Pagina 3 di 3 PrimoPrimo 123
Mostra risultati da 21 a 24 di 24

Discussione: Francesca Schiavone regina di Parigi

  1. #21
    Data registrazione
    Sep 2009
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    884
    Grazie dati 
    211
    Grazie ricevuti 
    525
    Ringraziato in
    271 post

    Riferimento: Francesca Schiavone regina di Parigi

    Concordo con Kirk e Armandillo...il tennis non è solo un campo di cemento e una rete. Non è come il calcio (per cui per fare la porta vanno bene anche due magliette messe per terra), ci vogliono tanti soldi. Se poi vuoi giocare anche sull'erba e sulla terra rossa ce ne vogliono ancora di più perché i costi di manutenzione sono più onerosi.

    A Roma ne vedo tanti di campi da tennis, sulla C.Colombo ovunque ti giri o ce n'è uno di calcio o uno di tennis, ma quelli di tennis sono tutti sul cemento e uno solo sul sintetico (ma solo perché è usato soprattutto come campo di calcetto), che non è la stessa cosa dell'erba.

    Qui a Roma sicuramente c'è la possibilità di allenarsi per chi ha i soldi, ma in realtà più piccole, non dico paeselli sperduti sulla montagna ma nelle piccole province forse non c'è questa possibilità, perché il tennis costa quasi come il golf e quindi nessuno spende soldi per costruire un campo.

    Poi la Federazione sta dietro alle atlete ma non ha i soldi e la possibilità di aiutare l'atleta con le spese. Io mi auguro che la Garbin trovi lavoro nella Federtennis (Barazzutti sono secoli che sta lì, sono in pochi e c'è spazio per tutti), così come le altre. Ma in ogni caso guadagni tanto solo se sei brava e magari anche bella come la Kournikova (un talento molto precoce, però di fatto ha vinto solo 2 US Open nel doppio e dal 2003 non gioca più...però indubbiamente ha guadagnato molti milioni), altrimenti vivi del tuo lavoro e poi devi sperare di trovarne uno nel tuo stesso sport.

    Non sapevo di Philippousis, lui come Safin quando si metteva in testa di giocar bene ci riusciva, però se non hai dietro una famiglia o amici che ti facciano restare con i piedi per terra è possibile sperperare tutto.

    Comunque fondamentalmente il problema del tennis in Italia è che è uno sport minore e come tale è a prescindere praticato da pochi. Solo ieri la Rai ha messo la finale del Roland Garros, altrimenti il tennis in tv non esiste (Sky a parte), Italia uno da qualche anno trasmette in diretta le semifinali e le finali degli Internazionali d'Italia (con un commento pessimo da parte di una giornalista di calcio...vabbè), però non basta.

    Al di la della crisi economica io credo che almeno qualche famiglia lo farebbe volentieri qualche sacrificio pur di far giocare il bambino nel suo sport preferito, come i ragazzi che studiano pianoforte o vogliono andare al conservatorio e quindi hanno bisogno di studiare tanto. Ma il problema non si pone nemmeno perché i ragazzi non lo chiedono, le bambine fanno danza (o al massimo nuoto ma così tanto per, non per diventare la Pellegrini del futuro) e i bambini fanno calcio oppure mini-basket o nuoto, ma non li considerano come sport da praticare in futuro, si divertono e basta. Poi con tutti i soldi che i calciatori guadagnano io ce li vedo i genitori a spingere i bimbi a fare calcio...non si sa mai...d'altronde anche un giocatore di serie b guadagna cifre a 5 zeri.

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Messaggi
    molti
     
  3. #22
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Veridian III
    Messaggi
    1,740
    Grazie dati 
    419
    Grazie ricevuti 
    856
    Ringraziato in
    620 post

    Riferimento: Francesca Schiavone regina di Parigi

    La Schiavone ha detto che si compra dei jeans, ma ha specificato che lo aveva detto dopo il passaggio di un turno, non dopo la vittoria :-D Comunque ancora grande!!

    Volevo però approfittare di uno dei rari topic che non sian di calcio, per ricordare alcuni aneddoti e personaggi dei tempi che furono, anche se so di andare O.T.

    Biorn Borg e John McEnroe, uno tutto il contrario dell' altro, come il Diavolo e l' Acqua santa.
    La massima emozione di Borg in anni e anni di incontri era di inginocchiarsi sull' erba di Wimbledon dopo 1 delle sue vittorie, braccia al cielo.. gioco completamente diverso, anche se Borg per vincere Wimbledon sulla prima sapeva che doveva attaccare almeno sul primo servizio, nonostante non avesse il tocco felpato di Supermac.

    Vero che io presi ad esempio Borg, (nel gioco anche) ma Supermac, pensandolo adesso, è stato uno dei tennisti che più hanno fatto storia nel tennis, e non solo per quel suo tocco di classe, con le vecchie racchette di legno.
    Era l' incubo degli arbitri, lui mai se la prendeva con gli avversari, ma se pensava che un giudizio era sbagliato, le sue urla risuonavano nel campo, per il divertimento del pubblico (a parte chi a wimbledon si scandalizzava per non essere formale), non saprei i punti persi per proteste, le multe prese per insulti, anche pesanti, all' arbitro, anche a 47 anni per un torneo masters nel 2007, era sempre lui, dopo quasi 30 anni che aveva esordito a Wimbledon.
    Borg dopo la sconfitta del 81 con Mac si ritirò a soli 26 anni, donne (la Bertè) e investimenti sbagliati lo rovinarono presto, nel 2006 si seppe che voleva vendere all' asta i trofei di Wimbledon e 2 racchette usate nelle finali.. molti gli chiesero perchè, lui rispose solamente che era per i debiti, ma solo McEnroe, dopo una lunga telefonata, riuscì a farlo desistere dal liberarsi per soldi dei leggendari trofei.

    I 2 fecero poi anche uno spot insieme: http://www.youtube.com/watch?v=SwkpYD-_vrk
    Una breve intervista tanti anni dopo ai 2 (qui magari qualcuno (Marco?) potrebbe aiutarci nella traduzione :-D)

    Sotto, solo alcuni momenti degli scontri del "Discolo" con i giudici di sedia, dal suo famoso " You cannot be serious" a quando a 47 ancora inveisce contro un giudice, mitico John!!

    Where no man has gone before

  4. #23
    Data registrazione
    Sep 2009
    Sesso
    Donna
    Messaggi
    884
    Grazie dati 
    211
    Grazie ricevuti 
    525
    Ringraziato in
    271 post

    Riferimento: Francesca Schiavone regina di Parigi

    Io non ero ancora nata e non ho potuto "viverli" (seguo il tennis dal 1998 ma in maniera più costante dal 2001, quando grazie a tele+ potevo vedere tutti i maggiori tornei), ho visto giusto qualche filmato...comunque mi piacerebbe vedere una di queste esibizioni (anche della Navratilova), peccato che qui non credo le facciano. :(

    Io ce le dovrei ancora avere in cantina le vecchie racchette di mia madre, pesano un quintale rispetto alla mia. Logicamente era un tennis diverso. Anni fa sentii che qualcuno aveva lanciato l'idea di ingrandire le palle da tennis in modo tale da restituire al tennis un po' più di spettacolo meno basato sui muscoli (record di velocità al servizio come quelli di Roddick (250km/h circa) e Venus Williams (205 km/h) se li sognavano con le racchette di legno). Però non credo che lo faranno.

    Tornando a John McEnroe, mio fratello ne ha letto l'autobiografia (intitolata appunto "You cannot be serious" XD) in cui motivava le sue sfuriate. Sinceramente non ricordo se lo facesse per innervosire l'avversario, riprendere fiato, fare spettacolo o tutte e 3 le cose assieme, comunque oggi non credo sarebbe possibile farlo, anche per il tono usato. Serenona per aver dato in escandescenza contro il giudice di linea (le aveva detto, in preda ad un attacco isterico , "I will kill you"...anche se lei ha negato) s'è presa una multa di 82mila dollari e la condizionale per 2 anni.

    ps: visto che siamo in vena di video...
     
    Ultima modifica di vane; 07-06-10 alle 00: 34.

  5. #24
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Veridian III
    Messaggi
    1,740
    Grazie dati 
    419
    Grazie ricevuti 
    856
    Ringraziato in
    620 post

    Riferimento: Francesca Schiavone regina di Parigi

    Vane non ho letto il libro, ma da quel che ho visto e sentito da giovane era un ragazzo che esprimeva ciò che gli passava per la testa e che adorava comunque far "show", oggi sarebbe una cosa diversa, però credo non sia paragonabile al fatto della Williams, non so se abbia detto veramente "ti ammazzerò" ma ciò che diceva Mac lo sentiva tutto lo stadio e, per quanto abbia dato degli idioti a più arbitri e a spettatori, e aver detto a uno che è il peggior arbitro mai visto e che non arbitrerà più per i prossimi 10 anni, non è mai arrivato a lasciarsi andare a minacce del genere, e se anche lo avesse fatto, son sicuro che gli arbitri lo avrebbero preso in un altro modo.. per cui credo appunto che lui era ben conscio del personaggio, fossi stato un regista di Hollywood, lo avrei scritturato subito..

    Che lo facesse per gli avversari non credo, loro a volte conoscendolo si rilassavano un po' quando aveva le sue uscite, e ridevano pure, difficilmente lo faceva nei momenti più delicati di una finale, era un ragazzaccio che se gli andava male voleva sfogarsi, allora poi, se aveva un altro carattere avrebbe vinto più Slam di Connors e Lendl (7 contro 8), ma perchè la gente ricorda più lui mi chiedo?? tennis sublime certo, ma non solo..

    La Williams è che stava perdendo il torneo e gli son venuti 2 minuti cattivi, se proprio ha detto quello, ma lei sarà forte ma non ha niente di John nella sua teatralità, anche se come detto, al giorno d' oggi anche McEnroe pagherebbe ben più caro dare dell' idiota al giudice, questo è certo.
    Ultima modifica di Kirk; 07-06-10 alle 02: 22.
    Where no man has gone before

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie