Pagina 2 di 2 PrimoPrimo 12
Mostra risultati da 11 a 18 di 18

Discussione: VirtualDubMod

  1. #11
    Sabotender non è in linea Senior Member CT
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    1,155
    Grazie
    206
    Ringraziato 673 volte in 401 post

    Riferimento: VirtualDubMod

    Il Cropping


    Il Cropping è l’operazione di taglio di un file e viene generalmente usato per rimuovere le bande orizzontali e verticali che sono presenti in alcuni filmati e che se lasciate sarebbero comprese nella compressione con un inutile spreco di tempo e risorse.

    Se si vuole solo “croppare” un file, è presente nella lista dei filtri il “null transform” che non è un vero e proprio filtro ma permette di abilitare il tasto Cropping.




    Cliccando sul tasto si accede alla finestra dove è possibile regolare il taglio.

    Immagine ridotta


    Variando sinistra (X1 offset), destra (X2 offset), sopra (Y1 offset) e sotto (Y2 offset) si potrà restringere l’area che verrà elaborata fino a far scomparire le bande nere:

    Immagine ridotta



  2. # ADS
    Google Adsense Circuito Adsense
    Data registrazione
    da sempre
    Messaggi
    molti
     
  3. #12
    Sabotender non è in linea Senior Member CT
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    1,155
    Grazie
    206
    Ringraziato 673 volte in 401 post

    Riferimento: VirtualDubMod

    Elenco dei Flitri


    I filtri di VDM possono essere gestiti attraverso i pannelli di configurazione dove previsti a cui si accede attraverso il tasto Configure.
    Qui di seguito l’elenco dei filtri, altri è possibile scaricarli in rete ed aggiungerli in qualsiasi momento



    Ultima modifica di Sabotender; 25-07-10 alle 14: 14.

  4. #13
    Sabotender non è in linea Senior Member CT
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    1,155
    Grazie
    206
    Ringraziato 673 volte in 401 post

    Riferimento: VirtualDubMod

    DeLogo


    Immagine ridotta


    Nell' interfaccia del filtro cliccare su Show Preview (1) per attivare la finestra video del filtro.
    Scegliere un fotogramma con il logo che deve essereeliminato (2) e nella finestra di Delogo cliccare su Save frame (nella riga Analize) (3) e chiudere il preview (Hide preview).



    Aprire il frame salvato con Paint e coprire il logo col rosso (con la funzione rettangolo) quindi salvare l'immagine ottenuta.

    Immagine ridotta


    Ritornare nella finestra di Delogo e caricare l'immagine nell'ultima riga (Repair) (1), poi Show preview (2) per vedere il risultato. Se è soddisfacente, Hide preview e Close per chiudere il filtro, così nella finestra generale dei filtri cliccare su OK per confermare.
    Ora con il secondo pulsante play (con una piccola “o” sotto il triangolo) sarà possibile verificare il risultato durante la riproduzione.

    E’ possibile intervenire parzialmente per migliorare la sfocatura del logo con i cursori Depth, Power e Pixel aspect, la spunta su Interlace crea le caratteristiche righe dell’interlacciamento all’interno della sfocatura.

    Ultima modifica di Sabotender; 25-07-10 alle 14: 14.

  5. #14
    Sabotender non è in linea Senior Member CT
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    1,155
    Grazie
    206
    Ringraziato 673 volte in 401 post

    Riferimento: VirtualDubMod

    Logo - Logo (1.5)


    E’ possibile inserire un Logo in un video con il filtro Logo e con il Logo (1.5), il primo è disponibile di default del programma, l’altro va installato e si può scaricare dal link inserito all’inizio del capitolo Filtri.

    Per prima cosa serve il logo, si può creare con Paint di dimensioni proporzionate al video ma comunque come si preferisce e va salvato in formato Bitmap a 24 bit.
    Caricato il filtro Logo si accede alla schermata di controllo.



    Caricare il logo (1), abilitando l’anteprima (2) sarà possibile controllare l’effetto.
    Opacity (3) per regolare la trasparenza,
    Justification (4) per posizionare il logo,
    offset x e y per regolarne la distanza dal bordo.
    Trovata la posizione e la trasparenza ottimale, OK per tornare nella pagina dei filtri.

    Il filtro Logo (1.5) ha a disposizione un numero maggiore di regolazioni.
    Caricato il filtro, questa è la schermata di controllo



    Input file (1) per caricare il logo. Se si dispone di una sequenza di immagini che compongono una animazione, è possibile caricarla spuntando la casella. Perché il filtro carichi la sequenza, le immagini devono avere il solito nome seguito da una sequenza progressiva di 4 cifre:
    immagine000.bmp, immagine0001.bmp, immagine0002.bmp ecc.

    Show previev (2) per un’anteprima del risultato finale.

    Alpha Blending (3) regola la trasparenza del logo da 0 = completamente trasparente a 255 completamente visibile.

    Space and time coordinates (4) regola sia la posizione all’interno dell’immagine con le coordinate X e Y, che la posizione temporale all’interno del video:
    Starting frame decide in quale punto del video dovrà apparire il logo
    Duration, settato a 0 il logo apparirà per tutto il resto del video, se si dispone di una sequenza di immagini, andrà settato ad un valore che deciderà la durata di ogni singola immagine.
    Loops, se a 0 ripete la sequenza all’infinito, altrimenti va inserito il numero di ripetizioni, con immagini statiche è un valore ininfluente.

    Fade (5) regola la dissolvenza in entrata (In len) in uscita (Out len) e la durata complessiva della dissolvenza (Out End).

    Trasparent Color (6) se abilitato regola la trasparenza di un colore. Il codice RGB del colore deve essere inserito nelle rispettive caselle Red Green e Blue, in più è presente la casella Tollerance per comprendere nella trasparenza tutta la gamma che si discosta dal colore impostato del numero inserito, molto utile per colori con sfumature.

    Terminate le regolazioni, OK per tornare alla pagina dei filtri.

    Ultima modifica di Sabotender; 25-07-10 alle 14: 15.

  6. #15
    Sabotender non è in linea Senior Member CT
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    1,155
    Grazie
    206
    Ringraziato 673 volte in 401 post

    Riferimento: VirtualDubMod

    Subtitler – VobSub – TextSub




    E’ possibile indurre un lettore SA a riconoscere un file di sottotitoli semplicemente rinominandolo col nome del file video e posizionandolo nella solita directory del disco, per esempio film.avi e film.srt, a patto che il lettore ne supporti il formato.
    Questa è la soluzione migliore dato che i sottotitoli sono selezionabili a piacere e non è necessario ricomprimere il video. E’ possibile inserire più sottotitoli per ogni video a patto che il lettore supporti formati diversi, utilizzando per ogni formato un sottotitolo diverso che sarà richiamabile dal menù del lettore.

    Però può capitare che sia necessario imprimere i sottotitoli al video e per fare questo ci vengono in aiuto i filtri Subtitler, VobSub e TextSub.
    Gli ultimi due fanno pare di un unico programma da installare ma è possibile utilizzare solo i file con estensione .vdf che si trovano nella cartella dopo l’installazone. In entrambi i casi è necessario spuntare le voci VobSub fro VirtualDub e TextSub for VirtualDub e Avisynth durante il setup.

    Il funzionamento di Subtitler e TextSub è simile e mentre il primo accetta solo i formati .ssa, TextSub accetta i formati .srt .sub .smi .psb .ssa e .ass

    Un discorso a parte va fatto per VobSub che offre una duplice funzione:
    Permette sia di estrarre i sottotitoli da un dvd video selezionando l’ifo che gestisce il filmato, sia di imprimerli tramite una finestra di controllo dalla quale è possibile impostare alcuni parametri.

    Per l’estrazione basta scegliere la directory del film e selezionare ifo come tipo di file.



    Quindi dalla finestra che si apre scegliere il program chain e la lingua, le voci di destra saranno quelle selezionate per l’estrazione e successivamente la destinazione dei file dei sottotitoli.



    Terminata l’estrazione si avranno 3 file con estensioni .ifo .idx e .sub, nella finestra delle regolazioni aprendo il file .sub si accede al controllo dei sottotitoli.

    Immagine ridotta


    Le regolazioni sono intuitive, è possibile scegliere la lingua (1), inserire il fade in entrata ed in uscita (2), ritardare o anticipare la visualizzazione (3), regolare la posizione all’interno dello schermo (4) la trasparenza ed i colori delle lettere abilitando la casella custom colors (5).

    Ultima modifica di Sabotender; 25-07-10 alle 14: 15.

  7. #16
    Sabotender non è in linea Senior Member CT
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    1,155
    Grazie
    206
    Ringraziato 673 volte in 401 post

    Riferimento: VirtualDubMod

    Resize


    Una delle operazioni che capita più spesso di fare è il ridimensionamento dell’immagine.
    Questa operazione viene svolta dal filtro Resize:



    Il Resize si può utilizzare sia per ridurre che per aumentare la risoluzione e quindi la dimensione dell’immagine, i campi da riempire determinano la nuova risoluzione dell’immagine, l’unica accortezza da ricordare è di mantenere le proporzioni con il file originario per non avere distorsioni nell’immagine e di scegliere come pixel orizzontali, multipli di 16 per avere la massima compatibilità con i lettori SA.
    Quindi una risoluzione 720x540 (4:3) potrà diventare 640x480 o 480x360 ecc.
    Mentre una risoluzione 720x404(16:9) potrà diventare 640x360 o 480x 270 ecc.

    A seconda che si voglia ridurre o aumentare la risoluzione, conviene utilizzare una diversa modalità di conversione:

    Nearest neighbor è il filtro di default ma è preferibili utilizzare gli altri per ottenere risultati migliori.
    I filtri bilineari, Bilinear e Precise Bilinear effettuano un filtraggio meno aggressivo che tende a sfocare i contorni delle immagini con perdita di particolari, utilizza meno bit quindi il risultato sarà un file di dimensioni minori, quindi utili quando si devono ottenere alte compressioni e sono da preferire per ridurre la risoluzione.
    I filtri bicubici Bicubic e nelle varianti Precise Bicubic con fattori diversi di aggressività rendono più netti i contorni e tendono a diminuire il fattore di compressione, da usarsi con file dal bitrate più alto, qundi con più dettagli disponbili, validi per aumentare la risoluzione.
    Il Lanczos3 è il filtro con maggior precisione nel ridimensionamento ma rallenta molto la codifica.

    Quindi come indirizzo generale per ridurre la risoluzione di un’immagine è preferibile il Bilinear, per aumentarla il Bicubic ma caso per caso, in dipendenza della qualità della fonte è conveniente decidere al momento facendo delle prove.

    Ultima modifica di Sabotender; 25-07-10 alle 14: 15.

  8. #17
    Sabotender non è in linea Senior Member CT
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    1,155
    Grazie
    206
    Ringraziato 673 volte in 401 post

    Riferimento: VirtualDubMod

    I Template e gli Script di Avisynth


    VirtualDubMod come abbiamo visto accetta un numero limitato di formati video, per poter lavorare con gli altri possiamo seguire la strada dello script o la strada dei template.
    I template si possono creare con un semplice editor testuale come il blocco note di windows e quelli presenti nativamente sono nella cartella template di VDM e contengono un unico comando che abilita Avisynth a supportare il formato da aprire, ma in teoria potrebbero contenere uno script intero anche se quello non è lo scopo.



    L’utilizzo dei template deve essere dichiarato all’apertura del file, col menù a tendina accanto a Use Avisynth Template si può effettuare la scelta:

    Avisource carica attraverso Avisynth i file avi

    DirectShowSource per caricare mpeg1, da preferire per gli mkv e alcuni tipi di DV

    DirectShowSource+convfps.avst che oltre ad abilitare l’apertura dei file mantiene a 25fps il framerate aggiungendo frame quando necessario, utile nei file a frame variabile come mkv, mp4, rmvb ecc, va aggiunto nella cartella template:
    Aprite il Blocco note e scrivete queste due righe
    #ASYNTHER DirectShow_convfps
    DirectShowSource("%f", fps=25, convertfps=true)

    Salvate nella cartella Template nella directory di VirtualDubMod nominandolo DirectShow_convfps.avst

    MPEG2Source ("mpeg2dec.dll") per importare i dvd2avi e i d2v, perché il template funzioni, nella cartella plugins di Avisynth deve essere presente la libreria DGDecode.dll di DgMpgDec

    MPEGSource (Nic) Alternativa al template precedente, in questo caso serve la libreria MpegDecoder.dll scaricabile QUI.

    L’apertura di un video attraverso i template creerà uno script avs nella directory del file, utilizzato da VDM e che può essere editato per aggiungere altri filtri o comandi di Avisynth.

    Uno script è un programma con una serie di comandi che richiamano le funzioni di Avisynth in modo che siano applicate attraverso VDM al video da elaborare, vista la grande varietà di effetti disponbili imparare ad utilizzarlo consente di svolgere quelle operazioni che con VDM non sarebbero possibili.

    La costruzione deve seguire una serie di regole, la giusta sequenza dei comandi e il giusto uso delle variabili. Per una corretta compilazione è disponibile un editor apposito, AVSP, che offre alcune opzioni di auto completamento e segnalazione degli errori e la possibilità di vedere in anteprima il risultato degli effetti applicati.

    Le regole generali, la sintassi, l’elenco dei filtri con gli esempi e il link per scaricare Avisynth sono nel Wiki a questo indirizzo: http://avisynth.org/mediawiki/Main_Page.

    I file caricati attraverso uno script vanno salvati riencodandoli e in Fast Recompress, modalità di compressione più rapida che non consente l’uso dei filtri interni di VDM e quindi adatta all’uso di quelli di Avisynth.

    Parallelamente per VDM esiste un tool simile, DubMan, che aiuta nella creazione di script vcf per l’esecuzione in batch di una serie di comandi, nel sito il link per il download e la guida all’uso.

    Ultima modifica di Sabotender; 25-07-10 alle 14: 34.

  9. #18
    Sabotender non è in linea Senior Member CT
    Data registrazione
    Jan 2010
    Sesso
    Uomo
    Messaggi
    1,155
    Grazie
    206
    Ringraziato 673 volte in 401 post

    Riferimento: VirtualDubMod

    Menù Streams


    Panoramica



    Immagine ridotta


    Il menù Stream sostituisce ed amplia in VDM il menu audio di VirtualDub. Dalla Stream List si possono muxare e demuxare i flussi audio, agire sull’interleaving per sincronizzare i flussi, tutto in Direst Stream Copy e abilitando la modalità Full Processing Mode si attivano ulteriori opzioni.
    La più importante, la Conversione è già stata trattata nel capitolo dedicato.

    Possono essere aggiunti i sottotitoli .srt ed i capitoli nei contenitori ogm e mkv seguendo la solita procedura dell’aggiunta di un flusso audio, va ricordato però che fino ad ora questi formati non sono supportati dai lettori Stand Alone.

    E’ preferibile, per le altre operazioni, agire sui flussi audio con editor specifici dopo averli estratti in quanto i controlli e le regolazioni sono meglio implementati rispetto ai filtri di VDM ma è giusto descriverne brevemente le funzioni.

    Conversion



    Da questa finestra è possibile convertire la frequenza di campinamento del flusso audio, è utile quando il software rileva incompatibilità tra due flussi da unire a causa della differenza di questo valore.

    Volume



    Per correggere il livello del volume.

    Spuntando la voce Use Advance Filtering si può accedere al pannello di controllo dei filtri audio, un esempio di una sequenza di filtri è questo:

    Immagine ridotta


    Cliccando su ogni filtro inserito è possibile attivare la configurazione quando abilitata.

    Le altre voci presenti nella barra del menù sono Option dalla quale si accede alle Preferenze, Tool da dove è possibile accedere ad un editor esadecimale ed un editor per la creazione degli script avs e vdf.

    Queste sono le linee guida per un utilizzo corretto di VirtualDubMod, la guida è stata realizzata negli scorsi anni da me e Kirk ed è stata adattata per l'utilizzo su Collection Tricks.


    Guida creata da Sabotender e Kirk

    Creative Commons License
    Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
    Ultima modifica di Sabotender; 25-07-10 alle 14: 12.

  10. I seguenti 2 utenti concordano e/o ringraziano Sabotender per questo post

    forumi (23-02-13), Kirk (25-07-10)

Pagina 2 di 2 PrimoPrimo 12

Tags per questo thread

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Cookies:direttiva 2009/136/CE (E-Privacy)

Il sito utilizza cookies propri e di terze parti per maggiori informazioni faq - Termini di servizio - Cookies
Il forum non puo' funzionare senza l'uso dei cookies pertanto l'uso della community è vincolato dall'accettazione degli stessi, nel caso contrario siete pregati di lasciare la community, proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie