PDA

Visualizza versione completa : ADUC e l'autocensura imposta



janet
12-01-10, 16: 53
Come si suol dire il lupo perde il pelo ma non il vizio, quindi per chi volesse discutere di questa notizia, abbastanza importante, altrimenti gli amministratori, possono anche cancellare la discussone
Si tratterebbe di una "decisione non decisione", a conferma del fatto che la materia Internet, in Italia, sia ancora avvolta da una nebbia legale vaga e contraddittoria. Alla Rete risulterebbe connessa una fondamentale libertà d'espressione, libertà ancora però circondata da un'incertezza di fondo, su chi debba essere deputato all'applicazione delle leggi del Belpaese. Così recita una parte del commento dell'Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori (ADUC) che è intervenuta in merito ad una recente sentenza del Tribunale di Firenze. I responsabili di ADUC dovranno eliminare alcuni messaggi apparsi sul suo forum Dì la tua, in particolare perché ritenuti dal giudice nocivi per il buon nome di una società.

Nel dettaglio, all'interno del forum gestito da ADUC si è contestato uno specifico contratto - chiamato IndexPoint - commercializzato dalle società Index Europea Spa e Indexcom Srl, legate a servizi di telecomunicazione. Contratto che gli utenti non sembrano aver particolarmente apprezzato. Da qui, la creazione nel novembre 2006 del forum chiamato Contratto Index Europea, giunto attualmente alla quota di 4500 post, molti dei quali per dibattere sui servizi forniti dalla società o su come risolvere il contratto stesso.

Gli avvocati di ADUC hanno ribadito l'intenzione di lasciare in vita il forum, in modo da permettere il libero scambio di opinioni tra gli utenti. Non di questo avviso è stato Bruno Rados, presidente della seconda sezione civile del Tribunale di Firenze. Si dovrebbe "Procedere a specifiche operazioni chirurgiche di eliminazione dei messaggi offensivi o comunque pregiudizievoli al buon nome delle ricorrenti", ha richiesto invece Rados.
E l'eliminazione dei messaggi nocivi sarà a cura e a spese di ADUC. Questa, per l'associazione, sarebbe una "decisione non decisione", dal momento che il giudice non indica cosa è ritenuto lesivo (dunque da rimuovere). Ma "rimette la palla in gioco", affidando questo compito a ADUC stessa, che dovrà provvedere al vaglio e alla rimozione di quanto ritenuto offensivo in un'ottica di ragionevolezza e buon senso.

La sentenza, per ADUC, lascerà le due società plausibilmente non soddisfatte, nello specifico della ragionevolezza che verrà applicata dall'associazione stessa. Si tratterebbe perciò di un caso ancora aperto: perché si affiderebbe ad un forum a tutela dei consumatori il compito di cassare le opinioni poco lusinghiere dei consumatori stessi. E questo potrebbe apparire decisamente nonsense.
Articolo
Di Mauro Vecchio
Fonte Punto Informatico (http://punto-informatico.it/2785012/PI/News/aduc-autocensura-imposta.aspx)
http://img190.imageshack.us/img190/6673/ccpi.png (http://img190.imageshack.us/i/ccpi.png/)

Armandillo
12-01-10, 17: 35
Per quanto sia dentro le cose della rete posso esprimere un parere secondo ragionevolezza facendo due osservazioni:
la prima legata alla mancanza di leggi certe e trasparenti in materia e qui il discorso si allargherebbe a dismisura perche' a quanto mi e' dato sapere chi dovrebbe intervenire in questo campo, spesso, non ha le capacita' e l'esperienza per farlo;
la seconda riguarda l'autoregolamentazione del sito in questione e credo si tratti in fin dei conti di dettare regole interne, come fa un forum come questo, proibendo un turpiloquio inutile e dannoso ma non conoscendo in particolare queste presunte offese rimane operazione alquanto difficoltosa.
Pur comprendendo la rabbia di un ipotetico scrivente credo che educazione e civilta' siano cardini imprescindibili da cui partire (IMHO)
:bai

Lo Zio T
12-01-10, 21: 22
Si, educazione e civiltà devono essere considerati dei pilastri fondamentali dai quali partire, ma spesso e volentieri troviamo invece molti insulti incensurati (il caso più ecclatante è youTube).

Basta imporre un regolamento chiaro e preciso e gli amministratori devono presenziare e far rispettare il tutto.

Perchè c'è modo e modo per esprimere un'idea ed uno scambio civile di opinioni, porta a vantaggi da ambo le parti, per definizione di critica costruttiva.

Peggio ancora, magari si ha anche ragione nel difendere un'idea, ma scadendo nei modi di esprimerla, si passa dalla parte del torto.

Attenzione però, che chi ha il potere non deve abusarne, cioè cancellando solo i commenti flame e pieni di insulti, ma nello stesso tempo non si deve sfruttare questa enorme responsabilità e limitare la libertà di idee :sisi

:bai