PDA

Visualizza versione completa : Per non dimenticare



Armandillo
27-01-10, 12: 07
Oggi e' "il giorno del ricordo", commemorazione della Shoah (http://www.binario21.org/stermishoah.htm) in cui furono sterminati circa 6 milioni di ebrei.

Credo che nonostante sia passato molto tempo e diversamente dai pensieri di alcuni, questa giornata vada ricordata sempre e, se possibile, con piu' documenti d'epoca e piu' di quanto non facciano i nostri media.

Questo per non smarrire quel che il tempo inevitabilmente tende a cancellare e far si' che uomini, donne e ragazzi si rendano conto di cio' che l'essere umano e' capace e di quale barbarie !!

Ancor oggi esiste chi mette in dubbio quelle atrocita' e filmati, documenti e testimonianze sembrano cadere nell'oblio in personaggi ambigui e privi di coscienza (vedi qui (http://ita.vho.org/valendy/ugo.htm))

Allora vi propongo questo pdf ...per non dimenticare: 165

Un saluto

Lo Zio T
27-01-10, 16: 27
Ricordare e non dimenticare..

Questo dev'essere il punto fondamentale, Primo Levi ha lasciato questo messaggio, perchè venisse trasmesso di generazione in generazione.

Invece noto con tristezza che oltre ad esserci in generale poca informazione sia a livello televisivo che pratico, intendo dire i libri di scuola e non, ogni anno via via ci si dimentica sempre più delle mostruosità accadute durante la seconda guerra mondiale.

Qualche anno fa ho avuto la fortuna di potere andare ad Auschwitz, visitare il campo di concentramento e posso garantire che la differenza tra quello che guardiamo in televisione e le sensazioni che si provano visitando dal vivo è enorme.

Cerchiamo nel nostro piccolo di continuare a trasmettere il messaggio lasciato da queste crude testimonianza, dalle foto, dai libri scritti da chi è sopravvisuto, perchè non si può dimenticare come l'essere umano è sceso ad un livello talmente.... disumano, tanto che ha distrutto psicofisicamente i propri simili.

E per chi non comprende il perchè bisogna trasmettere un messaggio di sessant'anni fa, rispondo dicendo che bisogna ricordare per evitare che ricapiti ancora questa follia.

Continuiamo a ricordare ragazzi.. La nostra mente ha tanti cassetti liberi. Sfruttiamo almeno uno di questi per continuare a vedere il passato come lasso di tempo che deve essere preso d'esempio, in modo tale che tutte le cattiverie, gli elementi negativi in generale non vengano ripetuti.

Ricordare... per non dimenticare..

:bai

Armandillo
27-01-10, 16: 59
Qualche anno fa ho avuto la fortuna di potere andare ad Auschwitz, visitare il campo di concentramento e posso garantire che la differenza tra quello che guardiamo in televisione e le sensazioni che si provano visitando dal vivo è enorme.

Confermo.
Anni fa visitai un museo francese dove c'e' una sezione riguardante l'olocausto ed e' difficile descrivere quali sensazioni provai osservando quei reperti cercando d'immaginare le storie che quegli oggetti raccontavano :triste

Gia' da grandicello ebbi l'occasione, non piu' ripetutasi, di vedere in tv il film "Il processo di Norimberga" (http://it.wikipedia.org/wiki/Processo_di_Norimberga ) (quello girato all'epoca) dove testimonianze audio-video misero in evidenza solo una parte di cio' che era accaduto dato che solo piu' tardi leggendo e informandomi potei conoscere le efferratezze piu' inumane perpetrate nel lager !!

Posto altro contributo filmato:

iEx01nGYWdA

Rodolfo Tatana
27-01-10, 17: 34
io ho un piccolo disappunto da manifestare, ogni qual volta sento parlare di sterminio nazista si parla sempre per luoghi comuni di 6 milinni di ebrei, beh questo è riduttivo, non erano solo 6 milioni di ebrei, c'erano anche un milione e mezzo di quelli comunemente chiamati zingari, in generale popoli nomadi di origine indiana, c'erano migliaia di neri, c'erano dissidenti politici cattolici comunisti socialisti, disertori di guerra, europei di ogni dove, sopratutto persone erudite con capacita' di pensiero proprie 8medici scienziati scritto ri filosofi), malati, chiunque portasse una qualche malformazione o problema mentale, è riduttivo ridurlo a sterminio ebreo, questi hanno provato a sterminare la specie umana, aggiungiamo per favore i soldati morti, si parla di 20 milioni di russi, quasi un milione di italiani, non so quanti francesi e tedeschi, ne morirono un solo milione tra tedeschi e francesi in due soli giorni in quella guerra di trincea a difesa di parigi...è una roba allucinante, non si sa neanche quanti siano morti per colpa di questo disegno di conquista guidata da pura follia di volonta di dominio sul mondo sulle basi di aberranti teorie di supremazia razziale, io spero che una roba del genere non si ripeta mai piu sil nostro continente, ma la guerra nel resto del mondo è ancora in atto e i nostri morti della seconda gurra moindiale fanno il solletico a chi oggi muore ancora in africa asia sud america sotto la nostra assoluta indifferenza, milioni e milioni solo di fame, chissa quanti di guerra, purtroppo si ricorda la morte di casa propria e gli altri che si arrangino, non abbiamo imparato proprio niente, infiliamoci in testa che la pace ancora non esiste, e le celebrazioni e commemorazioni sarebbe bene lasciarle a quando il problema sara' davvero risolto perchè la stessa strage continua nell'indifferenza di noi tutti

Armandillo
27-01-10, 18: 02
non abbiamo imparato proprio niente, infiliamoci in testa che la pace ancora non esiste, e le celebrazioni e commemorazioni sarebbe bene lasciarle a quando il problema sara' davvero risolto perchè la stessa strage continua nell'indifferenza di noi tutti

Capisco il tuo disappunto e condivido la rabbia e l'amarezza di fronte alla insensibilita' generale nei confronti dell'attualita' e in particolare di un mondo incomprensibile, quasi cinico !!
Cio' che hai ricordato non sminuisce questa commemorazione (ed altre) ma la rafforza !
Se un evento così rilevante fosse messo in un cantuccio della memoria, archiviato come fatto storico alla pari di un qualsiasi altro avvenimento cosa credi che rimarrebbe di tutto il resto che hai elencato ? Il nulla !!

Parlando del "giorno della memoria" si parla anche di tutte le altre nefandezze compiute ai danni dei "diversi" e approfondendo verrebbero fuori gli orrori degli sperimenti sui gemelli, sui portatori di handycap, sulle donne incinta
Esperimenti per scoprire, in diretta, quali soglie al dolore un umano e' in grado di sopportare e poi esperimenti sui feti e via discorrendo tutti gli altri obbrobri che nemmeno mente umana saprebbe concepire !!

Parlarne sempre e comunque perche' l'alternativa, io credo, sarebbe l'oblio
:bai