C'è grande movimento nel settore delle console portatili: la concorrenza dei gadget mainstream di Apple (iPhone/iPad) comincia a impensierire Sony e Nintendo, che in una maniera o nell'altra sembrano intenzionate a fornire alle proprie macchine funzionalità capaci - sulla carta - di lasciare Cupertino nella polvere. Nintendo ha già chiarito di pensare al 3D senza occhialini e i primi prototipi di scheda madre lasciano intravedere qualche nuova (bella) sorpresa, mentre Sony dovrebbe continuare sulla strada già tracciata dalla PlayStation Portable aggiungendo più potenza, più connettività e sostanzialmente tutto quanto è buono per giocare in mobilità alla grande.

La tutt'ora ipotetica PSP2, lasciano intendere le solite voci di corridoio non confermate, monterà nientemeno che una versione deponteziata del processore Cell. L'anima della PS3 dovrebbe dunque rappresentare anche il cuore pulsante di una console portatile potente come mai ce n'erano state finora, trasformando il pur potentissimo processore MIPS R4000 a 32 bit e 333 MHz totali dell'attuale PSP in un ricordo sbiadito.

In quanto alla componente grafica discreta, dicono ancora le voci di corridoio, Sony PSP2 dovrebbe portare in dote una GPU PowerVR (di cui la corporation nipponica avrebbe ottenuto la licenza nel 2008) dotata di funzionalità e potenza bruta persino superiori al chip "Reality Synthesizer" (RSX) montato su PlayStation 3 e basato sull'architettura delle schede grafiche GeForce 7 (7800) di NVIDIA.
PSP2 dovrebbe dunque essere pesantemente carrozzata, rappresentando un salto generazionale significativo dopo che l'introduzione di PSP, quattro anni fa, portò sugli handheld "giocosi" capacità grafiche comparabili a quelle di una "piccola" PlayStation 2 con schermo e controller integrati. Ma non di sola potenza dovrebbe vivere il - probabile - successo della nuova PSP: visto che anche in quanto a funzionalità accessorie la macchina Sony ne avrebbe da cantare a tutti.
PSP2 dovrebbe espandere le possibilità di connessione con l'integrazione del supporto alle reti 3G/3.5G accanto al tradizionale WiFi, dovrebbe essere dotata di uno schermo touch accanto agli (imprescindibili) controlli analogico-digitali e sarebbe infine dotata di due videocamere: anteriore e posteriore. Le voci di corridoio non confermate - né al momento smentite - parlano di tempi previsti per la commercializzazione nel 2010 inoltrato o più probabilmente 2011.


Articolo
Di Alfonso Maruccia
Fonte Punto Informatico
Creative Commons