PDA

Visualizza versione completa : Ragazza muore pur di non lasciare il social network durante il bagno



principe andry
31-01-10, 13: 31
ROMANIA- Una diciassettenne di Brasov muore fulminata perché non poteva far a meno di Twitter nemmeno nella vasca da bagno.

Questa è l’assurda sorte toccata a Maria Barbu, la giovane ragazza rumena morta per aver trascurato la pericolosità del suo ingenuo gesto. Aveva portato il suo computer portatile fino in bagno, appoggiandolo sul bordo della vasca, ignorando le conseguenze che poteva avere un congegno elettrico così vicino all’acqua.

Maria ha continuato a “twitterare” fino ad un istante prima di morire, poi una tragica fatalità: la batteria del portatile cominciava a scaricarsi. Non volendo arrendersi, nemmeno per pochi istanti, a restare senza il prezioso twitter, la ragazza non s’è fatta alcun problema ad afferrare la presa della corrente con le mani bagnate ed ha attraversato nuda mezzo bagno per infilarlo nella presa della corrente.

La ragazza è inevitabilmente morta folgorata e, ironia della sorte, proprio accanto all’amato PC. Una storia che lascia shoccati!

Di morti altrettanto assurde, causate da congegni elettrici d’ogni tipo, ce ne sono drammaticamente tante ogni anno seppur sembri così scontato che occorra preservare accortezza con gli apparecchi collegati alla corrente elettrica.

Fonte: LINK (http://www.crashdown.it/2010/01/10652-quando-twitter-uccide-17enne-muore-per-non-lasciare-il-social-network-per-un-secondo/)
CrashDown.it // Blog italiano di cultura e informazione LIBERA e INDIPENDENTE!
http://i.creativecommons.org/l/by-nc-sa/2.5/it/88x31.png

Rodolfo Tatana
31-01-10, 13: 43
che si puo scrivere.. poveretta :triste

Lo Zio T
31-01-10, 14: 01
Si può scrivere invece che purtroppo i social network mostrano il loro lato più brutale, cioè la dipendenza. La ragazza è morta perchè non voleva lasciare Twitter per 10 secondi e onestamente è inaccettabile che muoia in questo modo.

Facebook, Twitter e via dicendo ora sono parte integrante della nostra esistenza, ormai quasi tutto il mondo è iscritto ad almeno un social network. Si passano ore, giorni, mesi a stare davanti a pc, taggando foto, commentando e via dicendo.

Non mi dilungo sulla reale utilità dei social network (sempre se c'è), mi limito solo a dire che al di la della passione per la tecnologia, la voglia di comunicare, bisogna stare attenti a non trasformare il Twitter della situazione ad elemento indispensabile per la nostra esistenza, rimanendo chiusi in casa tutto il giorno, stando davanti al pc.

Purtroppo la moda dei social network porta a trasformare una passione in dipendenza, in malattia. Bisogna cercare di evitare di arrivare a questo punto, perchè poi si rischia di spingersi oltre e addirittura morire a causa di una schifezza informatica. Non pensavo si potesse superare cosi tanto il limite.

Il compito di evitare tutto questo deve essere preso dagli stessi utenti che navigano, facendosi un'esame di coscienza ed anche dai genitori, cercando di curare i propri figli, evitando che stiano tutto il giorno davanti al pc.

:bai

Rodolfo Tatana
31-01-10, 14: 18
Io dico che la colpa non è del social network, e bisogna piuttosto insegnare ai ragazzi che con l'energia elettrica non si scherza, il discorso che fai zio è giusto ma al di la di questo la ragazza è morta folgorata e non perchè stava ore e ore su Twitter, quindi dare la colpa al social network mi sa di esagerazione qualunquistica

silverado
31-01-10, 14: 24
Si può scrivere invece che purtroppo i social network mostrano il loro lato più brutale, cioè la dipendenza. La ragazza è morta perchè non voleva lasciare Twitter per 10 secondi.
personalmente la penso come rodolfo: la colpa è stata della leggerezza della ragazzina che ignorava o sottovalutava il rischio di entrare in una vasca da bagno con un computer.
a questo punto, se anziché di twitter si fosse trattato di un ebook la colpa sarebbe stata della tecnologia...e questo sarebbe profondamente ingiusto.
credo, invece, che rimarrà ai genitori il rimorso di non aver insegnato come si deve alla loro figlia i rischi legati all'elettricità
:triste

Armandillo
31-01-10, 14: 40
Credo che il "social network", in questo caso, sia solo contingente all'accaduto.
Se la poveretta avesse portato in bagno una radiolina non avremmo certo dato colpa alla musica !

Probabilmente chi ha scritto il pezzo giornalistico ha intenzionalmente calcato sull'aspetto per mettere in evidenza la dipendenza che molti hanno nei confronti del computer a tal punto da perdere la cognizione del pericolo distratti dalla voglia di chattare !
Un po' quello che accade nelle nostre auto per chi telefona e guida senza rendersi conto di cio' che fa e che succede attorno a lui !

Ovvio che da questo ad arrivare all'equazione "twitter=mania=distrazione=morte" il passo potrebbe essere breve ma sicuramente non corretto.
:bai

Lo Zio T
31-01-10, 14: 52
la ragazza è morta folgorata e non perchè stava ore e ore su Twitter, quindi dare la colpa al social network mi sa di esagerazione qualunquistica
Beh, direi che è quantomeno singolare chattare con un computer in una vasca da bagno. Quindi si è portata il pc dalla sua camera (o da dove lo posizionava di solito) e se lo è portata in bagno ed ha continuato a chattare. Questa è dipendenza, è malattia. Il bagno non è un luogo dove lavorare o anche solo giocare con un pc. Lei è rimasta talmente stregata da Twitter che non ne poteva fare a meno. Neanche per 10-15 minuti. Giusto il tempo per lavarsi. E questa dipendenza l'ha portata a non essere lucida mentalmente ed a mettere la spina con le mani bagnate.


se anziché di twitter si fosse trattato di un ebook la colpa sarebbe stata della tecnologia...e questo sarebbe profondamente ingiusto.
Il discorso lo si può ampliare, ma sta di fatto che il gesto come dicevo poc'anzi è una conseguenza del fatto che una persona non può fare a meno del pc per 10-15 minuti. Il caso di Twitter p un dato di fatto, mentre l'ebook è solo una supposizione.:hap Ma al di la di questo particolare, si può parlare di dipendenza dalla tecnologia, non solo dei social network.:sisi


rimarrà ai genitori il rimorso di non aver insegnato come si deve alla loro figlia i rischi legati all'elettricità
A 17 anni non sai che se inserisci una spina con le mani bagnate muori? Non credo proprio. La ragazza distratta dal pc, ha inserito la spina senza pensare che quel gesto avrebbe causato la sua morte.

La colpa dei genitori è di non aver visto che la figlia era diventata malata di computer, dipendente dal pc, cosa che ha portato come conseguenza il gesto mortale.

imho :bai

silverado
31-01-10, 15: 03
[..] si può parlare di dipendenza dalla tecnologia, non solo dei social network.:sisi
io non me la sento di parlare di dipendenza e basta.
se a me piace ascoltare la musica e mi porto la radio in bagno devo sapere che se faccio la doccia la radio attaccata alla corrente non la posso portare con me.
una dipendenza c'è sicuramente ma, IMHO, è stata l'ignoranza ad ucciderla


A 17 anni non sai che se inserisci una spina con le mani bagnate muori? Non credo proprio.
per quanto ne sappiamo è un'ipotesi che non possiamo scartare a priori.


La colpa dei genitori è di non aver visto che la figlia era diventata malata di computer, dipendente dal pc, cosa che ha portato come conseguenza il gesto mortale.

imho :bai
su questo concordo

Rodolfo Tatana
31-01-10, 15: 26
i casi di persone folgorate per stufette elettriche in bagno e per asciugacapelli si sprecano, caro zio io sto su internet 6-8-10 ore al giorno e mi piace, e sono dipendente.
beh non me lo porto a fare la doccia ne passeggio nudo e bagnato per casa, quindi incolpare pc e tecnologia di comunicazioni moderne mi sembra come scritto prima un discorso abbastanza superficiale..anche il titolo è fatto apposta per scatenare, , spingere l'attenzione piu sui rischi del social network rispetto a quelli delle'elergia eletrica, che a me hanno insegnato a 4 anni, mi sembra palese

e poi chiamiamolo twitter, facebook, msn, p2pforum, e il risultato non cambia

Revenge_89
31-01-10, 22: 51
Io la penso come Zio......

Perchè la ragazza si è portata il PC nella vasca??? (a parte il fatto che nn riesco nemmeno a scrivere questa assurdità)

Perchè era dipendente dal Social Network, tralasciando tutti i riguardi rivolti alla sicurezza, il che fa veramente preoccupare e nn è un caso se è finita cosi...........

iguano
01-02-10, 02: 43
Certo che se a 17 anni ancora non conosci la pericolosità del toccare con mani bagnate le spine ... insomma la natura ha fatto il suo corso.

wrongway
01-02-10, 12: 21
twitter-dipendente? questa ha aperto l'account iniziando a "twitterare" alle 7.22PM e si è fulminata alle 7.52PM... mah... :m:

rispettosamente parlando... mah...

http://twitter.com/mariabarbu

iguano
01-02-10, 12: 45
Nella foto è in vasca? :shock

Lo Zio T
01-02-10, 20: 59
io sto su internet 6-8-10 ore al giorno e mi piace, e sono dipendente.
Siamo in due :hap

beh non me lo porto a fare la doccia ne passeggio nudo e bagnato per casa
Ti sei già risposto da solo :hap

twitter-dipendente? questa ha aperto l'account iniziando a "twitterare" alle 7.22PM e si è fulminata alle 7.52PM
Rispettosamente parlando, che bisogno c'èra di portarsi un pc in bagno e chattare mentre ti fai il bagno?:hap
E ancora. Quando ha visto che il livello della batteria era basso non poteva asciugarsi le mani e spostarlo verso un lato e riprendere a parlare tramite twitter dopo?

EDIT: visto dopo:hap


una dipendenza c'è sicuramente ma, IMHO, è stata l'ignoranza ad ucciderla
Secondo me non è tanto l'ignoranza, ma quanto il fatto che non ha pensato: era concentrata al pc e stava tenendo d'occhio il livello della batteria. Senza perdere tempo ha preso la spina e l'ha inserita con le mani bagnate. Non ha pensato perchè era concentrata nell'osservare il computer ed è morta.:hap

Il punto è cmq un'altro ed evade dalla causa che ha portato all'incidente (sia essa l'ignoranza, piuttosto che la distrazione e via dicendo): non doveva avere il computer nel bagno.

La radio puoi ascoltarla tranquillamente anche ad una certa distanza, al contrario di un pc.. Una "dipendenza" da musica non ti porta a rischiare la vita in bagno (dando per scontato che bisogna avere sempre il buonsenso:eye), mentre un computer, che ha bisogno sempre dell'utente vicino, rischia di essere la causa di una tragica morte.

imho:bai

wrongway
01-02-10, 21: 40
Rispettosamente parlando, che bisogno c'èra di portarsi un pc in bagno e chattare mentre ti fai il bagno?
E ancora. Quando ha visto che il livello della batteria era basso non poteva asciugarsi le mani e spostarlo verso un lato e riprendere a parlare tramite twitter dopo?
uhm... c'era un filo di malizia nella mia annotazione... :tap:
questa ha creato un account su twitter per rimanere fulminata mezz'ora dopo? :m:
a me puzza di bufala... :mad:

Marco89
01-02-10, 21: 52
una dipendenza c'è sicuramente ma, IMHO, è stata l'ignoranza ad ucciderla

esatto la penso così anch'io...


battery is running low, brb

ecco.. brb=be right back... :sigh:

MarcoStraf
02-02-10, 16: 55
La cosa strana per me e' che certi siti sensazionalistici arrivano a resuscitare notizie vecchie di mesi (il fatto avvenne lo scorso Giugno, lo ricordo) Proprio a dimostrazione che il pericolo dei social network non e' la loro esistenza, quanto come vengono utilizzati.

Il vero nome della ragazza era Flavia Maria Boricea, questa e' una delle poche notizie che sono riuscito a trovare ancora online
http://www.austriantimes.at/index.php?id=14023
All'inizio il nome venne cambiato per rispettare la famiglia (la ragazza era ancora minorenne) fu la mamma decise di fare pubblicare il vero nome in quanto inizio' una campagna di sensibilizzazione sul pericolo dell'elettricita' nei bagni. Chi muore fulminato perche' usa l'asciugacapelli o il rasoio elettrico non sta usando twitter, eppure se ne leggono a dozzine, a continuano a capitare.

Con questo non voglio fire che la dipendenza da computer possa essere seria, ragazzi sono morti giocando online senza fermarsi mai per giorni, senza bere ne' mangiare. Questi sono casi limite, ma passare troppe ore al computer ha le sue conseguenze (non solo nei giovani) Prendere questi episodi come esempi (come ho detto, sono casi limite) non aiuta ne' a capire ne' a studiare il fenomeno. Per esempio sappiamo che guidare fa male (quante persone muoiono a causa di indidenti?) ma non condanniamo l'automobile in se, solo il modo in cui viene usata. Altro esempio stupido: non si diventa sordi perche' si ascolta la musica, ma perche' la si ascolta a livelli troppo elevati (specie con le cuffie)


In quanto a commenti simili:

Certo che se a 17 anni ancora non conosci la pericolosità del toccare con mani bagnate le spine ... insomma la natura ha fatto il suo corso.
Una ragazza e' morta, e c'e' una famiglia che piange ancora, non mi pare proprio che siano opportuni. La gente muore a ogni eta', a volte per incidenti, a volte facendo cose stupide. Ma anche da stupidi, si e' umani, chi non ha mai fatto cose stupide nella vita? Riderci sopra mi pare solo irrispettoso.

Marco89
02-02-10, 21: 36
non penso che nessuno ci rida sopra..
è solo che ha fatto una cosa che tutti sappiamo.. è tra le cose che vengono insegnate da bambini...

cmq ci sono due cose che non mi tornano...
1) se aveva il carica batterie in bagno perchè non lo hacollegato subito? (rischiare prima o dopo cosa cambiava?)
2) la batteria di un portatile dura meno di 10 min?


# @Tubgirl Yo, I am tweeting from the bathtub lol #iranelection Please RT 7:47 PM Jun 19th, 2009 from web

# battery is running low, brb 7:52 PM Jun 19th, 2009 from web

iguano
02-02-10, 22: 38
Infatti ero tremendamente serio ( e quell'account su twitter era un fake )

MarcoStraf
02-02-10, 22: 49
... cmq ci sono due cose che non mi tornano ...
Ma guarda, per me ce ne e' solo una: quella ragazza stava usando una apparecchiatura elettrica mentre era in bagno. Il resto sono solo macabri dettagli che volentieri lascio alla polizia.

La ragazza e' stata trovata nel pavimento del bagno e non nella vasca, e l'unica ferita che la polizia ha trovato e' una ustione alla mano. Quindi probabilmemte quello che e' successo e' che la ragazza e' uscita dalla vasca e, ancora bagnata, ha collegato il carica batteria:
The girl was reportedly found dead on the bathroom floor by her father, who saw no violence marks, except for a burn on her left palm. The girl's body was lying near the bathtub with the laptop connected to the power socket.
Fonte: http://news.softpedia.com/news/17-Year-Old-Girl-Dies-Electrocuted-While-Twittering-114776.shtml

Crystal
02-02-10, 23: 36
Però, ecco, leggendo il primo post, è il titolo che stona col resto.
Il titolo giudica e ha già definito la storia dando una impronta ad una morte.

la cronaca del fatto, nello svolgimento dell'articolo, in realtà sanziona l'uso improprio di aapparecchiature elettriche vicino all'acqua.

insomma mi pare che il titolo sia uno specchio per allodole...occhio a non sbatterci contro...
se rompi uno specchio..sono 7 anni di guai ..

Marco89
03-02-10, 09: 34
The girl was reportedly found dead on the bathroom floor by her father, who saw no violence marks, except for a burn on her left palm. The girl's body was lying near the bathtub with the laptop connected to the power socket.
Fonte: http://news.softpedia.com/news/17-Year-Old-Girl-Dies-Electrocuted-While-Twittering-114776.shtml

sì sì l'ho letto questo... però :boh..