PDA

Visualizza versione completa : Connessione remota con risveglio da standby.



Pegaso
10-08-15, 23: 59
Ciao, :bai
qualcuno sa indicarmi un programma per la connessione remota che dia:
-totale controllo del pc,
-visualizza il desktop del pc in remoto,
-non abbia bisogno che sull'altro pc ci sia la persona a concedere l'autorizzazione o almeno una volta concessa nelle successive connessioni non ci sia il bisogno di ridare il permesso,
-che permetta di risvegliare il pc dallo standby,
-che non richieda l'ip statico,
-sarebbe bello che si possa usare anche da Android,
-sia semplice da impostare e da usare
-preferibilmente che sia free
-non debba passare da server o simili di terze parti?

Sto provando questo programma Ammyy Admin - soluzioni per la condivisione remota del desktop e per il controllo remoto (http://www.ammyy.com/it/solutions.html) che ha alcune caratteristiche molto interessanti, per esempio, non richiede l'ip statico, molto semplice da collegare e da usare, ma non permette il risveglio del pc in remoto.

Kirk78
13-08-15, 02: 20
Ottimo programma è http://www.collectiontricks.it/forum/software-gallery/Ct1102-teamviewer-controllo-remoto.html a pagamento se si utilizzano più "controllori" contemporaneamente. Lascia perdere che sia una discussione vecchia e con immagini che si sono perse per strada ma il prodotto è ancora ottimo. Per il "risveglio" di un PC in remoto il PC da risvegliare deve avere abilitato il wake on lan o altre feature simili altrimenti non si potrà mai accendere da remoto. L'autorizzazione è obbligatoria almeno una volta (altrimenti si chiama malware o virus) e poi si può "salvare", ma rende il PC meno sicuro.

Per Ammy se ne parlava anche su CT: http://www.collectiontricks.it/forum/software-gallery/Ct3194-ammyy-admin.html

:bai

Pegaso
13-08-15, 11: 29
TeamViewer l'avevo scartato perchè per quello che ne so, nella versione free, ad ogni nuova connessione cambia l'id e quindi deve essere presente la persona anche sul computer remoto per comunicare il nuovo id e non so se comunica dati a terzi.

Avevo trovato un programma per connessioni in remoto che permetteva il "risveglio" ma non aveva le altre caratteristiche.

Ho dato una lettura veloce anche al discorso "wake on lan" ma tra Seven e Windows 8.1 con UEFI non mi sta funzionando. In pratica cerco qualcosa di molto semplice e veloce da usare.

EDIT
Ho dimenticato di dire che la connessione in remoto non è sulla stessa rete LAN.

iaia
15-08-15, 15: 17
Visto che Pegaso chiede poco aggiungo una richiesta: se il programma funzionasse verso un pc con XP potrebbe interessare anche a me

Pegaso
15-08-15, 18: 52
ahahahahah ti ho fatto una richiesta da poco... comunque se non ti interessa il discorso che i dati non devono viaggiare su server di terse parti, Teamviewer è una bella soluzione.

iaia
15-08-15, 19: 10
Ok, grazie!

Andy86
24-08-15, 18: 59
:m:

Il discorso wake-on-lan non è legato al software, ma proprio al bios, nel senso che non ci sono altri modi di svegliare un pc da spento, perché se il pc è spento anche il software lo è, per cui non ci può essere nulla in ascolto oltre al bios.

In pratica il bios se è alimentato rimane in ascolto sulle porte lan e se riceve una sequenza ben precisa di bit avvia il pc.

I software che hanno la funzione per il risveglio non fanno altro che inviare quella precisa sequenza di bit avviando di fatto il "wake-on-lan" sul pc bersaglio.

Tornando al software, nei repository di linux ho trovato questo:
https://www.realvnc.com/
Che è opensource e multipiattaforma (android compreso). Magari fa al caso tuo.

Pegaso
24-08-15, 21: 53
:m:

Il discorso wake-on-lan non è legato al software, ma proprio al bios, nel senso che non ci sono altri modi di svegliare un pc da spento, perché se il pc è spento anche il software lo è, per cui non ci può essere nulla in ascolto oltre al bios.

In pratica il bios se è alimentato rimane in ascolto sulle porte lan e se riceve una sequenza ben precisa di bit avvia il pc.

I software che hanno la funzione per il risveglio non fanno altro che inviare quella precisa sequenza di bit avviando di fatto il "wake-on-lan" sul pc bersaglio.

Tornando al software, nei repository di linux ho trovato questo:
https://www.realvnc.com/
Che è opensource e multipiattaforma (android compreso). Magari fa al caso tuo.

Grazie mille per l'indicazione del programma... adesso devo provarlo...

Riguardo al risveglio, i miei pc hanno la funzione per il risveglio, ma il discorso è un po più articolato tra scheda di rete (non wi-fi), router che accetti un determinato pacchetto di dati... Il bello è che i miei pc sembrerebbero soddisfare tutte le caratteristiche ma sino ad ora non sono ancora riuscito a farlo funzionare.
Tra l'altro ho scoperto che nelle ultime versioni anche Teamviwer supporta questa funzione.
Ho creato tramite NO-IP l'indirizzo statico (perchè senza quello non risvegli un bel niente), ma secondo voi due pc che non sono sulla stessa rete devo mettere lo stesso indirizzo creato su NO-IP o devo crearne due diversi?

Andy86
24-08-15, 23: 41
:bai

Non so cosa sia NO-IP, però un pc spento non ha un indirizzo ip, viene associato alla connessione da parte del SO, anche se l'ip è statico finché il pc è spento il router se ne frega e considera quell'indirizzo ip come liberamente assegnabile ad un altro pc.

Il WoL lo fai con il mac address, che invece è "stampato" sulla scheda ed è disponibile anche per un pc spento.

Se per "reti" intendi sottoreti, cioè con i pc non visibili dall'esterno, non sono troppo sicuro che si possa fare.
Di solito per gli indirizzi ip si usa il port-mapping, cioè dici al router <<quando ti chiamo su questa porta reindirizzami a quel determinato ip (sulla stessa medesima porta)>>.
Ma per il WoL suppongo che sia un attimino più complicato.

Pegaso
25-08-15, 00: 15
No-Ip Free Dynamic DNS - Managed DNS - Managed Email - Domain Registration - No-IP (http://www.noip.com/)

Questo è un piccolo estratto
Cosa si intende con "Wake On LAN"? Wake On LAN o WOL, è la capacità di inviare un segnale attraverso una rete locale (LAN) per accendere un PC. "Wake On WAN" invece, significa inviare lo stesso segnale attraverso una rete geografica (WAN) come Internet, per provocare l'accensione di un PC situato in una LAN privata. Quello che devo ottenere è il WAN e non il LAN. In particolare sto cercando di seguire questi punti

Router connesso ad internet
IP pubblico (no Fastweb)
Client WoL o servizio online preposto
(Opzionale ma consigliato) Servizio DDNS tipo NO-IP, DynDNS o similare in modo da associare il vostro IP dinamico ad un nome dominio che avrete prescelto; questi servizi si occuperanno, di volta in volta, di aggiornare i loro nameserver. Sono gratuiti, basterà solo registrarsi e scegliere il nome del dominio, esempio: backlab.dyndns.org e impostarlo (accompagnato da username e password) nella sezione DDNS (Dynamic DNS) del vostro router.

Andy86
25-08-15, 01: 19
:bai

Ah, è un dns personalizzato, allora più che due ip devi fare due domini e dato che a un dominio puoi associare solo un IP alla volta (salvo strane features) e che dev'essere l'ip pubblico di un router e che non possono esserci più ip pubblici uguali (pena conflitto di ip tra i due router) non credo proprio tutta possa chiamare entrambe le cose con lo stesso dominio.

Infatti che la tua guida dice che il servizio è opzionale, perché solo a digitare un nome invece dell'ip del router.
Es. invece che "333.333.333.333" digiti qualcosa tipo "casamia.dyndns.org".

Stando a quanto dice qui:
Passo 6 - Configurare l'instradamento delle porte - Tom's Hardware (http://www.tomshw.it/articoli/guida-accendere-il-pc-dalla-rete-con-wake-on-lan-wan-24286-p5)
Il passo seguente sarà proprio di configurare il port-mapping in modo che il router invii il pacchetto a tutti i pc collegati (ip di broadcast), sarà poi la scheda di rete di ogni pc a verificherà se il macaddress contenuto nel pacchetto corrisponde al proprio e in caso negativo non fare nulla.

:notte:

Kirk78
26-08-15, 15: 51
Concordo al 100% con quando ha detto il buon Andy86 sul Wake-On-Lan: la macchina che si deve riavviare con un segnale LAN deve essere predisposta a livello Bios o con alcuni hardware come l'Intel Management. Praticamente l'hardware deve essere sempre in attesa di un eventuale segnale LAN che lo risvegli.
A quanto ne so tutti i software di connessione remota, per la sola autenticazione, utilizzano il server secured (SSL) del software stesso. Poi una volta autenticato i dati sono PC-PC utilizzando internet (per una certa velocità ci vuole una buona velocità di banda anche in upload). Le uniche connessioni remote che non utilizzano un server per l'autenticazione mi sembra siano esclusivamente PC con installato un server. In questo caso è il server tuo che gestisce le connessioni LAN o WAN (collegate tramite internet) compresa l'autenticazione.

A quanto ricordavo è possibile, come detto, "registrare" l'ID del PC assistito senza doverla ogni volta inserire il nuovo ID (c'è meno sicurezza per il PC assistito). Il fatto che l'autenticazione passi dal server del programma è in realtà una sicurezza per evitare che il PC assistito non sia gestito dal PC assistente ma da hacker o altri. Il server del software non fa altro che riconoscere che sia il PC assistente e basta a poter entrare nel PC assistito. Almeno così era un paio di anni fa quando facevo assistenza remota a parecchi PC diversi. Se ora TeamViewer è cambiato non so :boh

Non so se anche TeamViewer ha dismesso la compatibilità con XP per via della sicurezza.

:bai

EDIT dimenticavo di dire che TeamViewer è anche ufficialmente supportato per Ubuntu, Debian 32-Bit / 64-Bit Multiarch, RedHat, CentOS, Fedora, SUSE, Mac, Android, iOS, Windows Phone 8