La versione presenta notevoli migliorie, prima di tutto, offre la possibilità di istallare driver open source, che supportano molte schede grafiche, ATI,I nvidia ed Intel consentendo agli utenti di poter giocare in 3D senza ricorrere ai driver proprietari .
Questo sarà particolarmente utile con il rilascio di Gnome 3 e comunque un'anteprima della nuova shell Gnome sarà disponibile nella repository di Fedora per gli utenti che la vogliono provare.
Inoltre il processo di semplificazione dell'istallazione, già iniziato con Fedora 11 e proseguito con Fedora 12, dove si sono risolti alcuni bug, continua in modo ancora più massiccio in Fedora 13, dove è stato soprattutto semplificato il partizionamento.
Inoltre importanti novità ci sono anche per quello che concerne l'aspetto virtualizzazione con un supporto migliorato per KVM ("Kernel-based Virtual Machine"), con l'introduzione dei cosiddetti indirizzi per PC stabili.Soprattutto, però è importante in Fedora 13 il fatto che consente agli sviluppatori di istallare un lavoro Python 3, accanto alla serie 2,6 e ciò non è limitato solo alle librerie standard ma è esteso anche a moduli di terze parti di uso comune.
Fedora utilizza Gnome 2,30, l'ultima versione stabile di Gnome e ciò introduce miglioramenti che riguardano ad esempio il supporto per una visualizzazione a pannello diviso nel file manager Nautilus e il supporto per la chat Facebook nel client di messaggistica Emphaty ed è stata, anche aumentata la compatibilità nei confronti degli IPOD ed inoltre è stato introdotto un client per i siti di microblogging come Twitter,chiamato Pino.
Vale inoltre la pena ricordare il sistema “package Kit” che migliora l'esperienza desktop per gli utenti, automatizzando l'istallazione dei driver per le stampanti.
Un altro miglioramento riguarda la gestione colore, in cui viene utilizzato il software “Gnome color manager” soprattutto per affrontare il problema della difformità fra i colori sul video e quelli poi ottenuti in fase di stampa.Inoltre sono stati introdotti un nuovo strumento di gestione delle immagini, chiamato “Shotwell”, un software per il backup dei dati, chiamato “Deja Dup” ed un'utilità di scansione denominata Simple Scan. Insomma sicuramente una versione interessante da provare.
Il download di Fedora 13 è disponibile presso il sito ufficiale del progetto e si possono anche leggere le novità presenti nella versione .