Pagina 2 di 3 PrimoPrimo 123 UltimoUltimo
Mostra risultati da 11 a 20 di 22

Discussione: Cassazione: Stefano Lucidi non voleva uccidere.

  1. #11
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    483
    Grazie dati 
    150
    Grazie ricevuti 
    272
    Ringraziato in
    218 post

    Riferimento: Cassazione: Stefano Lucidi non voleva uccidere.

    Citazione Originariamente scritto da MarcoStraf Vedi messaggio
    Dipende da chi ascolti, c'e' chi dice di si, chi no.
    Per te è adeguata quella pena? Valutando solo i fatti che sono inoppugnabili.
    Citazione Originariamente scritto da MarcoStraf Vedi messaggio
    Bene, se hai mai guidato in quelle situazioni, e ci scappa un morto, diresti che hai volontariamente e con pre intenzione voluto uccidere quella persona? Questo e' quello che vuole fare credere la stampa e i linciatori da piazza.
    Si è esclusa l'intenzione esplicita dell'omicidio, ma rimane, come detto anche da Silverado, un omocida.

    Citazione Originariamente scritto da MarcoStraf Vedi messaggio
    In quanto alla lunghezza della pena, fa forse molta differenza cinque o dieci anni?
    Se una persona non ha coscienza, puo' stare in carcere anche una vita, la coscienza non cresce tra le sbarre del carcere (anzi, per sopravvivere uno la coscienza se la scorda)
    Se una persona ha coscienza, quel delitto se lo portera' per sempre con lei.
    Certo che fa differenza. Per questo fatto per me 10 anni non sono neanche tanti (infatti all'inizio erano stati chiesti 14 anni). Se non ha una coscienza allora è meglio non mettercelo per niente e rinchiuderlo una clinica?? Sinceramente della coscienza di Lucidi non mi interessa. Se ce l'ha è meglio per lui.

    Citazione Originariamente scritto da MarcoStraf Vedi messaggio
    Potenzialmente qualunque autista, anche cosciente, ha la possibilita' di "potere" uccidere
    Si, ma cerca di non farlo fermandosi al rosso e rispettando i limiti.
    Ultima modifica di principe andry; 25-03-10 alle 22: 21.

  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Messaggi
    molti
     
  3. #12
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    3,307
    Grazie dati 
    1,368
    Grazie ricevuti 
    1,610
    Ringraziato in
    1,003 post

    Riferimento: Cassazione: Stefano Lucidi non voleva uccidere.

    Citazione Originariamente scritto da MarcoStraf Vedi messaggio
    Potenzialmente qualunque autista, anche cosciente, ha la possibilita' di "potere" uccidere
    Ogni volta che guidi devi essere sempre molto concentrato e attento perchè può sempre capitare di trovare qualche pedone che sbuca dove meno te lo aspetti. Il rischio c'è sempre. Ed è per quello che è stato imposto un limite minimo di 50 Km/h per il Paese che se lo rispetti riduci di molto le possibilità di uccidere qualche persona. Ed è per quello che bisogna rispettare i semafori rossi.

    Lui sa di poter uccidere qualcuno. E quando sai di poter uccidere quel qualcuno, se sei una persona con razionalità che cosa fai? Continui ad andare ai 90 Km/h sapendo di poter uccidere qualcuno e non ti interessi dei rischi, oppure riduci la velocità proprio perchè hai capito il rischio di spezzare una vita umana?

    Non sarà come un colpo di pistola in testa, ma di certo se sai di poter uccidere e ti disinteressi di questo rischio allora ti devi moralmente assumere la responsabilità della morte di quelle persone: tu sai di poter uccidere, vai avanti lo stesso ed alla fine uccidi. Implicitamente ti disinteressi della vita degli altri, la metti in pericolo. Insomma non è di certo una differenza cosi notevole a parer mio. Perchè alla fine c'è sempre la morte.

    Continuo a ripetere che il caso Lucidi coincide perfettamente con questa descrizione:
    sussiste il dolo eventuale quando il guidatore accetta il rischio che l'incidente si verifichi come risultato della sua condotta, comportandosi, di conseguenza, anche a costo di determinarlo»
    IMHO

  4. #13
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: Cassazione: Stefano Lucidi non voleva uccidere.

    Citazione Originariamente scritto da principe andry Vedi messaggio
    Per te è adeguata quella pena? Valutando solo i fatti che sono inoppugnabili ...
    Qui di fatti ce ne e' uno solo: quel ragazzo ha ucciso due persone.
    Tutto il resto sono solo notizie che si leggono sulla stampa, che non hanno alcun valore giuridico (infatti un giurato deve basare la propria decisione solo ed esclusivamente dai fatti che vengono ratificati durante il processo, che sono solo quelli che gli avvocati giudicano attendibili)
    Quindi per rispondere alla tua domanda: non lo so, infatti non mi sono mai pronunciato ne' a favore, ne' contro. Ho detto che sia colpevole, su questo non ci sono dubbi, ma su "quanto" sia colpevole non spetta me (che l'unica cosa che so e' quello che leggo sui giornali, e non lo ritengo valido) a decidere, ma al tribunale.

    Riquoto quanto detto da ginalfa:
    Nel nostro ordinamento vige la regola "in dubio pro reo" che è un'irrinunciabile conquista di civiltà; bisogna tenerlo sempre a mente, anche in periodi, come quello attuale, di facili scorciatoie giustizialiste e di processi mediatici.

    Citazione Originariamente scritto da Lo Zio T Vedi messaggio
    Ogni volta che guidi devi essere sempre molto concentrato e attento perchè può sempre capitare di trovare qualche pedone che sbuca dove meno te lo aspetti. Il rischio c'è sempre. ...
    che e' esattamente quello che ho detto io. Anche se guido piano, posso mettere sotto qualcuno. Quanti genitori hanno ucciso i loro figli che giocavano in giardino, semplicemente facendo retro marcia dal garage? Quanti anni di galera vuuoi dare a a loro?
    Ultima modifica di MarcoStraf; 25-03-10 alle 22: 33.

  5. #14
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    483
    Grazie dati 
    150
    Grazie ricevuti 
    272
    Ringraziato in
    218 post

    Riferimento: Cassazione: Stefano Lucidi non voleva uccidere.

    Buongiorno...
    @Marco; credo che sia più che rilevante il come le abbia uccise.

    Nel tuo ultimo esempio, che ricordo, il genitore non ha commesso alcuna infrazione, anche se non c'è l'assoluta volontà di fare del male.
    Le infrazioni che hanno portato a l'omicidio di 2 giovani, è punibile con 5 anni? Non credo che sia giusto.

    Altrimenti reati inferiori (in cui non ci sia stato alcun morto) dovrebbero essere punibili con meno anni di reclusione (e non parliamo di furti di caramelle).

    "in dubio pro reo" ovvero "nel dubbio giudica in favore del colpevole": ma qual'è il dubbio? La volontarietà di uccidere? Fatto stà che ha ucciso, infrangendo diverse leggi (o quello che sono) ripetutamente ed è scappato.
    Deve essere condannato per quello che è successo.
    Che poi la stampa esageri ok (come indicare il fatto che l'auto sia di dimensioni superiori alla media) ma che per legge sia punibile solo per 5 anni, è una vergogna.

    Non riesco nemmeno ad immaginare cosa stiano passando i familiari ed amici dei 2 ragazzi...

  6. #15
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: Cassazione: Stefano Lucidi non voleva uccidere.

    Citazione Originariamente scritto da principe andry Vedi messaggio
    Buongiorno...
    @Marco; credo che sia più che rilevante il come le abbia uccise. ....
    Ma sai, anche questa e' una cosa che la stampa ci sguazza. Prendi per esempio il fatto che sia cocainomane: hanno forse detto se stesse guidando sotto l'influenza di droghe o altro? Essere un tossicodipendente, o non avere la patente, per se non crea un criminale. Se una persona si ubriaca spesso e commette un incidente ma non era ubriaco, non lo si puo' condannare solo perche' sia un ubriacone. Lo stesso per la Mercedes, non si puo' condannare qualcuno solo perche' guida una macchina grossa. Quanti pirati della strada si vedono in giro a guidare una macchinetta da due porte?

    Quindi, secondo me, il "come" non conta. Il "come" conterebbe se ci fosse la volonta' di uccidere. Ma questo processo non era per dimostrare se Lucidi fosse colpevole o meno, ma se ci fosse la volonta'. Come ho gia' detto, sul verdetto non mi pronuncio perche' non ho abbastanza informazioni. Posso solo commentarlo: se i giudici hanno ragione, ossia non c'era volonta' di uccidere, cinque anni mi sembra una pena ragionevole. Dalle mie parti e' successa una cosa simile proprio recentemente: una persona si e' addormentata al volante, ha sbandato, e' uscita dalla corsia investendo due ciclisti, che sono morti sul posto. C'era la colpa ma non la volonta', e la persona (che non aveva assunto ne' alcol ne' droghe prima dell'incidente) ha dimostrato di avere avuto rimorso, la comunita' locale (cosi' come la stampa) all'inizio si stupi' per quanto corta fosse la pena (mi sembra che fosse solo cinque mesi, piu' qualche anno di servizi civili), ma e' quanto prevede la legge.
    Ho trovato la notizia:
    http://fugitive.com/archives/7825

  7. #16
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    483
    Grazie dati 
    150
    Grazie ricevuti 
    272
    Ringraziato in
    218 post

    Riferimento: Cassazione: Stefano Lucidi non voleva uccidere.

    Quell'uomo che dici (prendo in esame solo quello che hai postato) non ha commesso nessuna infrazione (come il genitore detto prima).
    Il "come" che intendevo era riferito al fatto che la morte dei giovani è sopraggiunta perchè ci sono state più infrazioni (al volante senza patente, semafori rossi non rispettati, limiti superati ed omissione di soccorso).

    Nella notizia c'è scritto che non aveva la patente perchè assumeva cocaina. Forse perchè risultò positivo tempo fa alla guida.

    Il "non avere la patente" non crea un criminale certo, ma evita che la persona si rimetta alla guida vista la sua incoscienza (o quello che preferisci).


  8. #17
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    452
    Grazie dati 
    91
    Grazie ricevuti 
    268
    Ringraziato in
    174 post

    Riferimento: Cassazione: Stefano Lucidi non voleva uccidere.

    Citazione Originariamente scritto da cassazione
    sussiste il dolo eventuale quando il guidatore accetta il rischio che l'incidente si verifichi come risultato della sua condotta, comportandosi, di conseguenza, anche a costo di determinarlo». Invece, sussiste «la colpa cosciente, aggravata dalla previsione dell'evento, quando il guidatore, pur rappresentandosi l'incidente come possibile risultato della sua condotta, agisca, tuttavia, nella previsione e prospettazione che esso non si verifichi».
    La ragazza con la quale Lucidi stava litigando in macchina, nel momento dell'investimento dello scooter l'imputato dimostrò sorpresa e stupore. Inoltre, dal momento che andava a più 90 chilometri orari, oltrepassando una serie di semafori rossi, Lucidi avrebbe anche potuto far del male a se stesso e alla sua compagna, se si fosse scontrato con un veicolo potente e grande come il suo. E lo stupore manifestato da Lucidi dimostrerebbe, appunto, l'assenza di una volontà di provocare un incidente stradale
    La cassazione ha risposto: non si tratta di dolo eventuale, ma di colpa cosciente.

    L'infrazione al codice della strada determina una snazione amministrativa, la commissione di un delitto determina la pena.
    Sono due illeciti diversi con diverso trattamento nell'ordinamento.
    Confonderli è un errore.

    Al di sopra ed al di là della legge c'è la coscienza, ma questo è un altro discorso, che esula dal diritto.
    Il diritto è forza giusta e giustizia forte e deve necessariamente fare riferimento a criteri generali ed astratti per non trasformarsi in arbitrio.
    Ultima modifica di ginalfa; 26-03-10 alle 18: 01.

  9. #18
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: Cassazione: Stefano Lucidi non voleva uccidere.

    Citazione Originariamente scritto da principe andry Vedi messaggio
    Quell'uomo che dici (prendo in esame solo quello che hai postato) non ha commesso nessuna infrazione
    Come no: guidare nella corsia opposta (passando oltre una linea doppia di demarcazione) che cosa e' secondo te?
    Ma direi che l'ultimo messaggio di ginalfa esprime benissimo quello che io (non essendo un legale) non riesco ad esprimere.

  10. #19
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    483
    Grazie dati 
    150
    Grazie ricevuti 
    272
    Ringraziato in
    218 post

    Riferimento: Cassazione: Stefano Lucidi non voleva uccidere.

    Citazione Originariamente scritto da MarcoStraf Vedi messaggio
    Come no: guidare nella corsia opposta (passando oltre una linea doppia di demarcazione) che cosa e' secondo te?
    Ma direi che l'ultimo messaggio di ginalfa esprime benissimo quello che io (non essendo un legale) non riesco ad esprimere.
    Si ma non è che ha pensato "ora schiaccio un pisolino". L'altro l'ha fatto di proposito (passare con il rosso ecc)
    Citazione Originariamente scritto da ginalfa
    L'infrazione al codice della strada determina una snazione amministrativa, la commissione di un delitto determina la pena.
    Sono due illeciti diversi con diverso trattamento nell'ordinamento.
    Confonderli è un errore.
    Di certo si tratta di cose diverse, ma pur sempre collegate (in questa vicenda).
    La spregiudicatezza dimostrata ha portato alla morte di 2 persone.

    Non essendo del campo, forse mi sono spiegato male.


  11. #20
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Località
    California
    Messaggi
    1,079
    Grazie dati 
    569
    Grazie ricevuti 
    1,351
    Ringraziato in
    694 post

    Riferimento: Cassazione: Stefano Lucidi non voleva uccidere.

    Citazione Originariamente scritto da principe andry Vedi messaggio
    ... La spregiudicatezza dimostrata ha portato alla morte di 2 persone. ...
    Si, ma vedi, quale e' la differenza tra la "spregiudicatezza" di Lucidi e l'"incoscenza" del poliziotto che nonostante non avesse dormito la notte si e' messo a guidare l'auto per un turno di otto ore ed e' finito con l'addormentarsi al volante? Entrambe hanno avuto conseguenze catastrofiche.
    Il messaggio di ginalfa spiega bene il concetto: la legge va fatta in base a "criteri astratti" in modo che non possano essere "interpretati" a proprio arbitrio, io non riesco a dirla meglio.

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie