PDA

Visualizza versione completa : Ci ha lasciato Pino Daniele: ciao Pinuccio!



Kirk78
05-01-15, 10: 10
Questa notte il grande bluesman napoletano Pino Daniele ci ha lasciato all'età di 59 anni per infarto.

L'ultimo post sulla sua pagina facebook (https://www.facebook.com/PinoDanieleOfficial), con foto nera a lutto, del nostro Pino alle 8:38 del 1° gennaio mentre stava tornando a casa: back home... in viaggio per casa.

Su internet molti affettuosi messaggi da fans, amici e colleghi. Quì solo alcuni:
Eros Ramazzotti su istagram (http://instagram.com/p/xc-Stvwdc_/?modal=true): Grande amico mio, ti voglio ricordare con il sorriso mentre io, scrivendo, sto piangendo.
Laura Pausini su Facebook (https://www.facebook.com/LauraPausini?fref=nf): Magari adesso mi addormento e domani non è più vero... - E questa foto, con la mia testa sulla tua spalla per dirti "grazie".
Fiorella Mannoia su Facebook (https://www.facebook.com/pages/Fiorella-Mannoia/218596532052?fref=nf): Pino Daniele ci ha lasciato. Mi dispiace, ma in questo momento non trovo altre parole.
Negramaro su Twitter (https://twitter.com/Negramaro/status/551917486808244225): è tutto maledettamente vero: il nostro Pino Daniele non c'è più... una notte senza fine...
Red Ronnie su Facebook (https://www.facebook.com/pages/Red-Ronnie/37645125946?fref=nf): Pino Daniele è volato nell'altra dimensione. Ciao, che Dio ti benedica

Un saluto con delle belle parole dal suo manager e amico Ferdinando Salzano (http://www.fepgroup.it/).
http://www.fepgroup.it/pino.jpg

CT si accoda in un virtuale abbraccio alla sua famiglia e ai suoi 3 figli.

Ciao Pinuccio!

Strider
05-01-15, 14: 26
è stato uno shock stamattina :shock:aargh:wall:aargh

in questo momento non trovo parole adatte, solo tanto dispiacere :sisi

Kirk78
05-01-15, 23: 14
La camera ardente di Pino Daniele all'ospedale Sant'Eugenio di Roma sarà aperta al pubblico in mattinata dalle 8.30 alle 12.30. I funerali del cantautore si svolgeranno mercoledì mattina alle 12 al Santuario del Divino Amore a Roma. (fonte ansa (http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2015/01/05/e-morto-pino-daniele-la-notizia-sul-web_8b9a41ea-9315-4aab-bbdd-1df2558249ab.html))

Su Istragram (http://instagram.com/p/xeW2UsEGk-/?modal=true) la figlia Sara: Adesso suonerai la tua chitarra lassu', e farai sognare gli angeli con la tua musica, esattamente come hai fatto con noi quá.

Scusate le notizie così spoglie, ma non ho parole neanche io. :triste

Armandillo
06-01-15, 12: 39
La notizia mi ha colto di sorpresa ed ho provato un grande dispiacere :triste
Non ho potuto fare a meno di pensare alla sua ancor giovane eta' che coincide poi con la mia e cio' mi ha dato una forte sensazione di vulnerabilita'.
Da amante del blues dico solo che l'ho sempre apprezzato soprattutto per le sue collaborazioni con altri importanti musicisti.

MarcoStraf
06-01-15, 18: 37
Purtroppo Pino Daniele soffriva di cuore da una trentina di anni, sapeva che la sua situazione non fosse felice, ha avuto molteplici oprazioni di angioplastica nella sua vita.
La sua morte mi ha colpito particolarmente, sia perche' e' un artista che mi e' sempre piaciuto, sia perche' anche io ho avuto una operazione cardiaca un anno fa. A me e' andata bene, ma mi ha fatto capire quanto la vita sia sempre appesa a un filo.

La forza artistica di Pino Daniele e' che fu tra i pochi italiani che seppe sposare la canzone popolare italiana (in particolare quella napoletana) con altri stili (il blues nel suo caso), creando una musica tutta sua che e' piacevole sia a noi italiani che all'estero. Indiminenticabili le sue esibizioni dal vivo con artisti del calibro di Eric Clapton e Pat Metheney.

Nella mia pagina facebook lo ho voluto commemorare con questo video:

https://www.youtube.com/watch?v=iZlO0R6AbiU

Strider
07-01-15, 10: 24
con la musica di Pino Daniele ci sono cresciuto, se ne va un pezzo della mia adolescenza anche se, come già detto varie volte, questi artisti hanno il privilegio di non morire mai visto che il loro lascito artistico ed emozionale permane attraverso le loro opere (in questo caso le tante belle canzoni da lui composte)

l'ho amato moltissimo fino a Bella 'mbriana, album del 1982 con cui, imho, si è chiusa la stagione migliore di Pino Daniele: quella in cui faceva una musica ispirata, con tanta anima, tante suggestioni (stupendo il mix tra il folklore napoletano e le influenze del blues "nero" o del funky e via discorrendo) ma anche tanta "rabbia", polemica, impegno civile, denuncia sociale

per me il grande Pino Daniele è quello dei primi 5 album, dal 1977 al 1982, con l'apice artistico assoluto in quel Nero a metà che adesso tutti acclamano, come sempre succede quando un artista muore :tap

la sua discografia successiva, sempre imho ovviamente, è stato un calo lento ma costante :sisi

negli anni '80 (fino a Mascalzone latino incluso che è del 1989) si è mantenuta su livelli accettabili pur avendo smarrito l'anima, la vis polemica e la rabbia dei primi album. Pino ha iniziato a sperimentare cose nuove, è andato più sul melodico, sonorità più dolci ma anche più commerciali, testi meno impegnati e una tendenza progressiva ad usare più la lingua italiana di quella napoletana delle origini. Comunque anche in questo periodo ci ha regalato qualche perla notevole, qualche lampo di vecchia genialità :sisi

dal 1991 in poi non l'ho quasi più seguito perchè ha preso una deriva commerciale che a me non piaceva e, in certi casi, mi suscitava anche un po' di fastidio vista la grandezza della prima parte della sua carriera. Non era più il Pino Daniele che avevo conosciuto e amato, ma questo è successo anche con altri cantautori italiani, è una cosa abbastanza usuale e, forse, "normale" :triste:triste

Ho molto apprezzato il suo ritorno a Nero a metà, ho avuto modo di sentire il concerto che ha fatto a Verona (non dal vivo purtroppo) ed è stato un bel ritorno al passato, tanta nostalgia, tanta emozione, credo che non potesse lasciarci in modo migliore :sisi :fleurs

che era malato di cuore, come il suo amico Troisi, lo sapevano tutti però si resta sempre molto colpiti da queste morti improvvise in giovane età :triste, ma la vita è questa, bisogna farsene una ragione :sisi

sul discorso delle collaborazioni eccellenti con i grandi della musica internazionale l'ho apprezzato molto anch'io, ho letto l'omaggio che gli ha tributato Eric Clapton e la cosa colpisce molto e fa piacere :sisi

Pino era un puro talento italiano e verrà sempre ricordato, io ho varie collection fatte da me a lui dedicate e le ascolto sempre con grande piacere :hap