PDA

Visualizza versione completa : La Befana



marcella36
04-01-14, 16: 11
http://images.collectiontricks.it/images/44852361758946310196.jpg
La Befana, è per tutti una ricorrenza dedicata ai bambini, chiude le festività. A roma c'era, o forse c'è ancora, il detto Pasqua Epifania tutte le feste si porta via. Quando ero piccola, guerra a parte, praticamente nessuno aveva l'albero di Natale, ma il presepe. I doni li portava la Befana. Peccato che il giorno successivo si tornasse a scuola..lasciando i giocattoli ancora quasi intoccati. Nella mia famiglia si festeggiava doppiamente perché era anche il compleanno di mia sorella. Questa festa, mi suscita ancora tantissimi ricordi e sensazioni, ancora mi riempie di emozioni. Per questa ragione ho pensato di ricordarla con voi, è anche l'occasione di mettere in pratica gli insegnamenti ricevuti da Armandillo, al quale devo molta gratitudine. Per essere onesta fino in fondo devo dire che si, ho fatto le ricerche, ma non le ho rimaneggiate molto, ho usato molto copia e incolla, perdonatemi, forse avrei potuto non dirlo, ma poi se la Befana scopre la bugia e non mi porta niente? Auguri a tutti.
La storia e la leggenda
STORIA E ORIGINI
La Befana, corruzione lessicale di epifania (dal greco ἐπιφάνεια, epifáneia che significa: manifestazione, apparizione) attraverso bifanìa e befanìa, è una figura tipica di alcune regioni italiane, diffusasi poi in tutta la penisola

Il culto della Befana però non avviene soltanto in Italia, ma in altri paesi del mondo, quali Persia, Normandia, Russia e Africa del Nord e sempre rappresenta una figura buona e generosa.
Il Culto della befana in molti paesi è interpretato come il mito della Dea genitrice primordiale, signora di vita e di morte, quasi una rigenerazione della natura che coincide con la primavera. Per altri invece la figura rappresenta la Dea custode del focolare, luogo sacro nella casa. Proprio per questo la befana si serve dei camini, un punto di collegamento simbolico tra la terra e il cielo, per introdurre gioia e allegria nelle case, svolazzando qua e là con la sua magica scopa.
L'origine di questa figura va probabilmente connessa a tradizioni agrarie pagane relative all'anno trascorso, ormai pronto per rinascere come anno nuovo. Difatti rappresenta la conclusione delle festività natalizie come interregno tra la fine dell'anno solare (solstizio invernale, Sol Invictus) e l'inizio dell'anno lunare.
Anticamente la dodicesima notte dopo il solstizio invernale, si celebrava la morte e la rinascita della natura, attraverso la figura pagana di Madre Natura. I Romani credevano che in queste dodici notti, figure femminili volassero sui campi appena seminati per propiziare i raccolti futuri. A guidarle secondo alcuni era Diana, dea lunare legata alla vegetazione, secondo altri una divinità minore chiamata Satia (sazietà) o Abundia (abbondanza). Un'ipotesi suggestiva è quella che collega la Befana con una festa romana, che si svolgeva all'inizio dell'anno in onore di Giano e di Strenia (da cui deriva il termine "strenna") e durante la quale si scambiavano regali.
La Chiesa condannò con estremo rigore tali credenze, definendole frutto di influenze sataniche. Queste sovrapposizioni diedero origine a molte personificazioni che sfociarono nel Medioevo nella nostra Befana, il cui aspetto, benché benevolo, è ,chiaramente imparentato con la personificazione della strega.
L'aspetto da vecchia sarebbe dunque una raffigurazione dell'anno vecchio: una volta, davvero, concluso, lo si può bruciare così come accadeva in molti paesi europei, dove esisteva la tradizione di bruciare fantocci, con indosso abiti logori, all'inizio dell'anno.
In quest'ottica l'uso dei doni assumerebbe un valore propiziatorio per l'anno nuovo.
La Befana si richiama pure ad alcune figure della mitologia germanica, Holda e Berchta, sempre come personificazione della natura invernale.
LA LEGGENDA
Secondo una versione "cristianizzata", i Re Magi, diretti a Betlemme per portare i doni a Gesù Bambino, non riuscendo a trovare la strada, chiesero informazioni ad una signora anziana. Malgrado le loro insistenze, affinché li seguisse per far visita al piccolo, la donna non uscì di casa per accompagnarli. In seguito, pentitasi di non essere andata con loro, dopo aver preparato un cesto di dolci, uscì di casa e si mise a cercarli, senza riuscirci. Così si fermò ad ogni casa che trovava lungo il cammino, donando dolciumi ai bambini che incontrava, nella speranza che uno di essi fosse il piccolo Gesù. Da allora girerebbe per il mondo, facendo regali a tutti i bambini, per farsi perdonare.

Le filastrocche
La Befana
"La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
col vestito alla romana:
Viva,Viva la Befana!"
"La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte,
con la scopa di saggina:
Viva Viva la nonnina!"
"La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
le calzette a la romana
tira giu' la cappellana."
"La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
un ciuffone tutto blu
fichi e noci butta giu'."
"La Befana zitta zitta
quando vien la neve fitta
passa riempie la calzina
oh, che bella Befanina!"
La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
e le ha rotte in cima in cima
la Befana è poverina.
La Befana vien di notte
Con le scarpe tutte rotte
Tutta la notte lei cammina
La Befana è poverina
il suo sacco è pien di toppe
e le ossa ha tutte rotte."
"La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte,
il vestito trulla là, la Befana
"Eccola qua!!!"
"La Befana vien di notte,
con le scarpe tutte rotte,
le sue guance son pagnotte,
i suoi occhi fanno a botte.
Ti va bene se ci credi,
perché troverai bei doni.
Ti va male se la vedi
mentre passa a mezzanotte,
perché troverai carboni
con cipolle poco cotte!"
"Vien dai monti a notte fonda.
Com'è stanca! La circonda
neve, gelo e tramontana.
Viva, Viva la Befana!"

La Befana (altra versione)
La befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte…
Vien dal cielo con la scopa
e sui tetti pian si posa,
e poi scende lesta lesta
dai camini con la cesta.
La befana é una vecchietta
un po’ brutta poveretta,
ma ai bambini poco importa
se la cesta é colma colma
tutta piena di regali, dolci, treni,
bamboline per riempire le calzine.
La befana con la cesta
cerca, cerca la calzetta
e soltanto ai bimbi buoni
lei ci mette tanti doni
ma a chi é stato un po’ birbone,
lei la colma con carbone.
La befana é già sul tetto
presto bimbi tutti a letto!
Lasciam sola la vecchietta
a riempire la calzetta,
che doman di buon mattino
scopriremo il regalino!
La Befana
La Befana è una vecchietta,
linda arzilla e piccoletta;
va veloce, ha in man la sacca,
porta scarpe alla polacca.
Lo sciallino ha sulla vesta
e la cuffia porta in testa;
ratta va senza che faccia
sulla neve alcuna traccia.
E si cala pei camini
né si sporca i vestitini;
alla sacca dà di piglio
dove stanno in scompiglio
cavallucci pupazzetti
palle bambole e confetti
e li pone tra gli alari
degli spenti focolari.
I fanciulli sul mattino
tutti corrono al camino
e a quei doni misteriosi
restan timidi e pensosi
esclamando: "Cosa strana!
Chi sarà questa Befana?".

Armandillo
04-01-14, 18: 24
Bella discussione Marcella :sisi
Bella ed interessante poiche' benche' vecchietto :ghgh alcune cose non le conoscevo e magari non le avrei mai cercate in rete dove per l'occasione ho trovato altre info (http://www.mitiemisteri.it/significato_storia_e_origine_delle_festivita/significato_e_origine_dell_epifania.html) ad integrare gia' quelle citate.

C'e' da dire che al giorno d'oggi ma gia' da molto tempo questa festivita' ha perso parecchio del suo significato :sisi
Quando ero piccolo i doni si ricevevano solo alla Befana.
Era un rito con tanto di genitori che dovevano trovare scuse per uscire, di solito verso la mezzanotte, quindi con negozi aperti per l'occasione, per fare acquisti celandoli agli ignari figlioli !
In casa mia, credo come da tradizione, il luogo preposto al ritrovamento dei doni era la cucina e precisamente sotto la cappa :sisi
Al mattino, lo ricordo chiaramente, la porta era chiusa e quel "chissa' cosa ti ha portato la Befana" mi/ci riempiva di una tensione ed una inquietudine palpabili col dubbio che ci fossero i regali sognati e non quel terribile carbone onnipresente ogni volta che durante l'anno si facevano i capricci :hap

E poi la gioia, inevitabilmente, scoppiava e si rifletteva nello sguardo dei miei genitori loro stessi appagati della mia/nostra felicita' !!
Momenti che non si dimenticano e che ancor oggi guardando bimbi scartare i loro doni riaffiorano con una certa nostalgia :sisi

Momenti impressi per l'eternita' direi....ancora ricordo infatti indelebili alcuni dei tanti doni ricevuti....il go-kart rosso, le pistole 12 colpi Susanna, la prima bici 18 Bottecchia, il primo mangiadischi, la valigetta Philiphs col disco dei Jetro Tull (45 giri e 5 canzoni), il registratore a nastri.....indimenticabili !!! :sisi :triste

Ora un po' s'e' persa questa tradizione di cui piu' o meno rimane una calza con il grosso dei doni trasferiti sotto l'albero a Natale.
Bene...male....non lo so :boh fossi un bambino forse preferirei tornare indietro !

:bai

Eres
04-01-14, 22: 06
Anch'io ho tanti bei ricordi di quando ero bambino collegati all'epifania. Non ho mai sentito molto il natale, per me l'unica grande attesa tra le feste comandate dell'anno, era sempre e solo l'arrivo della Befana. Per me non c'è mai stata attesa più magica e sentita di quella notte.

Strider
05-01-14, 01: 41
L'inizio della fine dell'innocenza è quando vieni a scopire che la Befana (o Babbo Natale, in fondo il concetto è analogo) non esiste :sisi

dal punto di vista degli adulti, sempre di corsa sempre presi da mille pensieri, può sembrare una stupidaggine, un'inezia ma, invece, non è così e basta soffermarsi un po' a riflettere per capirlo :eye

quando un bambino scopre questa cosa compie un primo, piccolo, irreversibile passo verso l'età adulta ed il suo mondo perde un pizzico della sua magia :sisi

io mi ricordo ancora bene tutto: la magia di quella notte, l'attesa mista anche ad un po' di paura ed emozione, il batticuore di quel risveglio, la gioia ... che grande cosa è l'infanzia, che potenza! che carica vitale! :sisi

e mi ricordo anche di come scoprì la vera identità della Befana: fu mio cugino (maggiore di 3 anni) a dirmelo, spiattellandomelo così senza ritegno e prendendomi anche in giro :wall :furious:aargh

adesso ho una figlia di 6 anni che crede ancora nella Befana, Babbo Natale, etc ed io sono molto felice di questa cosa.

Innanzi tutto per lei perchè questa sua età è meravigliosa e poi anche per me e mia moglie perchè lavorare di nascosto alla preparazione di questa notte è un po' come tornare indietro nel tempo e ritrovare un barlume di quell'antica magia :hap


Io sento molto la responsabilità di questa cosa e di certo non sarò io, nè mia moglie a svelare il segreto rompendo l'incantesimo. So bene che non potrà durare ancora a lungo, siamo già al limite, ormai mia figlia fa la II elementare e, prima o poi, arriverà qualcuno a ... :whip


So bene che è la vita è fatta così e che bisogna crescere, guardare avanti; ma io spero che possa durare ancora un pochino ... la magia :sisi

buona Befana a tutti! :fleurs

marcella36
05-01-14, 20: 46
Cari amici, sono felice nel costatare che alcuni di voi provino come me ricordi e piccole nostalgie, non tristi ma tenere. Da parte mia, con tante Befane alle spalle ne avrei da raccontare!
Domani mio marito ed io saremo soli a festeggiare questa benefica nonnina, ma né questo né l’atroce mal di schiena, mi ha impedito di preparare quanto prevede la tradizione. Porzioni più piccole, pranzo più semplice, ma con gli immancabili ravioli di ricotta e spinaci, conditi da un buon sugo non pesante. La crostata di ricotta.
La Befana non visiterà la nostra casa ma ho comunque preparato i biscotti di questo giorno speciale, casomai si fermasse per un riposino. Detto fra noi, credo che troverò il piattino vuoto, mio marito si alza prima di me, in questo modo avrò l’illusione che la Befana abbia ancora una volta accettato l’ospitalità. Ne sarò felice, e mio marito mi lascerà dire e fare, abbraccerà con tenerezza questa vecchia che è rimasta bambina, e non si decide a crescere.
Spero di non aver perso la vostra stima. Io sono questa, prendere o lasciare, all inclusive.
Buona Befana a tutti, anche ai miscredenti.

Armandillo
06-01-14, 10: 20
:bai

Buona Befana a tutti !
Il rito s'e' compiuto ancora una volta anche se ridimensionato e quel minimo come una calza piena di dolcetti la mia sorellona l'ha trovato :sisi
In verita' e' stato un piacere piu' per me e la mia compagna poiche' mia sorella non capisce questa festa ma comunque la bambina che e' in lei l'ha apprezzato....golosona !
Che dire...spero che i babbi e le mamme possano aver goduto della gioia dei loro figlioli in questo giorno magico che apre una finestra su di un anno credo fondamentale per noi e per il paese tutto.