Pagina 3 di 3 PrimoPrimo 123
Mostra risultati da 21 a 22 di 22

Discussione: Cassazione: Stefano Lucidi non voleva uccidere.

  1. #21
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    483
    Grazie dati 
    150
    Grazie ricevuti 
    272
    Ringraziato in
    218 post

    Riferimento: Cassazione: Stefano Lucidi non voleva uccidere.

    Non l'avevo vista su questo aspetto. In entrambi i casi si potrebbe riassumere con un: "lo faccio ugualmente sperando che non succeda un'incidente".
    Sarà, ma non riesco a vederla simile anche perchè l'accaduto non è del tutto confrontabile. Esempio: da quello che ho letto non sembra ci sia scritto che il poliziotto sia fuggito dopo l'incidente.
    Ma così starei immischiando l'"amministrativo" al "penale".

    Stiamo entrando un pò troppo nel tecnico, e non sono assolutamente preparato in materia.


  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Messaggi
    molti
     
  3. #22
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    Una bolla di sapone in punta di spillo
    Messaggi
    33,396
    Grazie dati 
    11,493
    Grazie ricevuti 
    8,854
    Ringraziato in
    5,692 post

    Riferimento: Cassazione: Stefano Lucidi non voleva uccidere.

    Veramente interessante come discussione.

    Purtroppo la nostra ignoranza delle leggi e della loro profonda comprensione spesso porta al prevalere di una logica vendicativa, comprensibile sia chiaro, ma non equilibrata.

    Anche io, come molti, ho rimarcato piu' volte l'apparente disuguaglianza dell'applicazione di leggi in casi, come questo, dove altrettanto appare evidente una pena non adeguata al danno.
    Si potrebbe dire questo anche in tanti altri casi quando siano sconvolte vite giovani e giovanissime (vedi pedofilia, stupri) pur in mancanza di perdita della vita fisica, con la morte di quella psichica !

    Come essere umano, i sentimenti di rabbia provati, ammetto, non conoscono la giurisdizione ma solo il proprio personale giudizio morale che talvolta non coincide con quello penale.
    Leggendo qui , a parte il linguaggio tecnico che non facilita, sono riuscito a comprendere l'intento del legislatore che, e non lo dimentico, deve sempre mirare all'equilibrio ed alla proporzionalita' d'una legge.
    Nonostante cio' la mia parte meno raziocinante si rifiuta di concepire come "colposo" un atteggiamento e una modalita' che , a priori, poteva e doveva indurre a maggiore responsabilita' !

    Riflettendoci meglio e leggendo i vostri interventi, la mia parte razionale, invece, ha ben compreso questa apparente ingiustizia.
    Mi sono ricordato, ad esempio, d'una volta che ho guidato in evidente stato di stanchezza, di quelli con "gli occhi che ti si chiudono dal sonno", ed ero consapevole che quello stato poteva essere pericoloso per me e per gli altri.... eppure ho rischiato andando al lavoro....e se avessi investito qualcuno ?
    Sarebbe stato omicidio volontario ?
    No di certo ! Ma cosa avrebbero pensato i parenti dell'ipotetica vittima ?

    Da cui una domanda retorica: puo' una legge "adeguare" la pena secondo certi parametri variabili e diversissime condizioni ?
    Io sarei stato piu' o meno colpevole di quel ragazzo ?

    In effetti i ragionamenti sono diversi tra vittima e carnefice ma una legge non puo' fare distinzioni (o non dovrebbe) ; casomai potrebbe inasprire la pena in determinati casi ma senza snaturare il principio di fondamento.

    Certo e' che purtroppo dubbie interpretazioni, nel tempo, hanno reso meno fiduciosi e di conseguenza l'istinto di vendetta e' cresciuto nei cuori e nelle menti portandoci, me compreso, delle volte al limite della barbarie e dell'incivilta'.


Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie