PDA

Visualizza versione completa : Ipsos: il 73% degli italiani vuole un senato elettivo



janet
22-07-14, 00: 10
L'assoluzione di Berlusconi, per quello che riguarda il caso Ruby ed altri interventi di questi ultimi giorni, stanno ampiamente dimostrando che il vento è cambiato.
Il problema è che sono in gioco tutta una serie di norme che porteranno un cambiamento sostanziale nella Costituzione Italiana.
Mentre alcune personalità e testate, come ad esempio, il Fatto Quotidiano, stanno raccogliendo le firme per indire un Referendum, in quanto ne occorrono ben 800.000, il Corriere ha fatto eseguire un sondaggio dalla società Ipsos.
Risulta chiaro, dallo stesso sondaggio, che oltre il 73% degli italiani sarebbe favorevole ad un senato elettivo e non composto da nominati.
Sono invece d'accordo, in maggioranza, sul superamento del bicameralismo perfetto.
Oltretutto, gli ultimi scandali che hanno visto coinvolti gli organi regionali, non assicura gli italiani sull' onestà che potrebbero avere, in futuro, i nuovi senatori che dovrebbero essere scelti dai partiti fra i consiglieri provinciali e regionali.
Altra cosa che lascia veramente basiti, è l'ignoranza dimostrata dalla maggior parte degli intervistati riguardo ai contenuti della riforma al senato.
Sololo il 3% dichiara di conoscerli in dettaglio, il 28% a grandi linee, il 33% ne ha solo sentito parlare ma non ne sa granché e il 37% ignora il tema”.
Fonte (http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/07/20/sondaggio-ipsos-il-73-dei-cittadini-vuole-il-senato-elettivo/1066429/)
Insomma abbiamo capito bene che che la gente italiana in vent'anni non è cambiata, mentre prima alla voce "imu" "imu" votava Berlusconi, ora alla voce "80 euro" , "80 euro" vota Renzi, che ricordiamo inoltre, ha preso il 7,8% dei voti dagli anziani, molto probabilmente, dato che ha votato solo il 50% della popolazione italiana dalla stessa gente che prima, si era fatta irretire dal miraggio dell'eliminazione dell'imu.

Armandillo
22-07-14, 16: 03
Mentre alcune personalità e testate, come ad esempio, il Fatto Quotidiano, stanno raccogliendo le firme per indire un Referendum, in quanto ne occorrono ben 800.000

L'ho firmato.

Detto cio' non mi meraviglia l'atteggiamento degli italioti (?)
Piu' la politica li vessa e piu' si disinteressano così facendo proprio il suo interesse !

Ormai s'e' ripetuto piu' volte che il cancro dell'illiceita' ha formato una cittadinanza pronta a tutto per curare i propri interessi, che da una parte sarebbe legittimo, anche se pero' questi vanno contro quelli della maggioranza della gente.

La gente vuole il Senato elettivo ?
Credo che in primis vorrebbe abolirlo, così come tante agevolazioni della politica tutta, e certamente vorrebbe contare di piu'.
Contare di piu' disinteressandosi della politica ? E' contradditorio !

Ma gia'...gli italiani sono fatti così, si lamentano, piangono, gridano, ma quando si tratta di fare scelte importanti gira gira il coraggio di cambiare non ce l'hanno o ne hanno timore !

Ora come ora con questa "resurrezione pilotata" di S.B. Renzi e' al riparo dai trabocchetti (in quello di FI gia' c'e' dentro) e probabilmente la riforma del Senato passera' così che PD+PdL potranno stare tranquilli assicurandosi basi solide per governare (insieme ?).
Come finira' ?
Forse a tarallucci e vino ?!

Pegaso
22-07-14, 21: 55
Come finira' ?
Forse a tarallucci e vino ?!

Ma anche tu! che domande fai?
Non lo sai che la mano destra lava la mano sinistra e viceversa?
I nostri cari mafiosi legalizzati sono anni che ce lo dimostrano quotidianamente.

janet
28-08-14, 20: 11
Si è arrivati (http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/07/16/contro-i-ladri-di-democrazia-no-al-parlamento-dei-nominati-e-alluomo-solo-al-comando/1062498/)a 250.000 mila firme in circa 40 giorni.
Fra i firmatari il grande regista Ermanno Olmi che ha dichiarato:
C’è un articolo che non è stato scritto alle origini della nostra Costituzione: non per dimenticanza, ma perché era già radicato in ciascuno dei padri costituenti. Costoro avevano l’onestà come primo comandamento. E con quel puntiglio hanno scritto tutti gli altri articoli. Oggi è sceso il buio della indifferenza e della rinuncia alla propria dignità. Solo pochi sentono il dovere di tenere acceso il lumicino di una coscienza civile. Abbiamo appena trascorsa tutta l’estate con la riforma del Senato e per tutte le altre riforme che si faccia almeno in modo di tener presente una raccomandazione di Albert Camus: “Perché un pensiero cambi il mondo, bisogna prima che cambi la vita di colui che l’esprime. Che cambi in esempio”.

Pegaso
28-08-14, 21: 31
Solo il 73%??? Questo significa che c'è ancora quasi un 30% che crede a Babbo Natale. :triste