Vedi risultati sondaggio: Siete favorevoli al diritto all'aborto?

Votanti
7. Non puoi votare in questo sondaggio
  • S

    7 100.00%
  • No

    0 0%
  • Non so

    0 0%
  • Altro

    0 0%
Mostra risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Aborto: libert di scelta o licenza d'uccidere?

  1. #1
    Data registrazione
    Sep 2009
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    884
    Grazie dati 
    211
    Grazie ricevuti 
    525
    Ringraziato in
    271 post

    Aborto: libert di scelta o licenza d'uccidere?

    Aborto: libert di scelta o licenza d'uccidere?immagine

    E' uno dei temi forti e sempre attuali della nostra societ. A prescindere dalla religione e dall'apertura mentale (c' chi contraria all'aborto solo perch lo dice il Papa...) sempre motivo di discussione.

    Per qualcuno una conquista delle donne, una delle poche nel nostro Paese, per altri un grave crimine.

    Io penso che sia un diritto delle donne. Riconosco che abortire equivalga ad uccidere una vita, per il corpo della donna non un forno che pu essere utilizzato a proprio piacimento. Partorire un bambino non cosa da poco, non produce solo un cambiamento a livello fisico, ma anche a livello caratteriale, un'esperienza che non pu lasciare indifferenti. Se la donna non se la sente o, peggio, il bambino frutto di uno stupro, per me deve avere la libert di scelta.

    Il punto che non possibile preservare allo stesso tempo i diritti del bambino e i diritti della mamma, purtroppo non possibile far crescere il proprio bambino in un altro utero o in un utero artificiale quindi personalmente penso che debbano prevalere i diritti di chi una vita da vivere ce l'ha gi.

    Ovviamente tra il dire e il fare c' di mezzo il mare...per cui credo che finch non ci si trova incinta di un bambino indesiderato sia difficile parlare, soprattutto se non si ha mai partorito un figlio. Vale per le donne come per gli uomini, anche se non partoriscono comunque quando nasce un bambino (a meno che non siano bestie) sentono dentro tante emozioni, poi possono esprimerle o meno, ma le sentono.

    Voi che ne pensate?

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Messaggi
    molti
     
  3. #2
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    710 Avalon Ave. Wonderland M31
    Messaggi
    5,969
    Grazie dati 
    6,179
    Grazie ricevuti 
    5,875
    Ringraziato in
    3,007 post

    Riferimento: Aborto: libert di scelta o licenza d'uccidere?


  4. #3
    Data registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    1,783
    Grazie dati 
    981
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    856 post

    Riferimento: Aborto: libert di scelta o licenza d'uccidere?

    io ho espresso spesso il mio pensiero sui forum sono favorevole all'aborto come scelta della donna, quindi non capisco che ci siano medici obiettori di coscienza sono invece dell'idea che la legge debba essere rimodernata per quello che riguarda l'aborto terapeutico al quinto mese, dove sono ormai comprese malattie non pi a rischio per la madre od il nascituro, chi non vuole il figlio non ha e non deve avere alibi inesistenti ma deve convivere con la sua coscienza il fatto di non volerlo.

  5. #4
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Donna
    Località
    Roma
    Messaggi
    575
    Grazie dati 
    442
    Grazie ricevuti 
    571
    Ringraziato in
    265 post

    Riferimento: Aborto: libert di scelta o licenza d'uccidere?

    Io non che sia "favorevole all'aborto" (nessuno potrebbe essere veramente a favore dell'aborto, neanche chi ci ricorre) per sicuramente sono per la libert di scelta di cui si parlava nel titolo: in qualunque campo, a maggior ragione in questo dove entrano in gioco dinamiche cos intime e profonde.
    Comunque mi pare di capire che per ora siamo tutti concordi, al massimo si potrebbe discutere sui cavilli, come:
    Citazione Originariamente scritto da vane
    Riconosco che abortire equivalga ad uccidere una vita
    beh io non faccio proprio un'equivalenza cos netta...forse una vita "in potenza", ma non certo vita nel senso pi alto del termine. Se davvero pensassi che equivalga ad uccidere una vita allora non ci sarebbe libert di scelta che tenga....per me ovviamente.

    Citazione Originariamente scritto da janet
    l'aborto terapeutico al quinto mese, dove sono ormai comprese malattie non pi a rischio per la madre od il nascituro, chi non vuole il figlio non ha e non deve avere alibi inesistenti ma deve convivere con la sua coscienza il fatto di non volerlo.
    scusami janet ma non ho ben capito questo passaggio...ti andrebbe di spiegarmelo meglio?

  6. #5
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Boh
    Località
    localit imprecisata tra mare e monti
    Messaggi
    443
    Grazie dati 
    113
    Grazie ricevuti 
    122
    Ringraziato in
    80 post

    Riferimento: Aborto: libert di scelta o licenza d'uccidere?

    son secoli che si dibatte su questo tema e pi volte ho espresso la mia opinione....sono femamente convinta per la libera scelta della donna a decidere cosa voglia fare anche perch non penso che una donna arrivi ad un tale passo a cuor leggero....una tale decisione implica una sofferta scelta fatta per decisioni soppesate e ragionate e non sta a me criticare tale scelta,sta nella coscenza della persona e non certo in una proibizione...personalmente non farei mai un aborto,ma questo per una mia convinzione personale e non perch me lo proibisce la chiesa nella persona del papa,

  7. #6
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,396
    Grazie dati 
    11,493
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Riferimento: Aborto: libert di scelta o licenza d'uccidere?

    In punta di piedi esprimo il mio parere introducendo, se gia' non fosse delicato cos, l'argomento "parere dell'uomo" e mi spiego.

    Essendo favorevole alla possibilita' di abortire e riconoscendo nella volonta' della donna la decisione ultima mi sono domandato piu' volte quanto in tutto questo entri l'opinione del futuro padre.

    Ancora di piu'...se sia giusto ricorrere all'aborto in presenza di divergenze e in ultima analisi se la donna abbia all'interno d'una coppia l'ultima parola in senso assoluto.

    Un tema delicatissimo a cui pero' rispondere non e' facile tenendo presente tutti i cambiamenti della societa' moderna.

    La donna, benche' ancora la strada della completa parita' sia lunga, nel tempo ha assunto ruoli che non appartengono piu' al passato con la sua indipendenza, la sua voglia di riacquistare una dignita' purtroppo spesso calpestata dalle ingiustizie e dall'arroganza.

    L'aborto e' una conquista ma non pienamente riuscita perche' voluto dagli uomini, quegli stessi uomini che hanno visto in cio' un altro mezzo per essere piu' liberi !

    Istintivamente, lo dico senza ipocrisia, do' alla donna questo pesantissimo onere di decidere ma non ho la certezza che sia giusto cos perche' conscio del pericolo di scaricare una responsabilita' che dovrebbe appartenere alla coppia nella sua interezza.

    Ciao

  8. #7
    Data registrazione
    Sep 2009
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    884
    Grazie dati 
    211
    Grazie ricevuti 
    525
    Ringraziato in
    271 post

    Riferimento: Aborto: libert di scelta o licenza d'uccidere?

    @Lili Ho fatto correggere il titolo (grazie a chi di dovere ) del sondaggio in "Siete favorevoli al diritto all'aborto", non so se quando avevi scritto c'era ancora il precedente.

    E' difficile dire cosa vita. Lo uno spermatozoo? Lo un'embrione? O lo solo un feto?

    Io credo che la pillola del giorno dopo e il preservativo possano essere considerati una forma di aborto preventiva. Ci si lava la coscienza sapendo di non avere concepito un bambino e di non aver ucciso nessuno, per dal punto di vista di madre natura (non del Papa o della Chiesa Cattolica o della societ) per me siamo possibili "assassini". Premesso che ogni rapporto sessuale non equivale ad una sicura gravidanza secondo me sono tante le giovani coppie a non aver ancora avuto un bambino solo grazie ai metodi contraccettivi.

    E' strano che moralmente siano accettati il preservativo e la pillola del giorno dopo e allo stesso tempo siano condannati gli aborti veri e propri, ricordo ancora le polemiche per la pillola RU-486. Solo la Chiesa e il suo oscurantismo condannano tutto e tutti.

    Io penso che al mondo d'oggi siano indispensabili i metodi contraccettivi, impensabile avere 4-5-6-7 figli o pi, difficile mantenerli, anzi oggi gi avere un bambino costa, figuriamoci averne pi di 2.

    Per per me una vita in divenire comunque una vita. Ci nonostante sono assolutamente favorevole agli studi sugli embrioni, ad esempio.

    Citazione Originariamente scritto da Armandillo Vedi messaggio
    In punta di piedi esprimo il mio parere introducendo, se gia' non fosse delicato cos, l'argomento "parere dell'uomo" e mi spiego.
    Parli di parere, questo il punto. Per la societ moderna la donna quella che cresce i figli, l'uomo fa il "capofamiglia" (quando ci dovrebbero essere due capifamiglia, il pap e la mamma), l'uomo colui che "porta i pantaloni in casa" (altro modo di dire che ODIO in quanto sessista e perch sancisce l'inferiorit della donna rispetto all'uomo), quello che porta il bambino allo stadio e che si fa rispettare di pi rispetto alla madre (non sono pochi i pap a cui basta uno sguardo per intimidire il bambino che si calma immediatamente, la stessa cosa non avviene con le madri), non colui che educa e cresce il bambino come un team assieme alla madre. Infatti l'uomo anche colui che in genere non fa le faccende di casa. Le pubblicit con i detersivi non sono fatte per colpire gli uomini ma per le donne. E' dato per scontato da tutti che certi doveri spettino solo ed esclusivamente alla donna. Quando andavo a scuola c'erano sempre le mamme ai colloqui con i genitori, i pap erano una minoranza. Perch? Perch delegano queste cose alla mamma. Non so se per disinteresse totale o altro, ma sta di fatto che la madre ricopre un ruolo fondamentale nella vita del bambino, il padre no. Per scelta pi che per necessit.

    Da questo ne deriva che spesso quando si parla di aborto non si tiene in considerazione il parere maschile. Anche perch quando lei vuole abortire lui d'accordo, non vuole bambini oppure scappa di fronte alle responsabilit.

    Una donna che si ritrova a dover crescere un bambino da sola ha di fatto pi possibilit di abortire rispetto ad una donna che ha una relazione stabile con un compagno che anche se non entusiasta all'idea di diventare padre si prende le proprie responsabilit. I soldi contano molto purtroppo e specie nei primi anni di vita bisogna avere un aiuto per non lasciare il bimbo solo mentre si lavora.

    Io penso che se l'uomo medio fosse pi responsabile e soprattutto si rendesse conto che il padre importante tanto quanto la madre nella crescita di un bambino ci sarebbero molti meno aborti. Non bisogna essere sposati per essere bravi genitori. Certamente non facile per un bambino crescere con due genitori separati/divorziati, ma sicuramente pi semplice vivere con due genitori separati che hanno rapporti civili che con due genitori ancora uniti civilmente che invece litigano tutti i giorni e si odiano.

    Credo infatti che siano una minoranza le donne (donne, non giovani ragazze o adolescenti, parlo proprio di donne) che abortiscono perch non vogliono un bambino pur avendo i soldi e una famiglia su cui contare. Magari preferiscono non perdere il proprio compagno, preferiscono la carriera, preferiscono non avere le responsabilit che comporta la nascita di un figlio o pi semplicemente non hanno l'istinto materno.

    L'uomo non ha voce in capitolo perch non la vuole.

    Ultima modifica di vane; 19-09-10 alle 20: 33.

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti alluso dei cookie