza andare in discorsi politci.. piuttosto di quelli parliamo della.. nostra cucina :-D
    Ultima modifica di Kirk; 19-02-11 alle 20: 33.

  10. #9
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: 17 marzo 2011: 150 anni dall'Unita' d'Italia

    Citazione Originariamente scritto da Kirk Vedi messaggio
    ... concentriamoci su quello per cui ci ammirano, come la nostra arte, i nostri geni passati, le nostre città e il nostro territorio, insistiamo pure a dire che Colombo era Genovese, ma senza andare in discorsi politci.. piuttosto di quelli parliamo della.. nostra cucina :-D
    Esattamente!
    Pensa che io qui Cristoforo lo chiamo affettuosamente Uncle Chris e lo spaccio per uno dei miei avi con idee un po' strampalate, tipo che era convinto che la terra fosse rotonda o che divenne l'amante di una regina, e alla fine divenne famoso per avere preso la nave sbagliata ed essere finito nei Caraibi invece che in Cina... Un po' di umorismo non guasta mai anche per fare capire agli altri che noi conosciamo benissimo la nostra situazione e siamo anche disposti a scherzarci su

  11. #10
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: 17 marzo 2011: 150 anni dall'Unita' d'Italia

    mi ricordo che per i ragazzini per le medie era stato realizzata una storia d'Italia a fumetti con fumetti bruttissimi per altro, ho visto Benigni e ho pensato,ma l'ha pensato anche mio nipote di sedici anni cos'è questo essere non fa ridere, non è uno storico, che cosa è ? Ha riempito la storia d'Italia di luoghi comuni compreso Maramaldo, non ho bisogno di Benigni per sentirmi italiana e non ho bisogno di lui perchè mi spieghi la storia o mi legga Dante, c'è gente che ha studiato una vita per questo. Il problema è che in Italia mai nessuno è al suo posto e da un comico mi aspetterei che mi facesse ridere, possibilmente come facevano i grandi comici del passato, fortuna che si può imparare la vera comicità vedendo i loro film, senza ammiccamenti e motti riferiti al mondo politico.

    Ero tanto presa da Benigni che non ho parlato della festa, una festa in più non fa male in un periodo in cui ci sono pochi ponti e feste che serva ad unire di più non credo, però.
    Ultima modifica di janet; 20-02-11 alle 00: 54.

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie