La ragazza, da 19 anni su una sedia a rotelle, era gi salita sull'aereo della compagnia EasyJet

PARIGI – Dopo aver passato un sereno weekend... continua.

Dispiace per l'accaduto (imbarazzo ecc), ma in fondo lo dice il regolamento.
La colpa stata quella di averla fatta salire. Anzi, quella di aver accettato la prenotazione.
Il regolamento dice:

Le persone con disabilit e le persone a mobilit ridotta
dovrebbero quindi avere accesso al trasporto e non essere
escluse a causa della loro disabilit o mancanza di mobilit,
se non per motivi giustificati di sicurezza previsti dalla
legge. Prima di accettare prenotazioni da persone con
disabilit o a mobilit ridotta, i vettori aerei, i loro agenti e
operatori turistici dovrebbero compiere tutti gli sforzi
ragionevoli per verificare se sussistono motivi giustificati di
sicurezza che impediscano di accogliere queste persone a
bordo dei relativi voli.

FONTE.

Non hanno fatto i giusti controlli prima, e peggio ancora all'andata. Dopo il rifiuto (per motivi riportati nel link precedente), sempre da regolamento, viene offerto il diritto al rimborso o ad un volo alternativo. Come stato fatto.

Non s con il ricorso cosa possa ottenere (o chiedere) la ragazza.