Brutto colpo per Intel, che rischia di perdere un miliardo di dollari per richiamare i nuovi processori basati sulla architettura Sandy Bridge. Il problema, che non e' stato trovato durante il normale processo di costruzione perche' si rivela con il passare del tempo, si trova nella interfaccia SATA, e quindi ha impatto sulle operazione di comunicazione con le periferiche, incluso il disco fisso.

I processori con tale problema sono le ultime generazioni dei Intel Core i5 e i7, in commercio dal 9 di Gennaio.

Anche se probabilmente tale notizia, nonostante la grossa perdita finanziaria, non sara' un grosso per l'immagine di Intel, che e' riuscita a trovare sia problema che soluzione in veramente breve tempo, potrebbe in realta' cntribuire al successo dei nuovi processori AMD Fusion APU (Accelerated Processing Units) presentati al CES di quest'anno.

Uno degli articoli di oggi:
Intel Finds Design Flaw in Sandy Bridge Chipset - PCWorld