PDA

Visualizza versione completa : F35, la difesa firma contratto per pezzi di ricambio



janet
27-03-14, 16: 24
Ancora poco chiara la vicenda degli F35, mentre il ministro della difesa ha, più volte, affermato che ci sarebbero stati tagli nell'acquisto, si continuano a firmare contratti, confermati dal Pentagono. Forse la visita di Obama in Italia sta rinfocolando gli animi favorevoli all'acquisto degli F35, anche dentro il PD.
Secondo il Pentagono, infatti, l'ultimo contratto prevederebbe l'acquisto dei pezzi di ricambio e secondo la difesa si è costretti a firmare questi contratti, altrimenti scatterebbero le penali.
Indifferente a ogni mozione sospensiva del Parlamento e a ogni moratoria, la Difesa ha dimostrato di voler proseguire imperterrita con l’acquisto di almeno altri quattro F35 (quelli dei lotti 8 e 9) e di essere disposta a rinviare solo la firma del primo contratto relativo agli ulteriori aerei del 10° lotto, che era prevista per febbraio e che per ora è – e rischia di rimanere – l’unico contratto ad essere stato realmente congelato.
Fonte (http://http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/03/27/f35-programma-fermo-ma-la-difesa-firma-un-contratto-per-i-pezzi-di-ricambio/928593/)

Armandillo
27-03-14, 16: 48
Ho fatto il militare, come tanti, e so per certo che ogni caserma e' una spugna circa le spese per non parlare di quanti si siano fatti casa....beh, lasciamo stare :tap
Sono un antimilitarista convinto per cui ritengo che ogni euro speso per l'apparato militare sia sprecato tanto piu' quando si tratta di armamenti pure inefficienti !
Ovvio che con l'aria che tira anche in quel settore si temono tagli e come lobby anche quella ha i suoi paladini (molto in alto !) che cercano di mantenere il loro tornaconto e se pensiamo a tutto il giro che c'e' attorno agli aerei con pezzi di ricambio, con la manutenzione, ecc... ecco che si spiega la difesa a spada tratta.

janet
27-03-14, 22: 09
Anch' io sono un ' antimilitarista convinta e non avrei mai scelto una carriera militare, non credo che sarei stata adatta.

Questo è' però' un altro discorso, ho seguito sulla7 gli interventi nella trasmissione di Lilli Gruber ed ora sto seguendo la trasmissione di Santoro, relativa alla visita di Obama e alla vicenda degli F35.
D' Agostino, ha chiaramente fatto capire che il PD sorreggerà' Renzi fino alle elezioni europee, se lo schieramento di sinistra, ottiene nelle stesse un risultato inferiore al 30 per cento, Renzi e' finito.
La vicenda F35 parte da lontano ed è stata voluta da un ministro di sinistra Andreatta, ai tempi dei governi D'Alema e Prodi, quindi molto probabilmente verranno comprati tutti ed il governo Renzi, con il suo ministro della difesa che aveva parlato di tagli farà' la solita brutta figura.
Parlando poi della conferenza stampa fra Letta ed Obama,Gino Strada ha detto :Abbiamo visto un bel trailer? A quando il film?" Questo perché in molti hanno detto che si trattava principalmente di una mossa mediatica ed infatti i giornali americani, erano molto più' interessati all' incontro di Obama con il papa.
Ad ulteriore dimostrazione che i giochi si fanno altrove , basta accennare al fatto che c'e' stato un incontro privato fra Napolitano ed Obama, senza nessun altra persona presente oltre loro due.

Pegaso
28-03-14, 06: 23
Non ho nemmeno più parole per lo spreco che quei signori fanno a nostre spese.

Armandillo
28-03-14, 13: 59
Anch'io ho visto Santoro e lampante m'e' sembrato lo spartiacque: o si esce dalla Nato o si comprano gli F35 !!
Napolitano aveva gia' sottolineato l'argomento e credo che non permettera' di cambiare il contratto con gli Usa.

Comunque ieri cio' che e' venuto fuori con prepotenza e' la visione che gli Stati hanno delle vita, in generale.
Gino Strada ha ben esposto quelle che dovrebbero essere le logiche di un viver civile e solidale.
Se pensiamo a quanto ammonta la spesa militare nel mondo ci rendiamo conto di cosa si potrebbe fare con quelle risorse :sisi a fronte, come esempio, dei 3 africani che ogni secondo perdono la vita !!!
Questo discorso riguarda tutta l'umanita' ma se restiamo nel nostro orticello quegli F35 sono un ulteriore pugno allo stomaco per chi non ha lavoro, ne' progetti, ne' prospettive ed anche perche', come s'e' ascoltato, quegli aerei non porterebbero benefici ai lavoratori, anzi, potrebbero sottrarre risorse importanti per la ricerca e il finanziamento di opere civili molto piu' urgenti.

janet
28-03-14, 15: 34
mi piace molto quello che hai scritto Armandillo e mi spaventa anche la frase di Renzi sull'intervento o dovere dell'Italia nel mondo, inteso in senso militarista.
Forse pensiamo di essere ormai già proiettati nel futuro ma come ha giustamente detto Gino Strada anche a me spaventano molto gli aerei con testate nucleari sempre in volo sulle nostre teste, sopratutto a Roma.
Spero che il PD si rompa e nasca un partito di sinistra veramente pacifista e anti-militarista e credo che siamo sempre più in Italia a non riuscire ad avere alcuna simpatia per un partito, come quello del PD, sempre più di centro e sempre meno di sinistra anche se la parola centro-sinistra, gli esponenti del partito, la pronunciano ogni due secondi.

Armandillo
28-03-14, 16: 23
Dico la verita'...non so piu' se credere nelle ideologie...ci sono nato, ci ho vissuto, ci ho creduto e ne sono stato deluso !
Per le persone oneste credo non abbia piu' senso parlare di guerre e forse non ha piu' senso l'ideologia intesa come cultura di idee di una sola parte.
Ormai da anni sono abituato a soppesare le singole persone indipendentemente dalla fede politica ma mi rendo sempre piu' conto che e' facile che costoro vengano "contaminati" da miraggi di potere perdendo quelle caratteristiche di umanita' e sensibilita' che sono alla base dell'onesta' intellettuale.
Io laico e ateo ritrovo nella figura di Papa Francesco, in quello che dice e in quello che fa, le fondamenta per essere una brava persona attenta al prossimo benche' indifferente alla religione e alla preghiera.

Essere moderni ed attuali non credo voglia per forza dire comportarsi con spregiudicatezza cercando di mostrarsi alla pari con esempi solo apparentemente virtuosi.
Credo invece si debba sforzarsi di immaginare una visione del futuro calata ed adeguata alle necessita' della gente pur adoperando mezzi e strumenti moderni.
Ripeto...Renzi sta tentando una impresa oltre le sue possibilta' data la situazione anomala del nostro Perlamento e solo per questo ho ancora fiducia nella speranza che quel poco che potra' ottenere servira' per scardinare in futuro tutto quello che per ora gli e' stato impedito.
Forse per questo paese quella e' l'unica via possibile.
Nel confronto con Obama ci ho visto un modo sibillino per sviare l'argomento, dicendo e non dicendo, perche' lui sa che non potra' poi fare molto sia per la spinta del Quirinale sia per gli ostacoli posti dalle lobbies degli armamenti.
Piu' che di armi io parlerei di evasione fiscale, quella si che rappresenta un vero cancro e come ormai da anni penso e dico dentro di me bisognerebbe "rubare" dagli altri paesi cio' che socialmente sarebbe utile da noi.
Il carcere per gli evasori procurerebbe tutte le risorse che ci servono e assieme ad una vera seria riforma della giustizia permetterebbe al paese di risorgere dando vita ad un sistema virtuoso che guarirebbe la gente incancrenita da anni di illegalita' e corruzione.

janet
29-03-14, 15: 52
ci sono tante cose che non mi piacciono nei discorsi di Renzi, anche quello che ho sentito ieri sera da Mentana sulla 7.
Ad esempio questo suo amore per un modello americano, il voler per forza, annullare il volere dei cittadini, fra cui anch'io, che hanno votato M5S alle politiche, alla ricerca di un bipolarismo che non corrisponde alla realtà italiana.
Ci potrebbe essere un accordo fra un PD di Renzi ed il M5S di Grillo ? A me sembra proprio impossibile.

Armandillo
29-03-14, 16: 53
Ieri sera Renzi ha confermato quello che avevo anticipato mostrando ancora una volta aperture verso Grillo perche' e' consapevole che di Berlusconi non puo' fidarsi e nessuno sa quello che fara' tra una settimana tenendo presente lo sfascio del partito e i suoi problemi giudiziari.
Renzi si regge su una manciata di voti e convergenze con il M5S sarebbero fondamentali per far passare i provvedimenti anti-casta.
Circa il suo amore per gli Usa bisognerebbe intenderci...se ne cogliesse gli aspetti democratici non ci sarebbe nulla di male dato che quel paese ha una lunga storia di governi saldi e duraturi.
Di ieri il dato che ritengo piu' confortante e' quello delle preferenze elettorali.
Il PD avanza e lo stesso fa il M5S e mi va bene poiche' Renzi e il suo partito saranno costretti ad ulteriormente spingere l'acceleratore delle riforme sperando di sottrarre elettori a Grillo.
FI perde pezzi e probabilmente i suoi elettori sono indubbiamente attratti dall'energia di Renzi.
Ma il dato da sottolineare e' quello che riguarda l'elettorato del M5S che sembra spaccato e di cui la meta' pensa che non si debba rifiutare il dialogo a sinistra.
Questo lo ritengo importante se il fine e' quello di far voltare pagina al paese :sisi che sappiamo non possibile con i ricatti di Alfano & co.

Comunque, per tornare all'intervista, credo che l'attuale lavoro del premier sia prodromo ad una maggiore intensita' di interventi nei prossimi mesi e sicuramente nel semestre italiano in Europa e non e' detto che non vi possano essere delle buone sorprese.
In questo senso il parere e la spinta della gente potra' servire allo scopo soprattutto per evitare che la casta trasversale ostacoli un cammino che benche' ancora non chiarissimo presenta novita' e smuove un'apatia durata trent'anni !!

silverado
04-04-14, 15: 14
quest'estate, in Sardegna, non c'erano Canadair per spegnere gli incendi.
queste sarebbero priorità in un paese civile.