”immagineQualche giorno fa anche BitDefender è scivolato sulla buccia di banana dei falsi positivi (file riconosciuti erroneamente infetti), come precedentemente accaduto ad altri blasonati AV.
A farne le spese sono stati (ma ancora c'è pericolo per chi esegue gli aggiornamenti in manuale), i Sistemi Windows a 64bit (XP, Vista e 7), nei quali BitDefender riconosceva come Fake.alert.5 alcune librerie, che nei casi peggiori hanno mandano in crash il sistema se gli è stato permesso di metterle in quarantena.

La Software House ha prontamente messo a disposizione una patch correttiva che si occupa anche di ripristinare le librerie nelle loro posizioni originali, dopo la quale si devono scaricare gli ultimi aggiornamenti delle firme antivirus debitamente corretti: su Vista o Windows 7 che non si riavviano l'unica soluzione invece è utilizzare la procedura di ripristino eseguendo il boot con DVD di installazione e poi scegliendo Ripara il computer e Ripara e riavvia, ripetendo se necessario più volte.